Home / ComeDonChisciotte / DISSESTO FINANZIARIO: CICLI, ESPANSIONI E RECESSIONI NON ACCADONO PER CASO

DISSESTO FINANZIARIO: CICLI, ESPANSIONI E RECESSIONI NON ACCADONO PER CASO

SONO PIANIFICATI

DI BOB CHAPMAN
globalresearch.ca

Cicli, espansioni e recessioni non accadono per caso. Sono pianificati così. Nei tardi anni Novanta il Presidente della Federal Reserve Alan Greenspan (nella foto, ndr) commentava “l’esuberanza irrazionale” e diceva di sperare che il mercato si calmasse. La quantità di denaro e credito che aveva immesso nel sistema aveva avuto un ruolo consistente nel formarsi della bolla. Disse che nel breve periodo c’era ben poco che potesse fare, quando tutto quello che doveva fare era aumentare temporaneamente i requisiti di margine dal 50% al 60%. Avevamo scritto quale fosse la soluzione, così come avevano fatto altri scrittori, ma nessuno ha voluto sottrarre la “coppa del punch” alle imprese dot-com. Alla fine del marzo 2000 il mercato ha cominciato a collassare. Abbiamo rimosso i nostri sottoscrittori dal mercato la prima settimana di aprile, e così ha fatto Joe Granvill, un amico e uno dei migliori tempisti del mercato di sempre.

Sir Alan Greenspan ha passato circa 20 anni a servire i suoi datori di lavoro che controllano la Federal Reserve: JPMorgan Chase, Goldman Sachs, Citigroup e molti altri. La Fed non ha alcuna indipendenza, prende ordini da queste banche e agenzie di intermediazione. Questi stessi gruppi controllano il Congresso pagando il 95% di rappresentanti e senatori attraverso il lobbying e i contributi alle campagne elettorali. Quindi, con l’aiuto della Fed, di Wall Street e delle banche, non solo controllano i capitali, l’offerta, il credito, i tassi di interesse e Washington, ma controllano il nostro scenario economico e finanziario e la vita di ogni Americano. I politici possono essere accusati per i boom e le bolle, ma i veri colpevoli dietro le quinte sono Wall Street e il settore bancario, in cui abbiamo passato 29 anni della nostra vita e che per molti di questi anni ha controllato la nostra azienda. Se non conoscete e non capite queste realtà, allora non dovreste fare né gli investitori né i giornalisti economici e finanziari. La nostra intera esistenza in quanto nazione è controllata dietro le quinte da gruppi e personaggi che la maggior parte delle persone non ha mai sentito nominare. Tutto quello che vedete non è semplicemente accaduto; è stato pianificato in questo modo. Le persone devono capire che il creare denaro dal nulla per finanziarie deficit astronomici è destinato a finire in fallimento e rovina. Ci troviamo ora in una depressione inflazionistica che probabilmente si trasformerà in una iperinflazione per poi discendere in una depressione deflazionaria. Questo è quello che questi elitisti hanno fatto per secoli e spesso e volentieri l’hanno fatta franca. Stavolta sarà diverso.

Abbiamo iniziato ad avvertire la gente più di 50 anni fa che la direzione che l’America stava prendendo poteva solo finire in tragedia. I tempi dell’inflazione e della miseria politica e sociale sono infine alle porte, e come risultato, tali sono anche le agitazioni sociali in tutto il mondo, sotto forma di proteste, dimostrazioni, guerre civili e sovvertimenti di governi. è quello a cui stiamo ora assistendo in Nordafrica e nel Medioriente. è stata la reazione a governi dittatoriali, salari bassi, prezzi elevati e pochi posti di lavoro. Come abbiamo ripetuto più volte, le rivoluzioni cominciano con la pancia vuota. Quello cui state assistendo non sarà limitato al terzo e secondo mondo, ma anche al primo. Gli elitisti si sono ancora una volta spinti troppo in là e le persone di tutto il mondo stanno reagendo. Questo è solo l’inizio di prezzi alimentari, e forse anche dei prezzi del gas e del petrolio, drammaticamente più alti. I governi non possono fare nulla, né possono gli elitisti dietro le quinte; salvare il sistema è a tutti gli effetti fuori dal loro controllo e quello che hanno fatto è stato scoperto.

Molti paesi hanno seguito la direzione degli Stati Uniti, del Regno Unito e dell’Europa, accumulando deficit che sono spesso impossibili da pagare. Fondamentalmente il sistema bancario mondiale è in bacarotta. La Fed e la BCE comprano debito e debito tossico, così come debito sovrano; i fondi usati a questo scopo vengono creati dal nulla. Prima o poi ci sarà un importantissimo incontro internazionale per rivalutare, svalutare e per rendersi contumaci multilateralmente. Questa può essere l’unica soluzione a 40 anni di sregolatezza e valute piatte. L’attuale copertura delle banche centrali, di Wall Street, delle banche e della City di Londra non durerà a lungo. In tutto il mondo la disoccupazione e l’inflazione elevata stanno peggiorando e possono solo portare al dissesto politico e sociale. Come può un governo come quello americano continuare a spendere più del 60% delle entrate e aspettarsi che i suoi bond vengano acquistati da altri che la Fed? Nell’arco di cinque anni bisogna tagliare la spesa e aumentare le tasse. Se ciò non accade e verranno introdotti il 3° round di “quantitative easing” (3QE o allegerimento quantitativo, ndt) e maggiori incentivi, allora ci sarà un’ulteriore crescita del debito e dell’inflazione. Alla fine ci sarà il collasso finanziario.

Bob Chapman
Fonte: www.globalresearch.ca
Link: http://www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=2
23.03.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org cura di cura FEDERICA RAINALDI

Pubblicato da Davide

  • maristaurru

    “I politici possono essere accusati per i boom e le bolle, ma i veri colpevoli dietro le quinte sono Wall Street e il settore bancario..” oddio chi glielo dice a gente come Amensa che questo è il modo in cui funziona il sistema in tutto l’Occidente di certo? Deflazione.. fa paura , ma in certe situazioni diventa inevitabile, ma la si può nascondere al popolo bue? Chi sa, chi sa, forse basta non nominarla.

  • Iacopo67

    Segnalo di nuovo, ma ne vale la pena, per approfondire questo argomento, il lungo e ben fatto documentario su YouTube “The money masters”.
    Una volta ero scettico, mi sembrava roba troppo complottista, ma più mi sforzo di capire come funziona tecnicamente il sistema bancario, più mi accorgo che c’è del vero in tutto questo. Sembra incredibile, ma veramente gli uomini che stanno dietro le banche hanno un grande potere sulle economie. E non si tratta semplicemente di una questione di lucro, c’è di più, questa gente sfrutta il monopolio della moneta per cercare di avere sempre più influenza sui governi, quindi il potere sulla moneta gli serve per ottenere anche potere politico.
    Se almeno la gente potesse essere resa consapevole di quello che sta succedendo (e che in gran parte è già successo), potrebbero subito iniziare dei movimenti di rivolta per frenare tutto ciò, invece, inconsapevoli, siamo destinati a diventare terzo mondo.

  • GRATIS

    destinate a diventare terzo mondo sarebbe già qualcosa. Il fatto è che tanto il primo, quanto il secondo e pure il terzo sono destinati a rimanere sangue per vampiri

  • IVANOE

    Ma và ?

  • Xeno

    Faccio eco a Ivanoe

    Ma va?

  • amensa

    ma sono d’accordo !!!evidentemente quanto sostengo non viene capito, o capito solo a metà.
    dove lo metti allora il popolo bue che continua ad andare a votare convinto ch equella sia la miglior democrazia? che così facendo il potere lo eserciti LUI ?
    dai forza, dimmi chi è ch elegittima quei governanti ch econtinuano a servire le solite “forze occulte” ?
    non è il “sistema” sballato, è chi lo pilota che lo rende sballato, con in mano la delega che il popolo gli dà.

  • amensa

    l’articolo mette perfettamente in evidenza il dilemma democratico:……..
    1) il popolo vota pensando di esercitare il potere, ma il potere non ce l’ha…..
    2) il popolo pensa di legittimare tramite i rappresentanti eletti , l’esercizio del potere, ma questi lo esercitano indipendentemente dal voto ricevuto.
    morale. il popolo legittima dei rappresentanti che fanno cosa vuole qualcun altro.
    da parte mia ho smesso da un bel po’ almeno di legittimarli, e di credere che questa sia una democrazia, e che il popolo abbia il benchè minimo potere.

  • Galileo

    George Soros.

    La Rivoluzione in medio Oriente è un bollire di situazioni. Non è poi così tanto semplicista, come diche Bob Chapman. Le rivoluzioni iniziano con la pancia vuota e le palle piene, scorda Chapman.

    Ma adesso non vi preoccupate. Che viene giù da Marte un ominide verde che ci offre finanziamento.

  • maristaurru

    Uffa! dici sempre le solite cose. Si certo i politici e per primo Clinton che aveva i problemucci suoi , ha fatto al boiata, chiamiamola come merita, di permettere che Banche commerciali e Banche di investimento non fossero più separate, una follia da ignoranti o da molto interessati , in barba al conflitto di interessi enorme come una casa. Si i politici di tutto il mondo per farsi eleggere buttan un sacco di quattrini e si indebitano con le Banche, soggetti privati, lobby potenti che sanno come approfittarna: agensdo sotto sotto sulla redazione delle leggi che interessano i loro affari e potrei continuare sugli errori/orrori del passato che hanno condotto al presente stallo, con una conduzione della finanza basata a quanto pare su avidità e stupidità. Allora noi che doveremmo fare ‘ MAZZOLARE I POLITICI, INDEBOLIRLI DI PIù E PERMETTERE CHE I PRINCIPALI RESPONSABILI DELLO SFASCIO, AVIDI, INCOMPETENTI E PEGGIO, CI FINISCANO DI MASSACRARE E SPREMERE LIBERAMENTE.

    Non so chi riuscirai a convincere, qualche lobotomizzato in giro nel mondo ci sarà, continua a predicare, continua, la fede è una cosa bella comunque, c’era che faceva felice sacrifici al dio serpente, tu falli al moloch finanza, felice te… ti piace che ha grandi appetiti, vaiiii!

  • Firenze137

    perchè la catena della “convenienza” a mantenere il sistema [Rotshild & company/FED/Politici/banche/ .. e via via giù] è piuttosto lunga e fra i vari “anelli” ci sono anche molti di noi che, pur se di briciole si dobbiamo accontentare, però quasto plus-valore di cui molti di noi – appunto – beneficiano anche se di piccola entità, fa sì che tutto il castello di carte rimane in piedi sostenuto dalla sommatoria delle convenienze.

    E’ talmente connaturato ormai nel nostro DNA che si fanno solo le SCELTE che convengono (votare certi politici ..non denunciare ecc) rispetto a quello che si DEVONO fare, che indirettamente – ma certo non senza colpa – anche tutti noi abbiamo contribuito al disastro. La medicina è solo la febbre che probabilmente diventerà un bel febbrone da cavallo e poi avremo il collasso che resetta tutto e che ci farà finalmente capire cosa si “deve” fare e non cosa ci “conviene” fare.

  • AlbertoConti

    A chi dice “ma va” sfugge la novità, il perchè questa volta è diverso. Uno schema di Ponzi è destinato a finire male, ma prima si può ripetere ciclicamente, rinascendo dalle proprie ceneri. Bolla dopo bolla, scoppio dopo scoppio, siamo arrivati fin qui, ma il botto finale non l’abbiamo ancora visto. Ora ci siamo, ecco la novità.

  • amensa

    d’accordo con te…. ritengo le probabilità del botto finale all’80% circa….
    e sperando che arrivi, perchè se riescono a rimandarlo un’altra volta sarà ancora peggiore…

  • ericvonmaan

    Una gestione della sovranità monetaria finalizzata a indebitare gli stati e costringerli a “ripagare il debito” svendendo i beni pubblici e spremendo di tasse i cittadini. Questo è ciò che ESSI volevano, e lo hanno ottenuto. Questo è il risultato della gestione della moneta in mano ai privati. E’ sempre stato così e sempre così sarà finche la moneta sarà PROPRIETA’ PRIVATA della Fed, della BCE, Bank of England o chicchessia. Ve lo entra in testa o no ???