Met Gala 2021: L’ennesima dimostrazione della follia elitaria

Il MET Gala 2021 è stato un evento bizzarro pieno di potenti messaggi e simbolismi. Ecco uno sguardo ai costumi più folli in questo spettacolo di burattini dell’elite.

neovitruvian.com

Il MET Gala è un raduno dell’élite, per l’élite. I prezzi fissati per quell’evento ($ 35.000 per un biglietto, $ 200.000 + per un tavolo) assicurano che nessun plebeo possa parteciparvi … a meno che non sia assunto per servire gli stimati ospiti, ovviamente.

Come visto negli articoli precedenti, il MET Gala 2018 ha avuto un tema religioso che è stato descritto come “satanico”, con Madonna alle prese con una messa nera. L’edizione del 2019 era incentrata sul “camp” (definito come “amore per l’innaturale, per l’artificio e per l’esagerazione”) e presentava abiti che celebravano le tendenze malate dell’élite.

Dopo essere stato cancellato nel 2020 a causa del COVID, il MET Gala ha ripreso da dove era stato interrotto e ha offerto un altro spettacolo bizzarro e grottesco. Mentre la maggior parte delle celebrità presenti ha trascorso gli ultimi mesi a spammare i propri account sui social media con post che esortavano le persone a indossare maschere in ogni momento, quasi nessuno degli ospiti le indossava. Solo il personale e i dipendenti erano obbligati a indossare le maschere. Questo contrasto visivo tra l’élite e la plebe e’ stato sorprendente, ma rappresentativo della loro vera mentalità.

Ma non lasciarti ingannare. La maggior parte delle persone che hanno sfilato al MET Gala non hanno alcun vero potere. Sono burattini la cui popolarità viene sfruttata da chi sta dietro le quinte per spingere i propri programmi… per poi essere scartati. Ecco uno sguardo ai costumi indossati al MET Gala 2021.

Spettacolo di burattini

Il tema di quest’anno era “In America: An Anthology of Fashion” e presentava le opere di stilisti americani. Mentre, in generale, gli abiti erano un po’ sottotono rispetto agli anni precedenti, la follia dell’élite era comunque in piena mostra.

billie eilish met gala

La notte prima del Gala, Billie Eilish era ai VMA ed era praticamente la “regina della notte”. Il giorno dopo, a 19 anni, è diventata la più giovane co-presidente del MET Gala. È stata chiaramente “scelta” dall’industria. Per l’occasione ha indossato un completo e una parrucca ispirati a Marilyn Monroe. Come visto negli articoli precedenti, Monroe è l’archetipo del perfetto schiavo dell’industria.

Kim Kardashian met gala

Prima del Gala, Kim Kardashian andava in giro indossando una inquietante maschera di lattice.

Kim Kardashian met gala 2

Al gala, era ancora vestita di nero con il viso completamente coperto. Cosa ha a che fare con il tema dell’”America”? Niente. Questa è una continuazione del rituale occulto iniziato con le esibizioni di Donda di Kanye.madre kim met gala

La madre di Kim andava in giro con una palla attaccata ad una catena, un dispositivo contenitivo applicato ai prigionieri. Un’altra allusione alla schiavitù dei suoi figli.

Evan Mock met gala

Evan Mock aveva un look del tipo: “Sono uno schiavo che viene abusato quotidianamente da pervertiti d’élite”.

Frank Ocean met gala

Frank Ocean se ne andava in giro con un “bambino robot”. Inquietante

Hunter Schafer met gala

Hunter Schafer è una donna transgender nota per aver recitato nella serie altamente inquietante rivolta ai giovani, Euphoria. Qui, la Schafer ha optato per il look “Sono posseduta da un demone”.

Megan Rapinoe met gala

Nella borsetta di Megan Rapinoe la parola “Dio” viene sostituita dalla parola “gay”. Dio non è il benvenuto in questi eventi.

Alexandria Ocasio Cortez met gala

Alexandria Ocasio Cortez è stata una delle tante figure politiche che si sono mescolate all’élite occulta. Indossava un vestito che diceva “Tassa i ricchi” … a un evento in cui era assolutamente vietato l’ingresso ai non ricchi.

Come gli anni precedenti, un’enorme percentuale degli uomini presenti, molti dei quali etero, indossava abiti da donna. L’élite odia la mascolinità con passione..

Lil Uzi Vert met gala

Lil Uzi Vert (pronunciato Lil Lucifer), è uno dei tanti artisti hip-hop che combinano immagini sataniche con l’agenda di sfocatura del genere. Qui, il rapper sembra un cadavere recentemente dissotterrato.

Pete Davidson met gala

Pete Davidson andava in giro con l’aria di una mamma che organizza una festa Tupperware.

Lewis Hamilton met gala

Il pilota di F1 Lewis Hamilton indossava una gonna in rete di pizzo trasparente. Amano vedere gli atleti in abiti femminili. Nell’ultima edizione del MET, la star della NFL Odell Beckham Jr ha dichiarato alla rivista GQ di essersi rifiutato di indossare una gonna per l’evento. Ma alla fine ha ceduto, dimostrando che non si tratta solo di “uomini che esprimono se stessi”, c’è molta coercizione.

Kid Kudi met gala

Ogni anno, alcuni artisti sono semplicemente lì per essere umiliati. Kid Kudi indossa quella che sembra una tenda da doccia come gonna. Il suo trucco gli dà un aspetto da “occhi da panda”, che sembra essere un sintomo medico di qualcuno che ha subito un trauma enorme.

Troye Sivan met gala

L’attore Troye Sivan indossava un abito nero che metteva in risalto la scollatura.

Jordan Roth met gala

Jordan Roth è un produttore teatrale. Nel 2016, ha lavorato con il mostro di Hollywood Harvey Weinstein per produrre lo spettacolo di raccolta fondi Broadway per Hillary. Indossa un vestito a tema farfalla.

Ellen Elliot Page met galaL’unico motivo per cui Elliot Page (formalmente Ellen Page) è presente a questo evento è che l’élite ama l’agenda di confusione del genere

Cara Delevigne met gala

Il messaggio sul “gilet” di Cara Delevigne riassume la mentalità dietro questo gala. Il pegging riguarda una donna che penetra un uomo usando un giocattolo. In altre parole, un completo capovolgimento di ciò che è normale e naturale.

Concludendo

Sebbene il tema del MET Gala 2021 fosse “l’America”, questo evento ha effettivamente evidenziato la completa disconnessione dell’élite occulta con il “vero” popolo d’America. Nella loro cerchia bizzarra ma altamente esclusiva, queste pedine d’élite sfilavano in costumi ridicoli, imbevuti di un immeritato senso di importanza. Come negli anni precedenti, molti ospiti sembravano molto a disagio e quasi traumatizzati, come se sapessero che qualcosa di terribile stava accadendo dietro le porte chiuse di questo evento.

In breve, questo evento è un perfetto riflesso dei modi ingannevoli dell’élite: sotto le spoglie della “creatività” si nasconde una cultura di estrema sottomissione.

Fonte: https://neovitruvian.com/2021/09/15/met-gala-2021-lennesima-dimostrazione-della-follia-elitaria/

Fonte originale: https://vigilantcitizen.com/latestnews/the-met-2021-gala-another-display-of-the-elites-insanity/

Pubblicato il 15.09.2021

Notifica di
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
JA
Utente CDC
17 Settembre 2021 19:48

In realtà è proprio la plebaglia che partecipa a quell’evento: i villan rifatti dei giorni nostri. Straripante d’afro-asiatici, meticci e giudei.

Ultimo aggiornamento 28 giorni fa effettuato da JA
Giovanni01
Utente CDC
17 Settembre 2021 20:00

E questi sono gli invidiati dalle masse….

ducadiGrumello
Utente CDC
Risposta al commento di  Giovanni01
18 Settembre 2021 13:23

masse sì, ma fecali

danone
Utente CDC
17 Settembre 2021 20:08

Houston abbiamo un problema.
Questi non sono umani nel senso che lo attribuiamo a noi stessi.
Se fossero umani sarebbero veramente innaturali, pervertiti e di cattivo gusto, a presentarsi così, ma questi sono qualcos’altro e si manifestano così come sono loro naturalmente, non umani.
Il corpo è umano ma dentro hanno qualcos’altro.

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
18 Settembre 2021 2:59

“Il corpo è umano ma dentro hanno qualcos’altro.”
Infatti, a prima vista si direbbe che sono pieni di m….

Platypus
Utente CDC
17 Settembre 2021 20:19

Mah…
quindi questi sarebbero i giocattoli con cui si divertono i membri dell’élite.
Più o meno il livello è quello raggiunto da Nerone quando sposò Sporo, il primo trans di cui si ha notizia.
Passano secoli e millenni ma vizi e perversioni sono sempre gli stessi.
niente di nuovo sotto il sole.

gnorans
Utente CDC
17 Settembre 2021 21:26

Coloro che organizzano questi “gala” sono gli stessi che possiedono giornali, tv, governi, magistrature, parlamentari, banche, servizi segreti, ora anche vaticano, vaccini …
Non sono poi tanti, la difficoltà è quella di farlo capire alla maggioranza delle persone.

Urogallo
Utente CDC
17 Settembre 2021 23:58

Dall’esterno sembra chiaro tutto chiaro (o sordido se si vuole), ma cercando di pensare come coloro che sfilano in questi eventi mi chiedo : io che faccio della mia distinta creatività la mia fortuna, io egocentrico con una spiccata autostima per il mio aspetto ed i miei gesti, cosa ho da guadagnare nel fare il pupazzo di questi maniaci ? Possibile che delle persone intelligenti non se lo chiedano ? Forse pescano solo i più morti di fama ed i megalomani che credono di far parte del gotha..

BrunoWald
Utente CDC
18 Settembre 2021 3:16

Lo spettacolo offerto da questi mostriciattoli narcisisti provoca, oltre a leggeri conati di vomito, anche una certa malvagia allegria: l’atmosfera da Basso Impero è talmente evidente, da non lasciare alcun dubbio sul fatto che siamo prossimi alla fine di questa marcia e spregevole commedia del capitalismo terminale.
Sbaglierò, ma delle “elite” che organizzano simili farse di pessimo gusto non mi ispirano particolari timori.
Per quanto riguarda invece i figuranti, il mio preferito è decisamente Troye Sivan, con quella faccina da checca: se fosse per me lo manderei in battaglia contro i taliban, vestito e calzato così com’è.

“L’élite odia la mascolinità con passione…”

Chissà perchè!!! 🙂

gnorans
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
18 Settembre 2021 9:49

In effetti dire che lo spettacolo è decadente è dire poco.
È da sperare che siano in decadenza anche coloro che lo organizzano.
Quanto ai talebani propongo che il prossimo gay pride si svolga a Kabul.

ducadiGrumello
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
18 Settembre 2021 12:35

infatti la parte iconografica è sensazionale, si ride ancorchè amaramente. Stupenda AOC che chiede di tassare i ricchi, fa tenerezza

AlbertoConti
Redazione CDC
18 Settembre 2021 12:32

Il “neoliberismo”, o iperliberismo, significa libertà di far soldi, con ogni mezzo. La primazia del profitto privato, cioè individualistico.

Ovvio che le società occidentali che hanno aderito, volenti o nolenti, a questa “filosofia”, giocoforza hanno selezionato come “classe dirigente” i campioni del gioco sporco, quelli che fanno più soldi, quelli che operano a livello di sistema, truffando le masse da spolpare. Non è gente normale, dotata di sensibilità sociale. Al contrario sono sociopatici che non hanno più nulla di umano, e questi festini ne sono l’ennesimo esempio.

Costoro gestiscono il vero potere, condizionando l’involuzione dell’occidente, alle prese con la difficoltà oggettiva del cambio di era antropologica, l’ingresso nell’era delle tecnologie avanzate.

Gestire il potere significa scegliere come allocare le risorse del sistema, quali tecnologie sviluppare e quali reprimere, in base agli scopi elitari stessi, cioè il fine di lucro che consolida il potere, in un circolo vizioso.

Non dimentichiamo mai che questi mostri al comando atro non sono che l’esito scontato di un casting che premia la primazia del profitto a qualunque costo umano, eleggendo i campioni più pazzi e criminali al potere assoluto. Siamo noi, accettando la primazia del profitto, a reggere questo gioco suicidario e diabolico.

BALABIOTT
Utente CDC
18 Settembre 2021 18:34

Ma che bella manica di pirla…creperanno come tutti ma forse non l’ hanno capito…Rimbambiiv!!!

Hospiton
Utente CDC
19 Settembre 2021 0:53

Classica mascherata tipica di un impero morente, vedremo se riusciranno a sostituirlo con il più pragmatico modello cinese, un sogno che accarezzano da decenni come testimoniava una famosa dichiarazione di David Rockefeller*. Da tenere sempre a mente l’accelerazione, in pochi decenni si è passati da una società fortemente conservatrice ad una lassista all’eccesso, ma solo in superficie, solo nei punti in cui fa comodo a Lorsignori. Se si toccano i tasti sbagliati volano le care vecchie manganellate, tra i plausi della tollerante stampa polcor e dei progressisti professionisti (a proposito di lassismo per gonzi, che patetica marionetta Hamilton. Qualcuno si immagina Nuvolari, Lauda o Prost ridotti così? Un perfetto segno dei tempi).

*Qualunque sia il prezzo della rivoluzione cinese, ha ovviamente avuto successo, non solo nella produzione di un’amministrazione più efficiente, ma anche nel favorire un morale alto. L’esperimento sociale in Cina sotto la guida del presidente Mao è uno dei più importanti e di successo nella storia umana

14
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x