Home / ComeDonChisciotte / PRIMA CHE MUHAMMAD ALI DIVENTASSE MUHAMMAD ALI™

PRIMA CHE MUHAMMAD ALI DIVENTASSE MUHAMMAD ALI™

DI MICKEY Z

L’ uomo che scandalizzò una nazione intera per aver cambiato il proprio nome, ha venduto quello stesso nome per 50 milioni di dollari in contanti. Il mese scorso, Muhammad Ali™ è stato pagato la suddetta cifra dalla CKX, una compagnia di entertainment, in cambio dell’80 % di interesse sul suo nome e la sua immagine.

Cosi, prima che Muhammad Ali™ diventasse un logo aziendale, soffermiamoci un attimo nel ricordare quel ragazzo coraggioso e ribelle che disse al mondo: “Io non ho alcun problema con i Vietcong”.

I combattimenti con Sonny Liston, Joe Frazier, George Foreman, e Ken Norton rimangono parte della sua leggenda. I suoi discorsi in rima, il gioco di gambe, la sua tattica nello stancare l’ avversario, il suo declino e la rinascita come eroe purificato – questo è ciò che sanno tutti. Discorsi come questo sono stati cancellati dalla memoria pubblica:“Perché dovrebbero chiedermi di indossare un’uniforme e andare 10.000 miglia lontano da casa per sganciare bombe e sparare proiettili su persone di colore in Vietnam mentre i cosiddetti Negri a Louisville sono trattati come cani e vengono negati loro i diritti umani fondamentali? No, non andrò 10.000 miglia lontano da casa per aiutare ad uccidere e bruciare un’altra povera nazione semplicemente per preservare il dominio degli schiavisti bianchi su persone di pelle più scura della loro dall’altra parte del mondo. Questo è il giorno in cui i cattivi devono smetterla. Sono stato avvertito che mantenere questo tipo di comportamento mi costerà milioni di dollari. Ma l’ho detto una volta e lo ripeto. Il vero nemico della mia gente è qui”.

Il 19 giugno del 1967, una giura composta da soli bianchi riconobbe Alì colpevole di essersi rifiutato di arruolarsi nell’esercito. Sebbene la normale condanna per questo tipo di accuse era 18 mesi, Alì fu condannato a 5 anni, il suo passaporto fu confiscato, e fu privato del titoli di pesi massimi…in seguito la condanna fu tramutata in tre anni e mezzo di inattività della sua carriera da atleta. Tutto perché lottava per ciò in cui credeva.

Alì fu attaccato dalla stampa statunitense, ma il suo comportamento ebbe un immediato impatto globale.

“Quando Alì si rifiutò di fare quel simbolico passo avanti tutti sapevano che era troppo tardi”, ha Julina Bond, una leader nel movimento per i diritti civili. “Potevi sentire la gente che ne parlava agli angoli delle strade. Era sulla bocca di tutti. La gente che non aveva mai pensato alla guerra – tra bianco e nero – iniziò a pensarci grazie ad Alì”.

Il pacifista Daniel Berrigan ha aggiunto, “Fu un grande incoraggiamento per il movimento contro la guerra, composto da molti bianchi. Egli non era un accademico, un sacerdote o un vagabondo. Non poteva essere congedato per codardia”.

“Il rifiuto di Alì a combattere in Vietnam fu su tutte le prime pagine di giornale del mondo“, scrive il giornalista Dave Sirin. “Nel Guyana ci fu una protesta di supporto di fronte all’ ambasciata Usa. A Karachi, un giovane Pakistano fece lo sciopero della fame. Ed al Cairo ci fu una dimostrazione di massa”.

Anche Martin Luther King, Jr. rilasciò un discorso di solidarietà, dichiarando: “Come ha detto Muhammad Ali, siamo tutti bianchi e neri e povere vittime di questo sistema di oppressione”.

Come spiegò Alì durante il suo esilio: ”Si suppone che vada oltremare per aiutare la gente libera nel Sud del Vietnam, e nel frattempo brutalizzate, al diavolo! Vorrei dire a quelli di voi che pensano io abbia perso tanto, che ho guadagnato tutto. Ho il cuore in pace, ho una coscienza chiara e libera. E sono orgoglioso. Mi sveglio felice, vado a letto felice, e se sarò imprigionato, andrò in prigione felice”.

Questo è il Muhammad Ali che sceglierò di ricordare.

Mickey Z è autore di diversi libri, tra cui il più recente “50 American Revolutions You’re Not Supposed to Know: Reclaiming American Patriotism ” (Disinformation Books).

Fonte: http://mrzine.monthlyreview.org/
Link: http://mrzine.monthlyreview.org/mickeyz080506.html
08.05.2006

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da MANRICO TOSCHI

Pubblicato da God