QUAD: parte della strategia statunitense nell’Indo-Pacifico

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

Di Zhang Zixi, geopolitika.ru – Traduzione di Alessandro Napoli per nritalia.org

La Japan Broadcasting Corporation NHK ha riferito che l’incontro al vertice del dialogo quadripartito sulla sicurezza tra Stati Uniti, Giappone, India e Australia si è tenuto presso la Residenza del Primo Ministro a Tokyo, in Giappone, alle 10:00 ora locale del 24. Ai colloqui hanno partecipato il presidente degli Stati Uniti Biden, il primo ministro giapponese Fumio Kishida, il primo ministro indiano Narendra Modi e il primo ministro australiano Anthony Albaniz. Il filmato dell’apertura del vertice è stato trasmesso dalla  televisione pubblica nazionale.

Nel 2007, i leader di Stati Uniti, Australia e India hanno annunciato la formazione di un’istituzione per risolvere i problemi della regione indo-pacifica. Successivamente, il Giappone ha aderito al formato, chiamato “Quadrilateral Security Dialogue” (QUAD). Gli obiettivi ufficialmente proclamati sono la risoluzione delle controversie territoriali e lo sviluppo degli scambi nella regione. Il dialogo quadripartito sulla sicurezza si è tenuto per la prima volta nel 2007 e visto come un contrappeso alla crescente influenza della Cina nella regione indo-pacifica, ma è stato interrotto nel 2008 a seguito di un cambiamento nella politica estera del governo Rudd in Australia; nel 2017 riprende QUAD; La ripresa di QUAD nel 2022 ha confermato che sarà costruito un Indo-Pacifico libero e aperto

Alla vigilia del vertice

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha visitato la Corea del Sud e il Giappone dal 20 al 24 maggio, un viaggio considerato fondamentale negli sforzi per rafforzare la cooperazione regionale e contrastare la Cina.

Ecco i piani per la visita del presidente Biden in Asia da Reuters:

COREA DEL SUD: venerdì 20 maggio – domenica 22 maggio.

GIAPPONE: domenica 22 maggio – lunedì 23 maggio.

QUAD SUMMIT: martedì 24 maggio

Il primo ministro indiano Narendra Modi ha iniziato una visita di due giorni in Giappone, secondo un rapporto di NDTV a New Delhi il 23 maggio. Sono stati programmati 23 incontri, compresi i contatti con tre leader mondiali, in una permanenza di circa 40 ore in Giappone, dove si unirà al presidente degli Stati Uniti Joe Biden e ai primi ministri australiano e giapponese al vertice del QUAD a Tokyo il 24 maggio, hanno detto fonti ufficiali.

Hanno detto che il primo ministro Modi avrà interazioni commerciali, diplomatiche e sociali durante la sua visita. Interagirà con almeno 36 leader giapponesi e centinaia di membri della diaspora indiana.

Il 23 maggio 2022, il leader del Partito laburista australiano di centrosinistra, che ha vinto le elezioni parlamentari del 21 maggio, Anthony Albanese ha prestato giuramento come 31° Primo Ministro dell’Australia. (TASS)

Mentre il conteggio dei voti è ancora in sospeso e il governo deve ancora essere approvato, Albanese ha prestato giuramento dal governatore generale David Hurley in una cerimonia nella capitale della nazione, Canberra, in modo da poter partecipare al vertice Quad a Tokyo martedì.

«Sono lieto di accogliere i leader di Stati Uniti, India e Australia a Tokyo per il QUAD Summit», ha detto il primo ministro giapponese Fumio Kishida nel suo discorso di benvenuto. «Siamo favorevoli alla costruzione di una regione indo-pacifica aperta e libera. Siamo impegnati in un’ampia cooperazione nella regione, in particolare con i paesi dell’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico per discutere di problemi comuni», il capo del governo giapponese ha sottolineato. Tra questi, ha citato le questioni del cambiamento climatico, lo stato degli oceani e i problemi umanitari. (TASS)

Nel 2023 si terrà in Australia l’incontro dei leader di Giappone, Stati Uniti, India e Australia (stati del Quadrlateral Security Dialogue – QUAD), ha affermato il primo ministro Anthony Albanese.

«Non vedo l’ora di ospitare i Quad Leaders in Australia nel 2023», ha twittato dopo i colloqui.

Cosa mirano gli Stati Uniti con i loro partner attraverso QUAD?

Prima della visita di Biden in Asia, il 12 maggio si è tenuto a Washington un vertice USA-ASEAN, durante il quale le parti hanno adottato una DICHIARAZIONE DI VISIONE CONGIUNTA per il 2022, promettendo a novembre di migliorare le loro relazioni al livello di una “partenariato strategico globale”. L’ASEAN è parte integrante dello schema strategico indo-pacifico degli Stati Uniti, ma le posizioni degli Stati membri dell’ASEAN non sono così positive e unite come si aspettavano gli Stati Uniti.

Il 2022 è l’undicesimo anno della strategia statunitense “Rebalancing Asia Pacific”. Mentre la guerra russo-ucraina continua e l’espansione della NATO verso nord ha intensificato il confronto con la Russia, l’amministrazione Biden si sta muovendo per tornare nell’Indo-Pacifico.

Il 12 febbraio 2022, l’amministrazione Biden ha pubblicato la sua prima strategia indopacifica ( .pdf ). Il rapporto di 19 pagine ha articolato i cinque obiettivi della strategia indopacifica degli Stati Uniti, tra cui libertà e apertura, opportunità collettive, prosperità condivisa, maggiore sicurezza e una maggiore sostenibilità. Ha affermato che l’attenzione dovrebbe essere concentrata sulla cooperazione in corso con gli alleati all’interno e all’esterno dell’Indo-Pacifico sugli aspetti economici, diplomatici e di sicurezza al fine di mantenere la “libertà e apertura” della regione. La strategia indo-pacifica di Biden continua a collocare l’alleanza USA-Giappone-Corea del Sud in una posizione strategica nella regione.

Dalla pubblicazione della Strategia, l’Accordo Economico Indo-Pacifico (IPEF) è stato incluso come una delle iniziative importanti per raggiungere gli obiettivi di prosperità regionale. Il contenuto principale dell’IPEF copre quattro aspetti: sostenibilità e sicurezza della catena di approvvigionamento, equità commerciale digitale, infrastrutture ed energia pulita, tassazione e lotta alla corruzione. Dopo sei mesi di deliberazione, l’IPEF è stato finalmente rilasciato, ma i paesi hanno reagito in modi diversi.

Tra questi, la Corea del Sud è stata la prima a dimostrare un atteggiamento positivo. Il 18 maggio, quando il contenuto specifico dell’IPEF non era ancora chiaro, la Corea del Sud ha fatto segno di essere pronta per l’adesione. Il 20 maggio, la prima tappa di Biden durante la sua visita in Corea del Sud è stata uno stabilimento di produzione di semiconduttori di proprietà di Samsung Electronics in Corea del Sud.

Al contrario, la reazione degli altri paesi è stata alquanto tiepida. Gli esperti giapponesi hanno affermato che lo scopo del rilascio dell’IPEF è ripristinare un senso di presenza nella regione. L’alleanza politica e militare tra America e Giappone non ha portato maggiori benefici economici al Giappone. Gli Stati Uniti stanno attualmente imponendo contingenti tariffari sull’acciaio giapponese e impongono una tariffa del 25% su oltre 1,25 milioni di tonnellate di importazioni nel mercato statunitense.

In una conferenza stampa congiunta a Tokyo il 22 maggio, Biden ha suggerito che gli Stati Uniti avrebbero difeso Taiwan con mezzi militari se la Cina avesse attaccato l’isola. Ma ha anche detto che stava valutando la possibilità di abbassare le tariffe sulle merci cinesi a causa della rapida inflazione (NHK).

He Liangliang, un commentatore cinese di attualità, ha dichiarato: «Se la strategia indo-pacifica degli Stati Uniti è semplicemente un’unione economica, è comprensibile. Ma se il suo obiettivo principale non è quello economico, ma il contenimento della Cina, credo che tale unione economica “dentro” sia vuota, è una specie di falsa prosperità ».

La Cina nell’Asia Pacifico

Il 1° gennaio 2022 è entrato in vigore un altro accordo regionale, il Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP), avviato dai paesi dell’ASEAN con la partecipazione congiunta della Cina, diventando il più grande accordo di libero scambio al mondo.

Dal 2008 al 2019, la quota degli Stati Uniti sul commercio totale dell’Asia orientale e del Pacifico è aumentata di appena lo 0,14%, mentre la quota della Cina sul commercio totale della regione è aumentata del 2,62%, secondo la Banca Mondiale. Nel 2017, la Cina ha superato gli Stati Uniti come paese con la quota più alta del commercio totale nella regione. Poiché l’influenza economica della Cina nella regione Asia-Pacifico si espande rapidamente, i paesi occidentali hanno adattato le loro strategie per controbilanciare la Cina.

Dall’ascesa al potere di Biden, il Giappone e altri paesi hanno ripetutamente suggerito che gli Stati Uniti tornassero all’RCEP.

Tuttavia, il lancio dell’IPEF significa che gli Stati Uniti non torneranno al partenariato economico regionale globale. Il vertice QUAD è l’ultimo giorno del viaggio di cinque giorni di Biden in Asia. Biden ha anche annunciato il lancio in Giappone dell’IPEF, in cui 13 paesi sono diventati i primi stati membri per l’accesso al mercato e le tariffe. Kyodo News ha sottolineato che l’IPEF è privo di contenuti specifici e questo nuovo quadro di sicurezza economica è stato lanciato frettolosamente senza prevedere azioni concrete.

Il consigliere di Stato cinese e ministro degli Esteri Wang Yi ha affermato che la Cina accoglie con favore qualsiasi iniziativa per rafforzare la cooperazione regionale, ma si oppone fermamente ai tentativi di creare uno scontro separatista.

Di Zhang Zixi, geopolitika.ru – Traduzione di Alessandro Napoli per nritalia.org

Fonte: geopolitika.ru

Traduzione: https://nritalia.org/2022/05/29/quad-parte-della-strategia-statunitense-nellindo-pacifico/ 

Pubblicato da Jacopo Brogi per ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
1 Commento
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
1
0
È il momento di condividere le tue opinionix