Home / ComeDonChisciotte / L'ARMA CHIMICA DELLA SIRIA NON E' ALTRO CHE FLUORURO DI SODIO USATO NELLE FORNITURE IDRICHE IN USA E VENDUTO DA WAL-MART
12159-thumb.jpg

L'ARMA CHIMICA DELLA SIRIA NON E' ALTRO CHE FLUORURO DI SODIO USATO NELLE FORNITURE IDRICHE IN USA E VENDUTO DA WAL-MART

DI MIKE ADAMS
naturalnews.com

Ora Natural News può rivelare che la storia delle armi chimiche della Siria, spinta dalla Casa Bianca, è uno scherzo bizzarro.

Per capire perché, dovete cominciare dalla notizia pubblicata dal The Independent (1), dal titolo “Revealed: il governo ha permesso a compagnie britanniche l’esportazione di agenti chimici da gas nervino alla Siria.”

Fa paura, vero? Come riporta The Independent:

Ieri sera, il governo è stato accusato di “incredibile negligenza” nel suo controllo delle armi, dopo la notizia che alcuni funzionari avrebbero autorizzato un anno fa l’esportazione in Siria di due componenti chimiche capaci di produrre un agente nervino come il sarin.

Quali sono, di preciso, queste due pericolose sostanze chimiche che devono essere controllate dalle norme sul “controllo delle armi”? Non ci crederete. Sono:

• fluoruro di sodio
• fluoruro di potassio

Potete vederlo con i vostri occhi nella foto della notizia dell’ultim’ora del The Independent. Notate il titolo ed il sottotitolo: il primo dice “prodotti chimici da gas nervino” ed il secondo “fluoruro di sodio” e “fluoruro di potassio”.

Se i nomi di questi componenti vi suonano familiari è perché il fluoruro di sodio è la stessa tossina chimica che viene regolarmente buttata nelle forniture idriche municipali in tutti gli Stati Uniti sotto forma di “fluorizzazione dell’acqua”.

Infatti, la somministrazione forzata di fluoruro di sodio alla popolazione americana viene definita una vittoria della “salute pubblica” dal Centro per la prevenzione ed il controllo delle malattie (CDC), dall’Agenzia per gli alimenti e i medicinali (FDA) e da tutti i dentisti. Eppure questo stesso prodotto, qualora venduto alla Siria, è apertamente e ripetutamente considerato “un’arma chimica”. Questo vale per la BBC, il The Guardian, il Daily Record e il Sunday Mail, France24.com e migliaia di altri siti d’informazione.

Secondo il Segretario di Stato americano John Kerry, qualsiasi “regime” che impiega armi chimiche contro il suo stesso popolo dovrebbe essere bombardato / invaso / rovesciato da una coalizione di altri membri dell’ONU. Secondo questa definizione, quindi, gli Stati Uniti dovrebbero essere invasi dalle Nazioni Unite dal momento che il governo usa un’arma chimica letale – il fluoruro di sodio – contro la sua popolazione.

Implicitamente, quindi, John Kerry sta chiedendo all’ONU di bombardare gli Stati Uniti. Come confermato dai media internazionali, il fluoruro di sodio è un’arma chimica, usata contro il popolo americano ogni santo giorno attraverso la fornitura idrica, una delle modalità preferite di attacco dei terroristi.

Come avrete potuto immaginare, il Segretario di Stato John Kerry si sta atteggiando “alla George Bush”, dichiarando che la Siria ha usato armi di distruzione di massa contro la sua stessa popolazione. Ecco un esempio delle sue dichiarazioni:

“Nelle ultime 24 ore, attraverso i risultati dei primi test eseguiti, siamo venuti a sapere che i campioni di sangue e capelli provenienti dalla zona est di Damasco risultano positivi a tracce di sarin”. Kerry lo ha dichiarato nel programma Meet The Press della NBC. (2)

Ma cosa sta dicendo di preciso? Che campioni di capelli sono risultati positivi a “tracce” di sarin, non al sarin stesso. Cos’è una “traccia” di sarin? Si tratta del fluoro, l’elemento che naturalmente è la base per il fluoruro di sodio.

In altre parole, questa “prova” dell’esistenza di armi chimiche in Siria potrebbe non essere altro che una raccolta di campioni di capelli presi da persone che hanno bevuto del fluoruro. Come mostra questo studio (3), l’analisi dei capelli è una pratica comunemente usata per valutare l’esposizione al fluoruro. Lo studio conclude che “i capelli possono essere considerati come biomateriali ad alto potenziale informativo nel valutare un’esposizione prolungata a fluoruri …”.

Generalmente, quest’analisi viene condotta con strumentazione ICP-MS, usando una torcia al plasma, che disintegra tutte le molecole organiche, lasciando solo gli elementi residui (fluoro). I test eseguiti sui cittadini siriani usando l’ICP-MS non sarebbero in grado di distinguere tra un’esposizione al fluoruro di sodio ed una al sarin in termini di rilevamento di fluoro elementare.

Rileggetelo, perché è fondamentale per capire lo scherzo fatto dalla Casa Bianca: i test sui capelli o altri tessuti, se eseguiti con ICP-MS (la tecnica di analisi più elementare e comune usata oggi), non sarebbero in grado di distinguere tra il fluoruro di sodio e il sarin.

La formula chimica del sarin è questa:

[(CH3)2CHO]CH3P(O)F

Noterete che gli unici elementi in questa formula sono:

• fluoro
• carbonio
• idrogeno
• ossigeno
• fosforo

Di questi cinque elementi, quattro (carbonio, idrogeno, ossigeno, fosforo) sono naturalmente presenti nell’organismo umano in grandi quantità. Il fluoro è l’unico elemento che risalta rispetto agli altri in termini di analisi elementare. Ed il fluoro è lo stesso elemento che forma la base per il fluoruro di sodio. Il sarin, ovviamente, può anche essere rivelato come una molecola completa usando sistemi di cromatografia liquida, ma è molto improbabile che siano stati usati data l’instabilità intrinseca della molecola, che si disgrega se esposta all’umidità nell’aria o nell’organismo.

Quindi, i test con ICP-MS potrebbero essere usati con l’intenzione di “offuscare” le prove, facendo apparire il fluoruro di sodio come “tracce” di sarin, come Kerry sta dicendo ai media. L’obiettivo di tutto questo è innanzitutto fabbricare prove per giustificare una guerra politica, senza coinvolgere nessun vero esame scientifico.

Poiché il punto di tutto questo è quello di fabbricare prove per giustificare una guerra politica, in primo luogo, non vi è alcun reale controllo sul piano scientifico che venga applicato a tutto questo. Obama, Kerry e gli altri stanno dichiarando ciò che pensano che le persone inghiottiranno, e dal momento che la maggior parte del pubblico americano è scientificamente analfabeta, la gente si berrà alcune frottole reali.

Il fluoruro di sodio, comunque, viene anche aggiunto dell’acqua potabile per neonati e bambini. Di fatto, è uno degli ingredienti fondamentali di un prodotto chiamato Nursery Water, “arricchito” con l’aggiunta di fluoruro di sodio, la stessa sostanza che ora viene definita come “arma chimica” dai media internazionali. Potete vederlo con i vostri occhi sul sito www.NurseryWater.com (4) o semplicemente controllando la foto qui sotto:

Come potete vedere, quest’acqua al fluoruro di sodio per l’infanzia – che la Casa Bianca di fatto chiama “arma chimica” – viene venduta in vari negozi (Wal-Mart, Walgreens, Albertson’s, Safeway, K-Mart, Rite Aid) e persino da Toys “R” Us. Scommetto che non sapevate di poter comprare armi chimiche da Toys “R” Us, vero?

L’etichetta della Nursery Water, mostrata qui sotto, contempla il “fluoruro di sodio” come ingrediente chiave:

Noterete, inoltre, che l’etichetta include anche istruzioni per usare il prodotto:

“… pronta da mescolare a latte in polvere e cereali, da diluire nel succo o nelle bevande – apri e versa!”

Già, è così: la stessa “arma chimica” che sta per scatenare la terza guerra mondiale fa parte della ricetta del latte in polvere del tuo bambino. Quando il fluoruro di sodio è nelle mani della Siria di Assad, si chiama “arma chimica”, ma quando è parte della dieta di tuo figlio, si chiama “nutrizione”. Com’era quella storia del linguaggio ambiguo di Orwell?

Già, secondo i dentisti, le armi chimiche “combattono anche le carie”, quindi dovrebbero essere aggiunte al dentifricio. Controllate l’etichetta di questo Colgate:

Tenetelo a mente la prossima volta che portate con voi del dentifricio quando cercate di viaggiare in aereo. L’Agenzia per la Sicurezza dei Trasporti (TSA) potrebbe prendervi da parte e accusarvi di lavorare per il regime Assad come terrorista, oltre ad accusarvi del crimine federale di “trasporto di armi chimiche”.

A meno che i principali media non ritrattino tutte le loro migliaia di notizie sul fluoruro di sodio come “arma chimica” venduta alla Siria, dovranno fare i conti con il fatto che stanno anche accusando l’industria alimentare americana per l’uso di armi chimiche sui loro consumatori.

Il fluoruro di sodio, dopotutto, viene aggiunto su innumerevoli prodotti, da dentifrici e colluttori all’acqua potabile. Il fluoruro di sodio non si trasforma da “arma chimica” in Siria in “minerale nutritivo” attraversando l’oceano. Il fluoruro di sodio è fluoruro di sodio ed è pericoloso a prescindere da chi lo consuma.

Tenetelo a mente la prossima volta che sentite un dentista raccomandare l’immissione di fluoruro di sodio nella fornitura idrica locale. Potete giustamente reagire alla loro assurda richiesta chiamando la Sicurezza Nazionale ed accusarli di terrorismo per essere coinvolti dell’uso indiscriminato di un’arma chimica nella rete idrica – uno dei bersagli preferiti dei terroristi di tutto il mondo.

Comunque, non sto scherzando: vi sto davvero incoraggiando a chiamare la Sicurezza Nazionale e denunciare i membri del consiglio comunale come terroristi che stanno imitando il “regime” Assad in Siria usando fluoruro di sodio sui cittadini. Potreste anche chiamare l’ONU e chiedergli di intervenire sugli Stati Uniti per l’uso di armi chimiche contro la sua stessa popolazione … giusto? Non è quello che Kerry, nel caso della Siria, sta chiedendo al mondo di fare? Perché gli USA hanno l’immunità sull’uso di armi chimiche sui suoi cittadini mentre la Siria è minacciata con una guerra per aver usato le stesse identiche armi chimiche sulla sua popolazione?

Tra l’altro, lo stesso fluoruro di sodio che è stato esportato in Siria come “arma chimica” viene regolarmente importato dalle città americane per versarlo nelle forniture idriche. La chiamano “fluorizzazione dell’acqua” ed i dentisti la spingono come caramelle, perché di fatto questa pratica causa un aumento delle carie, delle macchie e della decolorazione dei denti (il che si aggiunge ad un aumento negli affari dei dentisti).

Come documentato da Natural News (5), il fluoruro di sodio viene promosso dagli esportatori cinesi come prodotto chimico multi-uso che viene impiegato, ad esempio, per la produzione di pesticidi o per assorbire i residui chimici delle centrali nucleari. Guardate queste due foto (6) per avere più prove (7).

Come avevo già detto nel 2012 (8), “il fluoruro è un’arma chimica!”. Ora salta fuori che John Kerry è d’accordo con me e che sta usando il fluoruro come una scusa per bombardare uno Stato sovrano.

Una domanda veloce: se la Russia inizia a bombardare gli USA, possono usare la stessa scusa che Obama e Kerry stanno usando con la Siria? “Dovevamo salvare il popolo americano dalle armi chimiche usate dal regime Obama!”

Mike Adams
Fonte: www.naturalnews.com
Link: http://www.naturalnews.com/041883_Syria_chemical_weapons_sodium_fluoride.html
3.09.2013

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ROBERTA PAPALEO

FONTI

1) http://www.independent.co.uk/news/uk/politics/revealed-uk-government-let-british-company-export-nerve-gas-chemicals-to-syria-8793642.html
2) http://nbcpolitics.nbcnews.com/_news/2013/09/01/20279783-kerry-samples-from-syria-tested-positive-for-sarin?lite
3) http://science.naturalnews.com/2010/1372445_Fluoride_in_drinking_water_and_dental_fluorosis.html
4) http://www.nurserywater.com/
5) http://www.naturalnews.com
/037024_sodium_fluoride_insecticide_proof.html
6) http://www.naturalnews.com/gallery/articles/Fluoride_Pesticides_Nuclear.jpg
7) http://www.naturalnews.com/gallery/articles/Sodium_Fluoride_Pallet_Packaging.jpg)
8) http://www.naturalnews.com/037024_sodium_fluoride_insecticide_proof.html

Pubblicato da Davide

  • Stopgun

    Aveva ragione il Col Jack D. Ripper (Dr Strangelove di Kubrick) a rifiutare l’acqua distribuita negli acquedotti USA , in quanto fluorizzata.

  • albsorio
  • Senzapretese

    Alcuni ribelli siriani avrebbero ammesso responsabilità nella recente strage causata da agenti chimici alla periferia di Damasco, sostenendo di aver male utilizzato le sostanze fornite loro dall’Arabia Saudita e di aver provocato un incidente.
    In dichiarazioni a una giornalista dell’Associated Press (Ap) riportate dal sito iranian.com, ribelli di Ghouta, il quartiere periferico di Damasco dove è stata denunciata la strage, avrebbero confessato alla giornalista Dale Gavlak – che ne ha poi scritto un reportage ripreso anche da siti occidentali – di essere in realtà responsabili dell’incidente di cui le potenze occidentali accusano le forze del presidente Bashar al Assad.
    ADDESTRAMENTO SBAGLIATO. Ribelli avrebbero detto alla giornalista che non erano adeguatamente addestrati su come maneggiare le armi chimiche e neppure era stato detto loro che fossero tali. Sembra che le sostanze fossero destinate a Jabhat al-Nusrad, un’ala di Al Qaeda, ha aggiunto fra l’altro il sito iraniano.
    L’IRAN PROVOCA GLI USA. In precedenza Teheran, nel chiaro tentativo di influenzare il Congresso americano e l’opinione pubblica mondiale, ha sostenuto di aver passato a Washington già otto mesi fa informazioni sull’introduzione in Siria di gas nervini, poi usati dai ribelli e non dal regime.

    Martedì, 03 Settembre 2013

    Fonte: http://www.lettera43.it/cronaca/armi-chimiche-alcuni-ribelli-ammettono-l-uso_43675107130.htm

  • enzosabe

    Mi pare di ricordare di aver letto da qualche parte (non mi sono andato a ricercare gli articoli da cui ho preso quanto sto scrivendo ora) che i nazisti usavano proprio sostanze al fluoruro (forse proprio il fluoruro di sodio) per, come dire, rimbecillire i loro prigionieri nei campi di concentramento. Quindi chi ne veniva imbottito non pensava assolutamente più a fuggire, ma subiva passivamente tutte le vessazioni del caso. Se lo so io, non credo che chi lo immette negli acquedotti americani non lo sappia.
    Inoltre mi par di ricordare di aver letto da qualche parte che il fluoruro di sodio è una sostanza tossica, in alte concentrazioni cancerogena.
    Inoltre mi par di ricordare che qualcuno abbia affermato, differentemente da quanto pensato dalla maggior parte dei dentisti, che il fluoruro di sodio danneggia i denti anzichè rafforzarli. E se così fosse, ecco come si potrebbe spiegare quella dizione che si trova su tutti i nostri dentifrici ” Bambini fino a 6 anni: ….. “. Loro dicono che è per ridurre al minimo l’ingerimento di dentifricio. Ma perchè? Se se ne ingerisce un pò di più, cosa succede? Qui non lo dicono (e l’avrebbero dovuto dire). Grazie al cielo viene in aiuto l’ultima parte dell’avviso: “In caso di assunzione di fluoruro da altre fonti ….”. Allora io penso che la sostanza che vogliano che non sia ingerita più del necessario sia proprio il fluoruro di sodio. E a ragione: infatti mi par di ricordare che qualcuno ha affermato che il fluoruro di sodio rovini i denti anzichè rinforzarli (e nel caso di un bambino al di sotto dei 6 anni posso speculare che il fluoruro di sodio rovini i denti dei bambini: 1) perchè il rapporto quantità a contatto/superfice dentaria di contatto sarebbe molto alto, e forse (non sono un esperto, qualche dentista però può dare il suo parere) e perchè i denti dei bambini non sono resistenti ad agenti corrodenti di quelli degli adulti (con il rischio per i produttori di dentifrici che i genitori colleghino i danni ai denti dei loro bambini all’uso del dentifricio); 2) causi scemenza (ho usato questo termine da non esperto, ma un esperto mi può correggere) nel bambino.
    E poi mi par di aver notato che i dentifrici senza fluoruro non hanno la scritta “Bambini fino a 6 anni: ….. “. Chissà perchè.
    E mi par di aver letto da qualche parte che il fluoruro di sodio è uno scarto dei prodotti fertilizzanti la cui dispersione nell’ambiente è vietato (perchè inquinante, naturalmente) e il cui smaltimento è molto costoso per le industrie produttrici di fertilizzanti. Se poi uno dei metodi di smaltimento è quello di metterlo negli acquedotti o nei dentifrici, ossia farlo transitare per gli apparati digerenti delle persone, per poi farlo comunque arrivare così com’è nell’ambiente, risparmiando così un bel pacco di soldi, …., beh, che fortuna per queste aziende.
    E mi par di aver osservato che i dentifrici che non contengono fluoruro di sodio costano molto di più dei dentifrici che contengono fluoruro di sodio. Certo, si può pensare che il fluoruro di sodio assolva economicamente a tutte quelle funzioni che in dentifrici senza fluoruro di sodio vengono assolte da sostanze ben più costose. Ma si potrebbe anche pensare che i produttori di dentifrici che aggiungono fluoruro di sodio ricevano sovvenzioni dalle industrie fertilizzanti (che comunque risparmiano sui costi di smaltimento) al fine di invogliare il consumatore a comprare un dentificio al fluoro (molto più economico), anzichè uno senza.
    Mi rendo conto che quest’ultimo è un pensiero estremamente cattivo, ma se poi non sono il primo ad averlo avuto?

  • Aironeblu

    Oltre al danno, la beffa, mentre ci intossicano con il fluoro usano lo stesso pretesto per accusare le prossime vittime: mentre ci raccontano che non è tollerabile che un governo usi armi chimiche, contaminano intere nazioni con le loro scorie di uranio impoverito. Evidentemente il grado di ovinità delle nostre popolazioni ha raggiunto livelli impensabili.

  • Aironeblu

    Mi pare che ricordi tutto perfettamente.

  • pibi

    Un lupo ed un agnello, spinti dalla sete, si trovarono per caso in riva ad un ruscello.

    Più in alto, beveva il lupo, molto più in basso, l’agnello. Ad un certo punto, il lupo, assai affamato, cercò dei pretesti per litigare accusando ingiustamente l’agnello di rendergli torbida l’acqua, mentre lui beveva.

    L’agnello, tutto impaurito, rispose: “Come posso inquinarti l’acqua che bevi, se tu sei piu’ in alto di me, semmai sara’ il contrario………

    Allora il lupo, non potendo ribattere, cerco un’altra scusa:” Sei mesi fa, tu mio caro agnello, parlasti male di me…”. La povera bestiola, non sapendo piu’ cosa fare, con voce tremante rispose:” Ma, ma …..io non ero ancora nato ” beh, allora tuo padre” , ribatte’ il lupo, parlo’ male di me…..e cosi’ trovo’ la scusa per mangiarsi ingiustamente l’agnellino.

    l lupo e l’agnello / FEDRO

    Ad rivum eundem lupus et agnus venerant
    siti compulsi; superior stabat lupus
    longeque inferior agnus. Tunc fauce improba
    latro incitatus iurgi causam intulit.
    «Cur» — inquit — «turbulentam fecisti mihi
    aquam bibenti?». Laniger contra timens:
    «Qui possum, quaeso, facere, quod quereris, lupe?
    A te decurrit ad meos haustus liquor».
    Repulsus ille veritatis viribus:
    «Ante hos sex rnenses male, ait, dixisti mihi».
    Respondit agnus: «Equidem natus non eram».
    «Pater hercle tuus, ille inquit, male dixit mihi».
    Atque ita correptum lacerat iniusta nece.
    Haec propter illos scripta est homines fabula,
    qui fictis causis innocentes opprimunt.

  • enzosabe

    Immagino che Fedro, se avesse scritto il racconto oggi, avrebbe così terminato (mi scuso per la mia indigenza letteraria). —-
    Trovata la scusa, il lupo aveva appena addentato l’agnello, che questo si mise a gridare: “Mamma, mamma”. Il lupo pensò: “Ma a chi chiama se la sua mamma l’ho mangiata qualche mese fa, e anche il suo papà?. Peccato che allora non mi sono mangiato il loro agnello appena nato. Poco male, me lo mangio ingrassato adesso”. Ecco però che il lupo, da lontano, iniziò a sentire un fruscio che diveniva sempre più intenso, come se qualcosa di poderoso e allo stesso tempo veloce si stesse avvicinando. Il lupo non ci fece caso, continuò a tenere la sua presa. Infatti sapeva di essere stato sempre il più forte e che il motivo che era valso per l’agnello, sarebbe valso di forza per chiunque altro: “Chi avrebbe osato dire diversamente?” si diceva. “Tutt’al più sarà un cervo! Che venga pure che mi faccio un assaggio anche di lui”. E voltò sprezzantemente le spalle al rumore che si faceva sempre più vicino. “Mamma, mamma” continuò a gridare l’agnello. Ed ecco che il lupo avvertì un fortissimo peso sul suo corpo, come se una zampa di un poderoso animale gli schiacciasse la schiena, e si voltò con l’intenzione di vedere chi osasse attaccarlo, prima di lasciare la presa per azzannare l’aggressore. “Groarrrrr” sentì a fior d’orecchi e il lupo si rese conto improvvisamente che l’agnello stava chiamando la sua morte. Era l’orsa che poco tempo prima aveva trovato l’agnellino orfano e l’aveva allattato considerandolo da allora come un suo figlio — Qualcuno forse indovina chi è il lupo, chi l’agnello e chi l’orsa nella vita reale di oggi?

    P.S.: so che è impossibile che una storia del genere accada nel mondo animale. Ma l’originale storia fu fatta a uso ed ammonimento degli umani, facendo rappresentare le loro azioni, intenzioni, ecc. , buone o cattive che siano, da animali.

  • enzosabe

    Immagino che Fedro, se avesse scritto il racconto oggi, avrebbe così terminato (mi scuso per la mia indigenza letteraria). —-
    Trovata la scusa, il lupo aveva appena addentato l’agnello, che questo si mise a gridare: “Mamma, mamma”. Il lupo pensò: “Ma a chi chiama se la sua mamma l’ho mangiata qualche mese fa, e anche il suo papà?. Peccato che allora non mi sono mangiato il loro agnello appena nato. Poco male, me lo mangio ingrassato adesso”. Ecco però che il lupo, da lontano, iniziò a sentire un fruscio che diveniva sempre più intenso, come se qualcosa di poderoso e allo stesso tempo veloce si stesse avvicinando. Il lupo non ci fece caso, continuò a tenere la sua presa. Infatti sapeva di essere stato sempre il più forte e che il motivo che era valso per l’agnello, sarebbe valso di forza per chiunque altro: “Chi avrebbe osato dire diversamente?” si diceva. “Tutt’al più sarà un cervo! Che venga pure che mi faccio un assaggio anche di lui”. E voltò sprezzantemente le spalle al rumore che si faceva sempre più vicino. “Mamma, mamma” continuò a gridare l’agnello. Ed ecco che il lupo avvertì un fortissimo peso sul suo corpo, come se una zampa di un poderoso animale gli schiacciasse la schiena, e si voltò con l’intenzione di vedere chi osasse attaccarlo, prima di lasciare la presa per azzannare l’aggressore. “Groarrrrr” sentì a fior d’orecchi e il lupo si rese conto improvvisamente che l’agnello stava chiamando la sua morte. Era l’orsa che poco tempo prima aveva trovato l’agnellino orfano e l’aveva allattato considerandolo da allora come un suo figlio — Qualcuno forse indovina chi è il lupo, chi l’agnello e chi l’orsa nella vita reale di oggi?

    P.S.: so che è impossibile che una storia del genere accada nel mondo animale. Ma l’originale storia fu fatta a uso ed ammonimento degli umani, facendo rappresentare le loro azioni, intenzioni, ecc. , buone o cattive che siano, da animali.

  • Truman

    Io l’orsa la vedo con la faccia di Putin.