Home / ComeDonChisciotte / CLAMOROSO! ARRESTATO IL GRANDE VECCHIO DEL TERRORISMO INTERNAZIONALE

CLAMOROSO! ARRESTATO IL GRANDE VECCHIO DEL TERRORISMO INTERNAZIONALE

DI HS
comedonchisciotte.org

Interrompiamo le trasmissioni di Rete Marte per questa edizione straordinaria del TG. La nostra redazione terrestre ha fatto uno scoop eccezionale, un colpo destinato a rimanere negli annali del giornalismo intergalattico.

Nonostante lo strettissimo e dovuto riserbo degli inquirenti sono trapelate significative ed importanti indiscrezioni e oggi – noi, impavidi cronisti di Rete Marte – siamo in grado di fornire ai nostri affezionati telespettatori tutti i dettagli principali del più clamoroso arresto del millennio.

Quattro delle nostre fonti più attendibili – le quali, oggi, tengono a far conoscere il loro contributo in questo colpo giornalistico – confermano… Il pifferaio magico, il brutto anatroccolo, la piccola fiammiferaia ed il cappellaio matto hanno fornito versioni pressoché concordi su tutti gli sviluppi della vicenda.

La storia in tutti i suoi particolari è a dir poco incredibile: il Grande Vecchio del terrorismo internazionale, l’ispiratore dei kamikaze e della guerriglia di matrice islamista sarebbe nelle mani degli uomini più qualificati delle polizie internazionali e nazionali specializzate nell’antiterrorismo.

L’inquietante personaggio che teneva le fila del più pericoloso ed efferato estremismo antiamericano ed antisionista è ben noto al pubblico televisivo, cinematografico e teatrale di una certa età trattandosi nientemeno che dell’anziano cantante e showman Johnny Dorelli, la cui apparizione pubblica più recente risale ad un recente festival di Sanremo.

La rivelazione è veramente incredibile e fa il paio con il clamoroso vecchio scoop del giornale satirico “Il Male” che identificò nel grande attore Ugo Tognazzi il capo e la mente della Brigate Rosse.
Successivamente si scoprì che le riunioni della Direzione Strategica dell’organizzazione terroristica “rossa” venivano tenute a casa Vinello con grande disappunto della moglie dell’amico e collega di Tognazzi, Sandra Mondaini (“Che barba… che noia… che barba… cha noia!).
Le Brigate Rosse si dissolsero decretando la “ritirata strategica” in seguito a divergenze e scissioni interne. In particolare si formarono due fazioni delle quali una capeggiata dal terribile e pagliaccesco militante Sbirulino. Fu quest’ultimo la causa della dipartita di Tognazzi il quale, caduto in depressione, si suicidò ponendo definitivamente fine alla tragica e disperata avventura brigatista.

La vicenda politica, umana e militante di Johnny Dorelli si sta rivelando ancor più travagliata e tempestosa, ma qui conviene procedere con ordine nelle tappe del difficile percorso investigativo confortati dalla testimonianza preziosa del gatto con gli stivali.

La vicenda prese avvio con una telefonata anonima alla redazione del programma di Raitre “Chi l’ha visto ?”. Il misterioso telefonista affermò recisamente di sapere dove era nascosta la piccola Denise Pipitone aggiungendo che avrebbe fornito ulteriori particolari sulla scomparsa solo se si fosse presentata personalmente la conduttrice del programma, la signora Federica Sciarelli.

L’appuntamento era stato concordato per il lido di Cesenatico ove l’interlocutore misterioso si sarebbe fatto riconoscere all’ultimo momento. La presenza delle forze dell’ordine avrebbe fatto saltare l’incontro.

Nonostante l’appetibilità dello scoop la Sciarelli titubava… Chi la vide alla vigilia di quel fatidico giorno giura e spergiura che la conduttrice mostrava segni di depressione e delusione. Pare che alla giornalista televisiva non sorridesse granchè ritrovare la piccola Denise che in quei cinque lunghi anni di conduzione del popolare programma aveva fatto la sua fortuna. “Cavallo che vince non si cambia!” soleva ripetere. Fin dalla prima puntata aveva seguito il caos della scomparsa della bimba tanto da affezionarsene… Alla scomparsa, intendo… Donna di solidi sentimenti umani, la Sciarelli non ne ha mai fatto veramente una questione di notorietà e di audience. Bisogna comprendere l’atteggiamento di una persona che ha convissuto con l’assenza di una bambina per così tanto tempo ! C’è chi ha giurato di averla vista con le lacrime agli occhi e qualche collega ha testimoniato di averla consolata. “Su su Fede… magari è solo la telefonata di un mitomane. Vedrai che non la troveremo!”.

Più che il dolor potea il dovere… Con il validissimo supporto di un cameraman esperto e armata di telecamerina si recò a Cesenatico per allestire una puntatona speciale di “Chi l’ha visto?” sul presunto ritrovamento della piccola Denise.
Lo spettacolo che le si parò innanzi agli occhi era quello di un litorale semideserto occupato solamente da un uomo imponente. Bello, alto e affascinante, il misterioso e tenebroso personaggio era vestito all’hawaiana, portava bermuda e prendeva il sole in compagnia con due gran pezzi di figliole nordiche e biondone sorseggiando una bibita ghiacciata da una cannuccia. Se fosse stato un attore avrebbe sicuramente accumulato una gran fortuna ad Hollywood. La Sciarelli inforcò gli occhiali e pensò fra sé “Incredibile, non può essere che lui!”. L’individuo lanciò un’occhiata di sbieco e dopo aver posato gli occhiali da sole indirizzò alla giornalista un occhiolino malizioso.
Come colomba dal disio chiamata la Sciarelli si involò con una fretta affamata!

Quel che segue è la registrazione fedele di una storica ed inedita intervista che noi della redazione del TG di Rete Marte siamo in grado di proporre agli amici telespettatori che sempre più numerosi ci seguono.

OBL (rivolgendosi alle biondone) – OK bambine. Ora andate pure a giocare con le paperelle che il vostro papi deve lavorare…-

FS (con sincero stupore) – Ma… ma… ma lei è lo “Sceicco del Terrore”, quello dell’11 Settembre – (tono di voce concitato da scolaretta)

OBL – Per servirti baby, ma la mia fama è piuttosto usurpata. Gradirei ci dessimo del tu… Sai, per rompere il ghiaccio… –

FS – Sono sempre stata una tua segreta ammiratrice ! Puoi firmarmi un autografo ? –

OBL – Non c’è problema, baby. Te lo faccio su questo turbante… –

FS – Oh ! Sisissi… –

OBL – Bene Fede ora spara ! –

FS (con aria smarrita) – In che senso, scusa ? –

OBL – Beh ! Nel senso professionale del termine. –

FS – Non capisco… –

OBL – Oh scusa ! Che sbadato ! Nel senso professionale della tua professione, baby. –

FS – Oh sì ! Ma come mai un personaggio come te si trova in questa squallida e desolata spiaggia di Cesenatico ? Per sottrarti forse alla vigilanza dei servizi segreti di mezzo mondo, mio bel furbacchione ? –

OBL – No. La verità è che è tutta colpa della Crisi. Sarei dovuto andare alle Barbedos, vedere facce, incontrare gente, visitare luoghi, ma mi sono fidato di consulenti finanziari totalmente inaffidabili e i miei investimenti sono andati in fumo ! Maledetti siano i derivati e chi li ha inventati ! –

FS – Hai ragione ! Siamo nelle mani di autentici farabutti. Sapessi cosa è successo ad una mia carissima amica… Ma non divaghiamo e veniamo a noi ! Osama, come hai fatto a sottrarti a quel controllo della CIA e dell’NSA così pervasivo ed asfissiante da consentire ai loro satelliti di sondarti pure il buchino del culetto ? – (arrossisce)

OBL – Ma dove vivi baby ? Quelli sono colleghi e fra compagni di lavoro ci si aiuta ! _-

FS – Che intendi dire mio bel tenebroso ? Di lavorare forse per la CIA ? –

OBL – Beh ! Nella vita bisogna pure potersi guadagnare la pagnotta onestamente. Contratto di lavoro, contributi., ecc… Quando ancora ero uno sbarbato ho deciso di farmi una vita sudando e per questo mi sono fatto assumere dagli americani. Ad ogni bombardamento i miei colleghi mi avvertivano. Sudan, Iraq, Libano, Afganistan, ecc… In effetti, però, ultimamente si è esagerato davvero un pochino e io l’ho anche riferito ai miei colleghi yankees: “Cazzo, col casino che state facendo rischiate di colpirmi veramente !” –

FS (sconvolta) – Mi stai quindi dicendo che sei realmente stipendiato dalla CIA ? –

OBL – Baby, allora me stai a cojionà… Nell’ambiente lo sanno tutti e gli americani si fidano solo dei migliori… Sono un solerte agente della CIA ancora per poco… Tre anni e raggiungo l’età pensionabile. D’altronde è anche ora che tiri i remi in barca perché sono pure cagionevole di salute e più volte ho fatto domanda per una pensioncina di invalidità. –

FS – Ed è stata accolta ? –

OBL – Macchè ! In fatto di indennità gli americani sono un vero disastro ! Per forza – dico io – spendono tutto in petrolio ed armamenti ! Per questo sono venuto qui da voi, in Italia, a Cesenatico. A parte il fatto che qui una pensione di invalidità non si rifiuta a nessuno, è stato il mio medico di famiglia a prescrivermi una cura a base di sana aria salmastra. E’ stato veramente categorico ed irremovibile su questo punto ! “Osama” ha detto il dottore “con la vita che stai facendo rischi di non arrivare ad una vecchiaia serena e tranquilla”. Invece quegli stronzi dei miei principali hanno continuato a mandarmi in posti orribili e lesivi per la salute di chiunque. Eppure io l’ho ripetuto più volte che le grotte non posso sopportarle. Soffro l’umidità e ho gli attacchi di claustrofobia ! –

FS (materna) – Poverino ! Ma la tua famiglia non soffrirà per la tua mancanza ? Non hai mai pensato di tornare da loro ? –

OBL – Baby, ma tu lo sai quale aria si respira a casa dei miei ? Io me ne sono andato per cambiare vita, altrochè ! Sono gente oppressiva e retrograda. Figurati che da piccolo temevo che mi pescassero con le mani nella marmellata per poi tagliarmele. Pensa te ! Non c’è mai stato dialogo ! E io ho sempre scongiurato i miei principali che mi assegnassero presso gente civilizzata, terroristi progressisti… Insomma gente con cui puoi avere un dialogo. Invece da chi mi inviano i dannati yankees ? Dai mujaheddin e dai talebani. Ma tu guarda che sfiga ! Oltretutto io non ho mai sopportato il burqa e le donne le preferisco senza veli. –

FS (con un tono di simulato imbarazzo) – Ma cosa dici mio bel micione del deserto ? –

OBL – E tu, baby, lo sai che non sei affatto male ? Mai provato a posare per un calendario ? –

FS (cercando di rimanere composta) – Ehm… Immagino comunque che i tuoi familiari saranno in pensiero ? Non puoi rassicurarli da questo schermo ? –

OBL – I miei familiari in apprensione ! Ma lo sai quanti siamo ? Solo con la metà dei componenti potremmo fondare un sultanato di discrete dimensioni. Siamo tanti ma così tanto che spesso confondiamo i nostri nomi. Non puoi neanche lontanamente immaginare quante volte mi hanno chiamato Abdel, Abdullah, Ahmed, ecc… E siamo solo all’inizio dell’alfabeto ! Non sono l’unico ad essersene andato… Non sai quanto può essere irritante essere chiamato decine di volte con il nome di un altro che, magari, non è neanche di famiglia. –

FS – Ti capisco, amore, ma come si declama abitualmente in queste occasioni “The show must go on” – (si rivolge direttamente alla telecamera del suo operatore) – e questo è “Chi l’ha visto ?”, il programma per casalinghe dalla lacrima facile e per pensionati un pochino svaporiti. Per piacere, fai la rassicurazione ai tuoi cari – (bacino bacino) – suddai, fallo per me, mia incontenibile volpe del deserto. – (bacino bacino)

OBL – OK baby, ma lo faccio solo per u tuoi begli occhi. Vengo meglio di profilo o frontale ? –

FS – Frontale tesoro, stenderesti perfino Lawrence d’Arabia ed Omar Sharif. –

OBL – Bene ! – (pausa solenne come di meditazione o concentrazione) – mamma, papà, fratelli tutti, cugini, affini, nonni, zii, pronipoti e maggiordomi, è da quel bombardamento di cinque anni fa che non abbiamo più avuto l’occasione di sentirci. Comunque volevo solo rassicuravi… Io sto bene e sono a Cesenatico con questa mia amica. Spero di riabbracciarvi il più presto possibile. Tantissimi bacioni ! Ah, dimenticavo ! Baciate per me quel vecchio cagnaccio pidocchioso di Fuffi. – (occhiolino alla telecamera)

FS (entusiasta) – Grande, veramente grande ! Buona la prima ! –

OBL – Non hai visto ancora nulla baby ! Avrei potuto fare l’attore ad Hollywood, ma Tom Cruise è arrivato prima e il mio credo religioso contrasta con i dogmi di Scientology. –

FS – E quali sono i dogmi di Scientology ? –

OBL – Boh ! Non m’intendo molto di teologia. –

FS – Ehm… Torniamo a noi, Osama – (tono adorante) – Puoi finalmente svelarci i retroscena di quegli attentati che hanno sconvolto il mondo in quel fatidico 11 Settembre di otto anni fa ? –

OBL – Uff… Ancora con quella storia ! Posso solo ribadire che si è semplicemente trattato di una piccola questioncella di affari con il mio amico Georgie. E’ stato un piccolo equivoco, una ragazzata… –

FS (incredula) – Prego ? –

OBL – Eddai baby, tu sei una donna di mondo, sicuramente con molte esperienze sulle spalle… –

FS – Che genere di esperienze ? –

OBL – Professionali, baby… Ho avuto il piccolo scrupolo di informarmi e ho telefonato a quel mattacchione di Cossiga che – parola mia – ne sa una più del diavolo e pure il suo contrario. E’ un tipo molto geloso, baby… Per te rinuncerebbe anche al suo catetere… Per quel che concerne la questioncella sai bene quanto me che in questo piccolo mondo di piccoli ed innocenti affarucci di petrolio, droga, armi, ecc…ogni tanto accadono incomprensioni, divergenze e malintesi. Poi., però, siamo persone adulte, civili e vaccinate: ragioniamo, troviamo l’accordo e ci stringiamo la mano. –

FS (in tono ancor più adorante) – Ama come parli bene ! –

OBL – Ho sempre amato l’avventura, baby. Sapessi quante storie e quanti aneddoti potrei raccontar… – (squilla il cellulare di OBL. La suoneria è la celebre sigla del telefilm per ragazzi “Pippi Calzelunghe”. OBL arrossisce per l’imbarazzo.) – Uh ! Lupus in fabula ! – (si rivolge al suo interlocutore telefonico) – Ma è mai possibile che tu mi debba sempre chiamare nei momenti più inopportuni Georgie ! Si si, lo so… E’ tutto sistemato e fidati una buona volta ! Ne parleremo a quattrocchi. Calmati… Non ti preoccupare ! – (il tono della conversazione è sempre più concitato) – Cazzo ! Ti giuro che non verrò in aereo e non ti agitare… Stai calmo ! Sisissi, grazie. In famiglia dovrebbero stare tutti bene o almeno cinque anni fa non c’erano problemi… Tu salutami papi. No, guarda che non hai capito… Non quello di Villa Certosa, il tuo papi, hai capito ? Papi Senior ! E dagli ancora con questa Villa Certosa ! Non posso venire, Georgie, la mia agenda è colma di impegni. Si si, ho capito, ciao, ciao… – (riattacca irritato)

OBL – George Bush Junior. Bravo ragazzo anche se un pochino pirla. Già prima non era una cima, ma la presidenza ne ha fatto un autentico scemo di guerra. A proposito, dove eravamo rimasti ? –

FS – Agli aneddoti… –

OBL – Ah già ! Figurati che in questi anni ho incontrato perfino Bernie ! –

FS – Il topolino della Disney ? –

OBL – No, non quello… Bernardo Provengano, intendo, il campione mondiale di latitanza. –

FS (eccitata) – Maddai ! Veramente ? –

OBL – Si si e ti devo raccontare una cosa interessante… Voi giornalisti avete erroneamente attribuito ai pizzini l’abilità di Bernie a sfuggire ai controlli ed alla sorveglianza dei poliziotti e dei carabinieri italiani. La verità, però, è che non avrebbe potuto comunicare diversamente… –

FS – Come ? –

OBL – Quarant’anni di latitanza non sono uno scherzo ! Lui si è talmente abituato a comunicare con i pizzini da non poter fare altrimenti. –

FS – Vorresti dire che… –

OBL – Dipendesse da lui parlerebbe volentieri al cellulare, ma si è talmente assuefatto ai pizzini ! Pure nei colloqui faccia a faccia è costretto a ricorrervi… –

FS – Così, se per caso gli venisse la voglia di una sigaretta dovrebbe chiederla scrivendo la richiesta su un foglietto e allo stesso modo dovrebbe venire trascritta la risposta. –

OBL (sinceramente rattristato) – Precisamente… Capisci che tragedia ! Povero Zu’ Bernie ! Io stesso ho assistito a una scena veramente pietosa. Accadde alla cena a cui mi invitò qualche anno or sono… A un certo punto vidi con questi miei occhi Zu’ Bernie che consegnava alla moglie un pizzino su cui aveva scritto “ Per favore cara, mi passi il sale ?” e la sua dolce metà che, allo stesso modo rispondeva con un “Sì” tratteggiato con estrema cura e grazia. Che scena commovente, baby ! Ho ancora le lacrime agli occhi quando ci penso ! –

FS – Poverino ! Ma può guarire da questa malattia ? –

OBL – Purtroppo no, baby… La medicina ha fatto passi da gigante, ma per ora si può solo rallentare il decorso della patologia. D’altronde lui le ha provate tutte e si è fatto pure ricoverare nella più rinomata clinica per latitanti della mafia e della camorra. – (OBL accorato china il capo)

FS ( gli mette una mano sulla spalla) – Mi spiace veramente ! Hai un bel ricordo di Zu’ Bernie ? –

OBL – Non ho mai conosciuto un grand’uomo come lui… Un esempio di onestà, saggezza e rettitudine per tutti noi ! Rammenti quel suo amico che faceva il boss a Corleone ? Quello un po’ tappo che ogni tanto si lasciava sfuggire una bombetta di troppo ? Ah si, Totò u’ Curto… Quello che i carabinieri del ROS non riuscivano a vedere perché davvero troppo basso. E più i carabinieri del ROS si abbassavano più si abbassava pure Totò tanto che i militi rimasero incroccati ! Da morì ! Tutto finì quando i carabinieri del ROS si decisero a far pedinare il boss dai sette nani. Tornando a Bernie, beh ! Lui ripeteva sempre che a Totò che era ora di finirla con le bombette. All’inizio è comprensibile lasciarsene scappare qualcuna, ma poi diventa un vero vizio ! D’altronde si trova sempre un accomodamento. Siamo o non siamo persone civili e che diamine ! – (tono appassionato)

FS – Gran personaggio Zu’ Bernie, vero ? –

OBL – Ho imparato molto da lui… Mi tempestava di pizzini per convincermi… E’ stato grazie a lui che faticosamente mi sono riconciliato con Georgie ! Siamo o non siamo una Grande Famiglia globale eccheccazzo ! Una immensa, magnifica e voluminosa Cosa Nostra mondiale ! Come amava dir… pardon, “pizzinare” Zu’ Bernie: “ Ma perché litigare fra noi ! Noi, Stato e Mafia, non siamo in fondo sulla stessa barca !” –

FS – Tesoro, tutto ciò è molto ma molto interessante, ma non stai dimenticando qualcosa ? –

OBL – Sarebbe ? –

FS – La ragione per cui mi hai chiamato… –

OBL – Urc… Che sbadato ! E’ vero ! –

FS – Allora spara ! –

OBL afferra un Kalashnykov e lo impugna…

FS (spaventata) – Noooo… Intendevo nel senso professionale della mia professione ! –

OBL – Scusami baby. Spesso mi prende la nostalgia per il passato, di quando ero ancora giovane, aitante e di belle speranze. Quando, ancora in salute, con i miei compagni falciavo i fottuti invasori bolscevichi in quantità industriale che neanche Rambo… –

FS (in stato di completa esaltazione) – Quei fottuti bastardi ! Sei stato veramente straordinario… Mi hai fatto una paura incredibile, giuro ! Sembravi tanto Sandokan ed io vorrei tanto essere la tua perla di Labuan ! –

OBL – Niente male, non è vero baby ! Ad ogni modo per quella storia della piccola Denise Pipitone… –

FS ascolta trepidante ad orecchie completamente spalancate…

OBL – Forse avrai capito che io non so nulla. Non ho la minima idea di dove si possa trovare quella bambina. –

FS scoppia in un irrefrenabile e smisurato urlo di gioia

OBL (sussultando) – Ma porca putt… Che succede ? Ma vuoi proprio farmi prendere un infarto ? Ho quattro bypass… –

FS – Scusa tesoro… Volevo dire… Povera bimba… Ehm… Chissà dove potrà mai essere… –

OBL (visibilmente alterato) – Molto semplicemente mi sono appigliato a quella storia per poter più facilmente contattare te e la redazione di “Chi l’ha visto ?”, perché sono veramente ma veramente molto incazzato e pure con te, baby. –

FS – Ma perché ? Io ti ho sempre ammirato ! Sei uno che buca lo schermo… –

OBL – Allora dimmi tu che deve fare un povero cristo perché la televisione gli dedichi un poco di attenzione. Farla finita con il mondo ? Bombardare l’Iraq ? Proporsi al “Grande Fratello” o partecipare ad “Amici” o “X Factor” ? Per inciso: io so fare molte cose, pure il giocoliere, ma disgraziatamente non so cantare. –

FS – Scusa, ma io che c’entro ? –

OBL – Devi ammettere, baby, che nel mio piccolo ho combinato un bel casino. Inizialmente i media non avevano occhi che per me… Ma tu lo sai quanto era lunga la fila dei giornalisti che voleva intervistarmi nella mia grotta ? E tutto mente a pochi passi i miei colleghi bombardavano coronando il paesaggio di fantasmagorici effetti pirotecnici ! Che meraviglia ! Che spettacolo ! Ma presto tutto è finito perché quel gran pirla di Georgie si è fissato con Saddam e con l’Iraq. Ma cosa avrà fatto mai per meritarsi un simile trattamento ? Il mondo è terribilmente ingiusto… –

FS – Sono veramente costernata, tesoro… –

OBL – Ho tentato di tutto per rilanciare la mia immagine… Ho pure fatto molta public relation e ho lanciato una miriade di noiosi e patetici proclami sulla “guerra santa” tramite televisione, internet, fax… Ma nisba ! Ho pure scritto numerose volte alla tua redazione ma senza un briciolo di risposta ! Eppure quale scomparso può essere più celebre e famoso di me ! Invece vi siete occupati di tutto e di tutti, pure del povero Zù Bernie. Ma che v’ho fatto di male ? Ed anche tu, con questa assurda fissazione per quell’insulsa mocciosa sicula ! Sono più di cinque anni che non perdo una puntata della tua trasmissione, ma quando attacchi con lei, sinceramente, sei una lagna e di una noia mortale… mortale più di me ! –

FS (sinceramente dispiaciuta) – Cosa posso fare per rimediare, mio dolce e malinconico “Sceicco del Terrore” ? –

OBL – Non preoccuparti, baby. Sono io che faccio qualcosa per te. Oltretutto la mia immagine sarà rilanciata in grande stile ! Stammi a sentire, oltre allo scoop sul mio clamoroso ritrovamento a Cesenatico ti offro una chicca senza precedenti che ti condurrà direttamente sull’Olimpo del Giornalismo Mondiale. –

FS (incuriosita) – DI che si tratta ? –

OBL – Libero ormai da ogni vincolo di segretezza (e familiare aggiungerei dire…), posso finalmente svelare al mondo intero l’identità del Grande Vecchio del Terrorismo Mondiale, colui che tira le fila di tutto e di tutti. Io stesso altro non sono che una pedina nelle sue viscide mani. –

FS (eccitatissima fino all’orgasmo) – Mammamia che emozione ! E’ forse qualche alto papavero targato CIA, mio bellissimo fico del bigoncio ? –

OBL (dopo una sonora risata) – No, quella è roba più recente, un buon lavoro molto remunerativo. Parlo di qualcuno che si colloca a livelli ben superiori, cosmici oserei aggiungere come per fare poesia. –

FS si assenta per andare in bagno non trattenendosi più per l’emozione e ritorna grondante di sudore e stravolta

FS – Non tenermi più sulle spine mio tesoro ! Chi è il Grande Vecchio ? –

OBL – E va bene, punta la telecamera… Il Grande Vecchio è… –

FS (ripetendo a pappagallo) -… è… –

OBL – Johnny… –

FS – Johnny… –

OBL -… Dorelli ! –

FS (sorpresa) – Johnny Dore… Johnny Dorelli !!!???? –

OBL (in tutta calma) – Precisamente baby. Pensavi forse a Topo Gigio ? –

FS – Intendi proprio quel Johnny Dorelli ? L’attore, cantante e showman che ha fatto “Aggiungi un posto a tavola” ? –

OBL – Proprio lui e tra l’altro ero fra le comparse del suo spettacolo… Beh ! Poi di che ti sorprendi ? Più insospettabile di così si muore ! –

FS – Ma caro ! Ho bisogno di maggiori elementi a supporto della tua rivelazione. Se presento un servizio del genere – su Dorelli leader del terrorismo islamista mondiale – sia pure confortata dalla tua impareggiabile presenza, faccio la figura della povera rincoglionita davanti a milioni di telespettatori. –

OBL – OK, Baby ! Voglio confessarti qualcosa che non sai della mia tempestosa ed affascinante vita . La schiera di donne che ha perso la testa per me è piuttosto nutrita e consistente. –

FS (adorante) – Non stento a crederlo ! –

OBL – Una metà ha perso la testa per il mio impareggiabile sex appeal, ma l’altra l’ha persa perché metteva in dubbio le mie parole e non è stata una perdita letterale ! –

FS (deglutisce) – Non stento a crederlo ! –

OBL (ridendo) – Ti sei messa paura, baby ? Non ti preoccupare, stavo solo scherzando. Ogni tanto mi piace fare il burlone. Tornando a Johnny, hai presente quella sua canzone di alcuni lustri or sono ? Quella che faceva “Arriva la bomba”… Ricordi il testo ? –

FS – “Arriva la bomba…” –

OBL – “che scoppia e rimbomba…”

FS – “si tratta…”

OBL – “DI ME !”

FS – Caspita ! Come non ho fatto a pensarci prima ! E’ Johnny Dorelli il vero padre del terrorismo kamikaze ! –

OBL – Precisamente ! Aggiungi poi che immediatamente dopo quella canzone si è scatenata la prima vera ondata terroristica internazionale –

FS – Non puoi darmi qualche dettaglio in più ? –

OBL – Certamente baby ! A circa la metà degli anni Settanta – proprio nell’estate del 1975 – eravamo a Parigi ove prenotammo un tavolo al Moulin Rouge. In quella serata di amici eravamo io e Khomeini, Garinei e Giovannini. Solo più tardi Johnny si unì alla combriccola accompagnato da Moira Orfei, Don Mazzi e Gianni Rivera. –

FS (ridendo incredula) – Maddai ! E magari c’era pure Mike Buongiorno ! –

OBL – Beh ! In effetti lo avevo chiamato, ma mi disse che aveva un appuntamento urgente a Villa Certosa con quel suo famoso socio. A quei tempi stavano progettando l’allestimento di in grande network televisivo privato e spesso Mike veniva da me a mendicare qualche soldino… –

FS – Allora era una cena d’affari ? –

OBL – A dire il vero non saprei confermartelo, ma ricordo di aver chiamato Mike da un telefono pubblico. Non si capiva un accidente ! Era tutto un mugolare, un ansimare e rantolare. Poi, ad un certo punto ho udito chiaramente la voce di Mike che gridava forsennato “Signora Longari, mi è cascata sull’uccellooooo! Allegriaaaaa!” – (OBL imita la voce di Mike Buongiorno)

FS (ride a crepapelle) – Ah! Ah! Ah! Somigliantissimissimisssimo… Sei meglio te di Noschese e Corrado Guzzanti messi assieme –

OBL – Non ti ho forse sempre detto che sono tagliato per il mondo dello spettacolo ? D’altronde sono o non sono lo “Sceicco Virtuale”? –

FS – Tornando a Johnny… –

OBL – Devo purtroppo precisare che non è mai stato un tipo molto puntuale. A quei tempi era già sorvegliato dai carabinieri del ROS perché sospettato di cattocomunismo. Per eludere quel controllo si presentò al nostro tavolo camuffato da Dorellik. –

FS – ????????? –

OBL (scoppia in un’altra sonora risata) – Avresti dovuto vederlo con la calzamaglia nera ! E la faccia di Khomeini di cui tutto può essere detto, ma non si può negare che fosse uomo serio e morigerato. Per tutta la serata è rimasto con lo sguardo fisso e perso nel vuoto ! Più tardi si è avvicinato al tavolo un tale che voleva conoscere a tutti i costi la nipote dell’illustre filosofo Kant. –

FS – Ehm… Cos’è successo durante quella riunione segreta ? Avete pianificato una nuova e devastante campagna del terrore ? –

OBL – Sai com’è, baby ! Un bicchierino tira l’altro e poi vai a sapere cosa succede nella testa di un uomo brillo di fronte a tutta quella girandola di cosce e di culi. –

FS – E Johnny ? –

OBL – Parola mia, aveva una vera vocazione… Era il più radicale ed estremista di tutti ! Era ferocemente incazzato perché gli facevano cantare tutte quelle stupidissime canzoni melense ed interpretare tutti quegli insignificanti ruoli di preti, santi, maestri buoni e così via… Non sentendosi valorizzato pensò lui stesso a valorizzarsi ed il mondo avrebbe tremato ! –

FS – Grazie caro, questo scoop varrà numerosi riconoscimenti internazionali. –

OBL (sospirando) – Adesso te ne andrai con la gloria ed il successo lasciandomi su questo squallido litorale. –

FS – Caro, perché la metti su questo tono ? –

OBL – Tu non sai qual che io ho passato in questi anni ! Dopo avermi vezzeggiato mi hanno lasciato sono come un cane. Voi giornalisti siete tutti uguali ! –

FS (lo carezza) – Su su, lo sai che non è vero … –

OBL (singhiozzando) – Anche la mia vita sentimentale è a pezzi. La mia ragazza mi ha lasciato ! –

FS (continua a carezzarlo) – Sono cose che succedono caro… Circostanze della vita… Poi passa tutto… –

OBL – Per lei avrei fatto qualsiasi cosa ! Pareva così adorabile ! – (si soffia rumorosamente il naso)

FS – La conosco per caso ? –

OBL – Sì baby. E’ la tua illustre collega Giovanna Botteri ! –

FS – Uh ! Ma quella lì non l’ho mai potuta soffrire. Smorfiosa e sciacquetta… Non ti merita, tesoro! –

OBL (asciugandosi le lacrime) – Sai, lei ha sempre avuto questo impulso incontenibile… Ogni volta che fiutava un’esplosione – pareva un cane da tartufo – afferrava il cellulare e lo filmava. Si eccitava tantissimo… –

FS (soffoca a stento una risatina) – Maddai! Giura! –

OBL – Si si, è proprio così ! Per farle piacere ho girato tutto il globo realizzando i botti e le esplosioni più grandiose, fantasmagoriche e fantasiose. Modestamente sono un drago in questo campo. Giovanna – tutta adorante e felice – filmava avidamente. Soleva poi ripetermi che ero il suo “Sceicco del Terrore” preferito. Io ribattevo perplesso che ero anche l’unico. –

FS (con stizza tipicamente femminile) – Che stupida ! Come ha fatto a lasciarti quella sciacquetta ? –

OBL – Accadde tutto quando venne mandata in Iraq. Si divertiva come una matta ! Completamente euforica girava fra le macerie con il suo cellulare e filmava, filmava, filmava… Poi arrivarono i carriarmati americani a Bagdad e lei ad inseguirli come un’invasata… Quando la chiamavo mi rispondeva con una voce strana, molto metallica ripetendo le stesse parole “Disneyland è qui !” –

FS – Poi cosa è successo ? –

OBL – Mi piantò per quel gran pirletto di Georgie e ora sta in America tutta raggiante e pimpante. Per un certo periodo come un povero stronzo le telefonavo quotidianamente per farle capire che quando hai alle spalle la più potente macchina militare ed industriale del mondo puoi permetterti tutti i botti che vuoi. Ma lei picche ! –

FS – Che razza di (BIIIIPPPP!!!!) –

OBL (scoppiando in nuovo pianto a dirotto) – Nessuno apprezza più il buon vecchio artigianato di una volta ! –

FS – Povero caro ! –

OBL – E’ dura quando una donna ti lascia ma è ancor più dura quando un amico ti tradisce anche se è un gran pirla ! –

FS – Su dai, vedrai che passerà ! –

OBL – Ma io mi sento terribilmente solo ! –

FS – Perché dici questo, amore. Tu hai me ! –

OBL – Dici sul serio ! –

FS – Altrochè ! Per te sono disposta a rinunciare alla mia carriera. –

OBL – Sei fantastica, baby ! –

FS – Oh, sisissi, lo so ! –

OBL – E per questo che voglio essere sincero con te, baby, perché su Denise non ti ho raccontato tutta la verità. –

FS – Allora sai dov’è la bambina ? –

OBL (a capo chino quasi vergognandosi) – In effetti l’ho rapita e ora la tengo segregata in un posto sicuro. –

FS – Ma perché ? –

OBL (ancora singhiozzando) – Ma cosa credi possa fare uno straniero extracomunitario in Italia ? Rapisce bambini ed io ho rapito una bambina ! Solo che poi non sapevo cosa farne. Non potevo chiedere alcun riscatto perché la famiglia della piccola non è facoltosa. E’ vero che il mercato offre una miriade di possibilità: mercato degli schiavi, della prostituzione, della pedopornografia, ecc… Ma quella bimba mi ha commosso e me ne sono affezionato… –

FS – Tesoro, sono orgogliosa di te ! Ma ora come pensi di regolarti ? –

OBL – La mia idea era questa: andare in Sierra Leone per fare di Denise una perfetta baby soldatessa. Il suo futuro sarebbe assicurato. Sai, ho il terrore che qui in Italia finisca per frequentare qualche cattiva compagnia. –

FS (lasciandosi scappare una lacrimuccia e con una tonalità di voce vagamente fantozziana) – Come umano sei ! E pensare che i miei colleghi ti dipingono come una specie di mostro ! –

OBL – Ti amo per la vita, baby ! –

FS – Anch’io, mio sceicco bianco ! –

I due si baciano con ardita passione.

OBL – Ti amerò con tutto il cuor ! –

FS – Con passione e con ardor… –

OBL – Te lo giuro sul mio onor. –

FS – E ti porto nel mio cuor. –

OBL – Nella giuria e nel dolor ! –

FS – Se senor ! –

OBL – Dalle Alpi alle Piramidi… –

FS – Dal Manzanarre al Reno… –

OBL – Di quel seguro il fulmine… –

FS – Tenea dietro il baleno… –

OBL – Quiproquo ! –

FS – Veni, vidi, vici ! –

OBL – Da qui all’eternità ! –

FS – Viaggeremo oltre i confini del mondo. –

OBL – Scruteremo al di là dell’orizzonte… –

FS – Anche l’Uomo del Monte ! –

OBL – Cheeeee ??? –

FS (un pochino smarrita si corregge) – Ehm… Niente niente… Consigli per gli acquisti ! Vieni amore che ti devo presentare a mammà ! –

Il filmato si interrompe.

La fuga della Sciarelli ha costretto i vertici RAI ad affidare il programma di Raitre alle solide mani di Fabio Fazio e Luciana Littizzetto la quale intervistata a proposito di quella scelta ha elegantemente commentato “Siamo nella merda “. Guest star d’eccezione ed ospite fisso Maria De Filippi. Tutti gli scomparsi che verranno ritrovati transiteranno direttamente da Raitre ad “Amici” ove potranno sfoggiare tutta la loro abilità canora.

Oltre ad occuparsi della fuga e della scomparsa di Bin Laden e della Sciarelli con la piccola Denise – presumibilmente riparati in qualche località della Sierra Leone – la nuova conduzione di “Chi l’ha visto ?” affronterà lo scabroso caso “Sim sala bim”, la sparizione del mago Silvan durante un numero di magia fin troppo riuscito. Ancor più clamoroso e scottante il caso della scomparsa di un altro mago – ma cosa c’è ? Un’ epidemia ? – vale a dire Harry Potter Veltroni. In realtà pesanti indizi confermerebbero che si tratta di una leggenda metropolitana o di un lugubre parto della fantasia più malata. In effetti nessuno è ancora riuscito a dimostrare l’esistenza di Harry Potter Veltroni, tantomeno ricorrendo alla ferrea logica cartesiana. La sigla del nuovo ed innovativo ciclo del programma sarà curata da Claudio Baglioni con la collaborazione dei Cugini di Campagna – ormai definitivamente stabiliti in città – e di Andrea Camilleri per i testi. A “Che tempo che fa” approderà Milena Gabanelli…

La nostra fonte nei servizi segreti – nome in codice Birimbobirambo – oltre ad aver consegnato personalmente alla nostra redazione il filmato che vi abbiamo mostrato ha aggiunto che le polizie di tutto il mondo si sarebbero recate in Sierra Leone per scovare Bin Laden, la Sciarelli e la piccola Denise Pipitone. Ormai rassegnata, la madre della piccola ha intravisto uno spiraglio di speranza dichiarando “ Almeno potrà farsi una vita ! Quaggiù da noi in Sicilia e nel Sud c’è troppa disoccupazione…”.

La nostra fonte ha poi confermato l’attenzione degli organismi internazionali dell’antiterrorismo nei confronti del superterrorista Johnny Dorelli il quale sarebbe stato prelevato da casa sua e trasferito prima ad Abu Ghraib e poi a Guantanamo. “Lo abbiamo trattato con i guanti bianchi…” ha precisato per rispondere ad eventuali obiezioni sulle possibili lesioni dei diritti dell’arrestato “Noi dei servizi segreti siamo abituati a non lasciare tracce.” Pare che l’ex cantante ed attore abbia fornito particolari preziosi sulla sua insospettabile attività criminosa agli inquirenti. Tutto sarebbe iniziato a casa di Nico Fidenco e, oltre a Johnny Dorelli, sarebbero stati presenti alla famigerata riunione Tony Dallara, Pino Donaggio e i Vianella. Non reputandosi all’altezza, Renato Rascel si tirò indietro, mentre Gianni Morandi – il più giovane della congrega – si fece mandare dalla mamma a prendere il latte e non tornò più. Fra le donne dell’organizzazione Gloria Guida – futura moglie di Dorelli -, Edwige Fenech, Barbara Bouchet, Laura Antonelli e Nadia Cassini le quali all’unisono hanno smentito su tutta la linea ammettendo però che l’idea di convertirsi all’islamismo più radicale le avrebbe solleticate perchè con il burqa avrebbero finalmente potuto girare coperte. Fra le varie posizioni si aggraverebbe particolarmente quella della Fenech perché nata a Bona in Algeria. Un elemento sfuggito alla sagacia dei carabinieri del ROS. “Noi pensavamo fosse nata bona ! Punto !”. E’ stato il commento irritato che ci hanno rilasciato gli intrepidi militari.
Fra le altre importanti rivelazioni di Dorelli quella sulla vera identità del superterrorista Carlos lo Sciacallo. L’uomo imprigionato a Parigi sarebbe innocente poiché il superterrorista non sarebbe altri che il pugile Carlos Monzon…

La lotta al terrorismo sta attraversando un delicato ed importante punto di svolta: la nostra fonte ha commentato soddisfatta che su tutta la linea “Johnny Dorelli ha cantato !”. Tuttavia il capo della Polizia Manganelli – più che un nome una promessa – ha dovuto ammettere che è ancora necessario mantenere il massimo livello di allerta e di emergenza. Tutte le forze, pure i civili, sono mobilitate ! Pure l’agente Spaccarotella – altro nome e altra promessa, peraltro mantenuta – è stato riammesso al servizio. Com’è noto l’agente è stato assolto dall’accusa di omicidio del giovane tifoso Gabriele Sandri. Con un irripetibile coup de teatre degno del più teso e serrato thriller, Spaccarotella ha svelato la sua vera identità durante una drammatica udienza. “My name is Bond, James Bond !” ha ammesso sotto gli occhi esterrefatti dei giudici e degli altri presenti. Al servizio segreto di Sua Maestà britannica e, come tale, provvisto della licenza di uccidere dimenticata, però, in quel frangente nel cruscotto della sua inimitabile Aston Martin.
Il momento è grave e solenne per l’ordine pubblico e per la difesa di tutto l’Occidente – senza dimenticare i simpatici elettrodomestici – ! Per il reclutamento delle ronde più o meno padane sono stati liberati gli istituti psichiatrici, mentre il Ministero degli Interni conferma che ad ogni donna di età compresa fra i 3 e gli 80 anni verrà assegnato un simpatico militare antistupro. In qualche caso con grande gioia del milite !

Nonostante i proclami trionfalistici affiora il terribile sospetto della montatura. La nostra attendibile fonte ha riferito di un Dorelli disperato e piangente. L’anziano cantante avrebbe confessato “Io quelle ammissioni le ho fatte perché credevo di essere su “Scherzi a parte”, ma poi mi è venuto il dubbio… Ogni volta che tacevo giù botte della Madonna !”. Anche il filmato non sarebbe altro che un’abile manipolazione dei servizi. Alla fine, signori telespettatori dei Rete Marte, anche i nodi più ingarbugliati vengono al pettine ! La citata fonte ha rivelato ai nostri microfoni i contorni di una manovra del Presidente del Consiglio – Papi per le donzelle e Omino di Burro per gli amichetti -. Il piano sarebbe stato orchestrato dalla sua abile regia per distogliere l’attenzione dai fallimenti del governo e dai guai personali.

L’operazione è stata ideata durante un summit a Villa Certosa ove, per una volta sola, il piacere ha lasciato il posto al dovere. L’Omino di Burro si sarebbe giovato della consulenza di marketing politico di uno staff composto dai terribili ed astuti alieni del pianeta Papalla, gli essere tronfi e gonfi di Nulla. In quella terribile notte di tregenda anonimi testimoni avrebbero udito la cavernosa e cupa voce del premier risuonare ossessivamente nell’aere ripetendo “Il mondo è miiiiooooo…”
Dopo la riuscita del piano l’Omino di Burro avrebbe festeggiato a fiumi di champagne con gli alieni Papalla. Purtroppo nessuno ha tenuto in giusto conto gli effetti collaterali… Il gas alcolico avrebbe determinato il gonfiamento smisurato degli orribili Papalla lanciandoli verso gli spazi siderali. Lo stesso effetto si sarebbe prodotto sull’Omino di Burro il quale, però, è senz’altro volato oltre quegli spazi. Si tira un sospiro di sollievo…

Ma…

Cari concittadini…

Continuate a temere…

Perché sempre ritornano !

Alla nostra redazione è pervenuto un aggiornamento: i cervelloni dei nostri servizi segreti – con l’immancabile e prezioso contributo degli impavidi carabinieri del ROS – stanno già lavorando alacremente su un nuovo scottante affaire: è già stata predisposta la sorveglianza dell’insospettabile capo o, meglio capa, della setta della Rosa Rossa, la celebre e storica vincitrice del Festival di Sanremo Nilla Pizzi. Segretamente dedicò la sua celeberrima canzone all’indimenticato Pietro Pacciani e ai suoi compagni di merende e – maremma maiala ! – che merende !

E con quest’ultima notizia si chiude l’edizione straordinaria del TG di Rete Marte.
Signore e signori buonanotte e, mi raccomando, quando tornate a casa dai vostri bambini date loro una martellata per addormentarli. I risultati sono assicurati e forse anche troppo !

Saluti marziani

HS

Fonte: www.comedonchisciotte.org
13.08.2009

Massima del grande ed infallibile saggio marziano: se sei uomo che si è fatto da solo, non fare lo sporcaccione ! Tira almeno la catena !

Pubblicato da Davide

  • vic

    Inizio cablogramma

    Arriva or ora dalla NASA la conferma dei rumori circolanti in questi ultimi tempi: stop

    su Marte ahime’ c’e’ poca, pochissima acqua. stop
    in compenso si affoga nel vino. stop
    presunti marziani essere tutti ubriachi fradici. stop

    Salute a tutti. stop stop
    Fine cablogramma

  • Gabbiano

    Cablogramma da rete Marte-

    Non credere ai cablogrammi della NASA-stop-

    Sono tutti USionisti buggiardi- stopo-

    Hanno tantissimi amici anche in rete -stop-

    Vogliono solo diffamarci e uccidere l’unica cosa libera che abbiamo-stop-

    La vostra/nostra fantasia-stop-

    Al prossimo cablogramma-stop-

  • tersite

    clap!…però: vino veritas; poi i delirii mi fanno..impazzire, questo era pure verosimile(per quel che ne so io dei protagonisti citati). hs monta sull’astronave e torna giù!..che nn ti si sta più dietro.

  • contesenzapalazzo

    “Arriva or ora dalla NASA la conferma dei rumori circolanti in questi ultimi tempi”

    Non per essere scurrile, ma di quali rumori parli?

  • HS

    News dal TG di Rete Marte:

    Signore e signori buongiorno.

    Passiamo in rassegna le principali notizie di oggi:

    – I nostri scienziati hanno fatto un incredibile scoperta: il compianto cantante Lucio Battisti era uno di noi. E’ stata rinvenuta presso i nostri archivi galattico musicali la copia della prima incisione di “Pensieri e parole” la quale esordirebbe con il seguente verso: “Che ne sai tu di un cerchio nel grano”. Sconcerto fra i luminari i quali hanno sempre ritenuta più probabile l’origine marziana di un altro celebre Lucio: Dalla.

    – Cordoglio e commozione nel mondo della televisione e dello spettacolo per la scomparsa non proprio prematura di Topo Gigio. Saranno celebrati i Funerali di Stato nel corso dei quali interverrà il celebre collega Provolino. Molto discussa, invece, la partecipazione di Kermit la Rana. I contestatori più radicali si oppongono recisamente alla presenza dei “pupazzi al servizio delle multinazionali americane”.

    – Dopo aver letto ad Avola un testo di Evola su Muzio Scevola – ma non ci metteremmo la mano sul fuoco – l’onorevole leghista Mario Borghezio ha tentato un esperimento niestzchano all’ultimo piano del Pirellone con tanto di mantello e calzamaglia. Purtroppo il tentativo è fallito.

    – Tragico incidente alla redazione del “Giornale”: il neodirettore Vittorio Feltri si è punto per errore con la sua punta intinta nel veleno.

    – Premiate le ambizioni filosofico intellettuali del duo Berlusconi e Veltroni i quali hanno ripreso una celebre opera di Jean Paul Sartre adattandola per teatro, “L’Essere e il Nulla”. Qualche commentatore – il solito comunista – vi ha ravvisato spunti autobiografici. Naturalmente il testo verrà pubblicato dalla Mondadori.

    Termina questa edizione del mattino del TG Marte e a voi tutti, vicini e lontani, terrestri e marziani, l’augurio di trascorrere una felice e serena giornata. Almeno nell’intervallo da un’edizione all’altra…

    News da Marte: notizie da sorbire e digerire, perchè, a quanto pare, “in vino veritas”…

    E se questa verità desse ragione a noi marziani ?

  • marcello1950

    la versione esatta sarebbe:
    Strage di giornalisti: dopo Feltri sono morti Mauro, Boffo ecc. nochè Dagospia tutti sono prematuramenti morti per essersi punti con la loro penna.

  • HS

    Con questo post HS si congeda forse definitivamente da comedonchisciotte per motivi che, come ribadito altrove, nulla hanno a che fare con la collaborazione con il sito ma per motivi familiari e di salute piuttosto seri.

    Difficilmente riprenderà a scrivere e, sporadicamente, commentare…

    A coloro che mi invitano a scendere da Marte per deporre la penna dell’immaginazione e riprendere con pezzi più “seri” e meditati rispondo che, purtroppo, in un caso come nell’altro, mi è impossibile continuare anche se vorrei regalare, a chi lo desidera, articoli di tenore diverso, da gradire e su cui riflettere…

    A coloro che hanno sottolineato i difetti di prolissità ed eccessiva “fioritura” del mio stile, un grazie di cuore anche se difficilmente avrei mutato il mio modo di scrivere arzigololato.
    Siete stati comunque molto pazienti !

    Agli altri, ai detrattori e a coloro che mi detestano finalmente qualche motivo in più per gioire ! Come si scriveva una volta sui muri: “Uno di meno”. Beh ! Altri tempi e altra sostanza poco virtuale, ma non mente il sangue avvelenato di chi si sente depositario di Verità che, costi quel che costi, bisogna condividere… Ovvio che vi prenda per il culo !

    Ancora un’ultima parola: perchè dovrei scendere da Marte dopo aver visto il quotidiano stillicidio perpetrato da voi terrestri ?
    A volte mi sembra che solo la pazzia potrebbe essere l’inevitabile atteggiamento di chi non china gli occhi di fronte a tante nefandezze.
    Marte come Orlando finì sulla Luna…
    D’altronde il generoso don Chisciotte non era forse un tantino tocco ?

    Il senso di questa piccola, agghiacciante e fantastica parodia ?

    Vi risponderò con altre domande:

    E’ più facile credere all’assassinio di Rino Gaetano da parte di una potentissima setta o pensare a Dorelli come il Grande Vecchio del terrorismo ?

    Sono più reali gli extraterrestri rettiliani o i Papalla ?

    E’ più complessa e verosimile la realtà prospettata da questa storiella o quella propinata da taluni ?

    E ancora: complotti e congiure hanno percorso tutta la Storia, altroè, invece il discorso di chi concepisce la Storia come una gigantesca macchinazione ordiata da una Super razza e da una Superclass (non importa se si tratta di alieni, massoni, sette sataniche o cos’altro, tutto fa brodo…), perchè solleva tutti dalle responsabilità… In fondo, come reagire a quello che non è, si badi bene, un complotto, ma l’essenza stessa della Storia che vedrebbe una razza di Superuomini (come definirli altrimenti) dominare su tutti gli altri… I veri complotti sarebbero quelli ideati ed organizzati dalle minoranze che si oppongono a questo agghiacciante status quo con l’invitabile esito di fallire, dato che è pressochè impossibile opporsi all’essenza della Storia.

    Oppure la verità più semplice e alla portata di tutti è che quelle elite che hanno in mano le sorti del Pianeta (senza rimanere intrecciati nelle radici della Storia) e che si fanno anche la guerra fra loro per il profitto e per il potere presentano molte affinità con noi, “gente comune”… Perchè se c’è molta disinformazione, molta manipolazione non si può negare che a questo Sistema che ha garantito una certa quota di “benessere” per un certo periodo, è stato data legittimazione e consenso. Molti ci stavano e ci stanno bene e non lo cambierebbero anche oggi per nulla al mondo (vista poi l’assenza di alternative…).

    Allora il discorso è anche culturale e bisogna cominciare a trovare il mondo di penetrare nelle menti e nell’anima delle persone.

    L’informazione non basta più…

    Il compiacimento di chi si crogiola nei Grandi Complotti, invece, non ci sposta di un millimetro dalla nostra attuale posizione e forse ci fa pure retrocedere…