Home / ComeDonChisciotte / ECCO COME PUTIN AFFRONTA I PROPRIETARI DI UNA FABBRICA
15340-thumb.jpg

ECCO COME PUTIN AFFRONTA I PROPRIETARI DI UNA FABBRICA

DI PIETRANGELO BUTTAFUOCO

ilfoglio.it

Il fallimento della Lehman Brothers si raccontò con l’immagine dei dipendenti alle prese con gli scatoloni per andarsene via. L’Air France, pochi giorni fa, con un’altra scena: la caccia al manager, fino a strappargli i vestiti. Due tasselli dell’immaginario il cui puzzle, a sentire Maurizio Landini in Italia si completerà con l’occupazione delle fabbriche per scongiurarne la chiusura.

Ecco, il prezzo è alto ma ai corporativisti impazienti suggerisco di fare una ricerca su YouTube. Esattamente “Putin che affronta i proprietari di una fabbrica quando viene a sapere del licenziamento degli operai…

Pietrangelo Buttafuoco

Fonte: www.ilfoglio.it/il-riempitivo

Link: http://www.ilfoglio.it/il-riempitivo/2015/10/07/index___1-vr-133551-rubriche_c164.htm

7.10.2015

Pubblicato da Davide

  • Primadellesabbie

    Si tratta du un filmato vecchio di un anno, é già stato pubblicato su un forum CdC e commentato, non per questo meno interessante.

  • Giovina

    Si tratta di un breve filmato, e di sospetto odore propagandistico, magari a fine buono, tipo lo stimolo alla responsabilita’ e all’onesta’ quando si va a considerare il dolo di certa imprenditoria, ma la realta’ non e’ tutta questa. Ci sono in rete filmati e registrazioni di discorsi di Putin piu’ articolati e compiuti di in un certo valore, dove una sospetta demagogia o la mera diplomazia piu’ generale lasciano il posto a meriti di indubbia qualita’ statista.

    Per rispondere adeguatamente alla messagistica facebookiana di Buttafuoco: si immagini un onesto e capace imprenditore che dopo anni di successi  si trovi a fallire e a suicidarsi. Lo manderemmo a quel tavolo di riunione di Putin?
    Quanta responsabilita’ in casi del genere puo’ essere attribuita al mero mercato e quanta alla politica?
    Quale sistema selettivo butta sul terreno dell’imprenditoria proprietari e dirigenti d’azienda?
    Quale sistema, se esiste, di regolazione e meritocrazia, disciplina l’operato dei dirigenti per escludere dal mercato chi non possiede talento e responsabilita’ tipiche necessarie nell’imprenditoria e favorire invece quelli capaci?

    Dubito fortemente che in uno Stato, che cerchi di assicurare uguglianza fra i suoi cittadini, i suoi governanti riaffidino a degli incompetenti o a degli sfruttatori il destino di una azienda con i suoi operai, se di accertata incompetenza e disonesta’ si tratta.

    Queste favolette di ambiguo significato e fine non dovrebbero essere pubblicizzate e riprodotte, sono il megafono di vecchia e scadente propaganda. Il problema e’ piu’ complesso di quanto si pensi.

  • Tao

    121081

    LA SETTIMANA DELLA MODA A PARIGI

    DI NICO MACCE

    carmillaonline.com

    Quest’anno ci sono tante e nuove proposte in questo grande appuntamento con la moda. Sicuramente ha riscosso molto successo la passerella di Pierre Plissonnier, direttore generale di Air France, che ha sfilato con un capo fashion molto “Ce n’est qu’un début, continuons le combat”, certamente da prendere… al volo. Gli stilisti dell’ufficio logistico e merci hanno progettato delle pince aperte a decoupage per infondere un leggero e fresco terrore.
    Ideale per licenziamenti casual, o alla caz di can, è molto consigliato per quei CEO in stile denim, “che non devono chiedere mai”.
    I lavoratori di Pomigliano lo ritengono molto adatto anche per Marchionne.

    La classe operaia che fa il cool ai suoi manager è una tendenza moda che aspettavamo da tempo. Speriamo che non sia un trend caldo limitato alla sola stagione autunno/inverno.

     

    Nicoa Macce

    Fonte: http://www.carmillaonline.com [www.carmillaonline.com]

    Link: http://www.carmillaonline.com/2015/10/06/la-settimana-della-moda-a-parigi/ [www.carmillaonline.com]

    6.10.2015

  • AlbertoConti

    "mi ridia la penna" …. esilarante!

    Renzi è all’estremo opposto, ma non fa ridere per niente.

  • Primadellesabbie

    …tra i francesi che s’incazzano… (Paolo Conte, Aspettando Bartali)

    É convinzione di un vecchio democristiano deluso, che lo ripete di frequente, che i francesi, grazie a questa loro attitudine, siano per noi la sola speranza rimasta.
  • Cornelia

    Sembra un filmato di propaganda, ma non lo è. Cercando in Rete, la storia è stata riportata da tutti i giornali del mondo: in quella regione le fabbriche chiudevano e la gente in rivolta aveva persino bloccato l’autostrada. Putin è stato costretto a intervenire prima che la situazione precipitasse. 

    Sicuramente Putin ha voluto fare un’azione di forza e renderla pubblica chiamando stampa e TV, ma la vicenda è del tutto vera.
  • andriun

    ".. si immagini un onesto e capace imprenditore che dopo anni di successi  si trovi a fallire e a suicidarsi. Lo manderemmo a quel tavolo di riunione di Putin?" 

    – Credo che sia decisamente troppo tardi mandarlo da Putin una volta che si è suicidato.
    "Quanta responsabilita’ in casi del genere puo’ essere attribuita al mero mercato e quanta alla politica?"
    – La politica, a parer mio, ha il massimo delle responsabilità se una o più aziende sono costrette a fare scelte apparentemente "inopportune". Questo se si vuole mantenere una certa logica nell’assegnazione dei ruoli. L’imprenditore ha il "dovere" di produrre "ricchezza" con o senza operai e con o senza il benestare della classe politica. La politica dal canto proprio può impostare le cose attraverso leggi e provvedimenti vari, in modo che per l’imprenditore risulti conveniente quel tipo di scelta. 
    "Quale sistema selettivo butta sul terreno dell’imprenditoria proprietari e dirigenti d’azienda?".
    – Domanda che ha certamente più di una risposta: le conoscenze, l’appartenenza a certi "credo", le idee politiche, nonchè il genere di appartenenza(vedi più sotto).
    "Quale sistema, se esiste, di regolazione e meritocrazia, disciplina l’operato dei dirigenti per escludere dal mercato chi non possiede talento e responsabilita’ tipiche necessarie nell’imprenditoria e favorire invece quelli capaci?". 

    – In Italia non esiste meritocrazia quindi non esiste responsabilità. La responsabilità se qualcosa non va per il verso giusto va "spalmata" sempre nel sociale. Gli italiani effeminati hanno paura di sostenere una responsabilità individuale in quanto hanno la coscienza sporca nel favorire certi privilegi a chi non dovrebbero averli.


    Ora le pongo una domanda io che si collega alle sue:


    Parlando sempre dell’Italia le chiedo e chiedo a chi mi legge: 
    che mercato, che selezione, che meritocrazia, che sviluppo ci può essere in un Paese che accetta le "quote rosa" come sistema di raccomandazione tutelato dallo Stato effeminato e su cui basa il proprio concetto di parità di genere?

    Dico questo perchè nella mia logica di comportamento viene contemplato il concetto che se non sei capace di fare una cosa, non la devi fare per forza avvantaggiandoti con sugli altri attraverso qualche espediente/raccomandazione. Ma come al solito la mia visione delle cose risulta sempre troppo personale ed anacronistica rispetto al mondo in cui oggi viviamo.


  • clausneghe

    Lo avevo già visto, volevo usarlo per un pezzo sul mio Blog, ma poi non l’ho fatto.

    Un altro uomo, un altro carisma.
    Ve lo immaginate i nostri Monti o Renzi trattare così i nostri "prenditori"?
    Li ha chiamati scarafaggi, e poi al padrone, mi ridia la penna, dopo che glie l’aveva allungata in malo modo, con evidente disprezzo.
    Sarà pure leggermente nazionalista e fascista sto Putin, ma mi piace, altro che il nostro Pinguino fiorentino sciocco e vanitoso…
    O l’analfabeta economico professor dei miei stivali Mario Mona..volete mettere?
  • andriun

    Ve lo immaginate i nostri Monti o Renzi trattare così i nostri "prenditori"?


    Se la classe politica si dimostra effeminata e quindi incompetente, la sua "base" non può esserlo di meno, finchè continuerà a fare i medesimi errori: in Russia sono maschilisti orgogliosi di esserlo in quanto Uomini. Qui sono tutti "mammomi" accusati e/o che si lasciano accusare dalle donne e dai loro colleghi di "merenda" di essere dei maschilisti. Anche se non sembra esiste una certa differenza concettuale, mi creda.
  • Giovina

    In genere leggo qui e nel forum del sito.

    Apro parentesi rosa:

    E perche’ mai dovrei mai rispondere a qualcuno che parte dal presupposto che qualsiasi mia risposta , in quanto donna,  sia disonesta intellettualmente? Se hai bisogno di "spalle" femminili per sciorinare ogni volta le tue dissertazioni sulle donne, sappi che io non mi presto al famoso trito e ritrito giochetto della contrapposizione uomo-donna.

    Chiudo parentesi rosa.
    Punto.

  • andriun
    No, ci mancherebbe vede non è facile da un nick capire se l’autore di un post sia una donna o un maschio(e molte volte non è nemmeno importante saperlo): quando si devono dire delle cose si dicono a prescindere.
    No, ci mancherebbe, di spalle femminili che nel privato mi confermano che quanto da me detto "dissertazioni", non solo pure fantasie del sottoscritto, ne ho sempre avute e ne ho tutt’ora. La sua sarebbe stata, nel caso, solo la prima pubblica su CDC.
    Apro parentesi rosa:
    Non è un giochetto, cara Giovina è la naturale predisposizione umana a renderci antagonisti nella nostre diversità.
    Solo che, voi donne(che attenzione, sono i fatti che lo dicono), che siete intellettualmente poco oneste(per usare un eufemismo), puntate all’uguaglianza(che fra il resto non può di per sè esistere), viceversa io come UOMO punto alla complementarietà di genere: che a mio avviso sembra anche più logico e quindi naturalmente parlando, un obiettivo maggiormente perseguibile. 
    chiudo parentesi rosa.
    Mi stia bene.
  • Giovina

    Che la vicenda in se’ sia vera non si discute.
    Resta da capire qual’e’ veramente la realta’ economica e politica di base e di contorno.

    Oppure viene da chiedersi se questo video veicoli un qualche messaggio preciso. E in aggiunta:Buttafuoco la consiglia all’Occidente per quale motivo?
    La protesta in Francia non fa che stimolare la immaginazione, come dice il Buttafuoco,  dei nostalgici della lotta di classe. Ironicamente, sempre il Buttafuoco suggerisce qualcosa di piu’ forte, ossia il messaggio di uno Stato forte e dominatore della economia, ma schierato dalla parte del proletariato, contro gli imprenditori scarafaggi.

    Resta sul tappeto, per noi tutti, da noi come in Russia, insoluta, la grande confusione del rapporto tra Stato ed economia, tra iure e vita dell’economia.

  • Tetris1917

    La questione è semplice: la zona dove è intervenuto Putin era a rischio sommossa in quanto chiudevano svariate fabbriche, questo metteva a rischio la tenuta sociale che a Putin stava, e sta, molto a cuore. Per cui è costretto a intervenire contro gli stessi della sua classe di appartenenza: la borghesia russa.
    Non ci sta niente di più puro e pulito, in senso opportunistico, di questo gesto del duce russo.
    Saper riconoscere gli amici di classe è lo stesso di saper riconoscere i suoi nemici.

  • Giovina

    Dunque una situazione eccezionale e d’emergenza, non una prassi. Non sappiamo altro di come sia stata poi gestita la crisi economica. L’ordine di riaprire una azienda certo non sana in se’ la sua crisi. Ne’ lo possono le sommosse.

    Questo vale ovunque.

  • Tetris1917

    La vedo come una questione di opportunismo. Putin non si può permettere nessun focolaio interno. Poi che sia un capo nel senso caro a tanti fascisti, come Buttafuoco, questo è un discorso secondario.
    Ciao

  • pasa

    excuse me

    e che vo di ? Buttafuoco con questa GRANDISSIMA SCEMENZA!
    Qualcuno mi spieghi: NON CAPISCO la connessione logica
  • rbk

    quindi obama con la fusione di fca dovrebbe essere migliore di putin?almeno in questa occasione?
    bho.

  • pasa

    quindi non sono l’unica a mostrare i miei dubbi.

    Questi capi di stato che chissà cosa credono d’essere ho la vaga impressione che stiano nel Posto sbagliato per le loro capacità e anche l’informazione gionalistica non è da meno.Ho la sicurezza che tutto cadrà da solo senza sforzi , vedo già una certa mellifluità.
    Stasera sono Ottimista che giustizia divina sarà.
  • rbk

    Non sò quale siano i tuoi dubbi e da dove provengano ma nel video putin intima al privato di firmare un "accordo" con lo stato, obbligandolo a riaprire la fabbrica e riassumere i dipendenti altrimenti lo avrebbe fatto lui in ogni modo.Il che vuol dire in altre parole che avrebbe (lo stato) rilevato l’amministrazione dell’industria in questione attraverso l’immissione di denaro pubblico.Una attività economica questa prettamente di natura comunista.
    La stessa identica cosa l’ha  fatta Obama con fca (come in moltre altre industrie)nella cui fusione lo zio sam ha investito miliardi di dollari.Per gli americani,non democratici…,questa ingerenza dello stato nella industria privata si chiama COMUNISMO.COME PER LA SANITà ETC.
    Io vedo ad est come in occidente il dilagare dello stato nell’attività privata e non mi piace per nulla,come anche ad iron man….

  • rbk

    senza contare che nella fusione fca anche lo stato italiano ha investito moltissimo e ha legato la sovranità italiana a quella dello zio sam ,che appare essere divenuto  comunista,almeno per il momento.Questo genere di fusioni di capitali con lo stato e poi tra gli stati si chiama Globalizzazione,il cui sinonimo evidente si chiama Comunismo.E senza contare che la stessa fca ha fortissimi interessi nella russia di putin.Come la fiat li aveva in unione sovietica.Si prospetta un futuro globale statalizzato…brrrr