Home / ComeDonChisciotte / STATO: UN DIO IN TERRA, UN DIO MORTALE
15092-thumb.jpg

STATO: UN DIO IN TERRA, UN DIO MORTALE

DI ROSANNA SPADINI

comedonchisciotte.org

Filippo Taddei, responsabile economico del piddì, nonché professore alla prestigiosissima John Hopkins University, dice: «L’intero mercato è destinato a cambiare e con esso anche la mentalità dei lavoratori italiani. Dobbiamo abituare la gente che l’istruzione sarà molto più lunga e costosa, le assunzioni a tempo indeterminato molte di meno, i tempi di lavoro più lunghi, i pensionamenti verranno posticipati. Le riforme non hanno solo un fine economico, ma anche e soprattutto sociale perché servono a modificare la mentalità lavorativa degli italiani.» Capito?

Hanno fatto il deserto e l’hanno chiamato “Europa”. È la schiavitù postmoderna, la globalizzazione della miseria, il neocolonialismo di pochi soggetti privati potenti, i banksters e le multinazionali, che giocano con la sorte dei popoli e la vita delle persone. È un vero e proprio piano di schiavitù dichiarato, che si sta realizzando grazie al consenso dei cittadini italiani, e tramitele riforme piddine volute dall’Ocse, che devono procuraresuggestioni comportamentali, istruzioni di condotta formulate in maniera assolutamente esplicita:

1) devi aggiornarti e cambiare mentalità, te lo chiede l’Europa!

2) l’istruzione diventerà privata, quindi sarà molto più costosa, aggiornati!

3) anche la sanità diventerà privata, lo vuole lo zio Sam

4) le assunzioni a tempo indeterminato non esistono più, cosa credevi?

5) dovrai lavorare di più e guadagnare di meno, è la globalizzazione bellezza …

6) alla pensione ci penserai domani, c’è tempo …

Gli infamoni eurocrati procedono indisturbati nel loro piano criminale, sostenendo con ogni mezzo disponibile la solita guerra contro tutto ciò che è pubblico: scuola, sanità, spesa statale, pensioni, welfare state. Il “capitalismo da casinò” sta saccheggiando i paesi che l’hanno adottato, costringendoli fin sull’orlo di un default, oggi è toccato alla Grecia, domani toccherà all’Italia, il cui Sud ha un Pil ancora peggiore, e poi agli altri Piigs, sporchi e luridi maiali che hanno vissuto al di sopra delle loro possibilità e ora osano piangere lacrime di coccodrillo. Non l’ha detto apertamente il presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker, ma insomma … l’ha fatto intendere, durante un’intervista rilasciata ai giornalisti del gruppo Lena (Repubblica).

Juncker avrebbe detto a proposito della Grecia, con falso buonismo: “Sì perché abbiamo evitato il peggio. Ma su questo punto, come sull’immigrazione, ho constatato una rottura di fatto – che fino a quel momento era virtuale – dei legami di solidarietà in Europa. E dunque esco da questa esperienza contento ma non felice. Ne esco molto preoccupato per il futuro. Non parlo solo della Grecia, c’è un insieme di elementi che ci fanno preoccupare molto. Ad ogni modo l’accordo è buono perché esiste. Nella vita di una coppia ci sono momenti difficili dove ci sono dubbi e ci interroghiamo sul nostro futuro insieme. Poi però torniamo in noi per paura del futuro. A un certo punto avevo detto che il nuovo governo greco si stava per suicidare per paura di morire. Abbiamo evitato la morte e abbiamo fatto di tutto per evitare il suicidio”.

Ma Juncker, nel momento in cui pronunciava queste gravi parole, non ha tenuto conto di alcune incongruenze ipocrite che emergevano dalla sua affermazione:

1) il concetto di solidarietà europea in che cosa consiste?

2) se non si parla solo della Grecia, quali altre preoccupazioni ci sono?

3) quale paura esiste per il futuro?

4) l’accordo con la Grecia è “buono” solo perché “esiste”?

5) il governo greco se fosse uscito dall’Eurozona si sarebbe suicidato?

6) con l’accordo greco si è evitata la morte dell’Eurozona?

Insomma Juncker, il “coniglio ebbro”, non si è accorto di aver detto alcune enormità illogiche, perché ha parlato della mancanza di solidarietà tra gli stati di un Unione che assomiglia sempre di più ad un vero e proprio lager, che sta smantellando i diritti democratici dei cittadini. Egli parla di fallimento dello Stato come di cosa normale, e non si accorge dell’assurdità giurisdizionale, perché le categorie del diritto pubblico sostengono che lo “stato sovrano” non è un contraente come tutti gli altri, e dunque se per caso incorre in crisi finanziarie che lo mettono in difficoltà, ha diversi modi per onorare i propri debiti, magari non solo con l’austerity, come’è avvenuto appunto nel lager dell’Eurozona, quindi può ad esempio aumentare il prelievo fiscale, ma non in maniera eccessiva per non deprimere la domanda interna, può ridurre il proprio debito attraverso un haircut, può stampare carta moneta, perché la zecca e la sovranità monetaria sono organi vitali dello stato moderno.

Infatti fondamentale per la nascita dello Stato Moderno fu l’istituzionalizzazione del diritto di coniare moneta e la conseguente affermazione di un’economia monetaria. Le retribuzioni professionali cominciarono ad avvenire tramite salari pagati in valuta corrente e non più in natura, come invece accadeva nel sistema feudale. In particolare lo Stato si afferma in Europa intorno al XV secolo, in seguito ad un progressivo accentramento del potere e della territorialità. Scompare infatti la frammentazione verticistica del sistema feudale , a vantaggio di potere centrale che governa su di un determinato territorio, che subordina anche la Chiesa al potere dello Stato. Questo processo è rafforzato dall’emergere della borghesia e dalla sua esigenza di solidità economica e protezione del patrimonio.

Le prime avvisaglie della nascita della nuova classe sociale borghese si ritrovano in molti testi anche anteriori, per esempio in molte novelle del “Decameron” di Giovanni Boccaccio (1348-53). La splendida novella di Federigo degli Alberighi, termina con una frase molto significativa. ” Li fratelli, udendo l’animo di lei e conoscendo Federigo da molto, quantunque povero fosse, sì come ella volle, lei con tutte le sue ricchezze gli donarono. Il quale così fatta donna e cui egli cotanto amata avea per moglie vedendosi, e oltre a ciò ricchissima, in letizia con lei, miglior massaio fatto, terminò gli anni suoi.” Tutti ricorderanno la novella in cui Federigo, della nobile famiglia degli Alberighi, sperpera tutte le proprie ricchezze per catturare l’amore di monna Giovanna, ed arriva addirittura a sacrificare il suo “buon falcone” per amore di lei, offrendoglielo arrostito come piatto prelibato, non avendo più alcuna possibilità di dedicarle un pranzo convenientemente sontuoso. Insomma alla fine della novella, quando monna Giovanna decide di sposarlo e di renderlo quindi di nuovo ricco, grazie alle enormi ricchezze da lei ereditate, il Boccaccio dice una cosa molto curiosa, appunto che Federigo da quel momento in poi divenne “miglior massaio”. La novella dunque attesta la morte dell’aristocrazia, divenuta ormai una classe sociale improduttiva e parassitaria in quel dato momento storico e certifica la nascita della borghesia, che mirava appunto ad essere una “buona massaia” della modernità, cioè attenta alla solidità economica e preoccupata della tutela del proprio patrimonio.

Un’altra delle dinamiche fondanti degli stati moderni sono state anche le guerre di religione del ‘500, prodotte dalla perdita di centralità della cristianità medievale, e nate dalla Riforma Protestante. Il risultato di questo processo fu l’affermazione tecnica e secolare della sovranità dello stato, che inizia ad utilizzare un apparato amministrativo professionale per l’esercizio concreto del potere, secondo procedure sempre più organizzate.

Questa nuova forma di potere, sostenuta espressamente dalla borghesia, rappresenterà la garanzia di una maggiore stabilità del potere politico, sempre più svincolato dalla religione, attraverso quel tipico processo di secolarizzazione che permetterà la nascita dei valori democratici, sorti durante l’Illuminismo, e affermatesi nell’unica dimensione storicamente possibile: lo Stato Nazione.

«Questa è l’origine del grande “Leviatano” – dirà Thomas Hobbes – o meglio, per parlare con più riverenza, di quel “Diomortale (Mortal God) al quale noi dobbiamo, al di sotto del “Dio immortale”, la nostra pace e la nostra difesa. Infatti con l’autorità concessagli da ogni singolo individuo dello Stato, egli possiede tanto potere e tanta forza, che è in condizione di ridurre tutte le volontà alla pace comune in patria e al reciproco aiuto contro nemici esterni. Proprio in ciò consiste l’essenza dello Stato; esso è, per volerlo definire, una persona dei cui atti una grande moltitudine, in base a dei patti reciproci, si è considerata essa stessa l’autrice, affinché tale persona possa usare la forza e i mezzi di tutti, nel modo che riterrà più utile, per la loro pace e la comune difesa.» (Th. Hobbes, Leviathan)

Un “dio in terra” dunque, un “dio mortale”, però le ragioni della sua eventuale morte erano tutte di diritto pubblico, conflitti intestini o sconfitte in guerra, e non erano certo ragioni di diritto commerciale, cioè di diritto privato. Se invece oggi Juncker può affermare, senza ombra di imbarazzo, che lo Stato può fallire, è perché il suo attributo fondamentale, cioè la sovranità gli è stata defraudata. Contro di lui si erge un potere che non solo lo può condizionare, ma lo può addirittura distruggere. Lo Stato dunque perde, fallisce, muore di fronte a una nuova sovranità, la sovranità dei creditori privati. E dove muore lo stato, muore la democrazia.

Però … non ditelo troppo in giro … non vi crederanno !!

Rosanna Spadini

Fonte: www.comedonchisciotte.org

2.08.2015

Riferimenti

https://it.wikipedia.org/wiki/Stato

http://sollevazione.blogspot.it/2015/05/capitalismo-casino-due-dati.html

La tragedia greca e la sovranità spodestata (GUSTAVO ZAGREBELSKY)

http://www.byoblu.com/post/2015/07/27/le-fasi-della-resa-entro-10-anni-la-fine-di-ogni-sovranita-ecco-lagenda.aspx

http://www.repubblica.it/economia/2015/07/22/news/juncker_sulla_grecia_evitato_il_peggio_ma_in_europa_si_e_rotto_il_legame_della_solidarieta_-119566649/

Pubblicato da Davide

  • FlavioBosio

    Uccidiamo il Leviatano!

    Lo Stato, o meglio gli Stati, come un cancro in metastasi sono andati troppo oltre, nascono per garantire la libertá e la sicurezza dell’individuo, come un arbitro si dovrebbero limitare a garantire il rispetto delle regole da parte di ogni giocatore ma finiscono inevitabilmente per voler essere essi stessi il giocatore cambiando le regole del gioco quando non riescono a vincere.
    A questo punto uccidere il Leviatano è l’unica soluzione per resettare il gioco e tornare ad uno Stato che si limita a garantire sicurezza e pari opportunità tra i cittadini senza occuparsi di scuola, sanità, economia e delle altre mille cose che non gli competono.
    Farà male, preparatevi!
  • Teopratico

    Dicci, dicci come può garantire sicurezza lo stato, spiega con può farlo senza essere Leviatano. Contraddizione in termini mi sembra la tua. La sicurezza per chi? Per chi ha qualcosa da perdere, giusto? E gli altri? Che oggi sono la stragrande maggioranza?

  • marcoferro

    filippo taddei è un povero idiota arrogamte. il classico esempio di idiota istruito, non è intelligente che è un’altra cosa, ma istruito. vuole, vogliono schiavi, quelli che hanno i posti di lavoro migliori e i più ben pagati fanno la predica a noi, noi diciamo no fottetevi.

  • Nieuport

    Normal
    0
    0
    1
    34
    199
    1
    1
    244
    11.1287

    0

    14
    0
    0

    Ma che cosa si è fumata questa? Inizia a parlare di Taddei e
    poi parla del Boccaccio e di Hobbes? Salari pagati in valuta e non più in
    natura come accadeva nel sistema feudale? Ma che dice? Non sa che la moneta
    esisteva da migliaia di anni?

  • SanPap

    Come puoi facilmente vedere, in natura, quando una forza prende il sopravvento sulle altre crea disastri; non esistono forze buone o cattive, esistono forze di natura differenti che devono stare in equilibrio tra loro. 

    politica e finanza non fanno eccezione;

    non si tratta di distruggere il capitalismo e sostituirlo con il socialismo o viceversa; i due sistemi devono coesistere e controbilanciarsi, uno deve correggere i difetti dell’altro.

    Lo stato socialista con la scusa di tutelarli perseguita i cittadini da prima che nascano a dopo la loro morte ? occorre cacciare i cittadini che distorcono il socialismo

    La cupidigia dei cittadini li porta ad anteporre i propri interessi a quelli di tutta la comunità ? occorre riportarli entro un egoismo accettabile.

  • giannis

    ancora e’ presto per l italia , quando vedremo per le strade tanti italiani chiedere l elemosina allora vorra dire che ci siamo

  • GhinodiSola

    Piccola precisazione: non è affatto vero che insegna a quela "prestigiosissima" università 

  • Rosanna

    Anche quella è una bufala? mi sembrava molto strano, con quella faccia … ma tutto può essere … anche Giannino aveva due lauree e un master …

  • gix

    Cercare di abbattere il leviatano è tempo perso e oltretutto sarebbe quasi impossibile riuscirci, perché il sistema attuale ha previsto tutto, ha i mezzi e le risorse per difendersi da qualunque attacco, almeno da quelli che provengono dal basso. Può essere abbattuto solo da un sistema esterno, magari più forte, che so, roba aliena per intenderci. Ma quello che occorre fare in realtà, semplicemente, è creare un sistema alternativo a quello in vigore, e fare in modo che quest’ultimo venga pian piano sostituito dal nuovo, per semplice e graduale adesione del popolo, della comunità. Purtroppo non c’è alternativa, finche non capiremo tutti, o almeno la maggior parte, che un modo di vita radicalmente diverso, un sistema migliore è possibile, nello scontro frontale con il sistema attuale siamo perdenti. Non si intende per forza il ritorno ad un sistema pauperistico, semplicemente vanno messe a confronto tutte le vecchie categorie mentali relative ad esempio al sistema economico, ai rapporti sociali ecc, con nuove possibili alternative appunto. Certo è difficile e ci vogliono mezzi per diffondere il nuovo, ma non credo che ci sia altra possibilità, lo scontro frontale con questo sistema è senza speranza.  

  • Rosanna

    Nieuport, difficile vero riconoscere la tesi implicita in un articolo? se poi ci sono tante argomentazioni e tante citazioni … ancora di più … poi a scuola magari non te l’hanno insegnato e l’autocoscienza è impegnativa, ore e ore a leggere libri …

    Ti do un aiutino allora, guarda la tesi spesso equivale al titolo

    Stato: un dio in terra, un dio mortale

    vuol dire che la sovranità appartiene allo stato, questo ha detto Hobbes nel ‘600, ed è stata una grande conquista, sai perché? perché fino a quel momento si sosteneva che la sovranità provenisse da Dio, da cui il conflitto d’interessi tra il potere temporale dell’impero e il potere spirituale del papa, i papi poi erano re e gli imperatori dovevano farsi incoronare dai papi, diretta emanazione del potere divino.

    Senza questa consapevolezza non ci sarebbe stata la democrazia che abbiamo conosciuto nell’immediato secondo dopoguerra (ora è finita), perché solo all’interno della condizione stato/nazione ha potuto affermarsi.

    Poi lo so anch’io che c’erano monete prima del medioevo e anche durante quel lungo periodo storico che dura mille anni, però il feudalesimo rappresenta proprio quella crisi delle istituzioni imperiali e quella frammentazione verticistica del potere sia politico che finanziario, che finirà con le guerre di religione e con l’affermazione appunto dello stato/nazione.

    Le altre parti dell’articolo sono citazioni e argomentazioni a sostegno della tesi …

    però se ti è ancora difficile capire, ti posso dare il cell di un pusher di mia fiducia, caso mai ti potesse potenziare la lucidità del pensiero …

  • oriundo2006

    Penso che tutti questi provvedimenti, idee, suggerimenti preconizzati e poi applicati servano solo a dare ‘valore’ ad un lavoro che sta perdendo il suo proprio valore e significato nella nostra epoca, sia per la caduta del saggio di profitto dovuta alla concorrenza sia per gli spazi di libertà dal lavoro che chi ha potuto si è conquistato, sia perché il lavoro attuale nella sua dimensione pratica ‘forzosa’ per milioni e milioni di persone è assolutamente senza alcun significato nè di promozione sociale nè di acquisizione di competenze nè infine come mezzo di mobilità sociale ‘verticale’ ( assolutamente  impossibile ). Dunque tutto quello che viene detto è inguaribilmente ‘arretrato’, è solo indice di un sistema complessivo che ha perduto la sua ragion d’essere ‘progressista’ e surrettiziamente ha bisogno di dosi sempre più massicce di ideologia per contiunare la sua provvisoria esistenza. Dopo, sarà la militarizzazione dell’economia tutta a scandire il passo dell’oca…

  • Rosanna

    Teopratico, non è una contraddizione in termini e ora cerco di spiegarmi …

    Hobbes dice che: "La condizione dell’ uomo é una condizione di guerra di ciascuno contro ogni altro".

    Quindi questo stato di guerra va superato, ma per sostituire all’impero cristiano medievale, in cui per lunghi secoli il potere temporale era entrato in conflitto con quello spirituale, un potere che fosse sostanzialmente immanente, e in cui lo stato diventasse sovrano e la vita socila degli uomini diventasse vita politica.

    Lo stato quindi diventa la forma suprema dell’organizzazione sociale, cui l’individuo dovrà sottostare per il bene comune, per l’affermazione di una società di uomini liberi, indipendenti ed uguali, che collaborano in vista del benessere e della pace.

    Lo stato padrone di Hobbes però segna la rottura definitiva con lo stato ecclesiastico medievale, e l’affermazione di un’assolutismo essenziale per lo sviluppo della borghesia.

    Il Leviathan poi purtroppo è diventato in tante occasioni della storia (assolutismo, totalitarismo) una degenerazione di questo stato "buono".

    Però senza Hobbes, senza Rousseau, Montesquieu, Voltaire,  l’Illuminismo, ma soprattutto la separazione tra stato e chiesa e l’affermazione di uno stato LAICO, non ci sarebbe mai stata la democrazia, che ora è morta.

    Con Hobbes la sovranità passa da Dio agli uomini … non è una cosa di poco conto

    Infatti in oriente la democrazia non si è mai affermata proprio per questi motivi, perché ancora oggi esistono poteri confessionali, con i vari mullah e ayatollah , e ancora oggi la sovranità viene attribuita a dio …
     
    « Io autorizzo e cedo il mio diritto di governare me stesso a quest’uomo o a questa assemblea di uomini, a questa condizione, che tu gli ceda il tuo diritto, e autorizzi tutte le sue azioni in maniera simile. Fatto ciò, la moltitudine così unita in una persona viene chiamata uno stato, in latino civitas. Questa è la generazione di quel grande Leviatano o piuttosto – per parlare con più riverenza – di quel Dio mortale, al quale noi dobbiamo, sotto il Dio immortale, la nostra pace e la nostra difesa… » (Thomas Hobbes, Leviatano p. 167)

  • clausneghe

    "Dove muore lo Stato muore la democrazia". Dice l’Autrice.

    Non sono assolutamente d’accordo e rilancio dicendo: Là dove c’è lo Stato non c’è Libertà. E nemmeno Democrazia, se è per questo.
    Muoia lo Stato e tutti i suoi servi.
    Abbiamo evidentemente, io e Rosanna,  due punti di vista diametralmente opposti, su questo argomento.
  • Rosanna

    D’accordissimo, uccidiamo il Leviatano, ma non lo stato, perché è stata l’unica possibile condizione storica in cui in occidente si è affermata la democrazia, come l’abbiamo conosciuta nell’immediato dopoguerra …

    bisogna però riconoscere che in quel momento il capitale aveva tutto l’interesse a sostenerla, perché traeva profitto dall’industria, quindi apertura di fabbriche e stato sociale per la creazione di quadri dirigenziali (ingegneri, architetti, docenti, avvocati …) che potessero far funzionare il comparto industriale …

    ora il capitale quadagna sulle transazioni finanziarie, quindi non ha più bisogno di democrazia, per di più lo stato si è dissolto in quell’organismo sovranazionale e antidemocratico che si chiama "Europa" …

    è il tempo della postdemocrazia, della democrazia autoritaria, dell’autoritarismo democratico …
    chiamatelo come volete

  • Stodler

    Come no, se muore lo stato muore la libertà, perchè se non ci fosse lo stato i più forti lascerebbero spazio libero ai più deboli?

  • Stodler

    Speriamo solo di non dover passare 1000 anni prima di ricostruire una entità statale al servizio dei cittadini.

  • Rosanna

    Perfettamente d’accordo con te … i tuoi commenti sono sempre molto acuti …
    aspettiamoci il passo dell’oca, fiscalismo rigido ed intransigente, massacro dei diritti democratici, del lavoro, del benessere sociale …

    tutto questo sta avvenendo sotto i nostri occhi, con il consenso degli italiani, che non hanno capito una mazza, e mi trovo anche d’accordo con le affermazioni di un mio amico, Valdo, che dice:

    "Occorre creare una forza politica in grado di radunare il bestiame e condurlo sulla retta via anche con l’inganno, allo scopo di migliorare l’humus vitale di tutti. Non tanto per il bestiame stesso, che merita il bastone nodoso e implacabile per la sua ignavia e la sua grettezza, ma per quei pochi che non meritano di soffrire per colpa della maggioranza."

  • Rosanna

    Infatti noi abbiamo conosciuto l’unica democrazia possibile solo in una determinata condizione storica:

    1) all’interno di uno stato nazione laico

    2) quando il capitale guadagnava nell’industria e quindi aveva bisogno di quadri dirigenziali che la facessero funzionare

    3) durante la guerra fredda, quando capitalismo e comunismo, pur nella continua avversione politica e militare, avevano però trovato una condizione di equilibrio, che consentiva ai due sistemi di limitarsi a vicenda le eventuali degenerazioni del potere

    ora tutte queste condizioni sono finite e definitivamente tramontate …

  • ROE

    Assolutamente d’accordo. Possibile con http://www.ekabank.org.

  • ROE

    Assolutamente d’accordo. Possibile con http://www.ekabank.org.

  • furibondius

    la differenza quindi fondamentale, e pericolosissima, è che in passato non vi era adesione al tiranno, adesso vi è l’adesione spontanea e illusa della gente che obbedisce ad un dio, tiranno anch’esso, di cui crede di far parte, di goderne i benefici. E ci stupiamo della crisi attuale di consapevolezza, Rosanna?

  • SanPap

    … e occorre trovare nuovi equilibri. Certo che si.

    Gli equilibri sono delicati e difficili da ottenere, ma vanno ricercati in modo pertinace.

    Altrimenti il pericolo è fare errori come l’uccisione di Gheddafi: "dagli al dittatore puttaniere, amico del nostrano puttaniere" e ora non sappiamo come gestire il traffico di schiavi.

  • Neriana

    Mancano ue assioni al ragionamento. Cosaa si intende per Dio…e cosa si intende per Stato ?

    Dio cambia a secondo delle culture e delle epoche, per gli antichi era lo spirito dell’acqua, per gli indoeuropei era l’intestino, per i greci erano entità plurime, per altri erano i pianeti e le stelle, per i monoteisti era una cosa onnipotente e immportale che stava nei cieli, per altri era  il cosmo stesso. 
    Il Dio è quindi variabile e per l’uomo econimco Dio è il Denaro…e di conseguenza il Mercato. Quindi possiamo dire che dio è sempre mortale ma è immortale nell’accezione culturale in voga, ovvero fino a che nasce un nuovo Dio concettuale. Non sono lontani i tempi dell’immortale Pan,  e nemmeno della frase " Il grande Pan è morto ".
    Lo Stato è a sua volta una cosa astratta in quanto una volta era la Patria nel senso di terra deli avi e dello spirito, per altri lo Stato era l’accordo mutuale fra cittadini. Anche le dittaure o gli stati pontifici,  sono Stato e quindi Stato non è sinonimo di democrazia . Anzi, diciamo che la democrazia è un’eccezione storica che è sopravvisuta per secoli solo nella Confederazione Elvetica proprio perchè è una confederazioni di piccole entità territoriali. Un grande Stato non puo’ essere democratico  e quindi con i Grandi Stati o peggio con le grandi accozzaglie tipo UE, la democrazia non puo’ esistere. 
    La cosa buffa è che non serve combattere il Leviatano, sarebbe impossibile visto che come l’Idra ha tante teste , basta aspettare che muoia da sola per ecceso di Hibris che in fondo è quello che sta succedendo. Certo, noi che viviamo la transazione , o meglio l’agonia del Levitano vivamo male…ma questo è necessario….ci vuole una morte della società per avere una rinascita sociale….è toccato anoi e facciamocene una ragione. 
  • alvise

    "ti posso dare il cell di un pusher di mia fiducia, caso mai ti potesse potenziare la lucidità del pensiero"

    E sei stata persino troppo buona, anche perchè su CDC ci sono persone educate che mai si esprimerebbero con l’arroganza di questo signore, ma sopratutto con la spocchia del "io so tutto", come se tutti noi ignoranti di CDC, e tu, non sapessimo che il denaro (monete) esiste da millenni

  • Rosanna

    Non mi stupiso affatto della crisi di consapevolezza, perché il popolo in parte è bestiame, che merita il bastone nodoso e implacabile per la sua ignavia e ottusità, in parte è ipnotizzato dalla propaganda sapiente dei media (c’è la crescita, le spiagge sono piene, i ristoranti pullulano di bagnanti),  e in parte è composto  di persone consapevoli, che cercano di capire e di informarsi …

    tieni presente che le rivoluzioni della storia non sono mai state fatte dalle maggioranze, ma dalle minoranze conapevoli, ancora non se ne intravvede nessuna … dici tu … forse non abbiamo toccato ancora il fondo della palude …

  • Rosanna

    clausneghe, l’unica forma di "democrazia" che abbiamo conosciuto nella storia occidentale (in quella orientale non c’è mai stata), si è realizzata unicamente all’interno di uno stato nazione, nell’immediato dopoguerra, ed anche per volontà del capitale, che in quel momento ne aveva bisogno per il vantaggio economico di far funzionare le fabbriche, da cui traeva reddito …

    la storia dell’occidente non ha conosciuto altra "democazia" …

  • clausneghe

    La democrazia, cioè il governo esercitato dalla maggioranza delle persone, non esiste nè mai è esistita se non per brevi sprazzi nella storia d’Occidente.

    Abbiamo invece dei gruppi che sotto lo stravolgimento della parola "Democrazia" operano l’esatto contrario. No?
    O siete tra quelli che: "Lo Stato siamo noi"?
    Allora come minimo vi hanno imbrogliato.
  • Rosanna

    Caro alvise, su CdC ci sono persone davvero molto intelligenti, colte ed educate, è un sito di informazione culturalmente aperta, putroppo ci sono anche le altre, e negli ultimi tempi è sempre più difficile sostenere volgarità e turpiloqui gratuiti, perché se ci guadaganassi qualcosa, posso anche capire, ci guadagno però solo la soddisfazione di aver fatto il mio dovere, per cercare di informare, magari anche sbagliando, tutti quegli italiani che ancora non hanno capito quello che sta succedendo e quello che gli potrà capitare nell’immediato futuro … 

    fin che reggo …

  • Rosanna

    Guarda, io sono ancora più catastrofica di te … è vero che la PIENA e VERA democrazia NON si è MAI realizzata nella storia dell’occidente, ma la forma di governo più simile alla democrazia che abbiamo conosciuto, è stata appunto quella realizzatasi in Italia, quindi all’interno dello stato/nazione, dal 1945 al 1975 circa, dunque per soli 30 anni nell’arco di millenni di storia …

    semplicemente perché ci sono state le condizioni storiche favorevoli e vi hanno concorso diversi soggetti: il Capitale, un PCI forte, la Costituzione, uno Stato/nazione

  • Rosanna

    Appunto … l’unica vera risorsa possibile sarebbe non solo una "rivoluzione politica", ma anche una "rivoluzione culturale", il che è molto difficile da realizzarsi e richiede un sacco di tempo …
    già ci sono state molte esperienze: produzioni alimentari locali a km zero, energia rinnovabile, democrazia diretta, informazione alternativa, boicottaggio del sistema …. però non bastano ancora …

  • alvise

    Persone come
    questo assomigliano molto alle Capò dei lager, sono i "noantri" della
    giustizia sociale NON uguale per tutti. E  guarda caso sono sempre quelli
    che non dovendo sopportare le angherie del potere dittatoriale costituito,
    pensano di essere nel giusto. Magari se dovessero subire tagli sulla sanità,
    tagli sulle pensioni (e senza vitalizi), prendere treni dove sarebbero pressati
    come il tonno e senza aria condizionata, se dovessero subire le attese
    vergognose negli aereoporti, ecc, forse vedrebbero il problema sotto un’altro
    aspetto, ma questo lo pensiamo tutti. Non so quanto possa essere vero quello che
    dico, perchè dovrebbe scaturire una coscienza, che ovviamente non hanno: ma il
    vero problema dell’economia europea da dove nasce? Perchè tutti questi tagli,
    tasse indecenti come ici, imu, tasi ecc? Conosciamo bene il motivo, perchè
    mancano i soldi, ma perchè mancano i soldi? A parte il debito costituito dalla
    somma di tutte le passività finanziarie sostenute dalle PA corrotte e che
    quindi dovremmo obbligarne l’haircut, io penso che nelle discussioni si sia
    persa un pò l’essenza del VERO problema, lo scoppio della bolla speculativa che
    ha portato le banche europee in sofferenza, e che da quì è nato il bail-in,
    anche se non ufficialmente, prova ne è quando abbiamo dovuto
    "aiutare" il MPS. Eppure non c’era mica la legge che imponeva il
    bail-in. In realtà è dal 2008 che stiamo subendo il bail-in, che, se non
    specificatamente sui C/C, ma sui tagli alla sanità ecc ecc, SI’. Infatti io non
    ci trovo nessuna differenza tra un bail-in che toglie soldi dal mio conto
    corrente, dal dover pagare tasse o subire tagli che sono poi tasse sotto una
    forma diversa, ma tasse sono. Per riassumere su quanto dico: Perchè il popolo
    deve subire le porcate della finanza speculativa dei vari Soros, Goldman,
    Morgan ecc? Perchè il popolo deve subire un renzi e un taddei qualsiasi, agli
    ordini della Troika? Quindi non dimentichiamoci mai la bolla speculativa dei
    mutui sub prime che hanno fatto fallire banche come la Lehman Brothers, Morgan
    e tante piccole e medie banche che hanno trascinato anche noi nella cacca. Ma
    colpevoli anche le agenzie di rating che davano un outlook positivo alle banche
    stesse. E oggi ne vediamo i risultati. Spero che il concetto di quello che dico
    sia compreso

  • Rosanna

    "A questo punto uccidere il Leviatano è l’unica soluzione per resettare
    il gioco e tornare ad uno Stato che si limita a garantire sicurezza e
    pari opportunità tra i cittadini senza occuparsi di scuola, sanità,
    economia e delle altre mille cose che non gli competono."

    Scusa questa non l’ho capita … e il welfare state lo gettiamo nel cesso?

  • Rosanna

    Infatti … però il vizio è all’origine … va cambiata la forma di governo democratico, che non deve più essere rappresentativo, diversamente la sua degenerazione si trasforma in paritocrazia, ma dovrà essere una forma di democrazia DIRETTA,  di cittadini che vanno al potere, liberi da condizionamenti lobbistici …

  • alvise

    Per quanto mi riguarda mi sono sempre piaciuti i tuoi intervent perchè personalmente li ho trovati spesso didattici viste le mie lacune. Per non parlare della corerenza del contesto di quanto dici, come in questo caso dove ho capito cosa volevi dire (va a finire che mi ritrovo più intelligente di quel che pensassi, eh eh)

  • Rosanna

    Grazie alvise, sottoscrivo tutto il tuo commento, dalla prima all’ultima parola …

  • Rosanna

    Bellissima l’illustrazione delle numerose interpretazioni di divinità che ci sono state nella storia, però vorrei aggiungere una cosa sulla concezione di stato: io ho parlato di Stato/Nazione/Laico, cioè quell’entità giuridica territoriale in cui vive un popolo, con la sua cultura, la sua religione, la sua lingua …

    sulle tue affermazioni successive,

    "Anzi, diciamo che la democrazia è un’eccezione
    storica che è sopravvisuta per secoli solo nella Confederazione Elvetica
    proprio perchè è una confederazioni di piccole entità territoriali. Un
    grande Stato non puo’ essere democratico  e quindi con i Grandi Stati o
    peggio con le grandi accozzaglie tipo UE, la democrazia non puo’
    esistere."

    vorrei dire però che se è vero che la democrazia è stata un’eccezione storica, non conoscendo la storia dei Cantoni svizzeri, posso dire che anche noi abbiamo conosciuto qualcosa di molto simile, quando la costituzione non era ancora carta straccia, quando le leggi elettorali erano espressioni di sistemi proporzionali, quando la paritocrazia non aveva ancora preso il sopravvento, quando esistevano le preferenze elettorali, quando lo statuto dei lavoratori aveva ancora un senso, quando  erano state fatte le ultime riforme socialmente produttive (divorzio, aborto, diritto di famiglia, presalario universitario, scuola media pubblica, welfare state) …

  • SanPap

    e con moneta propria, in supporto all’economia.

  • alvise

    Reciproco Rosanna

  • makkia

    La John Hopkins ha un accordo con l’Uni di Bologna. C’è quindi una specie di succursale. O più esattamente un franchising, in cui paghi per il diritto di usare un nome prestigioso.
    Lui insegna in questa speciale, italianissima, John Hopkins.
    E non potrebbe fare altrimenti, visto che per l’abilitazione all’insegnamento nelle università pubbliche italiane ci ha provato ed è stato scartato.

    Però non ha inventato tutto come Giannino. La John Hopkins (de noantri) esiste.
    E’ un po’ come quello che ti dice che si è diplomato al prestigioso Berkeley College of Music: quella prestigiosa è la Berklee (Boston), non la Berkeley (New York). Si pronunciano Berclì e Bèrcli… basta un po’ di nonchalance.

    Quanto al "tutto può essere" hai ragione: in questa Italia, Martone è professore universitario, La famiglia Fornero (mamma, papà e figlia) insegnano TUTTI E TRE all’università di Torino, la Boldrini ha lavorato all’ANSA "nei ritagli di tempo" dello studio, è entrata nell’Ordine dei Giornalisti 6 mesi dopo la laurea (ci sono 40enni che dopo 20 anni di servizio non sono neanche pubblicisti), poi RAI, poi UNICEF, poi Presidenza della Camera, fenfa folufione di continuità.
    Tutto, ma proprio tutto, può essere. Se fai parte della razza padrona, ovviamente.

  • Rosanna

    Infatti … bella rassegna della "meritocrazia italiana", d’ora in avanti comunque con le riforme renziane, miglioreranno sicuramente le regole d’ingaggio della classe dirigente italiana e di storie boldriniane ne vedremo in abbondante numero …

  • Neriana

    Non tanto Rosanna, in quanto l’Italia è stata imposta, non cercata..pensa solo i Savoia che hanno depradato il meridione.  La democrazia in Italia è stata fatta dopo la guerra con un’elezione, dove ha vinto la Monarchia, ma per ragioni storiche si è fatto finta che aveva vinto la Repubblica. Il problema è che con l’5 settembre l’Italia non ha perso la guerra, e quindi non ha rimosso i fascisti che sono semplicemente entrati a far parte della democrazia cristiana, quindo non è nata con una volontà popolare che ha lottato per la democrazia….quindi non è mai stata forte. 

  • Neriana

    In realtà penso che parli di bail out…se ci fosse stato il bail in , avrebbero pagato i correntisti di MPS…e penso che il bail in è stato fatto realmente solo a Cipro….contro i russi of course : )

    Ti chiedi come mai sottostiao ai Soros a GS, a Morgan S, e via dicendo. Le ragioni sono principalmente due….Abbiamo perso la guerra, abbiamo una dipendenza energetica dal petrodollaro abbiamo fatto le cicale negli anni di boom economico…. ci piaceva l’idea dell’euro…e della politica fatta da altri perchè è piu facile volere un governo fuori che decide, mentre il Governo locale veniva eletto secondo un voto di scambio…piu sanità, piu pensioni, piu scala mobile,  80 euro in piu in busta paga. In pratica perchè è facile comperarci. Poi ci si accorge che in fondo il gatto e la volpe e mangiafuoco….non erano onesti, ci si accorge che il campo dei miracoli non fa crescere l’albero delle monete d’oro, ci si accorge che il paese dei balocchi nasconde grandi pericoli…e , come sempre ci si accorge troppo tardi…e rimediare è davvero difficile. Si puo’ solo aiutare a peggiorare al punto che crolla il sistema…e già ci si sta impegnando delocando le fabbriche, chiudendo le partite IVA  o emigrando…. quando non ci sarà piu nulla da spolpare allora si cambierà sistema.
  • Rosanna

    Dici delle cose vere, il Risorgimento tradito, il brigantaggio indotto del sud, la questione meridionale mai risolta (come mai?), un sud ridotto ad economia di sottosviluppo, sfruttato e utilizzato come bacino di reclutamento operaio per le industrie del nord (Fiat),  una Cassa del Mezzogiorno che foraggiava la partitocrazia, ecc.

    sono anche d’accordo che la pacificazione di Togliatti, mentre abilitava il Pci all’ingresso nella democrazia, però permetteva anche di riciclare il fascistume che si era macchiato perfino di crimini di guerra (Almirante segretario Msi).

    Però c’è stata anche una Resistenza che ha combattuto aspramente, una Costituzione che è stata espressione di volontà di pace e diritti democratici, un Pci il più forte di tutta Europa …  forse anche il bagno di sangue della stessa guerra e il capitale che in quel momento favoriva un sistema di benessere vs il sistema dittatoriale del comunismo … ecco tutte quelle condizioni hanno permesso il nascere di una sorta di  "democrazia", che se non è stata forte, però è stata "l’unica" che abbiamo conosciuto …

    poi guardiamoci in giro per l’Europa, una vera democrazia dove la possiamo trovare? forse solo nella Confederazione elvetica, come dici tu …

  • oriundo2006

    Grazie Rosanna, ma penso oramai che anche questo sia un ‘sentiero interrotto’. La ‘gente’ accetta tutto ciò, la menzogna organizzata, il gelo nei rapporti sociali, l’impossibilità di una parola di verità, l’oppressione del più forte senza ragione, la prepotenza nello squallore senza senso della vita: insomma tutto quello che tentiamo di far capire sia follia. La ‘forza’ politica è impossibile da creare in queste condizioni: si identificano tutti con ciò che li nega. Gli scenari che si aprono sono tutti ugualmente criticabili perché non sono idonei a cambiare la mente dei più, chiusa da vite prive di umanità, lontane dal bagliore del Bene sentito come estraneo. E’ già tanto che non adorino satana al posto di Dio, anche se certi lo fanno. L’unica ‘speranza’ è la catastrofe, terribile a dirsi: solo uno scenario realmente catastrofico, definitivo, allucinante può indurli a cambiare…e ancora. Occorre che nel frattempo sia stato elaborato un minimo di ‘spiritualità’ perché ci sia un significato nuovo su cui avvolgere di nuovo il mulino della Vita. Aspettiamolo. Non è lontano. 

    Un abbraccio Gf
  • alvise

    So bene la differenza tra bail-in e bail-out, ho fatto un errore di concetto. Grazie per avermi corretto. Tuttavia il mio convincimento, sia out che in, non cambia.

  • Rosanna

    "In realtà penso che parli di bail out…se ci
    fosse stato il bail in , avrebbero pagato i correntisti di MPS…e penso
    che il bail in è stato fatto realmente solo a Cipro….contro i russi
    of course : )

    Sì hai ragione, ma credo  che Alvise  volesse dire che comunque abbiamo pagato noi contribuenti, sempre e comunque, però una nuova legge sul possibile bail-in è stata approvata da poco, quindi in caso di nuovi fallimenti bancari ora si potrà procedere con l’addebito ai correntisti della banca …

    Per quanto riguarda tutto il resto posso solo aggiungere che ormai il sistema eurocrate fa acqua da tutte le parti, quindi inevitabilmente crollerà, ma a quel punto non serviranno più dinamiche vetero partitocratiche, diversamente non potrà migliorare la situazione per noi …

    certo che il potere finanziario è molto forte e ben attrezzato, quindi sarà lui a decidere quando e come … a meno che non avvenga l’imprevista (ma poi non più di tanto) implosione dell’euro …
    allora si potrebbero aprire scenari molto impensabili

  • Neriana

    Guarda la Resistenza era finaziata sotto banco da inglesi ed americani, e la volontà di Pace c’è sempre dopo una guerra…Il PCI ( e la DC ) andavano a braccetto come i ladri di Pisa… Berlinguer e Cossiga erano massoni saerdi e cugini di una antica nobiltà direi gattopardiana e lo sviluppo c’è stato grazie ai soldi del piano marshall. Poi che si racconti tutto in un alto modo … è comprensibile . La confederazione elvetica è sicuramente la democrazia diretta piu antica visto che c’è dal 1291 e quindi da oltre 7 secoli…ma in europa c’è uno spirito democratico anche nelle monarchie democratiche come la Danimarca, l’Olanda, Norvegia e Svezia.

    Citavo la Svizzera perchè avevi detto che la Nazione è un punto dove si hanno in comune lingua e religione e la Svizzera dimostra che non è cosi, si parlano infatti 4 lingue e ci sono sia protestanti che cattolici che ebrei e adesso anche molti islamici sopratutto dopo la guerra della jugoslavia. 
    Quindi che fa uno Stato è solo un interesse mutuale territoriale, che va al di la di lingua o religione, e sopratutto valori civici comuni.
  • MarioG

    Ho sempre sospettato che si servisse di un pusher (di sua fiducia, o no)

  • makkia

    😉 Della Boldrini ti ho risparmiato il "sono stata fra i campesiños per imparare cos’è il lavoro vero". Agiografia sul Corsera, ma clickando qua e là in rete escono fuori altri spezzoni di cos’è stata quest’esperienza formativa e caratteroforgiante…

    Lei parte già bene: "viene dalla campagna" [papà avvocato e mamma insegnante, pendolari in SUV che si tengono lontani dallo stress della città].
    Durante l’Uni si è stufata e si è presa un anno sabbatico. In sudamerica un amico di famiglia, ingegnere agrario, le ha procurato un lavoretto come contabile in una fazenda. Dalla finestra del suo ufficio con aria condizionata ha effettivamente osservato i peones che si facevano il c*lo. E tutto quello che ha da commentare è che questi, appena presa la paga, "si abbrutivano di alcool da poco prezzo" (non nota neppure che le otto ore di lavoro di cui testimonia, significano già una condizione privilegiata e sindacalizzata di una fattoria moderna, rispetto al "lavoro vero" delle campagne).

    Ma si stufa anche lì. Dopo qualche mese è di nuovo in viaggio con un’amica, per girarsi questo sudamerica "pieno di contraddizioni" (non ha citato il gran tour in moto di Ernesto Guevara e Alberto, ma è sicura che non ci sfugge il parallelo).
    Le rubano il portafoglio ma, con scatto d’orgoglio, si rifiuta di chiedere i soldi a casa, quindi gira con l’autostop e economizza i pochi traveler cheques rimasti. Finiti i soldi, ritemprata, torna a casa, riprende l’Uni (lavoricchiando all’ANSA la sera, quando non ha di meglio da fare, traduzioni più che altro) e si laurea.

  • MarioG

     l’unica forma di "democrazia" che abbiamo conosciuto nella storia occidentale (in quella orientale non c’è mai stata), si è realizzata unicamente all’interno di uno stato nazione, nell’immediato dopoguerra, 


    La "democrazia del dopoguerra" e’ un persistente mito spadiniano, che puo’ anche essere discutibile.
    Che sia poi l’unica nella storia occidentale, va oltre la classica "sparata".


  • MarioG

    Niente Stato, niente Diritti e niente Doveri. Niente Doveri, solo Liberta’.

    Ma solo Liberta’, niente Diritti e niente "Democrazia".
    Uno deve scegliere.
  • MarioG

    Eh gia’, Togliatti si e’ lasciato passare proprio sotto il naso dei criminali di guerra fatti e finiti!

    Per tacer del resto.
  • Rosanna

    Anche stavolta hai molte ragioni, ma vorrei avanzare ancora alcune considerazioni: il consociativismo del dopoguerra è stato sicuramente evidente per lunghi anni, ma non faceva altro che riflettere la guerra fredda globale, quindi scontro tra Usa e Urss, e ciò ha permesso un controllo reciproco anche positivo, perché ha contenuto gli estremismi dell’una e dell’altra parte, così solo in quel contesto si è potuto realizzare in sistema di benessere e boom economico, favorito certo dal piano Marshall, ma anche l’Italia ha fatto la sua parte se è diventata in pochi decenni la settima potenza più industrializzata del mondo … anzi l’euro è stato introdotto anche per fermare l’avanzata industriale dell’Italia, che negli anni ’70 stava superando Francia e Germania … Certo, come ho detto prima il boom economico è stato favorito dal Capitale, che in quel momento traeva profitti dall’industria …

    La Resistenza è stata finaziata sotto banco da inglesi ed americani, sì certo, ma non tutta, solo una minima parte, perché le brigate Garibaldi comuniste, non erano per nulla finanziate, anzi erano osteggiate, a loro non si facevano i famosi lanci notturni di pacchi forniti di ogni ben di dio, e poi non ricordi il Proclama Alexander, quando nel novembre del ’44 il comandante in capo delle truppe alleate lanciò il famoso invito alle truppe partigiane che richiedeva la cessazione di ogni operazione  di guerra e
    l’invito ad attestarsi su posizioni solo difensive?

    Ripeto però, non conosco la situazione della Svizzera e quindi non posso parlarne con cognizione di causa, ma il fatto che non sia entrata nell’euro dimostra che la Svizzera governa da secoli un sistema bancario e finanziario e conosce le regole della monetizzazione dell’economia, ma ricicla anche denaro da tutto i mondo, quindi è sempre un vantaggio per il capitale restarsene  al di fuori della mischia, in santa pace a farsi gli affari propri, loschi o puliti che siano …

  • Rosanna

    beh … grazie per l’abbraccio, che ricambio volentieri!

    dopo diverse esperienze stressanti ci voleva proprio …

  • MarioG

    Come faccia poi a garantire sicurezza e "pari opportunita’" senza occuparsi del resto che lei elenca, non si sa…

    Lei vede solo i 90 minuti di partita in campo, con i giocatori e l’arbitro. Tutto finisce li’.
  • Rosanna

    Ahahahahaha … devi fare la biografia della Boldrini, con questo tono scanzonato, secondo me Davide te la pubblica subito  !!

    Il titolo va benissimo: "Sono stata fra i campesiños per imparare cos’è il lavoro vero" …

  • Affus

    Si nota in questo commento un’ ignoranza sesquipedale sia della definizione di Dio  e sia  riguarda lo Stato .

    Mettiamo che fosse vero che Dio cambiava secondo le culture , ma poi questo misterioso personaggio si fece conoscere e diede uno scritto "petrografo" a un personaggio molto famoso ancora oggi .     In questo scritto  identificativo del personaggio che lo ha scritto , non ci sono tracce di interessi economici , anzi si tuona contro l usura etc…… . Infatti è molto bello analizzare le religioni e dire che in  quella monoteistica c’è l’idea di un essere onnipotente . tanto alla fine gli facciamo dire quello che vogliamo noi e lo descriviamo atropomorfo come vogliamo noi . Ed è molto importante analizzare cosa fosse quello scritto petrografo espressione dell identità di un Dio , perché poi lo stato e la giustizia sociale, cioè la politica , gira tutto intorno a quella petrografia ….

    Si dimentica  spesso che Hobbes  identifica la legge naturale come la legge matematica delle cose , una legge fissa nella natura , ecco perché possiamo parlare di politica avendo gli uomini una legge comune , ma anche  Hobbes alla fine fa dire alla legge naturale , non quello che stava scritto nella legge petrografa , ma quello che aveva in testa lui : Homo , homini lupus .

  • Affus

    dove ci sono mille galli a cantare , non fa mai giorno  e  la democrazia che vorrebbe far contare e dare voce non all ingiustizia che subisce il cittadino, ma alle mille teste spesso tutte opposte tra loro, non non può esistere sul pianeta terra dove si vive  in un universo  razionale pieno di regole da osservare . 

    Anzi più si è numerosi sulla terra  e più la sopravvivenza è data dalla fedele osservanza delle  leggi. Ora le  leggi dello stato possono essere o non essere consoni alla legge naturale, cioè quella cosa universale  che è la norma generale a cui ispirarsi con le leggi e leggine atte a governare coi governicchi degli uomini .

  • andriun

    questa dei cittadini al potere mi suona tanto come una barzelletta: che ci fanno i 5 milioni di cittadini al potere. Se la maggioranza è ignorante specie su certi argomenti e per di più è pure effeminata(aggravante), il problema resta lo stesso quando addirittura non peggiora. Se si vuole parlare di anarchia parliamone, ma la trovo una forma di governo buona per i discorsi da salotto/bar, più che sul concreto.

  • Affus

    La rovina dell italia politica è solo una dal dopoguerra in poi :

    avere avuto una Costituzione basata sul lavoro.

  • Rosanna

    "Si nota in questo commento un’ ignoranza sesquipedale sia della definizione di Dio  e sia  riguarda lo Stato"

    Affus … sai in genere si comincia ad interloquire con gli altri attraverso una "captatio benevolentiae", perché tu usi una "captatio malevolentiae"?

  • Rosanna

    Ahahahahaha … andriun ti aspettavo … pensa 5 milioni di cittadini al potere e per di più … effemminati !!

  • Rosanna

    Affus … ma cosa stai dicendo? il lavoro è fondamentale per la realizzazione della dignità della persona … una persona non è più tale, se le manca il lavoro … pensa ai tanti suicidi oggi, per la mancanza di lavoro … in Grecia 10mila suicidi dal 2010 ad oggi

  • Neriana

    Scusa Affus, non ho capito di chi parli e cosa intendi per petrografia, se intendi l’idea di roccia cara ai popoli celtici o di Mater intesa come materia ovvero la manifestazione di Wotan dei germani.. 

    alla fine poco importa, ogni cultura ha ed avrà una sua idea del divino…se vuoi anche la scienza. 
    Comunque anch’io sono affascinata dalla Roccia….. e penso che la pietra innanzitutto è , per cui sono molto onorata e mi sento privilegiata di essere su questa terza roccia dopo il Sole e di essere consapevole della grandiosità della roccia : )
  • Neriana

    L’Italia messa nelle condizione di lavorare ha espresso ottimamente la sua fora creativa e questo è un must per creare un tessuto industriale e di innovazioni…purtroppo ha avuto una classe politica mai all’altezza delle imprese e del progresso , troppo intenta ad ottenere consensi e certo da Ciampi  , Prodi  e compagnia compassata hanno svenduto l’Italia industriale per un piatto di lenticchie  : )

    Ma questa classe politica ha potuto prosperare proprio perchè al di la della parola democrazia, è mancato un senso democratico vero, e non fatto solo di privilegini –
    Chi si è rifiutato di svendersi, come Moro o Mattei, e, a modo loro  Berlusconi e Craxi , hanno fatto una gran brutta fine…
  • alvise

    Infatti ho risposto a Neriana che ho fatto un errore di concetto, sapevo a cosa volevo riferirmi ma l’ho scritto sbagliato

  • adriano_53
  • dancingjulien

    Però a me sembra che nessuno tenga in considerazione la finitezza del nostro sistema terrestre in termini di risorse a prescindere dall’organizzazione sociale del suo principale e a mio avviso invadente ospite.

  • Affus

    Vedi , decenni e decenni di cultura massonica della scuola italiana  , non ci fa più distinguere le pietre , figurati i giudizi dei periodi storici . . Ci sono pietre che non parlano e pietre che palano . Io parlo di una pietra che ha parlato in medio oriente e che  specialmente oggi, in mezzo alla confusione delle lingue operata dai ceti democratici, deve ritrovare nuova forza e far trovare la strada smarrita dai popoli .  Qui si parla di aria fritta su questo forum , si da per scontato cose che non sono affatto scontate . Esiste una legge valida per tutti ? Se esiste , parliamone, altrimenti stiamo perdendo solo tempo ; ognuno resti con le sue idee che sono tutte  buone ! Se non poniamo le basi di ciò di cui si discute , si batte l’aria . 

  • Neriana

    Io credo che se anche 1000 galli cantassero…. il sole sorge comunque : )

    Dove lo dicono ? 
  • Affus

    si, è vero, uso poco la captatio,ma credimi , mi viene tutto naturale , sai gli amici cerco di prenderli  per la gola ( una pizza profumata…etc ) , ma qui come si fa ?

  • Neriana

    Affus, ammeto la mia ignoranza… io so tanto delle pietre.. le amo proprio. m’icantano…. ma non conosco una pietra che ha parlato in medioriente. Mi dai qualche riferimento ?

  • Affus

    scusate , ma quanto sprecate il fiato a  nominare la parola democrazia , cosa intendete dire ?  Il governo del popolo ?  ovvero una maggioranza , cioè la metà più 1  che schiaccia l’altra metà meno 1  della società ? ohhh povera democrazia !!!    E’ davvero povera sta democrazia !

  • Affus

    Mosè era un principe egiziano e alla corte i saggi egizi comunicavano  non coi geroglifici che son segni pittorici, ma con dei segnetti che esprimevano suoni gutturali . Usavano un altro alfabeto , come noi oggi i bit dei pc  .    Si chiamava il yeratico  che era la lingua del ceto sacerdotale egiziano .   Ebbene in questa lingua furono date delle leggi su due lastre di  pietra .  Ora siccome noi omini  quando facciamo delle regole possiamo metterci sempre del nostro e ognuno del suo, abbiamo bisogno di regole veramente super partes . Regole che si vanno a prendere in montagna e non nella fossa dei bordelli dei parlamenti democratici , dove tutto e business e scambio di favori . ok ?

  • Neriana

    Mi domandavo se esiste una Legge valida per tuttti…e penso proprio di no. LeLeggi sono strumenti di potere e quindi variano a seconda di chi detiene il potere, i greci lo chiamavano nomos detto questo pero’ penso che esiste quello che igreci chiamavano Physis ovvero il senso di giustizia innato, quello che mette in luce Antigone e che viene riconosciuto anche da Creonte. Creonte pero’ pur riconoscendo la validità della physis di antigone è tenuto a fare rispettare il Nomos….

  • FlavioBosio
    D’accordissimo, uccidiamo il Leviatano, ma non lo stato, perché è stata l’unica possibile condizione storica in cui in occidente si è affermata la democrazia, come l’abbiamo conosciuta nell’immediato dopoguerra …》

    Quando dico "Lo Stato, o meglio gli Stati," è evidente che non stiamo parlando "solo" dell’Italia, a questo serve il plurale no?

    Che le piaccia o meno non siamo il centro del mondo, siamo semplicemente una delle tante tessere di un domino, lei confonde la democrazia con lo Stato, qui non è un problema di forma di governo, n’è dove vengano prese le decisioni o da chi.
  • FlavioBosio

    《e il welfare state lo gettiamo nel cesso?》


    Sì, se comprate F35, incrociatori, sommergibili, o sputtanate denaro in inutili opere pubbliche o per mantenere migliaia di parassiti pubblici in divisa.

    Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca..

  • Rosanna

    Senti adriano_53, sai cosa devi fare ?

    vai ad insultare il tuo profeta,  continua a scodinzolare ad ogni sua bachettata, raccogli le perle deliziose che pendono dalle sue labbra, prostati ai suoi piedi col cervello cerebroleso, e mi raccomando scagliati contro chi osa criticarlo …

    ma la prossima volta che ti fai sentire ti mando a fare in culo !!

  • Rosanna

    Solo la prossima volta però …

  • Affus

    Vedi anche tra i greci c’erano  opinioni discordi , però c’è un Aristotile che invece parla di legge naturale valida per tutto il genere umano, ne parla anche cicerone se è per questo . Insomma i pagani c’ erano arrivati ! La ragione per me è una legge matematica 2+2 = 4 .  Poi la ragione può essere giusta o ingiusta .  Per me  le leggi  sono poche e fondamentali, ma se non c’è questa base comune , è inutile affannarsi a discutere , si parla di aria fritta .  E questo senso di giustizia di cui parli cosa potrebbe essere ? Ma per parlare di giustizia innata , bisognerebbe sempre definire dei parametri comuni  rispetto ai quali questa giustizia è definita o violata .

  • Rosanna

    No FlavioBosio, non confondo la democrazia con lo stato, rimarco semplicemente una differernza tra lo Stato e il Leviathan di Hobbes, perché lo stato di Hobbes appunto è una forma suprema di organizzazione sociale, rispetto cui l’individuo è totalmente subordinato, infatti è uno stato assoluto, che si realizza attraverso una monarchia assoluta … le affermazioni di Hobbes sono comunque importanti, perché porta a termine il processo di secolarizzazione della sacralità dello stato che diventa laico e si affranca dal potere spirituale del papa.

    Infatti tutto il medioevo è stato pervaso dal violento conflitto tra Impero e Papato, per accaparrarsi il potere temporale, ma quando finalmente lo stato potrà liberarsi da questo conflitto e potrà rivendicare la laicità della sacralità dello stato, allora inizia quel percorso virtuoso che lo condurrà verso l’acquisizione di un regime liberale prima e di una democrazia poi.

    Democrazia che non sarebbe mai  nata se non ci fosse stato Hobbes, né l’Illuminismo, né Voltaire, né Rousseau, né Montesquieu … infatti in oriente non esiste democrazia

    Inoltre la globalizzazione potrebbe benissimo essere governata dai poteri istituzionali, dato che è semplicemente un nuovo modo di fare imperialismo, invece la si lascia imperversare senza ordine né controllo, proprio perché è assolutamente funzionale al potere euroatlantico.

    Anche la Svizzera non è al centro del mondo, però non ha l’euro e non è in Europa … come mai?

  • Penta

    Se si vuole la crescita con l’attuale sistema non c’è alternativa a quello che afferma Taddei. Volere la crescita e criticarlo è solo ipocrisia.
    Solo se si sceglie ladecrescita si aprono scenari differenti.

  • SanPap

    dai ha un problema, è ancora lì al vallo e non riesce ad andarsene … dov’è Roma ? Dritto davanti a te … No destra, sinistra, destra verso la palude verdina ma niente sempre nel vallo sta’ .

    Fare in culo è un po’ sfruttato, c’è una bella espressione genovese: "u Belin cu te neghe"

    Belin è un dio dei campi, un dio della fertilità, tipo Priapo.

    cu te neghe: è facile da tradurre  "che ti anneghi, soffochi"

    Tanto per ridere un po’

  • andriun

    Perchè mi aspettava, poteva contattarmi in privato se desiderava farlo. Comunque se non sono cinque milioni sono certamente tanti, anche quelli che ci sono ora. Sarebbe il caso di convertirne qualcuno, anche se purtroppo dubito sia possibile considerata l’estensione nonchè l’aggravarsi del fenomeno. Godetevi la libertà finchè dura.

  • Neriana

    ah ok… vuoi dire le lastre di pietra incisa, non pietre che parlano…intendevi che si leggano come quelle della Torah  degli ebrei che lasciamelo dire, non erano proprio super partes , ma di un dio geloso, c(fra i tanti tipi di dio c’era anche quello geloso che incita ad ammazzare tutti i filistei, amorrei. ecc…e a prendere la terra di altri come dice anche nel Deuteronomio –) . ..Come dicevo la concezione di Dio varia .Gli ebrei ad esempio prima del Dio geloso di Mose avevano gli  Elohim , a dimostrazione che puo’ cambiare il senso del divino anche all’interno di una stessa religione. 

    Io pensavo invece che la pietra che parla è in realtà l’ uomo. Se ci pensi tutti noi veniamo dalla " grande mola" , ovvero dalle polveri cosmiche che si aggregano e formano  la stella Sole, e questo Sole ( la grande mola ) crea grazie all’effetto di rotazione tutti i pianeti ,fra i quali il nostro bellissimo pianeta blu, da questa amalgama nasce la vita . Bellissimo il quadro del Mantegna  " orazione di Cristo nell’orto" dove sotto la figura del cristo si vede la Roccia che prende forma d’uomo….
  • Neriana

    Si, era quello che dicevo nel post. Prima bisogna definire gli assioni.. se no il parlare diventa sterile.

  • Rosanna

    Interessante, vedi la forza evocativa delle lingue regionali italiane …

    però "vai a fare in culo !!" è bellissima, molto concreta, corposa, densa, sostanziosa, efficace,

    e a quello lì gli sta proprio bene, perché adriano_53,è una settimana che mi tampina, mi perseguita, fa commenti sconcertanti, insinuazioni ironiche, interviene solo per offendere …
    quindi che stia attento, se no glielo dico proprio ad
    adriano_53:

    "Vai a fare in culo !!"

  • Valdo

    Qaulcuno che non gradisce di non essere annoverato tra i salvatori della patria si vede che ha dato ordine di manganellarti. Invece di riporre le tue speranze nel M5S o in qualcun altro, le devi indirizzare verso il Vate, altrimenti olio di ricino.

  • Rosanna

    Già … possibile … sguinzagliati come rottweiler in giro per il web ad offendere, da veri troll, professionisti dell’ingiuria, quando aprono bocca devono sempre insinuare, ribaltare la verità, colpire il nemico presunto … non avete nient’altro di meglio da fare? magari usare un po’ di materia grigia e qualche neurone in più?

  • Affus

    se il sole sorge e i galli si limitano solo a cantare , avremo una manifestazione di folklore popolare , ma se quei galli debbono marciare tutti assieme, beh , ben presto si combatteranno tra loro e alla fine sentirai solo uno cantare al mattino .

  • Affus

    Neriana , io ti sto parlando della pietra che ha parlato sul monte e non nella fossa del quirinale , su quella pietra non c’è nessun segno di gelosia , né di guerra e non c’è traccia e istigazione ad uccidere altri .  Quello a cui ti riferisci  sono le prescrizioni mosaiche che non riguardano la pietra , erano degli scritti legislativi successivi  che servivano a dare uno statuto giuridico e direttivo a un  gruppo di  pastori nomadi  nel deserto . Del resto anche i romani  avevano un codice per definire e governare i popoli e le loro questioni . Per me la grandezza dei romani sta tutta  in questo codice che loro riuscivano ad imporre a tutti . Il resto è solo conseguenza di questa capacità di saper legiferare e far circolare quelle leggi .

    Noi uomini se legiferiamo non siamo super partes , non riusciamo a distiguere tutto e non operiamo cose giuste e durature per l umanità e poi dalla polvere e dal sole  viene fuori altra polvere e altro calore ma mai leggi e regolamenti .

  • Affus

    il lavoro è necessario per alimentarsi, ma nella vita dell uomo non è solo l’alimentazione che conta , ci sono altre cose ancora più importanti che alla fine creano il lavoro e sono più importanti del lavoro . Ad esempio se non ci fosse la pace in un popolo, non ci potrebbe essere il lavoro…. . E poi ci sono popoli molto più civili di noi ,senza partigianeria, che non hanno affatto il lavoro alla base della loro costituzione .Se trovo un vecchio articolo su questa deviazione della costituzione italiana fatta da uno straniero professore , lo posto .

  • Affus

    Rosanna  ci racconti qualche volta qualcuna di queste esperienze stressanti ? Sarebbe interessante conoscere .

  • Gil_Grissom

    Certamente un neonazista non puo’ comprendere a fondo il significato della parola democrazia.

  • Neriana

    oh no Affus : )

    Possiamo vivere senza Leggi, ma non senza Sole . 
    In quanto alla polvere anche noi polvere siamo e polvere e polvere torneremo e questo è magnifico. Pensa in latino polvere si dice pulverem e pul verem significa bel Sole primaverile. 
    Le leggi universali sono grandiose e non mai scritte. 
  • Affus
  • Affus

    se ben rifletti anche il sole segue delle leggi fisse e razionali, cioè intelligenti, guai se non lo facesse . Non sono leggi eterne ,ma  non si contano gli anni che li segue .

  • Cataldo

    Bisogna  essere consapevoli che non siamo di fronte a gente come noi, i
    Taddei non hanno alcuna remora morale, non hanno alcun pudore o dignità,
    sono peggio ancora dei kapo nazisti, in quanto quelli almeno
    condividevano le ristrettezze materiali contingenti, mentre questi
    infami godono di prebende ed agi di ogni tipo per loro e i loro
    accoliti.
    Ormai siamo arrivati al capolinea della praticabilità politica, ieri ho sentito in tv il cazzaro fiorentino dire che "Quando c’è la ripresa l’ultima cosa che riparte è il lavoro" una frase assurdamente priva di ogni senso e logica, sputata in faccia agli italiani a commento del fallimento finale delle politiche economiche di spoliazione operate dal PD, con il record storico di disoccupazione giovanile, e si che i dati sono anche edulcorati.
    Le politiche di svilimento del lavoro producono solo ulteriore disoccupazione, è un fatto storico assodato, ma nessuno ci fa caso.
    Siamo ormai in un regime assurdo, che supera ogni precedente storico.
    Al sud i dati parlano di una genocidio al rallentatore, con la prospettiva di estinzione per crollo demografico in un paio di generazioni, questi sono assassini, pensare che siano solo servi e ladri è fuorviante buonismo, stanno sgombrando gli italiani dal paese per sostituirli con una massa lavoro di senza diritti, stanno svuotando il concetto stesso di cittadinanza per creare solo sudditi manipolabili da una ristretta elite, il  progetto è ormai chiaro.

  • AcidBoy
    Questo tuo commento richiama il precedente in cui ti lamentavi delle persone
    maleducate sul sito…dunque parlavi di te? mah..

  • Rosanna

    Analisi straordinaria Cataldo, molto efficace nella disamina lucida degli eventi che ci stanno travolgendo,

    è proprio come dici tu, il programma criminale sta procedendo dritto dritto per la sua strada, facendo strage di diritti, democrazia, lavoro, benessere … e vite umane! vite umane! per di più con il consenso degli italiani, ignari e complici, perché offuscati dalla disinformazione di massa fornita dai mass media, megafono servile e ipocrita del potere.

    Cosa fare? Come rimediare? Non credo sia possibile, sono piuttosto pessimista in proposito, e dunque una minoranza consapevole si farà travolgere da una maggioranza complice e colpevole del massacro sociale in atto. Questi sono dei criminali, degli assassini, hai ragione, in Grecia 10mila suicidi in 5 anni, in Italia i dati non ci vengono fornti, ma saranno centinaia sicuramente …

  • Neriana

    Certo, è grandioso e generoso….è la cosa piu bella che esiste per noi umani, il Sole e lo spirito dell’acqua….Siamo proprio fortunatu : )

  • Affus

    qui gatta ci cova !!!

  • Rosanna

    AcidBoy, sì parlavo di me … gli altri sono rispettosi ed educati, l’unica maleducata sono io … capita che le persone si contraddicano … io dico una cosa e ne faccio un’altra, esattamente il contrario, quindi non ti devi preoccupare, nessuno ti offenderà … solo io lo potrò fare …

    uomo avvisato … mezzo salvato

  • Affus

    ahhh  , si ma certo, non ha importanza se questo tiranno sia un Hitler assassino e e omicida  mentre Dio rappresenterebbe una giustizia super partes a favore degli uomini,equidistante ,  l’importante che l uomo abbia fede solo in un criminale assassini  a cui lui delega ogni fiducia . 

  • Affus

    in pratica debbono sparire tutti i partiti !!!     uno che vuole essere eletto , come ho previsto nella mia  Nuova Costituzione Italiana , va al Comune e fa inserire il suo nome in un elenco di candidati . Questo elenco non deve essere superiore a 12 , se ce ne sono di più , si tira a sorte.   Questi poi eleggono un sindaco e dei consiglieri . All interno non ci dece essere l opposizione , ma gente che vota a favore di un decreto e gente che vota liberamente contro, senza pericolosi assembramenti di popolo .

  • Affus

    Si , siamo proprio fortunati che una mente intelligente ha predisposto tutte queste cose con grande razionalità , precisione e ordine . Infatti san Tommaso dice che il primo dono che l’ uomo ha avuto, è quello di essere stato chiamato ad  esistere , cioè di essere passato da materia informa o polvere , ad avere un autocoscienza capace di recepire questa grande razionalità che è il creato . Però devi sempre considerarti come la formichina che sta sotto l’erba  nella foresta amazzonica . Solo se riesci a salire sulla cima di qualache albero grande , potrai scoprire cosa c’è intorno , altrimenti ti illuderai che il tuo è il solo mondo possibile .

  • Affus

    comunque io sono sempre a favore della pena di morte ,anche se ci andassero  di mezzo degli innocenti, non casca il mondo se si attuasse ,tanto è dall inizio della storia umana che gli innocenti ci rimettono le penne ; perciò se ci rimettesse qualcuno per affermare il bene , impedire il male e affermare la giustizia certa , non sarebbe proprio male .

  • Neriana

    ohhh no : ) 

    Il mio mondo è quello che amo e che conosco..è la mia Terra, il mio meraviglioso Sole che  da me si fa chiamare Cico , e dice di essere figlio di Anna , e sono felice di avere gli occhi per vedere i colori e tutta questa impagabile bellezza..e sono felice che poi tornero’ polvere del magico cosmo, e di avere avuto questo bellissimo viaggio su questa incantevole Terra e di avere sentito il rumore dell’acqua , e il profumo della terra bagnata e di tutto il magico che è racchiuso in ogni cosa che Cico  ha dato e ha creato in miliardi di anni per cui io oggi posso intuire la sua immensa grandezza. Spero proprio che non si stanca di reggerci nella sua orbita e di darci calore e luce perche in tanti dovrev^bbero potere vedere questo capolavoro : ). 
  • Veron

    Il signor Taddei è stato recentemente bocciato dai commissari del ministero dell’istruzione all’esame per l’abilitazione da professore associato in politica economica (300 promossi su 417 candidati, riporta il Corriere della sera). Ma queste mezze calzette piacciono tanto ai Prodi, ai Monti e ai Renzi perché in fondo si chiede loro di profferire garbatamente le formule del neoliberismo ogni volta che appaiono in pubblico, nonostante sia ben evidente che la religione professata da questi pseudo intellettuali si nutra di sacrifici umani. La casta sacerdotale è lì, ed è bello farne parte dopo i lunghi anni di attesa. Ora finalmente possono bere indisturbati il sangue che scorre dalle vene aperte delle vittime, e godere del proprio delirio di onnipotenza.

    Come quello che ha fatto dire all’ex sindaco di Firenze: tra 20 o 30 anni (un tempo abbastanza lungo perché nessuno se ne ricordi tra un paio di settimane) l’Italia dominerà nell’Europa e nel mondo!

  • Rosanna

    Grazie Veron … la casta sacrdotale è pronta per il sacrificio estremo: bruciare la stato e la nazione italiana, per esorcizzare attraverso il loro delirio di onnipotenza, la loro miseria morale …

    ma l’8 settembre è alle porte e dopo il vulnus alla dignità dei popoli d’Europa, le cose dovranno cambiare

  • Affus

    ecco ,adesso puoi capire a che serve la pietra che parla …, serve a salvarti da cose antropomorfe o ad attribuire all albero o ad animali virtù nascoste , attributi che non li competono ;  non sarebbe intelligente fare questo .

  • Affus

    Rosanna , mi sai che non ti sei letto bene Hobbes , mi sa che non ci hai capito una mazza del suo pensiero , gli fai dire solo quello che hai in testa tu ,   Io mi sono letto qualcosa sai …. ecco perché non mi ci trovo . Più grande di Hobbes , è Ugo Grozio, lui ha messo le basi alla democrazia moderna nel suo De Jure bellis ac  pace , già vede quello che sono gli stati e le nazioni moderne  . Gli altri , prima e dopo, sono dei pigmei di fronte a lui .

  • FBF

    Lo Stato Nazione nasce ufficialmente con il trattato di Westfalia però è proprio in Italia – paese in cui non doveva neanche apparire – che stranamente s’impone nella forma più subdola. Forse il Filippo del piddì, dicendo che «L’intero mercato è destinato a cambiare (…) con esso anche la mentalità dei lavoratori italiani (…) che l’istruzione sarà molto più lunga e costosa (…) le assunzioni a tempo indeterminato molte di meno (…) i tempi di lavoro più lunghi (…) i pensionamenti posticipati e che (…) le riforme non hanno solo un fine economico, ma anche e soprattutto sociale perché servono a modificare la mentalità lavorativa degli italiani.» sta trovando nell’ipotetico futuro un capro espiatorio per il passato in cui lo Stato ad esempio offriva ai "soliti" lavori indeterminati di 19 anni un mese e un giorno e sventola a chi li mantiene cioè a chi lavora veramente lo spettro di questo orribile futuro. In fondo piuttosto che che un futuro così meglio il recente passato. Ad un certo punto della recente Storia in cui la spugna è stata spremuta all’inverosimile al punto da cancellare interi popoli e cambiare antropologicamente la società diventata moltitudine, il potere si rinnova dicendo: se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna far credere che tutto cambi in peggio. Contemporaneamente cambiamo tutto e facciamo credere che nasca la Nazione Stato mentre tutto rimarrà com’è. Dire che Gattopardi si sono evoluti non è esatto solo che la parola esatta non si può dire.

  • Rosanna

    Hai ragione FBF, lo Stato Nazione nasce ufficialmente con la pace di Westfalia, che crea un nuovo ordine politico e cambia completamente gli assetti istituzionali d’Europa, la Guerra dei Trent’anni genera una netta mutazione della geopolitica europea, regresso dei grandi imperi e comparsa di stati moderni, anche se Germania e Italia dovranno aspettare l’ottocento per raggiungere una piena unità, però non credo che ci sia una positività d’intenti da parte della volontà di potenza della dittatura finanziaria che ci sta governando,  ma piuttosto che grazie ai collaborazionisti della politica e dell’informazione, gli Italiani non sappiano nulla,  per esempio che l’ Italia non e’ piu’ una Repubblica libera e sovrana  (anche se con precisi limiti), ma che e’ stata ridotta ad una colonia amministrata,  da parte di spregiudicati gabellieri, incaricati di riscuotere tasse esose ed inesigibile, per condurre deliberatamente alla rovina migliaia di aziende e di famiglie. Quindi oggi lo Stato Nazione è morto, dissoltosi all’interno di quella piovra antidemocratica che è l’Europa,  e con esso quella minima democrazia che abbiamo conosciuto.

  • Neriana

    Sai anche gli animale e gli alberi vengono dalla pietra e hanno grandi virtu misconosciute dagli umani, non riconoscerlo è mancanza di acume.

  • Oxymen

    Il "Dio mortale" credo sia la Storia, ovvero ciò che interpretiamo come tale. Hobbes ha avuto il grande "merito" di essere esistito nel protocapitalismo, ben prima della rivoluzione industriale. Tempi in cui nella Storia (diciamo moderna o poco prima che moderna) erano presenti collegamenti assoluti tra passato, presente e futuro. Il Leviatano, lo Stato laico che segue le indicazioni della borghesia facendo tuttavia gli interessi dei cittadini ("quel Dio mortale, al quale noi dobbiamo, sotto il Dio immortale, la nostra pace e la nostra difesa") era il frutto di quell’utopia che saldava passato, presente e futuro. Quella era la Storia. Negli stessi anni in cui veniva stampato il Leviathano, l’uomo più potente dell’epoca, il card. Richelieu, veniva ammazzato da cure mediche assolutamente inadeguate. I medici che lo uccisero non subirono alcuna pena. Questo episodio ci dice che già all’epoca, per chi la avesse voluta vedere, esisteva già una grossa crepa nella laicità e liceità del Dio mortale (che troppo spesso diventa Dio mortifero -in puro stile Taddei-  dando così ragione a Clausneghe).
    Insomma è il senso stesso della Storia ad essere messo in discussione: siamo tutti suoi figli oppure esiste, al di là del Leviatano-o al di là del bene e del male- una discriminate a priori?
    Certamente il mito modernista ha fatto una enorme leva su questa presunta Storia che ci affratella (al grido di Libertè, Fraternité, Egalité..) ma dobbiamo pur sempre fare i conti con quello che abbiamo in mano, cioè Taddei (e magari lo avessimo in mano..) e soci.
    "La fine postmoderna della storia è prima di tutto una fine di una certa credenza (o piuttosto mito) nel progresso, ma, insieme e più generalmente, anche la fine di ogni rappresentazione forte del futuro….la "incredulità" nella capacità della filosofia della storia, e più generalmente delle "metanarrazioni", di fondare e legittimare la verità e la giustizia, è la "condizione postmoderna". La quale quindi si caratterizza per essere quella condizione che ha smarrito la funzione unificante e di unità di senso nel tempo che avevano le "grandi narrazioni" con i loro "grandi eroi, i grandi pericoli, i grandi peripli ed i grandi fini". Al posto di tali metanarrazioni e delle unità che esse garantivano troviamo una "nebulosa" ed una "eterogeneità"…"
    G. Mari "Postmoderno, democrazia, storia"
    Da qui al pensiero debole di Vattimo il passo è molto breve: fine del pensiero forte che coinvolge tutta la comunità, il Dio mortale si rivela essere una divinità debole e arrogante, che spezza le società per perseguire i disegni delle elites che una volta si chiamavano principi e vassalli e oggi si chiamano elites finanziarie sostenute da narrazioni neoliberiste. E’ la parodia dell’ "eterno ritorno" di Nietzsche, la tragedia (o farsa?) postmoderna che oggi attanaglia tutti i popoli.

  • Rosanna

    Grazie Oxymen di essere tornato, i tuoi commenti mi lasciano sempre basita … è vero le metanarrazioni della modernità sono finite, la speranza nel progresso sociale e civile anche, insieme a quell’utopia che saldava passato, presente e futuro, ora ci attanaglia una crisi di valori, di diritti, di democrazia … siamo rimasti orfani di quel Dio Mortale che però rappresentava la nostra unica salvezza, perché alla parodia dell’ "eterno ritorno" di Nietzsche e della sua volontà di potenza non c’è alcun rimedio, se non rifugiarci nella disperazione di chi è stato abbandonato e tradito … ma per un buon lasso di tempo si era illuso che una qualche teofania laica potesse realizzarsi.

    Leggerò il libro che mi hai consigliato

    G. Mari "Postmoderno, democrazia, storia"

  • SanPap

    Lo stato nazione è finito l’11 Settembre 2001: l’auto attentato ha permesso a G. Bush j. di emettere le linee guida della guerra permanente al terrorismo; tali linee guida teorizzano il diritto di attaccare un altro stato sovrano solo in base al sospetto che questo sia uno stato "canaglia".

  • Rosanna

    Verissimo! La geopolitica imperialistica ha discriminato gli stati esistenti sul globo terrestre e li ha divisi in categorie ben precise, eliminando definitivamente la loro sovranità:

    1) stati canaglia da distruggere semplicemente perché non allineati al sistema e quindi nemici

    2) stati alleati, da colonizzare e ridurre in schiavitù attraverso la nuove guerra della finanza, in modo da poterli spolpare di tutti i loro beni e dissolverli in organismi sovranazionali

    poi c’è tutta una sottofauna di stati cuscinetto, che possono servire da alleati ad libitum, a seconda della convenienza del  momento

  • FBF

    Rosanna

    la Germania o meglio i tedeschi in senso estensivo – poiché le tribù estranee dal punto antropologico ci sono – furono spinti dalle pestilenze e dalla miseria tra le braccia della grande finanza per cui tra quelle dei banchieri. La Riforma protestante – necessaria a creare il mondo che conosciamo – fu si guidata da Martin Lutero ma i nobili usavano gli stessi banchieri per finanziare le guerre di conquista soprattutto in inverno poiché costose. Vero è che gli ebrei ridotti a fare solo usura perché definiti deicidi diedero il fianco od entrambi. Il loro però fu solo un ruolo economico per diventare durante e storicamente poi dei capri espiatori. Il resto lo sappiamo senza contare la predisposizione germanica all’anabattismo per cui possiamo dire che chi ha tradito i tedeschi sapeva di aver a che fare con popolazioni genuine sicure di combattere per il bene e per Dio. Per l’Inghilterra lo schema è il medesimo visto che conosco la storia ed Enrico VIII, cioè hanno fatto l’impero e poi "altri" lo hanno dato in un piatto d’argento alle multinazionali che "bene o male" hanno occidentalizzato il pianeta. A questo punto è impossibile che una dittatura finanziaria ci stia governando o che ci siano collaborazionisti della politica e dell’informazione fuori dagli schemi di potere. Forse ci sarà qualche esaltato un fuoriuscito dal gregge della via Matildea, cavalcato in tempi in cui il male necessario, che "si crede" – improbabile a parer mio poiché i servi non sgarrano mai – ma il vero politico sa chi comanda ed ubbidisce. Gli Italiani sanno che esistono questi furbetti potenzialmente capri espiatori ma i più sottovalutano il Vero potere. Tu invece lo conosci. 😉 Diciamo che possiamo parlare serpentese e percorrere sentieri e culture antiche che ci potrebbero portare a fatti molto attuali.
  • Rosanna

    Hai ragione FBF, quando dici che il capitalismo tedesco, così arrogante e rapace, nasce dal Calvinismo del ‘500, ce lo spiega in maniera egregia Max Weber, "L’etica protestante e lo spirito del capitalismo" … dove l’autore appunto mette in relazione i due fenomeni, la cultura religiosa
    calvinista e la mentalità capitalista, affermando che la prima fu appunto un pre-requisito culturale indispensabile per la nascita del capitalismo. "Trova il successo economico, e salirai nell’alto dei cieli", diceva Calvino, ecco perché il profitto deve essere sempre reinvestito e sempre crescente.

    Le radici dunque del disastro emergono dalla verità della storia, e guarda caso John Kleeves scrive un lungo saggio, dove sostiene che anche il potere globalizzato attuale è oggi nelle mani dei
    cosiddetti WASP ( White Anglo-Saxon Protestants ), il gruppo fondato dai Puritani, che come si sa erano dei calvinisti.

    "Ecco, gli statunitensi sono portati dalla sovrastruttura della loro
    religione ad avvicinarsi a quella personalità ; mantengono poi dei
    tratti autonomi, dovuti alle loro diverse esperienze e a una diversa
    etnicità, cosa che d’altra parte vale anche per gli ebrei, che in più
    hanno nel loro bagaglio culturale un testo come il Talmud. Per quanto
    riguarda il Vecchio Testamento come religione degli statunitensi non ci
    si deve meravigliare : l’american way è una creazione calvinista e il
    calvinismo nonostante sostenga a parole di considerare tutta la Bibbia
    compreso quindi il Nuovo Testamento e la figura di Gesù, nella realtà si
    basa soltanto sul Vecchio Testamento. E do a questo punto per scontata
    la nozione che negli USA non si è mai verificata nessuna melting pot ,
    che non si è mai verificata colà nessuna mescolanza culturale ( anche i
    matrimoni misti sono sempre stati pochi ) ; negli USA c’è sempre stato
    un gruppo dominante, sempre lo stesso, e ciò che si è verificato è
    l’imposizione a tutti della prospettiva politica e culturale del medesimo, che è
    il gruppo dei bianchi anglosassoni e protestanti, i cosiddetti WASP (
    White Anglo-Saxon Protestants ), il gruppo fondato dai Puritani, che
    come si sa erano dei calvinisti."

    https://forum.termometropolitico.it/598939-dietro-la-potente-lobby-ebraica-degli-usa-c-e-qualcun-altro-di-john-kleeves.html

  • Affus

    SENTI A ME CHE HO STUDIATO, IL PROBLEMA NON LA MANCAZA DI RISORSE, IL PROBLEMA PER IL MERCATO E’ LA SOVRAPRODUZIONE DI BENI !!|!!!!       UN ETTARO DI TERRA PUO PRODURRE 5 QUINTALI E PUO PRODURRE 1000, DIPENDE DA TE .

  • Affus