Home / ComeDonChisciotte / I WAR-GAMES DELL'11 SETTEMBRE

I WAR-GAMES DELL'11 SETTEMBRE

DA GEORGEWASHINGTON.BLOGSPOT.COM

Esattamente la mattina dell’ 11-9-2001, cinque esercitazioni militari e addestramenti antiterrorismo
venivano condotti da diverse agenzie di difesa USA, compresa una esercitazione “live fly” con VERI aeroplani. L’allora in carica Capo del Consiglio di Stato Maggiore, il generale dell’ aeronautica Richard B. Myers, ha ammesso 4 dei war games in una testimonianza congressuale leggi qui la trascrizione

guarda qui il video (6 minuti e 12 secondi).


Il NORAD ha compiuto esercitazioni per parecchi anni riguardanti aerei usati come armi contro il World Trade Center e altri edifici statunitensi di alto profilo, e “numerosi tipi di aerei civili e militari furono usati come finti voli dirottati”. In altre parole, furono eseguite esercitazioni con VERI AEREI per simulare attacchi terroristici volti a schiantare aerei contro edifici, incluse le torri gemelle.
Guarda anche il sito militare ufficiale che mostra una esercitazione militare del 2000, usando miniature, riguardante un aereo che si schianta sul Pentagono.

( Richard B. Myers)
Infatti, un ex investigatore del Dipartimento di Polizia di Los Angeles, la cui newsletter è letta da più di 45 membri del congresso, delle commissioni di intelligence della camera e del senato, e da professori da più di 40 università nel mondo, afferma che ha ottenuto una conferma registrata dal NORAD che, l’11-9, il NORAD e il Consiglio di Stato Maggiore stavano conducendo una esercitazione unificata ‘live fly’, di dirottamento che coinvolgeva un aereo governativo nella parte di un volo dirottato.

L’ 11 Settembre il governo stava pure portando avanti una simulazione di schianto di un aereo su un palazzo
.


In più, il 9 Dicembre 2001, un articolo del Toronto Star, riportato qui,
afferma che l’ “ Operazione Northern Vigilance è disdetta. Ogni informazione simulata, nota come ‘iniezione’, è eliminata dagli schermi”. Questo indica che vi erano falsi segnali radar inseriti negli schermi dei controllori di volo come parte delle esercitazioni militari.

Inoltre, vi sono indicazioni che alcuni dei maggiori war games precedentemente programmati per l’ Ottobre 2001, furono SPOSTATI all’ 11 Settembre da personaggi ignoti (primo paragrafo).

E’ interessante che il Vice Presidente Cheney era apparentemente responsabile di TUTTE le esercitazioni e coordinava la “risposta” del governo agli attacchi. Guardate questo articolo della CNN , e questo scritto già citato in precedenza.

questo breve video della testimonianza del Segretario ai Trasporti davanti alla commissione sull’ 11 Settembre, mostra che Cheney ha monitorato il volo 77 per molte miglia mentre si avvicinava al Pentagono.
Come può essere stato attaccato con successo uno degli edifici più pesantemente difesi al mondo proprio quando il Vice Presidente degli Stati Uniti, responsabile l’ 11-9 del controterrorismo, lo vedeva avvicinarsi dalla distanza di molte miglia?

Inoltre questo grafico mostra come l’ 11 Settembre gli aerei dirottati hanno sorvolato numerose basi militari prima di schiantarsi.
Guardate anche questo articolo sugli war games e questo sull’ inattività dei militari; e guardate questa proposta di esercitazione, fatta prima dell’ 11-9, centrata sulla figura di Bin Laden e che include prove “live-fly” con veri aerei,
più tardi confermata da questo sito ufficiale del Dipartimento della Difesa.

Quale scenario è più probabile da un punto di vista strettamente logico:

(1) Un estraneo seduto in una caverna che batte la difesa aerea dell’ unica superpotenza militare; o

(2) Qualcuno come Cheney – che l’11-9 aveva apparentemente il pieno controllo della difesa, delle esercitazioni militari e del controterrorismo— che manipola e si prende gioco di tutto il sistema?

Ricordate che per poter completare con successo gli attacchi era necessario che alcune azioni fossero compiute durante le esercitazioni militari e i veri attentati per contrastare la normale risposta militare.
Ad esempio, Cheney guardò il volo 77 avvicinarsi al Pentagono da molte miglia di distanza ma ordinò ai militari di non fare nulla (come mostrato nella testimonianza del Segretario ai Trasporti, nel link riportato sopra). Avrebbe potuto farlo Bin Laden?

Aerei da caccia furono inoltre mandati fuori rotta sull’ Oceano Atlantico durante gli attentati
(testimonianza del Senatore Mark Dayton), in modo da neutralizzare la loro capacità di intercettare i voli dirottati. Osama Bin Laden e la sua banda di seguaci usciti dalle grotte avrebbe potuto esercitare questo grado di controllo sui militari? Ovviamente no.

E i controllori di volo affermano che stavano ancora seguendo le tracce di quelli che pensavano essere aerei dirottati molto dopo che i 4 veri aerei si erano schiantati. Questo implica che falsi segnali radar rimasero sui loro schermi dopo che i 4 aerei erano caduti e molto dopo che i militari affermano avere eliminato i segnali radar fantasma legati alle esercitazioni. Bin Laden avrebbe potuto interferire con la completa eliminazione dei falsi segnali radar inseriti come parte degli war games? In altre parole, Bin Laden avrebbe potuto neutralizzare il processo di eliminazione in modo che alcuni dei falsi segnali rimanessero e confondessero i controllori di volo? La risposta è evidente.

Perciò, è statisticamente molto più probabile che Cheney e/o altri ufficiali di alto livello delle forze armate o del governo abbiano premuto il grilletto dell’ 11 Settembre piuttosto che lo abbia fatto Bin Laden. Come minimo fecero significativi passi per garantire che gli attentati dei dirottatori avessero successo.

GeorgeWashington.blogspot.com
Fonte: www.globalresearch.ca
Link: http://www.globalresearch.ca/index.php?context=viewArticle&code=
GEO20051116&articleId=1268
16.11.05

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ALCE NERO

Pubblicato da Davide