A Lamezia il manifesto pro libera informazione

Un cittadino a spese proprie ha fatto affiggere in città un manifesto in cui sostituisce ai canali mainstream quelli liberi

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Un cittadino di Lamezia Terme ha affisso a spese proprie un manifesto in cui incita a confrontare i canali di regime con i nostri portali liberi. Sulla sinistra del manifesto, barrati da una X, ci sono i primi nove canali del digitale terrestre, ognuno sostituito rispettivamente da: RadioRadio, ComeDonChisciotte, Luogocomune, Byoblu, Il Vaso di Pandora, Canale Italia, Border Nights, Visione TV, Casa del Sole TV.

Il tutto accompagnato da un appello alla cittadinanza:

Prima di etichettare/giudicare questi canali, ascoltateli attentamente con calma, confrontate ciò che vi dicono con quello che vi racconta la TV di casa, poi riflettete, ragionate e infine decidete con la vostra testa! Si dovrebbero barrare anche tante emittenti locali, che come il mainstream nazionale sta divulgando tante paure e falsità, e la maggior parte sono pagate con soldi pubblici!

Gli utenti della libera informazione ormai sono milioni. Segno che gli italiani si sono stufati di essere tenuti costantemente nel terrore, invischiati in una rete di menzogne, come dimostra la fuga dal mainstream, con l’auditel ai minimi storici. E chi si risveglia vuole anche che lo facciano gli altri, come dimostra l’azione del coraggioso cittadino di Lamezia Terme, che ringraziamo di cuore.

MDM 20/01/2022

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
3 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
3
0
È il momento di condividere le tue opinionix