Home / ComeDonChisciotte / NIGHTMARE 2007

NIGHTMARE 2007

DI PIERLUIGI PAOLETTI
CentroFondi.it

Strani tempi questi. Gli alchimisti del 21° secolo hanno scoperto la formula per trasformare la carta in oro, basta vedere gli utili di Goldman (in italiano uomo d’oro) Sachs che da “appena” 1 mld di $, nel giro di pochi anni è passata agli 8 attuali (!!!). I suoi dipendenti hanno uno stipendio medio di oltre 600.000$ annui (fattorini e segretarie comprese).

Si calcola che a fine anno nella City londinese, banchieri e traders si divideranno una torta di bonus, ovvero la parte che eccede la retribuzione ordinaria, di 12 miliardi di $, tanto per dare un riferimento il PIL dell’Etiopia nel 2005 è stato di 11,5 mld di $ (!!!).

E poi c’è qualcuno ancora che si scandalizza per gli stipendi dei calciatori….

La cosa che fa riflettere è che tutto ciò avviene in parallelo alla crescita dell’indebitamento personale.

Strani questi tempi non trovate?Ma guardiamo le cose di casa nostra con lo studio dell’Istat www.istat.it sulle famiglie italiane. Studio da cui emergono vistose difficoltà finanziarie , come quel 28,9% di media -ma con punte del 50% in Sicilia- che dichiara che ha difficoltà ad affrontare spese improvvise di 600 euro. O quella media del 14,7% (25,7% in Campania) che fa fatica ad arrivare a fine mese. Per non parlare di quel 17,8% (33% in Puglia) che non riesce a comprarsi i vestiti.
La cosa strana di questa statistica è che dice che il reddito medio italiano è di 2.340 euro a famiglia, ma ci sono il 50% delle famiglie che vive con meno di 1.800 euro.

Se facciamo i calcoli in lire significa che la media nazionale è di 4.530.871 di lire a famiglia e che il 50% vive con 3.485.286.

Ma come è possibile? Queste cifre solo pochi anni fa permettevano un tenore di vita più che decoroso e come mai allora oggi bastano a mala pena ad arrivare alla fine del mese?

Questo vuol dire semplicemente che la perdita del potere di acquisto dal 1997 è stata molto superiore al 20% ufficiale e che il debito derivante dal credito al consumo e dai mutui ha un’incidenza sempre maggiore sul bilancio familiare.

Esiste anche un’altra ragione ed è quella delle tasse realmente pagate dalle famiglie. Uno studio fatto evidenzia che la percentuale di tasse pagate dai dipendenti si aggira dal 60 al 70% del reddito. In pratica tra imposte dirette (Irpef, Ici ecc.) e indirette (accise, bolli, Iva ecc.) un dipendente lavora fino a settembre per lo Stato e solo dopo per sé e la sua famiglia.

Strani tempi questi dove poche persone si tuffano nella ricchezza, mentre tutte le altre arrancano per pagare debiti e tributi.

A pensarci bene però questi tempi non sono proprio strani come sembrano, in fin dei conti è stato sempre così dalla notte dei tempi, solo che prima c’era più chiarezza, le cose si chiamavano con il loro nome ed i ruoli erano più definiti, il tiranno con i suoi cortigiani da una parte ed i sudditi e gli schiavi che li mantenevano.

Oggi basta sostituire la parola tirannia con democrazia, pace con guerra, il tiranno con banche e cortigiani con analisti, traders e politici; e ancora cittadini e lavoratori con sudditi e schiavi e finalmente tutto ritorna nel tranquillizzante, normale ordine delle cose.

Non ci credete, siete ancora increduli? Allora è venuto il momento di aprire gli occhi.
Esiste un Governo unico mondiale formato dalle banche centrali che impongono la loro dittatura manipolando moneta, tassi e valute. Tutto questo si è reso possibile attraverso l’ingegneria finanziaria delle banche d’affari come Goldman Sachs che hanno invaso il mercato con oltre 40.000 mld di $ di derivati creati dal niente e con livelli di indebitamento, pubblico e privato, mai visti prima.

Il loro potere ci tiene in pugno a causa degli alti debiti personali che ogni famiglia ha con il sistema bancario e fa sì che la casa e tutte le cose comprate con il debito vengano pagate almeno due o tre volte visto che loro creano il denaro dal nulla e poi lo prestano con interesse.

Il loro potere tiene in mano tutti i governi che attuano giorno per giorno le loro direttive con normative che sanciscono l’indipendenza assoluta (politica, fiscale, giudiziaria) del potere bancario, che aboliscono delle norme che vietano alle banche di possedere le aziende da loro finanziate, che privatizzano a prezzi modici i beni pubblici privilegiando le “solite” banche d’affari ed i loro amici.

Il loro potere ha creato l’Europa unita, imposta a noi tutti anche con il parere contrario dei pochi che hanno potuto esprimere il loro voto (Svizzera, Danimarca, Olanda, Francia). Gli altri paesi, come il nostro, l’hanno accettata senza nemmeno un dibattito parlamentare, ma solo con un atto del governo (più semplice ed efficace). Quell’Europa che viene governata come un tiranno da una Commissione Europea non eletta dai cittadini e sul cui operato nessuno può sindacare.

Il loro potere controlla anche i mass media che manipolano il consenso delle masse facendo sembrare le cose come non sono, come l’attentato alle torri gemelle, e giuste le guerre come quella in Iraq che ha prodotto almeno 700.000 vittime civili e circa 3.000 militari americani, in pratica 234,33 vittime per ognuno dei 3000 morti delle Torri gemelle (i nazisti a via Rasella fecero una rappresaglia di 1:10).

Il loro potere insabbia e fa passare sotto silenzio tragedie come quella di New Orleans dove per la lucida inettitudine dell’amministrazione Bush sono morte centinaia di persone e tutt’ora non ricevono adeguata assistenza, ma in fin dei conti nessuno si arrabbia perché si trattava “solo” di negri che sapevano solo mettere in musica le loro storie.

Il loro potere permette impunemente alle società farmaceutiche di prosperare su malattie vere (Aids) e presunte come l’influenza Aviaria (solo l’anno scorso Storace ex ministro della sanità, ha comprato qualche milione di vaccini, costosissimi quanto inutili).

Il loro potere permette alle multinazionali dei semi di infestare il mondo con i loro OGM e animali clonati (proprio di oggi la notizia che la FDA autorizzerà il consumo di carne proveniente da animali clonati).

Se tutto va come previsto e l’intorpidimento mentale delle masse continua, il passo successivo è quello di passare ad una valuta unica (pensiamo all’euro) ed eliminare la moneta cartacea a favore di quella elettronica che permette un maggiore controllo. Le ultime norme della finanziaria a favore dei pagamenti in moneta elettronica, anche se mascherati come lotta all’evasione fiscale, confermano queste ipotesi.

Insomma, un bel programmino non c’è che dire.

Però, nonostante tutto, non abbiamo ancora perso la fiducia che, con uno scatto di reni, tutti si possano svegliare da questo incubo collettivo e allora prendiamo le parole di Prodi come un augurio e che il 2007 sia davvero l’anno della riscossa….la nostra!

Pierluigi Paoletti
Fonte: http://www.centrofondi.it
Link: http://www.centrofondi.it/report/report_12_05_06.pdf
29.12.2006

Pubblicato da Davide