Home / ComeDonChisciotte / I SOLDATI NELLE STRADE: SERVONO DAVVERO?

I SOLDATI NELLE STRADE: SERVONO DAVVERO?

DI PIETRO CAMBI
Crisis

Tornando dalle ferie sto cominciando a rimettere mano a tante notiziuole che, con i miei sensi di ragno, sembravano “meritevoli di ulteriore approfondimento”.

Una, che mi era parsa interessante, era che, dato l’enorme successo in termini di lotta alla criminalità,  si sarebbe prorogata la cosidetta operazione “strade sicure”, ovvero l’affiancamento di circa 3500 militari alle nostre forze di polizie nel compito di prevenzione e vigilanza anticrimine in alcune città particolarmente “a rischio”, estendola ad altre città del Nord del Centro e del Sud, tra cui la mia Firenze.

Nello stesso tempo venivano diffuse dal Viminale, a supporto di tali affermazioni, le statistiche sulla criminalità, pubblicate qui dal Sole 24 Ore.

Mi ci sono baloccato un pochino e sono venute fuori delle cose che credo interessanti.

Sopratutto considerando che sembrano confutare, almeno in parte, le affermazioni del Governo.

Vediamo innanzitutto le statistiche divise per Provincie e ordinate per numero di crimini denunciati ogni 100.000 abitanti, ovvero per pericolosità.

IN GIALLO le città dove i soldati sono stati messi di pattuglia, affiancando le forze dell’ordine.

Normal 0 14

Province

Numero

x100mila ab.

Var.% 2007-08

RIMINI

22.243

7.457

-17,0

BOLOGNA

69.981

7.259

-12,5

MILANO

280.019

7.168

-9,0

TORINO

153.908

6.757

-11,5

GENOVA

58.260

6.592

-16,9

FIRENZE

56.887

5.822

-14,1

ROMA

235.328

5.794

-15,8

IMPERIA

12.694

5.786

0,6

RAVENNA

21.419

5.644

-8,3

PESCARA

17.539

5.553

-1,8

MODENA

37.349

5.511

-9,4

PRATO

13.114

5.336

-3,5

BRESCIA

63.797

5.265

-2,7

SAVONA

14.959

5.248

-11,8

PISA 

20.746

5.111

-5,0

CATANIA

54.183

< p>5.008

-5,3

VENEZIA

42.188

4.995

-12,7

PAVIA

26.435

4.979

-4,0

PISTOIA

14.277

4.967

-3,5

LA SPEZIA

10.783

4.866

-1,9

LUCCA

18.828

4.864

-8,6

LIVORNO

16.232

4.783

-9,1

FERRARA

16.549

4.651

-12,7

PARMA

19.789

4.649

-10,2

PADOVA

42.245

4.643

-13,2

NAPOLI

141.166

4.579

-3,6

REGGIO EMILIA

22.765

4.463

-5,9

GROSSETO

9.921

4.440

-7,0

VERONA

39.724

4.432

-16,7

ALESSANDRIA

19.095

4.381

-11,4

MASSA CARRARA

8.781

4.338

1,1

NOVARA

15.553

4.298

-4,4

BERGAMO

45.193

4.265

-0,5

TRIESTE

10.064

4.256

-4,7

LATINA

22.841

4.252

-10,5

FORLI’

16.077

4.197

-8,1

ASTI 

9.069

4.159

-6,4

PALERMO

51.523

4.144

-2,9

FOGGIA

28.224

4.136

-7,0

BARI 

65.545

4.098

-2,9

CATANZARO

14.800

4.026

-14,6

TERAMO

12.240

3.999

-5,3

VARESE

34.253

3.969

-5,6

PERUGIA

25.793

3.945

-8,8

BRINDISI

15.779

3.916

5,8

ANCONA

18.404

3.910

-3,9

CALTANISSETTA

10.557

3.873

2,6

BIELLA

7.194

3.837

-7,4

VIBO VALENTIA

6.400

3.815

-4,2

TRAPANI

16.589

3.805

0,8

SASSARI

18.078

3.788

0,2

AOSTA

4.739

3.762

-8,6

PIACENZA

10.408

3.696

-8,6

VITERBO

11.454

3.687

1,3

CASERTA

32.998

3.675

-3,6

TERNI

8.453

3.665

-12,1

SIRACUSA

14.611

3.646

0,7

CREMONA

12.965

3.642

-1,6

VERCELLI

6.388

3.602

-11,4

AREZZO

12.318

3.598

-11,4

ROVIGO

8.679

3.524

-14,3

MACERATA

11.247

3.519

-4,5

MANTOVA

14.109

3.495

-7,5

MESSINA

22.638

3.461

4,1

ASCOLI PICENO

13.310

3.445

-2,7

REGGIO CALABRIA

19.506

3.438

-7,5

COSENZA

25.001

3.415

-6,6

GORIZIA

4.833

3.405

-7,7

TARANTO

19.699

3.393

-2,3

RAGUSA

10.513

3.372

-0,2

VERBANIA

5.457

3.362

-11,2

LODI 

7.341

3.342

-3,5

COMO 

19.268

3.333

-6,1

CROTONE

5.749

3.326

-4,0

TRENTO

17.043

3.320

-7,3

ISERNIA

2.939

3.298

-4,6

CAGLIARI

25.372

3.283

2,0

LECCO

10.872

3.279

-6,0

SIENA

8.664

3.254

-4,2

CHIETI

12.809

3.247

-4,2

VICENZA

27.592

3.238

-8,5

CUNEO

18.237

3.142

-5,0

SALERNO

34.565

3.135

-5,3

PORDENONE

9.637

3.132

-12,5

PESARO

11.753

3.123

1,5

LECCE

25.095

3.093

-3,3

AGRIGENTO

13.976

3.068

2,5

UDINE

16.303

3.042

-6,9

NUORO

7.707

2.939

-4,3

SONDRIO

5.249

2.895

-1,8

L’AQUILA

8.780

2.854

-4,4

RIETI

4.459

2.844

-0,5

BOLZANO

13.705

2.775

-3,9

FROSINONE

13.723

2.773

-7,3

TREVISO

24.080

2.769

-13,8

CAMPOBASSO

6.379

2.753

-1,8

BELLUNO

5.804

2.717

-9,4

AVELLINO

11.447

2.607

-10,1

BENEVENTO

7.246

2.509

-6,2

ORISTANO

3.686

2.404

-5,9

POTENZA

9.214

2.380

-2,5

ENNA 

4.091

2.355

4,5

MATERA

4.212

2.067

-6,1 

 

Vediamo ora, invece, le stesse statistiche, questa volta ordinate per il miglioramento in % sul numero dei crimini nel periodo 2008 su 2007

Normal 0 14

Normal 0 14

Province

Numero

x100mila ab.

Var.% 2007-08

RIMINI

22.243

7.457

-17,0

GENOVA

58.260

6.592

-16,9

VERONA

39.724

4.432

-16,7

ROMA

235.328

5.794

-15,8

CATANZARO

14.800

4.026

-14,6

ROVIGO

8.679

3.524

-14,3

FIRENZE

56.887

5.822

-14,1

TREVISO

24.080

2.769

-13,8

PADOVA

42.245

4.643

-13,2

VENEZIA

42.188

4.995

-12,7

FERRARA

16.549

4.651

-12,7

BOLOGNA

69.981

7.259

-12,5

PORDENONE

9.637

3.132

-12,5

TERNI

8.453

3.665

-12,1

SAVONA

14.959

5.248

-11,8

TORINO

153.908

6.757

-11,5

ALESSANDRIA

19.095

4.381

-11,4

VERCELLI

6.388

3.602

-11,4

AREZZO

12.318

3.598

-11,4

VERBANIA

5.457

3.362

-11,2

LATINA

22.841

4.252

-10,5

PARMA

19.789

4.649

-10,2

AVELLINO

11.447

2.607

-10,1

MODENA

37.349

5.511

-9,4

BELLUNO

5.804

2.717

-9,4

LIVORNO

16.232

4.783

-9,1

MILANO

280.019

7.168

-9,0

PERUGIA

25.793

3.945

-8,8

LUCCA

18.828

4.864

-8,6

AOSTA

4.739

3.762

-8,6

PIACENZA

10.408

3.696

-8,6

VICENZA

27.592

3.238

-8,5

RAVENNA

21.419

5.644

-8,3

FORLI’

16.077

4.197

-8,1

GORIZIA

4.833

3.405

-7,7

MANTOVA

14.109

3.495

-7,5

REGGIO CALABRIA

19.506

3.438

-7,5

BIELLA

7.194

3.837

-7,4

TRENTO

17.043

3.320

-7,3

FROSINONE

13.723

2.773

-7,3

GROSSETO

9.921

4.440

-7,0

FOGGIA

28.224

4.136

-7,0

UDINE

16.303

3.042

-6,9

COSENZA

25.001

3.415

-6,6

ASTI 

9.069

4.159

-6,4

BENEVENTO

7.246

2.509

-6,2

COMO 

19.268

3.333

-6,1

MATERA

4.212

2.067

-6,1

LECCO

10.872

3.279

-6,0

REGGIO EMILIA

22.765

4.463

-5,9

ORISTANO

3.686

2.404

-5,9

BRINDISI

15.779

3.916

5,8

VARESE

34.253

3.969

-5,6

CATANIA

54.183

5.008

-5,3

TERAMO

12.240

3.999

-5,3

SALERNO

34.565

3.135

-5,3

PISA 

20.746

< span style="font-size: 10pt;">5.111

-5,0

CUNEO

18.237

3.142

-5,0

TRIESTE

10.064

4.256

-4,7

ISERNIA

2.939

3.298

-4,6

MACERATA

11.247

3.519

-4,5

ENNA 

4.091

2.355

4,5

NOVARA

15.553

4.298

-4,4

L’AQUILA

8.780

2.854

-4,4

NUORO

7.707

2.939

-4,3

VIBO VALENTIA

6.400

3.815

-4,2

SIENA

8.664

3.254

-4,2

CHIETI

12.809

3.247

-4,2

MESSINA

22.638

3.461

4,1

PAVIA

26.435

4.979

-4,0

CROTONE

5.749

3.326

-4,0

ANCONA

18.404

3.910

-3,9

BOLZANO

13.705

2.775

-3,9

NAPOLI

141.166

4.579

-3,6

CASERTA

32.998

3.675

-3,6

PRATO

13.114

5.336

-3,5

PISTOIA

14.277

4.967

-3,5

LODI 

7.341

3.342

-3,5

LECCE

25.095

3.093

-3,3

PALERMO

51.523

4.144

-2,9

BARI 

65.545

4.098

-2,9

BRESCIA

63.797

5.265

-2,7

ASCOLI PICENO

13.310

3.445

-2,7

CALTANISSETTA

10.557

3.873

2,6

POTENZA

9.214

2.380

-2,5

AGRIGENTO

13.976

3.068

2,5

TARANTO

19.699

3.393

-2,3

CAGLIARI

25.372

3.283

2,0

LA SPEZIA

10.783

4.866

-1,9

PESCARA

17.539

5.553

-1,8

SONDRIO

5.249

2.895

-1,8

CAMPOBASSO

6.379

2.753

-1,8

CREMONA

12.965

3.642

-1,6

PESARO

11.753

3.123

1,5

VITERBO

11.454

3.687

1,3

MASSA CARRARA

8.781

4.338

1,1

TRAPANI

16.589

3.805

0,8

SIRACUSA

14.611

3.646

0,7

IMPERIA

12.694

5.786

0,6

BERGAMO

45.193

4.265

-0,5

RIETI

4.459

2.844

-0,5

RAGUSA

10.513

3.372

-0,2

SASSARI

18.078

3.788

0,2

Come si vede le città prescelte per il test dell’operazione “strade sicure” erano tra quelle a più alto indice di criminalità, con le notabili eccezioni di alcune città, forse casualmente governate da giunte di centro sinistra, come Rimini, Bologna, Genova, Firenze.

I risultati del dispiegamento di migliaia di militari, a quanto risulta dalle statistiche, non è stato però così sostanziale.

Se a Verona, Roma, Padova, Torino si sono conseguiti, infatti, ottimi risultati, altrettanto non si può dire per le altre città che navigano o a centro classifica, Milano, Catania, o addirittura verso i bassifondi (Napoli, Caserta, Palermo, Bari).

Un commento a parte merita Caserta, di cui Il Ministro Maroni vorrebbe addirittura fare un modello da esportare in altre città ( il Modello Caserta, appunto).

Come si vede a Caserta si sono ottenuti risultati da fondo classifica, mentre, per fare un paio di esempi, a Catanzaro ed Avellino, aree limitrofe non certo libere dalla criminalità organizzata, la % di miglioramento è stata superiore di diverse volte, tanto da portare, nel silenzio dei media, le due città in vetta alla classifica dei risultati operativi conseguiti.

Il tutto senza trasformarle, a quanto pare, in periferie di Kabul, Bassora o Sidone, ma solo agendo con le forze dell’ordine disponibili.

Le migliori della lista, in ogni caso, sono state Rimini e Genova, due città non interessate dall’operazione.

Ad un superficiale occhio esterno, quindi, al di fuori dei proclami di facciata, non pare che il contributo dei militari sia stato particolarmente determinante.

Certo: una mano l’hanno sicuramente data.

Il dubbio, tuttavia, resta quello che tutta l’operazione voglia abituare i cittadini ad una situazione di “emergenza permanente” sia perchè come è noto i temi della sicurezza fanno prendere voti principalmente alla destra sia perchè, vengo al punto, nel futuro i soldati potrebbero essere più facilmente e “proficuamente ” utilizzati nel contesto di “disordini diffusi”.

Voglio dirla fuori dai denti: nessuno, ma proprio nessuno, con un minimo di gnegnero in zucca, può pensare che la Crisi sia DAVVERO alle spalle.

Ci sono TONNELLATE DI BUONE RAGIONI per questa “grave” affermazione, la maggior parte le abbiamo già espresse negli ultimi mesi e ne riparleremo nei prossimi post.

Intanto, visto che siamo tra “fissati, Cassandre, menagramo, portasfiga e catastrofisti” vari, ne converrete con me:

I tempi duri stanno, in larga misura, DAVANTI e non dietro a noi.

In questo contesto i disordini sono attesi e ci si prepara ai disordini addestrando i soldati, che certo non sono nati per questo genere di “operazioni”, ad operare in un contesto urbano nostrano.

La scusa pare buona, la popolazione, in fondo, li accetta abbastanza tranquillamente e quindi si replica.

A riprova faccio presente come sarebbe stato più costruttivo aumentare le risorse alle forze dell’ordine attuali, cosa che ci si è ben guardato da fare ( senza parlare dello scandalo degli italici carceri, con condizioni subumane di contorno, mentre 50 istituti già pronti e finiti, a sentire Pannella, restano chiusi per MANCANZA DI PERSONALE).

Non dico che qualcuno stia pensando ad un golpe.

Dico solo che l’evenienza di disordini diffusi è seriamente presa in considerazione e ci si prepara, addestrando il personale militare per ogni eventualità in cui non bastassero le forze dell’ordine.

A mio avviso, in ultima analisi, è questo lo scopo, indicibile ma reale e strategico, che sta dietro il dispiegamento dei soldati per le strade in un contesto di relativa tranquillità sociale.

Voi che ne dite?

Pietro Cambi
Fonte: http://crisis.blogosfere.it/
LInk: http://crisis.blogosfere.it/2009/09/i-soldati-per-le-strade-servono-davvero.html
03.09.2009

Pubblicato da God

  • Duffy

    ottimo

  • LonanHista

    a parte il dispiegamento in città “sensibili” come palermo catania o metropoli con vaste periferie come roma milano torino, ci sono nell’elenco 2 città che hanno alle spalle una forte spinta politica come padova e verona….e a parte questo NON C’è ASSOLUTAMENTE DA STUPIRSI SE NON SOLO IN ITALIA LE FORZE ARMATE VENGONO PREPARATE ALL’EVENIENZA DI SOMMOSSE SOCIALI!…..negli usa addirittura sono stati costruiti e sono pronti all’utilizzo centinaia di campi di concentramento………COME SOSTIENE DA SEMPRE cincinnato1961.splinder.com il peggio deve venire e sarà proprio quando la crisi avrà toccato il fondo e ci sarà la ripresa….cioè QUANDO CI SI RENDERà CONTO CHE NULLA SARà COME PRIMA…che chi ha perso e perderà il lavoro, non troverà occupazione….mentre chi avrà la “fortuna” di mantenere un occupazione dovrà adeguarsi a tagliare lo stipendio, i benefit le tutele sociali e sindacali..E SOPRATTUTTO TUTTI DOVRANNO “RESTRINGERE” IL LORO TENORE DI VITA…..per mantenere quello avuto finora, non c’è altra alternativa che usare gli accumuli del passato….chi è povero quindi rimane povero e chi dispone rischia di diventare povero se non fa una vita accorta e conservatrice……….QUINDI C’è DA ASPETTARSI UNA FORTE IMPRONTA REAZIONARIA……….(poi che i pescecani della grande finanza abbiano messo gli occhi sui beni dello statto-eni enel acquedotti…etc e SUI BENI DETENUTI DAGLI ITALIANI-risparmi immobili etc..questo è un altro discorso…..che VA LETTO NELLA GUERRA CHE STANNO FACENDO A BERLUSCONI ED AL SUO GOVERNO….non dimenticare cioè l’idea che ha la cosiddetta sx della classe media che deve essere impoverita e degli operai che debbono sopravvivere con il minimo..perché il resto va alle tasse..)

  • fefochip

    tralasciando i fatto questa ipotesi non è certo nuova …
    ma davvero tu hai pensato solo per un milionesimo di secondo che i militari in strada si mettevano per tutelare la cittadinanza ?
    qui allora si crede ancora a babbo natale

  • maristaurru

    giusto, ma i nostri amici o non capiscono o fanno finta di non capire nemmeno l’evidenza, il cappello da quelle parti si mette dove dice il padrone, senza discutere; ci saranno briciole per tutti dal bottino anche se diventa sempre più magro man mano che derubano la classe media, e hai visto mai se emergi anche di poco nei lidi che contano.. il piatto è grasso , ma non hanno fatto i conti con l’oste..come sempre superficiali ed avidi

  • vic

    Quel che succede la’, dopo un po’ succede pure qua.

    Negli USA ci sono moltissimi cittadini in allerta a causa di stranissime esercitazioni. Hanno addrittura gia’ organizzato campi di concentramento, in vista di ? Han paura del virus, temono possibili sommosse? Aspettiamoci di tutto. Ci sono stati che parlano di mollare la Federazione, per ora su temi puntuali.

    L’impero a credito ne ha di magagne interne. Vista la cultura di stampo nazistoide che ha sviluppato al suo interno, non sarebbe una sorpresa che si metta ad impegare alla grande all’interno i metodi che usa all’esterno.

    Garantito che a quel punto succede il pandemonio.
    Gerard Celente, che di solito imbrocca le analisi, la vede molto cupa la faccenda.

    Eh si’, direi proprio di tenerli bene aperti gli occhi su questi militari cittadini. Che tipo di istruzioni ricevono, insomma che tipo di lavaggio del cervello gli fanno.

    Ricordiamoci un dato di fatto: nel mondo gli eserciti vengono usati per lo piu’ per reprimere la popolazione indigena. Per questo e’ importante la cultura dell’esercito di milizia. Permette al cittadino di osservare l’esercito dall’interno e rendersi conto in tempo di eventuali derive fascistoidi. Purtroppo la tendenza nel mondo e’ di “professionalizzare” gli eserciti. Di modo che il cittadino non ha piu’ nessuna idea delle idee circolanti all’interno dell’ambiente militare del suon paese. Brutta situazione.

    Con gli auguri di occhio vispo a tutti

  • Sassicaia

    Insomma sarebbe tornato Bava Beccaris:speriamo almeno che dopo
    ci sia un altro regicidiom,anche se questa teoria mi sembra un po’
    campata in aria.

  • Galileo

    Grazie Vic, sei un osservatore, e non ce ne sono molti. Io per esempio, quest’estete ho notato un notevole aumento di Guardia Urbana in Barcellona. Ne avevo sempre una al lato.

    Vero è che gli “eserciti professionali” (tipo Blackwater) non ho ancora capito a chi ubbidiscono?…vorrei lasciar intendere un cenno di ironia.

  • Zret

    Hanno ragione Lonan e Fefochip: come si può pensare anche solo per un nanosecondo che i militari servano contro la criminalità? Serviranno contro i cittadini onesti, allorquando…

  • pietro200

    pura realta’.
    lo dico da tempo: chi é a conoscenza di una grotta segreta o non molto conosciuta, se la tenga stretta, servira’ presto per vari motivi.

  • tersite

    e le ronde? non ce le mettiamo? stanno licenziando molte guardie giurate che verranno messe a pane e acqua per un po’, giusto il tempo di far crescere in loro un profondo senso d’angoscia che tornerà utile….allorquando…

  • Jarek

    L’esperienza polacca di leggi marziali del 81′ – 84′ e’ una prova convincente che uso di esercito proprio contro la popolazione civile e’ molto piu efficace.
    Jaruzelski sapeva benissimo che “aiuto” sovietico avrebbe avuto un efetto devastante per il Paese (visto la lunga storia dei conflitti fra le nostre due nazioni) Sceliendo una soluzione “domestica” non rischiava combatimenti avendo a disposizione le forze di polizia per eventuali somosse. Invece la presenza massiccia del esercito ( che piu o meno in ogni paese va stimato molto di piu) assicurava l’ordine per le strade.

  • myone


    Ho chiuso il programma perche’ mi ribolliva il sangue

    Gheddafi non risponde alla domande sugli immigrati nel suo paese che arrivano e che vengono respinti.
    La libia non ha retificato nessun trattato, e ogni immigrante che passa dalla libia,
    viene spennato dai mercanti di schiavi e poi incarcerato dai poliziotti.
    Rimangono li tutto il tempo per morire o per farsi mandare da casa soldi per un riscatto.
    Picchiati ogni giorno e donne usate a piacere dai carcerieri.
    Immigrati che vengono da paesi in guerra e con diritto di asilo politico,
    ed il governo italiano pretende che MERDAFFI si incarichi della scelta e del vaglio, e che mandi in italia gli aventi il diritto,
    quando i libici-disumma_muzzulmani non riconoscono nulla e sono tutti delinquenti da usare,
    da schiavizzare, estorcere, torturare, seviziare, ghetizzare, farlilavorare come schiavi,
    e la cosa che fa schifo e’ che gli itlaiani gli hanno fornito motonavi,
    camion, jeep, e un’ infinita’ di materiale, che usano per questi fini disumani.
    E non solo, rapprentanti dell’ onu e del governo italiano, conoscono la situazione, ma tacciono.
    Gli stessi reporter e giornalisti sono stati privati di filmati e foto, e contattati dal governo italiano,
    dovendo scusarsi, pur di mantenere buoni rapporti con la libia.

    Il loro gas di merda se lo possono tenere, mangio una volta al giorno anziche’ due.
    Poi parlano di terrorismo, non c’era qualcuno che gli sparasse un colpo in testa a questo maiale marcio delinquente e dittatore?

    Che halla possa un giorno prenderselo per bruciarselo vivo senza che muoia mai.

  • myone

    caricati su camion container senza finestre, dopo aver pagato e lasciati nel deserto
    vengono portati in carcere per ulteriori estorsioni e festini per le donne.

    fanno viaggi di un giorno due, senza acqua e cibo,
    e vangono lasciati sotto il sole dove la sosta del camion non permette aria,
    perche’ il figlio di puttana deve pregare halla per prenotarsi la merda che si accumula qua

    cose da pazzi

  • myone

    Ma veramente, islam cristianesimo e via fino alla fine
    quando e’ impersonato da persone di potere qualunque sia di grado
    e’ l’ abbominio piu’ legalizzato e lo scempio piu’ bestiale che esista.

  • vraie

    condivido e azzardo una previsione:
    quando arriverà il vero patatrack mondiale (economico e spero non anche militare) tali misure sararnno sufficienti a consentire a chi comanda veramente di raggiungere i propri scopi, fra i quali vi sono anche i “malthusiani”.
    Gli uomini desiderano la schiavitù

  • kiteni

    In fondo non facciamo che ripetere gli stessi argomenti con annesse osservazioni. C’é qualcuno che crede ancora che i militari siano nelle strade per risolvere un qualsivoglia di cosa? Ricordatevi che sono “Sottinsiemi armati” il cui obiettivo é combattere “Strutture equivalenti” considerate nemiche. Non sanno fare altro …. quando lo sanno fare. Il dubbio sussiste e persiste.
    No pasa nada amigos, queste dimostrazioni sono irrilevanti. Solo quando dichiareranno lo stato d’emergenza con coprifuoco allegato potremo cominciare a preoccuparci sul serio. Peccato perché sará troppo tardi per le chiacchere da bar digitale. Saludos.

  • tamerlano

    Hai ragione myone, solo l’ebraismo si salva…

  • maumau1

    le elite mondiali nei loro incontri stabiliscono le direttive dei governi
    ecco che quindi queste derive cosiddette fasciste si hanno contemporaneamente in posti molto lontani…..

    ma sta già succedendo in Grecia,pare che ce lo vogliamo dimenticare..
    il primo ministro ha chiesto lo scioglimento di governo e parlamento proprio a causa di questo…
    bombe alla borsa greca..distrutte le sedi delle principali banche e di molte filiali
    però al solito si accusano gli anarco-insurrezionalisti,che in vero non esistono …almeno in Grecia a ribellarsi è la gente comune che muore di fame..e chi ha capito che sono i truffatori autorizzati e connivente con la politica..
    Gli ospedali in Grecia non funzionano più manco per le cose principali però tutto rifunziona per la vaccinazione obbligatoria(senza che si sia stato un solo morto per la suina!)

    allora a novembre parte la vaccinazione obbligatoria..e sicuramente inizieranno dalle zone più calde e sicuramente inizieranno dai giovani(anche se in Grecia vogliono vaccinare tutti!)…
    ecco perchè senza manco testarlo si parte dai giovani…perchè sono quelli più ribelli,non hanno famiglia(tengo famiglia!) o figli.. se vaccini un 80enne.. mica hai tolto un rivoltoso dalle strade..
    se vaccini i govani elimini i rivoltosi ed elimini pure la nuova generazione di rivoltosi(se inizi come fare dai 2 anni) e questo fa capire che la depressione non durerà 1-2anni come dicono ma 10-20anni come avvenne nel 29(che è solo la data di innesco della crisi si mantenne cosi’ fino al 45-50 con la fine della guerra si ebbe la lentissima ripartenza.. e poi un nuovo boom,sono i normali cicli di carenza di moneta che crea depressione ed eccesso di moneta che crea boom ad ogni boom devono per forza far seguire una depressione che inoltre permette loro di accapparrarsi merci ed aziende a prezzo stracciato,le banche centrali ed i loro azionisti ci guadagnano sempre sia nei boom che nelle depressioni,cosa che viene evitato se la banca centrale è statale che nei periodi di boom emette meno moneta e nei periodi di depressione ossia di deflazione,emette più o moneta ..!)
    quindi si eliminano sia i rivoltosi di oggi che quelli del prossimo ventennio..che durerà la crisi…

  • IVANOE

    Caro Cambi,
    è superata anche questa tua visione.
    E spiego il perchè :
    1)se ci saranno disordini i militari non verranno mai usati ma saranno usato squadroni di para-militari ( che possono essere arruolati tra le tante organizzazioni criminali i italia e mi pare che sia già accaduto in passato ? vedi strategia della tensione, i fatti del 92-93 ).Perchè per i poteri colpire e nascondesi dietro un dito è per loro il massimo della goduria.
    2) Ma i disordini chi li fà ?
    Gli italiani ? I poveracci ? I disoccupati ?
    Caro Cambi con questo populino non ci saranno mai disordini ma masse di italiani pronti a vendersi o a collaborare con chi può dare a loro qualcosa…

  • myone

    Se lo dici te lo confermi, quindi da come scrivi non fai altro che creare
    l’ inutile,
    che spesso e’ sinonimo di dispute e discorsi all’ infinito.

    se leggi bene, ho citato una e l’ altra, quelle in considerazione,
    e ci mettevo idealmente tutti i grandi della terra, politici e religiosi, stati e sistemi.

    al momento non dovendo citarli tutti per amnesia e per scontata comprensione,
    ho detto: E COSI VIA , che significa, ACCODA DALL’ INIZIO FINO ALLA FINE.
    Salut.

  • X

    Tutto questo va’ a nostro favore se questo dovesse accadere,il prezzo che pagheranno sara’ alto,lo tsunami che li travolgera’ sara’ devastante!!….occhio per occhio!