DISSESTO FINANZIARIO: CICLI, ESPANSIONI E RECESSIONI NON ACCADONO PER CASO

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

SONO PIANIFICATI

DI BOB CHAPMAN
globalresearch.ca

Cicli, espansioni e recessioni non accadono per caso. Sono pianificati così. Nei tardi anni Novanta il Presidente della Federal Reserve Alan Greenspan (nella foto, ndr) commentava “l’esuberanza irrazionale” e diceva di sperare che il mercato si calmasse. La quantità di denaro e credito che aveva immesso nel sistema aveva avuto un ruolo consistente nel formarsi della bolla. Disse che nel breve periodo c’era ben poco che potesse fare, quando tutto quello che doveva fare era aumentare temporaneamente i requisiti di margine dal 50% al 60%. Avevamo scritto quale fosse la soluzione, così come avevano fatto altri scrittori, ma nessuno ha voluto sottrarre la “coppa del punch” alle imprese dot-com. Alla fine del marzo 2000 il mercato ha cominciato a collassare. Abbiamo rimosso i nostri sottoscrittori dal mercato la prima settimana di aprile, e così ha fatto Joe Granvill, un amico e uno dei migliori tempisti del mercato di sempre.

Sir Alan Greenspan ha passato circa 20 anni a servire i suoi datori di lavoro che controllano la Federal Reserve: JPMorgan Chase, Goldman Sachs, Citigroup e molti altri. La Fed non ha alcuna indipendenza, prende ordini da queste banche e agenzie di intermediazione. Questi stessi gruppi controllano il Congresso pagando il 95% di rappresentanti e senatori attraverso il lobbying e i contributi alle campagne elettorali. Quindi, con l’aiuto della Fed, di Wall Street e delle banche, non solo controllano i capitali, l’offerta, il credito, i tassi di interesse e Washington, ma controllano il nostro scenario economico e finanziario e la vita di ogni Americano. I politici possono essere accusati per i boom e le bolle, ma i veri colpevoli dietro le quinte sono Wall Street e il settore bancario, in cui abbiamo passato 29 anni della nostra vita e che per molti di questi anni ha controllato la nostra azienda. Se non conoscete e non capite queste realtà, allora non dovreste fare né gli investitori né i giornalisti economici e finanziari. La nostra intera esistenza in quanto nazione è controllata dietro le quinte da gruppi e personaggi che la maggior parte delle persone non ha mai sentito nominare. Tutto quello che vedete non è semplicemente accaduto; è stato pianificato in questo modo. Le persone devono capire che il creare denaro dal nulla per finanziarie deficit astronomici è destinato a finire in fallimento e rovina. Ci troviamo ora in una depressione inflazionistica che probabilmente si trasformerà in una iperinflazione per poi discendere in una depressione deflazionaria. Questo è quello che questi elitisti hanno fatto per secoli e spesso e volentieri l’hanno fatta franca. Stavolta sarà diverso.

Abbiamo iniziato ad avvertire la gente più di 50 anni fa che la direzione che l’America stava prendendo poteva solo finire in tragedia. I tempi dell’inflazione e della miseria politica e sociale sono infine alle porte, e come risultato, tali sono anche le agitazioni sociali in tutto il mondo, sotto forma di proteste, dimostrazioni, guerre civili e sovvertimenti di governi. è quello a cui stiamo ora assistendo in Nordafrica e nel Medioriente. è stata la reazione a governi dittatoriali, salari bassi, prezzi elevati e pochi posti di lavoro. Come abbiamo ripetuto più volte, le rivoluzioni cominciano con la pancia vuota. Quello cui state assistendo non sarà limitato al terzo e secondo mondo, ma anche al primo. Gli elitisti si sono ancora una volta spinti troppo in là e le persone di tutto il mondo stanno reagendo. Questo è solo l’inizio di prezzi alimentari, e forse anche dei prezzi del gas e del petrolio, drammaticamente più alti. I governi non possono fare nulla, né possono gli elitisti dietro le quinte; salvare il sistema è a tutti gli effetti fuori dal loro controllo e quello che hanno fatto è stato scoperto.

Molti paesi hanno seguito la direzione degli Stati Uniti, del Regno Unito e dell’Europa, accumulando deficit che sono spesso impossibili da pagare. Fondamentalmente il sistema bancario mondiale è in bacarotta. La Fed e la BCE comprano debito e debito tossico, così come debito sovrano; i fondi usati a questo scopo vengono creati dal nulla. Prima o poi ci sarà un importantissimo incontro internazionale per rivalutare, svalutare e per rendersi contumaci multilateralmente. Questa può essere l’unica soluzione a 40 anni di sregolatezza e valute piatte. L’attuale copertura delle banche centrali, di Wall Street, delle banche e della City di Londra non durerà a lungo. In tutto il mondo la disoccupazione e l’inflazione elevata stanno peggiorando e possono solo portare al dissesto politico e sociale. Come può un governo come quello americano continuare a spendere più del 60% delle entrate e aspettarsi che i suoi bond vengano acquistati da altri che la Fed? Nell’arco di cinque anni bisogna tagliare la spesa e aumentare le tasse. Se ciò non accade e verranno introdotti il 3° round di “quantitative easing” (3QE o allegerimento quantitativo, ndt) e maggiori incentivi, allora ci sarà un’ulteriore crescita del debito e dell’inflazione. Alla fine ci sarà il collasso finanziario.

Bob Chapman
Fonte: www.globalresearch.ca
Link: http://www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=2
23.03.2011

Traduzione per www.comedonchisciotte.org cura di cura FEDERICA RAINALDI

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
13 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
13
0
È il momento di condividere le tue opinionix