Home / ComeDonChisciotte / QUEL DOCUMENTO NASCOSTO CHE FA TREMARE LE BANCHE EUROPEE

QUEL DOCUMENTO NASCOSTO CHE FA TREMARE LE BANCHE EUROPEE

DI MAURO BOTTARELLI
Sussidiario.net

Un documento segreto di 17 pagine in cui, senza tanti giri di parole, stava scritto che le banche europee sono sedute sopra una montagna di assets tossici quantificabile in oltre 18 trilioni di euro.

È questa l’unica, vera grande novità emersa dal vertice Ecofin di martedì e di cui nessuno ha parlato. Nel dossier, inoltre, si dice chiaramente che se gli Stati tenteranno l’ennesimo salvataggio ricomprando quei titoli spazzatura per ripulire i bilanci, i rischi di default sul debito saranno enormi e potranno gettare l’Unione Europea in uno stato di crisi ancora più profondo di quello attuale. Nel mirino per i rischi di rifinanziamento del debito in caso di un secondo intervento di salvataggio delle banche sono Spagna, Italia, Grecia, Portogallo, Irlanda e Gran Bretagna.

«È essenziale – recita il documento – che il supporto offerto dai governi per garantire sollievo ai bilanci delle banche non sia di scala tale da far crescere preoccupazioni riguardo l’iper-indebitamento o problemi finanziari». Quindi, in entrambe le ipotesi i guai seri sembrano affacciarsi solo ora per l’Europa: se gli Stati staranno attenti al debito come richiesto dall’Ue, le banche presenteranno altri pesanti perdite e svalutazioni. Se invece si farà leva sul debito, il rischio di default statale non sarà più solo una remota ipotesi tecnica. La Commissione Europea ha infatti valutato che gli assets a rischio pesano per il 44% dei bilanci delle banche europee. I cosiddetti strumenti finanziari pesano nei “trading book” delle banche per qualcosa come 13,7 trilioni di euro, l’equivalente del 33% dei bilanci degli istituti di credito dell’Ue.

Oltre a questo ci sono 4,5 trilioni di euro di cosiddetti “available for sale instruments”, pari all’11% dei bilanci delle banche Ue: in totale 18,2 trilioni di assets da eliminare. Inoltre, tutto ciò che finisce nel “trading book” è soggetto alla valutazione mark-to-market, cioè al valore di mercato mentre ciò che va nel “banking book” sono per lo più prestiti o altri assets che le banche pensano di poter portare a maturazione: peccato che tra gli strumenti soggetti al mark-to-market ci siano anche gli “available for sale instruments”, strumenti finanziari poco fa quantificati in 4,5 trilioni di euro.

Il summit Ue di fine febbraio aveva tra le priorità proprio l’indicazione di una modalità condivisa per l’eliminazione degli assets tossici attraverso il loro acquisto da parte degli Stati ma a questo punto il timore si è trasferito sul continuo allargamento dello spread dei titoli di Stato emessi dalle varie nazioni: l’Europa, insomma, si sta sgretolando sotto il peso degli interessi sempre maggiori chiesti per il cosiddetto “rischio paese” e per il debito pubblico ormai fuori controllo di troppi membri. All’Ecofin ne hanno discusso, ma nessuno si è sentito in dovere di dircelo.

Mauro Bottarelli
Fonte: www.ilsussidiario.net
Link: http://www.ilsussidiario.net/articolo.aspx?articolo=12342
12.02.2009

Pubblicato da Davide

  • xmas

    Se la matematica non é una opinione, qui c´e´qualcosa che non quadra.
    La bolla del mercato immobiliario americano non é sufficiente per far arrivare il passivo a questi valori (neanche a un 1/4), quello europeo, neanche. Carte di credito neanche, si parla di appena 100 miliardi …

    Quindi se buco c´é, di truffa si tratta.

    P.S. Non mi venite a parlare dei derivati, se anche fossero 1300 trilioni di U$ circa inclusi gli ‘over the count’, non possono essere inclusi nel conteggio in quanto – a parte che perde, controparte guadagna – come non ci sono singoli privati in grado di fare da controparte a cifre simili … Se di perdita su derivati si tratta, non potremmo che avere istituzioni in perdita da una parte e istituzioni in guadagno dall´altro. Quindi … CHI SI É PAPPATO I 13,7 TRILIONI DI EURI ? (PIL pianeta Terra 63 trilioni di U$).

  • Tetris1917

    Di numeri penso che e’ difficile darne. Comunque in quest’ansa qualche idea la si puo’ fare:

    30/01/09

    CRISI:USA; SCHUMER, BAD BANK POTREBBE COSTARE 4.000 MILIARDI

    (ANSA) – NEW YORK, 29 GEN – La creazione di una bad bank
    potrebbe costare fino a 4.000 miliardi di dollari. Lo ha detto
    il senatore democratico Charles Schumer, citando le stime di
    alcuni esperti finanziari.
    ”Il costo secondo gli esperti – ha spiegato Schumer – puo’
    variare fra i 1.000 e i 4.000 miliardi”. Il Wall Street Journal
    ha stimato che un’eventuale bad bank potrebbe costare fra i
    1.000 e i 2.000 miliardi di dollari, di cui solo 100-200
    miliardi provenienti dal seconda tranche del Tarp (Troubles
    Asset Relief Program), il programma salva finanza da 700
    miliardi di dollari. la quota restante potrebbe invece venire
    raccolta dal Tesoro tramite l’emissione di titoli o dalla Fed.
    L’ipotesi di una bad bank dove far confluire gli asset
    tossici per ripulire i bilanci delle banche si e’ riaffacciata
    prepotentemente negli ultimi giorni sulle due sponde
    dell’Atlantico. Secondo indiscrezioni stampa, anche in Germania
    l’ipotesi di creare una bad bank sarebbe allo studio e la
    cancelliera Angela Merkel – secondo quanto riportato dal
    quotidiano Handesblatt – dovrebbe discuterne venerdi’ con il
    ministro delle finanze Peer Steinbruck, quello dell’economia
    Michael Glos, il presidente della Bundesbank, Axel Weber e i
    rappresentanti dei maggiori partiti. (ANSA).

  • marcello1950

    Il debito c’è nelle soprattutto banche tedesche e i tedeschi non lo vogliono dire al pari della banche Inglesi (4 trilioni a testa Più il debito del loro stato) vedi dimissioni del misitro dell’economia (molto meno nelle banche PIGs)

    Noi Italia abbiamo solo il debito dello stato per 1,67 trilioni nel caso mandiamo in galera Profumo e facciano fallire Unicredit ma non cediamo alle pressioni dei banchieri

    bisognerebbe chiedere il commissariamento della germania e lo spostamento in cecoslovacchia della BCE altro che BAD BANK, BISOGNEREBBE DA SUBITO DENUNCIARE E FAR ARRESTARE TUTTI QUELLI CHE VOGLIONO LA BAD BANK, per precauzione

  • rosacroce

    il balletto delle cifre dichiarate o meno ha importanza relativa.
    conviene FIDARSi degli analisti SERI.
    si veda ad esempio lindon la rouche ,ma anche altri ,che dichiarano che secondo loro i DEBITI delle banche sono semplicemente IMPAGABILI e che devono fallire TUTTE. gli stati ANSIOSI di assumersi i debiti delle banche ,in quanto trattasi della stessa associazione a DELINQUERE malavitosa stavolta non possono farlo, pena il loro FALLIMENTO.
    resta l’ultima soluzione,l’iperinflazione e l’annullamento di tutto il denaro e relative valute create dal nulla.
    cioè facciamo PAGARE tutto al popolino rincoglionito.
    vedremo poi, però dove andranno i CONSUMI, con l’annientamento dei risparmi.e la produzione industriale,le pensioni,e l’assistenza sanitaria.
    questo sistema dell’ USURA portato ad ennesima potenza è alla fine.
    intanto oro e argento macinano nuovi record tutti i giorni(inflazione).
    presto le altre materie prime si aggiungeranno al rialzo corale,e gli stipendi e le pensioni compreranno una frazione di quello che acquistano adesso.le imprese falliranno in massa ,e i disoccupati saranno milioni,e gli stati non potranno intervenire perchè pieni di debiti ..

  • lino-rossi

    come mai Bottarelli non dice che lo Stato messo peggio è la Germania?
    il ministro dell’economia tedesco Michael Glos si è dimesso per motivi di età? o perchè non se la sentiva di fare ulteriori porcate ai danni degli altri Stati europei?

  • rosacroce

    quelli che COMANDANO e hanno il POTERE
    non diranno mai la VERITà,solo balle ,loro i loro esperti prezzolati,i loro media servili.il popolo è continuamente INGANNATO.

  • rosacroce

    siamo TUTTI nel TITANIC,trovo che sia una perdita di tempo discutere chi ha la cabina più su o più giù.affonderemo TUTTI. ma che germania o italia o francia.

  • rosacroce

    spostare che……. la BCE va ELIMINATA, non spostata.
    la banca centrale è la responsabile prima di tutto questo,nel cestino deve andare, nei RIFIUTI,altro che spostata.

  • rosacroce

    invece sono propio i derivati.
    una parte CONSERVA il capitale e l’altra fallisce,non c’è nessuno che guadagna ,perdono tutti perchè chi deve garantire ,non ha i soldi per farlo.

  • gelsomino

    Ma c’è qualche Paese in questo porco mondo che sfugge a questa pazza logica del profitto per alcuni e della rovina per tutti? Se qualcuno lo sa lo dica per favore, mi ci trasferisco subito, senza ironia.

  • xmas

    Per Gelsomino.
    Parte del mondo islamico, … un paese a caso Iran (appunto la prossima vittima) … informati sulla Bank Melli Iran e tutte le altre loro banche che hanno la simpatica caratteristica di essere INTEREST FREE.
    NO USURA, … NO PARTY !!!

  • rosacroce

    io sono promotore del comitato” PRO MURA”
    si tratta di riunire un po di gente andare sugli appennini e costruire una muraglia tutto attorno per isolarsi completamente ,dal mondo.
    si autopruduce quasi tutto,ai volontari che escono nel modo civile,saranno conferite medaglie al valore.

  • myone

    Ho detto: Ma quando la finirannoe faranno tutto nuovo.
    Un iscritto mi ha risposto: lei non si informa sull’ Antropocrazia

    Questo sistema e’ il frutto, attivo o passivo, della volonta’ e del lascia passare di un sistema mondiale, voluto dalla societa’, e se non contestato, voluto per tacito consenso.

    Non si potra’ mai creare un nuovo sistema, se il risultato di tutti, espresso in quello che c’e’ ora, ed essendo il noi di ora, non cambiaera’ esso di suo, ora o mai piu’.

    Questo modo di fare e di governare, nell’ incasinamento dei conti e dei valori che danno, li mette a continuare sempre sulla stessa strada, perche’ e’ la strada dell’ oggi del potere, dell’ avere, del frodare, e sara’ l’ unica e sola strada del modo di questo mondo, fino alla sua fine.

    Questo sara’ il sistema ultimo, fra frodi, poteri economici, e tuto il resto, che avvinghiato al delinquere e all’ iniquita’, si giochera’ le sue carte sporche con i suoi giochi sporchi, con il risultato di poverta’, sovversioni, guerre, e tutto quello che ci va dietro.
    Questo e’ il sistema dell’ Antiscristo, a cui verra’ capo uno solo, sempre di piu’. Perche’ questo sistema, deve convogliare nel totale, nel globale.

    Basterebbe poco, se di coraggio e lealta’ si potesse parlare.
    Bruciare tutto, cartacce e numeri, e pure coloro che non lo vorranno, e rimetere soldi nuovi in circolazione, non vincolati a nulla, riformando nettamente tutto, rimanendo sui valori veri e unici, che sono quelli reali. Una nuova era sarebbe dietro l’ angolo.

    Ma l’ iniquita’, supportata da iniqui globali, e qui ci sono tutti, che non siano persone civili lavoratori, non puo’ produrre forma di critica, e nemmeno di riconversione.

    Questo sistema con le sue conseguenze, e smpre piu’ gravi, sara’ l’ ultimo sistema sino in fondo, nell’ entrata delle grandi tribolazioni che portera’.
    Perche’ l’ uomo e’ stupido, parlando bene, e solo le cose stupide e deleteree, sono quelle che alla fine si tirera’ per farsi pagare, la sua gratuita follia demenziale.

  • LonanHista

    il debito reale deve ancora venire fuori.
    i subprime sono stati solo la punta dell’iceberg.

    E COME RIPETO NEL MIO PICCOLO DA QUANDO è VENUTA FUORI LA NOTIZIA, il caso madoff è l’innesco della bomba atomica finanziaria, cioè finora le istituzioni finanziarie, hanno nascosto il vero debito attraverso i metodo madoff(o ponzi, dal tizio che agli inizi del secolo scorso l’aveva messo in pratica..cioè la truffa con la catena di santantonio al contrario)

    la vera consistenza dell’iceberg cioè del debito deve ancora venire fuori!

    E SARà COME UNA BOMBA ATOMICA..altro che 29!

    però 2 cose:
    NON IMMAGINAVO CHE LE BANCHE EUROPEE FOSSERO INFOGNATE A TAL PUNTO..

    e porca miseria, ma se ci sono in giro tutti questi debiti, CHI è CHE LI DEVE RISCUOTERE?
    CHI SONO I CREDITORI?

    …semplice, chi controlla fed bce e le maggiori banche cioè gli stessi..e lo scopo è semplice:il dominio mondiale dell’economia e quindi della politica attraverso la finanza, cioè il debito che tutti i cittadini occidentali dobbiamo pagare….

    SCOMMETTIAMO CHE SI PARLAERà FRA POCO NEI VARI TG E I VARI GIVAZZI SCRIVERANNO CHE OCCORRE UNA MONETA UNICA IN TUTTO L’OCCICENTE E POI IN TUTTO IL MONDO?
    moneta unica emessa e controllata da chi oggi controlla fed e bce e la maggioranza delle banche e quindi oltre a creare la moneta crea anche il debito CHE TUTTI DOBBIAMO PAGARE? ANCHE LE GENERAZIONI FUTURE CHE SI RITROVERANNO, ANZI SONO GIà SCHIAVE PRIMA DI NASCERE?

  • gelsomino

    C’avevo pensato, però più che in Iran pensavo d’andare in Tunisia.

  • xmas

    Ciao Rosacroce, la garanzia é solo una regola imposta, il cosiddetto margin call. Essendo i derivati pure e semplice scommesse finanziare, abbiamo sempre un vincitore e un perdente (o piú vincitori e piú perdenti), e la presenza di una garanzia o meno, non cambia la scommessa. Quindi se sono i derivati i responsabili di questo buco, avremo da una parte (es.) 1500-2000 banche europee tutte in perdita, e dall´altra … una o piú banche/istituzioni/multinazionali in guadagno per il valore di qualche trilione di euri. Ovviamente se sai come funziona il sistema ti potrai immaginare chi sta nel secondo lato, e perché nei suoi bilanci non apparirá tale enorme guadagno … (usa l´immaginazione).