OPERAZIONE “RIAPRIAMO LE PORTE”, IL COMITATO “DI SANA E ROBUSTA COSTITUZIONE” AL COSPETTO DI PREGLIASCO

Dopo aver fatto breccia all'ospedale Fatebenefratelli, all' RSA Pio Albergo Trivulzio, è toccato al Galeazzi dove è direttore sanitario la virostar Fabrizio Pregliasco

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Riceviamo e pubblichiamo:

L’operazione “Riapriamo le porte” del comitato “Di Sana e Robusta Costituzione” continua senza sosta a Milano. Dopo aver fatto breccia all’ospedale Fatebenefratelli, all’ RSA Pio Albergo Trivulzio, è toccato al Galeazzi diretto da Fabrizio Pregliasco, ormai famosissima virostar della televisione italiana.

Il comitato ringrazia i 50 manifestanti tra gli attivisti di Ancora Italia, del movimento 3V, della Federazione Terza Rinascita, del comitato “Liberi pensatori” e di “Libera resistenza”, accorsi a sostegno dell’iniziativa. Una delegazione dei 50 è stata ricevuta da Pregliasco in persona allo scopo di ottenere la liberalizzazione degli orari di visita dei parenti, per il cui accesso è necessario l’infame lasciapassare. Abbiamo raccolto 500 firme affinchè casi di pazienti che muoiono da soli in fredde camere di degenza, non accadano MAI più. Non garantire un adeguato fine vita, quindi prospettare la morte in solitudine per chi non è provvisto di pass verde, equivale a generare discriminazioni, a compromettere la dignità degli esseri umani nonchè i valori millenari di un popolo che affonda le sue radici nella cultura cristiana. Pregliasco ha accolto favorevolmente le proposte di emendamento del comitato al regolamento aziendale sull’accesso dei parenti dei pazienti, con particolare riferimento al buon senso da “far tornare di moda” soprattutto nel fine vita ed ha sottoscritto il testo che verrà sottoposto al vertice strategico aziendale.

Abbiamo infine festeggiato il successo dell’operazione, ritrovandoci in occasione dei “Dialoghi RVoluzionari milanesi” presso la nostra sede e ci siamo dati appuntamento per giovedi 30 giugno sotto l’ RSA Palazzolo, dove una signora ci ha segnalato l’impossibilità di far visita a sua mamma da ben 8 mesi.

Per i prossimi mesi abbiamo un sogno: partire a liberare tutti gli ospedali del territorio nazionale, far tornare di moda il buon senso e condividere il successo con tutti gli amici della resistenza.

Noi ci mettiamo la creatività, ora abbiamo bisogno della solidarietà di una collettività che riconosce l’importanza della nostra spedizione di liberazione e si stringe per realizzare un sogno comune.

Continuate a segnalare a [email protected] ogni abuso delle amministrazioni sugli orari di visita dei parenti.

La sola cosa necessaria affinchè il male trionfi è che gli uomini buoni non facciano nulla – E. Burke

Prossimamente:

OPERAZIONE “RIAPRIAMO LE PORTE”, IL COMITATO “DI SANA E ROBUSTA COSTITUZIONE” AL COSPETTO DI PREGLIASCO

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
3 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
3
0
È il momento di condividere le tue opinionix