Home / ComeDonChisciotte / La più grande Task Force Navale Russa
map syria sea 0

La più grande Task Force Navale Russa

DI TYLER DURDEN
Pochi istanti fa, abbiamo raccontato che dopo l’ ultima escalation che coinvolge la Siria, la portaerei russa Kuznetsov ha lasciato la Norvegia e sta navigando verso la Siria, dove si prevede che arrivi in poco meno di due settimane. Come parte della flotta navale, la Russia ha anche implementato una scorta di altre sette navi, che abbiamo definito la “più potente task force navale russa che abbia mai navigato in Nord Europa dal 2014“, secondo i rapporti quotidiani della Nezavisimaya Gazeta  russa.

Ma si scopre anche che la flotta doveva essere ancora più grande, perché secondo un diplomatico della  NATO citato dalla Reuters, la Russia “sta allertando tutta la flotta del Nord e gran parte della flotta del Baltico nel più grande dispiegamento di forze dopo la fine della guerra fredda“. Secondo le dichiarazioni di un anonimo diplomatico.

“Questa non è una veleggiata tra amici del porto. Tra un paio di settimane, vedremo un crescendo di attacchi aerei su Aleppo come parte di una strategia della Russia che vuol dichiarare vittoria”, ha detto ancora il diplomatico.

Intensificare  una campagna aerea  su Aleppo orientale, dove sono intrappolate 275 mila persone, potrebbe ulteriormente peggiorare i legami tra Mosca e l’Occidente, secondo il diplomatico che ha aggiunto che “Questo assalto, dovrebbe essere sufficiente per consentire una strategia di uscita della Russia, se Mosca dovesse ritenere che Assad è ormai abbastanza stabile per sopravvivere da solo.

Come abbiamo già detto, le foto delle navi sono state prese da militari norvegesi. Un quotidiano norvegese ha citato il Capo del servizio di intelligence militare norvegese che ha dichiarato che le navi coinvolte “giocheranno probabilmente un loro ruolo nella battaglia decisiva per Aleppo”. Ma c’è qualcosa in più, perché la Reuters ha fatto riferimento alle parole di un diplomatico della NATO, che afferma che in effetti la Russia sta impiegando la più grande forza navale dalla fine della guerra fredda, per rafforzare la sua campagna di Siria. Dalla Reuters: Mentre c’è poco che possiamo aggiungere al post precedente, vogliamo ricordare ai lettori che il Meditteraneo Orientale appare come nell’estate del 2013, quando la prima escalation tra Russia e USA vide trasformarsi il mare al largo della costa siriana in un parcheggio per le navi da guerra.

Un Parcheggio che, tra un paio di settimane, sarà ancora molto più occupato.

* * *

Per chi si è perso l’articolo precedente, ecco qualche cenno  sulla composizione della flottiglia russa:

Secondo un rapporto dell’esercito Norvegese che ha reso pubbliche le foto prese dagli aerei della sorveglianza, apprendiamo che la Kuznetsov accompagnata da una flotta di navi da guerra russe, sta navigando verso la Siria nelle acque internazionali al largo delle coste Norvegesi, vicino a Trondheim. Le foto delle navi, che includono la portaerei  Admiral Kuznetsov e la nave da crociera Pyotr Velikiy,  sono state prese vicino all’isola di Andoya, lunedì scorso nella Norvegia del Nord.

Come scrive la Reuters ,  un portavoce dell’intelligence service dell’ esercito norvegese ha detto che le forze armate del paese pubblicano frequentemente questo tipo di servizi fotografici, mentre il quotidiano  VG  ha fatto riferimento al  Generale Morten Haga Lunde,  Capo del Servizio, che ha detto che le otto navi coinvolte “probabilmte giocheranno un ruolo decisivo nella bsattaglia per Aleppo“. Secondo l’agenzia di stato russa, TASS, la portaerei  è dotata di 15 aerei da guerra Su-33 e MIG-29K  e di più di 10 Ka-52K, Ka-27  e di  ??-31 elicotteri.

Il gruppo navale che include la portaerei e altre sette navi di scorta russe, è la più potente task force navale russa in navigazione nel Nord Europa dal  2014, come riporta la   Nezavisimaya Gazeta  nelle sue informazioni quotidiane. La nave portaerei può trasportare più di 50 aerei e il suo sistema di armamento include  anche i missili anti-navi Granit.

L’altra flottiglia, in termini di forza di fuoco è la nave nucleare da crociere russa Pietro il Grande.

La Pietro il Grande (nave da crociera  Kirov-class ) scorta la portaerei

Come aggiunge la BBC, un aereo da ricognizione norvegese Lockheed P-3 Orion , durante un’azione di monitoraggio,  ha fotografato le navi russe.  Sia i MiG-29 Fulcrum, che gli elicotteri da combattimento sono visibili sul ponte della nave.

Il gruppo navale russo è composto da : due grandi navi da guerra anti-sottomarini  – la  Severomorsk ,  la Vice-Admiral Kulakov  e da altre quattro navi di appoggio.

  Navi della task force navale, in questa foto norvegese

 

Fonte :  http://www.zerohedge.com/      19 ott. 2016

Link   : http://www.zerohedge.com/news/2016-10-19/russia-deploying-largest-naval-force-cold-war-syria-nato-diplomat

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione  Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario

  • PietroGE

    Il problema per la Russia non è Aleppo, che prima o poi cadrà, ma la pacificazione del Paese che è ancora molto lontana. Una cosa è mantenere una base militare importante in un Paese stabile, un altra, molto più pericolosa, è averla in un posto dove pullulano terroristi, attentati e armi a non finire.
    Prendo atto che le stime iniziali che prevedevano una vittoria contro l’IS non giro di qualche settimana, se non di qualche giorno, erano decisamente ottimistiche. Capisco benissimo la fretta di arrivare ad una vittoria sul campo prima della fine dell’anno, bisognerà vedere se la vittoria sarà solo per una battaglia, anche se importante, oppure per l’intera guerra.

  • gianni

    Molto bene, finalmente un paese che può contrastare gli assassini USA

    • spartaco

      Invece i Russi sono portatori di pace …

    • rommel

      assassini? invece che invade la crimea e fa un referendum farsa, invade l’Ucraina e crea una guerra civile che cos’è? in santo? Certo che voi putin-troll avete una visione del mondo da bimbo piccolo con i russi che sono santi e tutti gli alti il male.

  • giuseppe glavina

    Siamo solo agli inizi perché le due Superpotenze,ormai possiamo chiamarle così, Russia e Cina si sono rotte i coglioni e stanno prendendo decisamente l’Iniziativa. La Russia non sarebbe così gagliarda e sicura di sé se non avrebbe le spalle coperte dalla Cina che sicuramente le offre un appoggio incondizionato. Ben diversa la situazione degli Usa che,secondo me e malgrado le apparenze, sono costretti alla difensiva dopo una lunga serie di errori geostrategici ,risultato della loro incredibile arroganza. Quindi o vanno allo scontro frontale, ma sarebbe un’assurdità visto l’annientamento assicurato anche di se stessi, o scendono a patti accettando un condominio che risulterebbe una seconda coesistenza pacifica, questa volta però senza le virgolette sul pacifica ,perché Russia e Cina non si fermeranno finché non l’avranno imposta!

  • Angelino Cherubini

    Se non fosse stato per i Russi,con quel mangiabanane,ci saremmo ritrovati i tagliagole dell’Isis dentro casa!!!

    • Silviu Turcu

      Di fatti !! dopo che i russi sono andati in Siria non abbiamo piu visto i taglia gole in azione.

    • rommel

      LOL!! ma sei talmente “intelligente” da credere alla volgata secondo al quale i russi combattono l’ISIS? no, questi combattono per mantenere al potere uno come assad, un macellaio.

      altrimenti come ti spieghi che in iraq e da tutte le altre parti non ci sono?
      ma la logica l’avete o no?

  • Cataldo

    Nel testo la nave da “crociera” è l’incrociatore da battaglia Pietro il Grande, una nave che risale ai concetti operativi della guerra fredda, ma che rappresenta un credibile deterrente, inserito in un contesto come quello siriano.
    Di base schiera un sistema di difesa aerea completo e stratificato, che copre tutta la task force, e normalmente, ha almeno una ventina di missili a lunghissima gittata supersonici ad ogni quota, con 750 kg di testata attiva, utilizzabili sia per obiettivi navali o terrestri di particolare importanza.
    Questa task force è imperniata su due pezzi pregiati che nei piani russi dovevano essere in cantiere per profondi ammodernamenti, ma che hanno visto una revisione operativa straordinaria nell’ultimo anno per essere utilizzati in questa fase politica nel mediterraneo. Con questa task force si ottiene una copertura del teatro completa su tutto lo spettro operativo, vista la presenza di due grandi caccia antisommergibili, dotati anche di missili supersonici antinave. Sul piano logistico si prevede che tutta la flottiglia sia zeppa di armi della flotta del nord prossime a scadenza.

  • adestil

    giuseppe glavina,la russia non ha bisogno della Cina militarmente..
    mentre ne ha bisogno finanziariamente(gli ha comprato 400miliardi di gas russo appena iniziano le sanzioni della crisi ucraina) per alleviare l’urto delle sanzioni e bloccare altre speculazioni sul rublo(cosi’ come noi avevamo bisogno della Libia per bloccare le speculazioni sui titoli di stanto,essendo la Libia come la BCE di oggi,compratore di ultima istanza e potendo ripianare qualsiasi perdita delle grosse banche italiane come Unicredit MPS o Intesa che da quando non c’è più prima parti lo spread causarto dalla vendita di 10miliardi di euro di titoli italiani fatti dalla deutsche bank su ordine USA ed oggi siamo in mano agli speculatori e ricattatori).

    Napolitano capo del pd burattino degli USA ci ordinò dall’ONU di bombardare i nostri stessi interessi,personaggi che andrebbero posti subito agli arresti per alto tradimento ma che invece ancora oggi prende ordini da Obama e li gir a renzi,come quando venne in Italia ed andò prima da Napolitano poi da renzi..

    I russi hanno sempre avuto paura di sfidare gli USA non per motivi militari(anche ai tempi di Eltsin avevano 14mila testate atomiche dichiarare contro le 8000 USA ed analoghe capacità di lanciare e quindi di mutua distruzione…ora meno dopo i trattati ne hanno dovute distruggere molte di più degli USA)ma per motivi economici..
    il motivo è semplice gli USA potevano contare su 3/4 del mondo dalla loro parte(europa,australia,giappone,canada ,Brasile,quasi tutto il medioriente etc..)i russi solo su ex repubbliche fallite e con la Cina non ancora superpotenza economica ed ancora troppo dipendente dagli USA.
    In queste condizioni fallisci prima ancora di iniziarla la guerra ,bastano le speculazioni…
    Ed in caso di conflitto o è nucleare ed allora li conta poco la finanza ma se è convenzionale o per intersposta nazione..li soldi e finanza sono tutto…ed la sconfitta russa era assicurata…

    Ecco perchè i russi hanno sempre fatto un passo indietro(come col rospo del Kursk)

    ma oggi le cose stanno diversamente proprio e grazie all’appoggio Brics,Cina ed Iran in particolare e pure Brasile(non è un caso che il brasile viene destabilizzato dagli USA
    un pò come avvenuto per Berlusconi,gli ordini arrivano sempre dagli USA)
    che la Russia sa di avere le spalle coperte finanziariamente e quindi non ha più esitazione di mettersi a fare quello che ha sempre saputo fare meglio degli altri,la guerra ,quella vera..
    mettiamoci pure l’enorme avanzamento nel campo delle armi convenzionali(e speciali)ma non nucleari ecco che può permettersi anche guerre di interposizione a lungo termine..
    senza andare allo scontro totale atomico…

    Le guerre di logoramento sono le più difficili da sostenere..per costi finanziari e politici e ritorno di immagine..si finisce quasi sempre per perderle(vedi Afghanistan per la russia ma prima ancora per gli inglesi e poi per gli USA o l’iraq e Libia per gli USA)

  • adestil

    le navi in arrivo non servono per portare aerei(quelli possono decollare anche dall’Iran o da altre basi) infatti sono quasi vuote.. è un diversivo per chi ci casca..ma non credo ci caschino…

    servono per portare armamenti da terra..quindi s300 ed s400 ed altri tipi di missili antinave ed anti sommergibile da piazzare sulla costa di Lakatia

    tipo i SS-N-26 Onyx Yakhont P-800 Sun BurnInfatti tenete ben presente che ogni missile di questo può abbattere una nave e può essere lanciato da nave o da sommergibile o da terra ha una maggiore efficacia di una nave stessa..perchè ne basta uno per abbatterla..

    Questo missile vola a pelo d’aria quasi a mach3 e capace di aggirare i sistemi Aegis a bordo delle navi..(se pensate che la ridicola marina argentina affondò due navi della temibile marina UK nella guerra delle malvinas grazie a dei missili exocet francesi che rispetto a questi sono stuzzicadenti e che cmq avrebbero potuto avere la meglio sugli inglesi se gli USA e gli UK non chiesero ed imposero il totale embargo di armi per gli argentini…e di questi exocet ne avevano pochi purtroppo per loro!)
    https://it.wikipedia.org/wiki/Exocet

    pesa 3 tonnellate lungo 10 metri e vola a pelo d’acqua fino a 600km(configurazione non esportata dai russi)..non esiste nientr’altro cosi’..
    ha varia configurazioni c’è pure quella da 1 tonnellata di esplosivo ad alto potenziale e può anche portare una testata atomica…
    esistono versione lanciabili anche da aerei
    http://www.military-today.com/missiles/p800_oniks.htm

    Ovviamente gli USA lo sanno bene e questo ha un ‘enorme forza di deterenza..
    ovviamente poi la base antinave sulla costa andrà protetta da missili s300 s400 s500
    in gran quaintità per cui quelle navi ne sono piene..nelle stive..

    I russi si stanno preparando ad un massiccio arrivo sulle coste della Siria di navi USA (che rimarranno nelle retrovie)e navi soprattutto inglesi o cmq nato…
    con 10 missili Onix fai fuori 10navi

    non ci dimentichiamo che ad esempio la cina ne comprò ufficialmente 500
    con raggio non è chiaro se 300km (esportazione )o 600km(non per esportazione)

    mentre i 72 che nel 2010 i russi portarono in Siria sono ovviamente tutti raggio 600km
    Alcuni di essi erano stipati in container che fu bombardato nel 2013 (prima che i russi arrivassero effetticamente in Siria)da un raid israeliano,ma pare che i missili fossero già stati spostati… bombardamenti che oggi nessuno osa fare più
    http://ilmanifesto.info/latakia-attacco-israeliano-dal-mare/

    esistono anche altre versioni tipo SS-N-22 Sunburn

    • giuseppe glavina

      Grazie per le più dettagliate informazioni ,sia tecniche che non, utilissime per inquadrare meglio le forze in campo e la tattica seguita.La differenza però essenziale,secondo me, tra gli opposti schieramenti ,al di là di tutta la tecnologia militare possibile e immaginabile, è che i russi e cinesi il senso della guerra nel suo feroce svolgimento lo hanno ormai impresso nel DNA. I primi per aver difeso, nel corso della storia, la propria sovranità al prezzo di milioni di morti e immani distruzioni, i secondi riconquistando quella lo stesso con milioni di morti e immensi sacrifici. Gli USA nelle guerre arrivavano e vincevano facile sempre quando ormai gli altri contendenti si erano distrutti a vicenda , o suggellando e imponendo la vittoria come nel secondo conflitto mondiale, solo in parte avevano ottenuta sul campo, con il terrore delle due atomiche sul Giappone. Se allora non fosse esistita l’atomica la Russia, in un secondo tempo, avrebbe avuto facilmente ragione degli americani in Europa, la guerra di Corea non avrebbe avuto luogo, gli USA avrebbero dovuto trattare la resa del Giappone con Russia e Cina. Questo non successe perché Truman, disponendo di una netta superiorità aerea, era in grado di minacciare il bombardamento atomico sull’Unione Sovietica. Quindi oggi, al di là dell’olocausto nucleare che riguarderebbe tutti, per me risulta molto evidente chi sono i più forti in campo e non si tiri in ballo condizionamenti economici o finanziari perché la penuria( quella che ti fa sentire debole ed inadeguato) è in queste nazioni ampiamente superata.

  • Cataldo

    charly015.blogspot.it/2016/10/el-portaviones-kuznetsov-viajara_22.html
    A questo link, in spagnolo, lo schieramento aggiornato del gruppo navale russo, non è la più grande task force navale russa mai vista, ma sicuramente una delle più operative in assoluto, tutti i mezzi coinvolti sono stati impegnati in intensissime esercitazioni negli ultimi tempi. C’è anche una interessante discussione sul fumo nero dela kutnezov.