ZIDANE E LA 'GUERRA AL TERRORE'

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

blankDI GABRIELE ZAMPARINI
The Cat’s Blog

“La leggenda francese, giocando nella sua partita finale prima del ritiro, è stata espulsa nei tempi supplementari per aver tirato una testata al petto di Marco Materazzi dell’Italia”, ha riferito il Guardian.

“Lo spregevole, insondabile, atto di violenza di Zinedine Zidane” (1) è stato unanimamente etichettato come una reazione stupida, una “disgrazia”. “Com’è triste che avrebbe potuto evitare l’episodio più vergognoso per la pagina finale della sua storia”, ha scritto la BBC (2).

Sì, ma perché? Perché il 34enne esperto giocatore di calcio che era appena stato premiato con il Pallone d’Oro come miglior giocatore alla Coppa del Mondo l’ha fatto?Il giornalista del Guardian Kevin McCarra ha scritto “la scorsa notte ci sono state voci che Materazzi lo avesse chiamato ‘un terrorista’ [enfasi aggiunta] (3).

Solo Zidane e Materazzi conosco la verità e sarebbe interessante sapere cosa hanno da dire su queste “voci”.

Se fossero confermate, il gesto di Zidane, lontano dall’essere uno “spregevole, insondabile, atto di violenza” sarebbe visto come l’unico legame con la realtà di questa Coppa del Mondo.

Se queste “voci” fossero confermate, il cartellino rosso racconterebbe una storia completamente diversa. Forse ancora una “reazione stupida” secondo le regole della FIFA, ma l’atto di Zidane verrebbe ricordato come la reazione più umana al razzismo e all’ipocrisia. Non sarebbe più il falso “eroe” venerato dal corrotto circo del business-calcio, ma qualcosa di molto distante da ciò e più importante: un uomo di integrità morale che non si è venduto e non si è compromesso per una coppa d’oro, per i soldi che da essa derivavano e per un’immagine lucida di cui godeva un mondo di stranieri.

Se la ‘guerra al terrore’ ha giocato un ruolo nella Coppa del Mondo 2006, la reazione di Zidane non è una disgrazia, ma un atto di coraggio che merita di essere riconosciuto per quello che è.

Se il giocatore di calcio italiano Materazzi ha davvero chiamato Zidane ‘un terrorista’, la FIFA dovrebbe togliere la Coppa del Mondo all’Italia e lasciare il torneo del 2006 senza un vincitore.

Qualunque decisione prenderà la FIFA, le persone potranno ancor far sentire la propria voce boicottando la squadra di calcio italiana ovunque e in qualunque momento giocherà.

Il calcio – e non solo in Italia – non vive da solo in un pianeta lontano. In tempi di ‘guerra al terrore’ e ‘guerre preventive’, il gesto di Zidane ha il potere di un appello alla realtà giusto e potente.

********************
AGGIORNAMENTO
********************

Il Guardian ha appena “aggiornato” il suo articolo.

DA:

“Un cartellino rosso al posto di un bigliettino d’auguri ha condotto Zidane al ritiro dopo 19 minuti di tempi supplementari. Il capitano è stato spedito fuori per aver reagito ad una disputa con Marco Materazzi girandosi e dando una testata al petto del giocatore che aveva segnato il goal dell’Italia. Sicuramente era stato provocato – la scorsa notte ci sono state voci che Materazzi lo aveva chiamato “un terrorista” – ma Zidane farà bene a maledire la sua stupida reazione”.

A:

“Un cartellino rosso al posto di un bigliettino d’auguri ha condotto Zidane al ritiro dopo 19 minuti di tempi supplementari. Il capitano è stato spedito fuori per aver reagito ad una disputa con Marco Materazzi girandosi e dando una testata al petto del giocatore che aveva segnato il goal dell’Italia. Sicuramente era stato provocato, ma Zidane farà bene a maledire la sua stupida reazione”.

********************
AGGIORNAMENTO 2
********************

Quella frase – la scorsa notte ci sono state voci che Materazzi lo aveva chiamato “un terrorista” – dopo essere stata cancellata dal Guardian, è ora tornata nell’articolo!!!

********************
AGGIORNAMENTO 3
********************

SOS-Racism, il gruppo di difesa contro il razzismo di Parigi, lunedì ha rilasciato una dichiarazione citando “molte fonti bene informate dal mondo del calcio” dire che Materazzi aveva chiamato Zidane uno “sporco terrorista”. Ha chiesto alla FIFA, l’organo direttivo del mondo del calcio, di indagare e prendere ogni azione adeguata (AP).

NOTE

1) Losing the plot. Zidane was a disgrace, but it was Domenech who cost France the match, Rob Smith, Guardian, 9 luglio 2006

2) Zidane’s red mist, Phil McNulty, BBC News, 9 luglio 2006

3) Italy strike gold as Zidane sees red, Kevin McCarra, Guardian, 10 luglio 2006

(*) Gabriele Zamparini è uno scrittore, regista ed attivista su http://thecatsdream.com

Fonte: http://www.thecatsdream.com
Link: http://www.thecatsdream.com/blog/2006/07/zidane-and-war-on-terror.htm
10.07.2006

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da CARLO MARTINI

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
19 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
19
0
È il momento di condividere le tue opinionix