Home / ComeDonChisciotte / 11 SETTEMBRE: IL VOLO AA77 NON PU ESSERE STATO DIROTTATO

11 SETTEMBRE: IL VOLO AA77 NON PU ESSERE STATO DIROTTATO

A CURA DI RÉSEAU VOLTAIRE

Documenti declassificati mostrano che la portiera della cabina è sempre rimasta chiusa a chiave. Sarebbe dunque stato impossibile per i dirottatori entrarvi o fare uscire il pilota durante il volo.

Secondo il rapporto della commissione presieduta da Kean-Hamilton, il volo AA77 sarebbe stato dirottato da alcuni pirati dell’aria l’11 settembre e si sarebbe schiantato contro il Pentagono.

Il rapporto precisa che il dirottamento sarebbe avvenuto tra le 8:51 (ora dell’ultimo contatto radio) e le 8:54 (ora in cui l’aereo cambia rotta); che, essendosi interrotto il contatto col transponder, le traccie dell’apparecchio sono state perse alle ore 8:56. Solo alle ore 9:32, l’aviazione civile nota un aereo in prossimità di Washington, che viene identificato, per deduzione, essere il volo AA77.

Il rapporto precisa altresì che le due passeggere Renée May e la giornalista Barbara Olson hanno indicato per telefono ai loro cari il fatto che sull’aereo ci fossero 6 dirottatori (e non cinque) armati di taglierini. Secondo la testimonianza di Ted Olson, procuratore generale degli Stati Uniti, sua moglie avrebbe precisato che i passeggeri sarebbero stati raggruppati nella parte finale del Boeing, e gli avrebbe chiesto quali istruzioni trasmettere al capitano, il quale si trovava con lei.

Le testimonianze dei passeggeri sono già state invalidate dall’indagine dell’ FBI, al momento del processo Moussaoui. In quella occasione, è stato stabilito come non fosse possibile, al tempo, effettuare telefonate da una tale altitudine e che, del resto, non vi era traccia di queste conversazioni nei rilevamenti delle compagnie telefoniche.

I documenti del National Transportation Safety Board (NTSB), nuovamente declassificati su richiesta dell’associazione « Pilot for 9/11 Truth », fanno risultare la registrazione del parametro « CI » intitolato « Flight Deck Door ». Quest’ultimo mostra che la portiera della cabina è rimasta chiusa a chiave. Sarebbe dunque stato impossibile entrarvi o farne uscire il pilota durante il volo.

In queste condizioni, solo il comandante Charles F. Burlingame e il copilota David Charlebois si trovavano nella cabina nel momento in cui l’aereo ha cambiato rotta.

Il comandante Charles F. Burlingame era un ex-pilota di caccia della Navy. E’ stato portavoce del Pentagono durante l’operazione Tempesta del deserto. E’ ugualmente stato responsabile di un esercizio di simulazione che metteva in scena il possibile schianto di un aereo di linea sul Pentagono. In virtù di una legge ad hoc, i suoi presunti resti sono stati inumati nel prestigioso cimitero militare d’Arlington, seppure la sua sia stata considerata una morte in vesti civili. Sua sorella Debra Burlingame co-presiede assieme a Liz Cheney (figlia del vice-presidente Dick Ceney) l’associazione Keep America Safe.

Titolo originale: “11-Septembre : le vol AA77 n’a pas pu être détourné”

Fonte: http://www.voltairenet.org
Link
29.11.2009

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di RAMONA RUGGERI

Pubblicato da Das schloss

  • morfina

    “il sensore relativo all’apertura o chiusura della porta di accesso alla cabina di pilotaggio è stato montato soltanto nei velivoli prodotti a partire dal 1997 (American Airlines 77 era un Boeing 757 costruito nel 1991)”

    E’ vero questo? oppure potrebbe essere stato installato successivamente questo sensore su American Airlines 77?

    “il parametro in questione era impostato su CLOSED anche per tutti i voli precedenti (per un totale di circa 40 ore) registrati dallo strumento.”

    Quindi come avrebbero fatto i piloti ad entrare nell’aereo, oppure andare al bagno o farsi portare un caffe?

    Io sono tra quelli che crede ci siano zone d’ombra dietro all’attentato dell’11 settembre ed è per questo che cerco la verità.
    le frasi virgolettate sono prese da Attivissimo.

  • cloroalclero

    Tutte stronzate. Se passa la storia della cabina, passa la storia che al pentagono c’è stato un aereo. E invece non c’è stato nessun aereo che potesse colpire l’edificio a quel modo, è una questione FISICA. L’ha spiegato bene giulietto chiesa nella puntata di matrix e c’è anche nel libro ZERO. Nessuna aereo, è stato un missile, sicur.
    Questo post è spazzatura.
    ciao

  • myone

    cloro, alla fine il sunto sta’ in questo: un aereo vuoto teleguidato con un missile al suo interno. I passeggeri? se ne vedono le foto di qualcuno morto.
    l’ aereo? ce ne sono di foto di pezzi d’ aereo di carrelli e di motori all’ interno del pentagono. Vai nel sito 11 9 dove confutano nella stessa misura con il vero, tutte le supposizioni del falso.

    La cosa sta’ cosi; se hanno fatto faranno, se faranno, faranno ancora diversamente, ma quello che vorranno fare faranno e quello che ne uscira’ ne uscira’.
    Quando si guarda indietro, non si fa’ altro che il gioco del prima, perche’ si e’ in un deserto di dati e di informazione da riempire, e a seconda di come gira, credi di qui e credi di la’, ma la chiave non l’ ha nessuno per parire quello che c’e’ stato veramente.
    Purtroppo siamo in un mondo mentale a questo modo.
    Niete prove? Niente evidenza.
    E allora l’ evidenza vera, e’ quella di non guardare piu’ un modo e uno stato delle cose, ma farne un’ altro, che spingendo o no, prenda il posto del vecchio, e instauri il nuovo.

    Altro non si puo’ dire e ne fare, se non cosi.
    IL fatto e’ fatto, sono passati 8-9 anni, e che e’ cambiato? Nulla. Il fatto e’ rimasto, e le cose sono sempre andate avanti come sono.
    Volerne altre? Basta farle. E solo quando le fai, allora le possiedi, le possiedi se non come base che non siano cosi, come sono ora.

  • backtime

    e tu la VERITA’ la cerchi sui siti di Attivissimo? stai fresco a cercarla in bocca a un mistificatore che nega le evidenze.

    Ha sbagliato Dio a immettere al mondo gli uomini, figurati un solo uomo a sua volta, quante possibilità ha di sbagliare.

    Credo più alle mie gambe che mi alzano la mattina, non altrettanto credo al mio cervello, che sia in grado di farmi passare una lodevole giornata.

    Sveglia ragazzo che la guerra è finita ed i tedeschi che vedi sono turisti non più invasori.

    Buona giornata.

  • mazzi

    Ma non pensi che proprio questo dovrebbe a maggior ragione accreditare l’ipotesi che quello che ha colpito il pentagono non fosse un aereo di linea?——————–

    La tua mi sembra una presa di posizione non dico gratuita ma eccessiva.————–

    In fin dei conti l’articolo dice che l’areo che in teoria, e secondo la VU, avrebbe colpito il pentagono, in pratica non poteva essere dirottato. Tutto qui.

  • morfina

    Non preoccuparti di dove cerco la verità. Ho segnalato la fonte delle frasi riportate solo per chiarezza, avrei potuto prenderle anche dall’unità o dal sito di Chiesa/Mazzucco, per me non c’è differenza.

    Mi sembra comunque di capire che tu non hai le risposte alle mie questioni… quindi cosa cavolo sprechi a fare bytes per dare consigli che non ti ho rischiesto? (quest’ultima frase è posta sotto forma di domanda, ma non richiede una effettiva tua risposta per non rischiare di perdere altro tempo).

    P.S.
    Vorrei una lista dei siti dove è lecito cercare la VERITA’, quelli certificati io voglio. Ah, non dimenticare di postare il link sulla VERITA’ in riferimento al lotto che avrei bisogno di sapere in anticipo i VERI numri della prossima estrazione.

  • AldoVincent

    Tutto qui, mica tanto.
    Perchè se l’aereo non poteva essere diruttato e il Pentagono è stato colpito da un missile
    dov’è finito l’aereo e tutte le persone a bordo?
    I morti ci sono e l’aereo non è che puoi nasconderlo, almeno che non sia coinvolto Copperfield…

    Aldo Vincent

    http://www.giornalismi.info/aldovincent

  • lucamartinelli

    le liste passeggeri erano false. l’aereo non è mai partito. cmq Meissan è stato il primo a mostrare le foto prese appena avvenuto l’impatto. non c’era nessun aereo. saluti

  • AldoVincent

    Non va bene nemmeno cosi’.
    Scusa sai, sembro pedante, ma in realtà io leggo e diffondo notizie.
    Se l’aereo non è mai partito questa ultima testimonianza non avrebbe valore, perchè non esiste nessun record che dimostri che la cabina era rimasta chiusa durante il volo.

    Ho l’impressione che le varie testimonianze si contraddicano tra loro aumentando la confusione. non metto in dubbio le evidenze che emersero allora. E’ questa ultima asserzione che mi lascia perplesso. Le registrazioni delle telefonate le abbiamo ascoltate. Ci sono nomi e cognomi delle vittime.
    Com’è possibile che non si potesse telefonare dall’aereo?
    Decine di complici? Troppo complicato.
    Un’altra contraddizione?
    Mah

  • Firenze137

    Spiego il mio approccio a questo genere di questioni, e cioè quelle come le scie chimiche, le torri gemelle e simili dove si scatenano i complottisti e i “realisti” o anti-bufalisti (Attivissimo è uno che si da da fare contro i complottisti.. ) l’uno contro gli altri armati con produzione di migliaia di righe di post, ognuno con la propria tesi da difendere per mostrare i) quento lui ne sa ii) quanto lui è bravo a scrivere iii) molto spesso anche quanto lui è bravo ad offendere.

    Atteso che nessuno di noi si può improvvisare investigatore e atteso anche che nessuno di noi ha diretto accesso alle fonti quando trattasi di questioni militari, difesa, ecc.. a che serve scannarsi ? Di ogni questione si portà sempre dire TUTTO ed il CONTRARIO di TUTTO.

    Come dovremmo invece secondo me impiegare le energie ed il TEMPO che utilizziamo per scrivere ?: pretendendo che le Istituzioni e non Attivissimo e/o Mazzucco ci diano le risposte alle quali abbiamo diritto !

    Mi sono interessato di scie. Bene. A quelli che dicono che le scie non sono naturali scie di condensazione, ma sono scie chimiche , gli altri oppongono sempre “dammi le prove” se no non ci credo. Cioè io dovrei noleggiare un aereo, andare dietro ad un velivolo che irrora schifezze, raccogliere i campioni, farli analizzare ecc. pur essendo quasi certo che anche se portassi le prove sarebbero contestabili. Allora dico io perchè le Istituzioni ( le varie interpellanze, Di Pietro simili) se non ci danno la risposta provata noi rimaniamo immobili e non ci inc..mo pur sapendo che anche una piccola contraddizione (come quelle qui citate per l’aereo del pentagono… la porta aperta/chiusa… i cellulari .. ) dovrebbe insospettirci e farci alzare il sedere dalla sedia immediatamente per per sapere.. per amore della verità ? Lo so è molto più facile e comodo chiederlo a Di Pietro e così lui da bravo “paladino” si fa promotore della solita istanza popolare raccogli-voti..ma la verità ?. Lui/noi/voi/ avete avuto una risposta sull’argomento scie esaudiente ? NO Allora caro Di Pietro tu che sei stato anche un magistrato, perchè su questo argomento non ti scateni come fai con gli altri argomenti ?

    Credetemi. E’ tempo perso. Chi fa da se fa per tre. Uniamo le forze e le risorse e pretendiamo !.

  • bauz76

    le scie chimiche secondo me sono una minchiata nel senso esteso del concetto, visto che constatando due semplici fatti 1-ci sono giorni in cui il cielo è totalmente limpido e passano lo stesso centinaia di aereri 2- altri giorni il cielo è stranamente solcato da decine di scie, uno si chiede: Ma perchè? O meglio: perchè questi fantomatici aerei irrorano le loro misteriose schifezze a giorni alterni, essendo poi ovviamente aerei di linea e non specifici aerei che vengono mandati a compiere questa missione planetaria? Credo che sia assai più facile dare spiegazioni di tipo metereologico anche perchè onestamente la cosa che mi lascia veramente piu’ perplesso su questo complotto scioso è la seguente: A CHI GIOVA? QUALE SAREBBE IL VANTAGGIO-SCOPO DI TUTTA QUESTA MACCHINAZIONE MONDIALE DI DIFFICILISSIMA ESECUZIONE? LE risposte che adducono i fan delle scie mi paiono davvero delle evanescenti teorie basate su soppsizioni e ipotesi lontane. Io non riesco a vederci un fine plausibile. Se l’11 settmebre aveva da subito delle implicazioni geopolitiche perlomeno evidenti, come molti altri eventi di grande attenzione, questo delle scie mi sembra forzare qualcosa che realmente è troppo grande per giustificare -lo ripeto- una macchinazione DI TALI DIMENSIONI. Quindi non nego che possano esseri aerei che spandono merda appositamente per loschi fini, ma non credo che sia tutto organizzato in modo che ogni scia che si vede (spesso) in cielo sia opera del grande fratello che vuole ricoprire il pianeta di chissá quali sostanze.