Home / ComeDonChisciotte / CHI E' IL PADRONE DEL TUO PRESIDENTE ?
15855-thumb.jpg

CHI E' IL PADRONE DEL TUO PRESIDENTE ?

DI JAKE ANDERSON

zerohedge.com

Siamo in una nuova era della politica americana. Per quanto riguarda i finanziamenti della campagna presidenziale, la delibera della Corte Suprema dei Cittadini Uniti – e la forse ancor peggiore sentenza McCutcheon / FEC – Hanno aperto le porte ai finanziamenti aziendali senza restrizioni nelle nostre elezioni nazionali.

Il meccanismo primario in atto per facilitare l’arrivo di questo fiume di denaro privato è il super- PAC.

Probabilmente avete sentito parlare di super-PAC e di come sostanzialmente si sono preso il ruolo che tradizionalmente era dei donatori della campagna tramite singoli Comitati di Azione Politica (PAC). Ma il super-PAC non è tutto. Ci sono burattini politici travestiti da non-profit, associazioni tra imprese, e ora, perfino degli apparati per singoli candidati di “denaro ombra”o fondi (quasi) neri che, a partire dal 21 settembre, hanno già raccolto $ 25.100.000 – cinque volte l’importo speso fino a questo momento nel ciclo elettorale del 2012.

Esistono ancora i piccoli donatori privati, naturalmente. I loro contributi elettorali sono ancora limitati a circa $ 5.000 per individuo, che li rende la punta dell’iceberg della spesa per campagne elettorali. Inserisci dei super-PAC e comitati vari per ogni singolo candidato che, a causa delle sentenze SCOTUS di cui sopra, hanno la capacità di scivolare come saponette tra le leggi di finanziamento della campagna e inonderai le nostre elezioni con un quantitativo illimitato di denaro aziendale. I 501 o gruppi di “fondi neri”, noti anche come “organizzazioni di assistenza sociale”, sono particolarmente insidiosi perché, a differenza dei PAC, non sono tenuti a rivelare i loro donatori al pubblico. Dal momento che sono considerati legalmente come un tipo di attività qualsiasi, essi non devono rivelare le erogazioni fino a quando il fisco lo richiede. Ciò significa che si tratta essenzialmente d’una rete di ammiccamenti e cenni col capo per dirla nel gergo politico, per cui i candidati ricevono una sorta di buono-spesa parallelo illimitato da parte di un sindacato tutto invischiato in super-PAC, non-profits ed associazioni imprenditoriali.

Dei 20 che hanno di più da spendere, solo uno è apertamente impegnato da un punto di vista liberale, cosa questa che dà ai conservatori un vantaggio notevole. Detto questo, mentre i democratici hanno messo in discussione la legittimità dei gruppi di “fondi neri”, non hanno invece però escluso la possibilità di utilizzare questa tattica, oltre a eccellenti super-PAC, in modo che debbono legalmente rivelare la fonte dei loro fondi entro poche settimane (anche se diversi gruppi hanno scappatoie disponibili che consentono loro di aspettare fino a 7 settimane).

Inutile dire che si tratta di un’elezione in cui la maggior parte dei candidati sono alla ricerca di sostegno da parte dei donatori ricchi invece che dai cittadini che sarebbero chiamati a rappresentare.
Nonostante la discutibilmente antidemocratica e nebulosa natura delle leggi delle campagne di finanziamento della nostra nazione e l’agenda palesemente pro-corporations applicata dalla Corte Suprema, cerchiamo di tentare di sminuzzare per comprenderle meglio, le principali fonti di spesa politica finora versate nelle elezioni presidenziali 2016. Ci si sorprenderà nello scoprire chi è stato a donare soldi per il vostro candidato – e come tale contributo possa influenzare le posizioni politiche future.

JEB BUSH

Il nuovo arrivato, cavallo da corsa dato per favorito del GOP (= Grande Vecchio Partito, i Repubblicani NdT, ) ha preso una sonora battuta negli ultimi sondaggi, a causa di molti politicanti estremisti del partito conservatore che non sono felici dei suoi atteggiamenti più da centrista verso il matrimonio gay, l’immigrazione e il diritto all’aborto. Ma la grande istituzione del denaro ha ancora una schiena ben robusta.

Donatori aziendali e altri interessi speciali (top 5):

Goldman Sachs ($ 161.100)
Neuberger Berman LLC ($ 65,800)
Bank of America 43.750 $
Citigroup Inc ($ 41,500)
Tenet Healthcare ($ 35,900)

Super PAC o “fondi neri”:

La possibilità di raccogliere super-PAC è una mega-stampella per Jeb Bush che ha raccolto oltre 100 milioni di dollaroni. A partire da metà settembre, il suo team prevede di spendere $ 24.000.000 in spot televisivi in ​​Iowa, New Hampshire e South Carolina. Secondo il Centro Report Investigativi della Florida, la lista dei donatori primari per Jeb Bush a mezzo di super-PAC comprende varie sfere di centri di potere:

“Signori Texani del petrolio, banchieri d’investimento di New York, titolari d’azienda sanitaria da Miami, perfino tre ex ambasciatori – due dei quali hanno servito sotto il fratello, l’ex presidente George W. Bush – tutti questi qua hanno dato 25 contributi di 1 milione ciascuno. Mike Fernandez, il miliardario fondatore cubano-americano di Coral Gables MBF Healthcare Partners, ha dato 3 milioni, il maggior contributo al suo Right to Rise. – Destra in ascesa, ma anche Diritto a salire (alla Casa Bianca, sottinteso) NdT-

Altri membri benestanti della PAC sono:

“Hushang Ansary, ambasciatore iraniano negli Stati Uniti dal 1967 al 1969. Ricopre il ruolo di fiduciario della Biblioteca George W. Bush. Ansary e sua moglie Shahla son diventati cittadini degli Stati Uniti nel 1980.

Richard Kinder, presidente e amministratore delegato della società di oleodotti e gasdotti Kinder Morgan. Il suo patrimonio netto è di 10 miliardi. La moglie di Kinder, Nancy ha contribuito 1 milione per salire a bordo.

Alfred Hoffman, ambasciatore statunitense in Portogallo dal 2005 al 2007. Ha fondato con sede in Florida la società immobiliare WCI Community.

NextEra Energy, la società madre quotata in borsa della Florida Power & Light, che fornisce il servizio elettrico a quasi la metà dello stato. L’anno scorso, NextEra ha dichiarato più di 15 miliardi di fatturato.

Julian Robertson Jr., New York manager di fondi d’investimento il cui patrimonio netto è di 3,4 miliardi. Ha fatto la sua fortuna investendo in campi da golf e vigneti in Nuova Zelanda. “

Jeb Bush, totale raccolto finora oltre $ 114.000.000

HILLARY CLINTON

Nella sua carriera politica, principali donatori di Hillary Clinton sono stati Citigroup Inc., Goldman Sachs, DLA Piper, JPMorgan Chase & Co., e Morgan Stanley. Molti dicono che tali alleanze irrevocabilmente la incatenino a suddette istituzioni, rendendola incapace di regnare sopra la corruzione finanziaria di Wall Street.

I suoi donatori per il 2016 sono leggermente diversi, ma in realtà pure molto simili.

Contributori Corporativi e altri di speciale interesse (top 5):

Morgan & Morgan ($ 274.767)
Sullivan & Cromwell ($ 148.100)
Akin, Gump ed altri ($ 125.598)
Yale University ($ 95,434)
Latham & Watkins ($ 94,580)

Nota: Morgan Stanley, Time Warner, JPMorgan Chase & Co e altri sono pure loro nel gruppone di testa.

E ‘anche importante sottolineare che lo studio legale lobbista Akin, Gump, Strauss, Hauer & Feld, che impiega molti dipendenti di Hillary, ha preso le donazioni da due dei più grandi imprenditori delle carceri private, Corrections Corporation of America e Geo Group, con tasse incluse, per un totale di quasi $ 300.000.

Super PAC / “fondi neri”:

Priority USA Action è il super PAC creato per sostenere Hillary Clinton nel 2016. Finora, il gruppo ha raccolto 25 milioni di dollari in soli tre mesi. Com’era prevedibile, i progressisti duri e puri vigorosamente contestano Clinton per il fatto di raccogliere fondi con i miliardari ricchi, ma i sostenitori dicono che non c’è davvero altra scelta se è lei quella che deve competere con i repubblicani nell’elezione finale.

I più importanti super-donatori PAC sono George Soros e Steven Spielberg, ma la lista comprende 31 singoli donatori che hanno contribuito più di $ 200mila ognuno.

E ‘giusto sottolineare che Hillary Clinton ha recentemente fatto notizia, abbracciando una tattica per rivelare pubblicamente –cosa che la nuova legge NON richiede, i grandi donatori aziendali. Se questo sia una furbata politica o no, lo lascerò decidere al lettore. Secondo il Los Angeles Times:

“Aziende come Google Inc. – e anche Shell Oil – che vantano sensibilità per l’ambiente sono state denunciate per il ​​loro sostegno alle organizzazioni-ombra scettiche sul cambiamento climatico.”

Hillary Clinton, totale raccolto finora: oltre $ 45.000.000

CHRIS CHRISTIE

Chris Christie, il governatore di due turni del New Jersey, è attualmente nei sondaggi allo 1%, ma questo non gli ha impedito di raccogliere il sostegno di super-PAC dell’America Leads, che ha raccolto $ 11.000.000, con il sostegno di 137 collaboratori, molti di loro miliardari. Il PAC ha recentemente pubblicato la sua lista dei donatori. Politico descrive quella che è forse la voce più degna di nota:

“Winecup-Gamble Inc., un ranch del Nevada di proprietà dell’ex CEO di Reebok Paul Fireman, ha dato al gruppo 1 milione.Paul Fireman, che vive vicino Boston, prevede un fantasmagorico profitto di $ 4.600.000.000 dai casinò a Jersey City se gli elettori statali approvano un emendamento costituzionale per permettere il gioco d’azzardo anche fuori Atlantic City. “

Altri donatori secondo America Leads includono:

Il magnate dei casinò di Las Vegas Stephen Wynn
il Manager di hedge fund Steve Cohen e sua moglie Alessandra, che han contribuito $ 2000000
Quicken Loans col suo presidente Daniel Gilbert ha dato $ 750.000.
Home Depot col fondatore Ken Langone ha dato $ 250.000
L’erede Anheuser-Busch, August Busch ha tirato su $ 100.000.
Il CEO di Hewlett-Packard Meg Whitman ha donato $ 100.000.
La magnate del Wrestling Linda McMahon ha dato $ 250.000.
George Harms Construction ha dato $ 25.000 (e vale la pena notare che questa società ha acquisito più di 100 milioni in contratti da agenzie dello Stato del New Jersey nel 2014)
Ferreira costruzioni ha dato $ 100.000 (vale anche la pena di sottolineare i 34.000.000 $ che questa società ha ricevuto da parte dell’Autorità del New Jersey Turnpike, anche nel 2014)
Il Servizio pubblico Enterprise Group ha dato $ 250.000.

Chris Christie, totale raccolto finora: oltre $ 11.000.000

BERNIE SANDERS

Bernie Sanders si è registrato alla corsa come “DARK HORSE” (= cavallo scuro, o uomo-ombra, outsider NdT) socialista democratico, ma si è rapidamente guadagnato l’ammirazione febbrile di un ampio spettro di sinistra/progressisti e pure di centristi, molti dei quali applaudono il suo obiettivo dichiarato di prendere per il bavero le grandi banche ed il capitalismo clientelare e dunque combattere per il ceto medio. Altri però lo vedono come uno sfigato sequitur di Obama, uno con idee riformiste grandiose cui manca il coraggio, e del coraggio da vendere è veramente necessario per resistere alle macchinazioni del complesso militar-industriale profondamente incistato nel governo del Paese.

Un punto a favore per quanto riguarda Bernie Sanders non si può negare: il suo finanziamento per la campagna è miglia al di sopra degli altri in termini di approvvigionamento etico. Sanders ha rifiutato i soldoni dai super-PAC e continua a ribadire che non userà un super-PAC o donazioni di qualsiasi miliardario che proponga fondi neri per il 2016. Il suo elenco completo dei donatori regolari PAC e individuali, la maggior parte dei quali è soldi dai sindacati, e sta elencato qui di seguito, per gentile concessione di OpenSecrets.org:

Macchinisti / Aerospace Workers-Union $ 105.000
Teamsters-Union 93.700 $
National Education Assn 89.242 $
United Auto Workers 79.750 $
United Food & Commercial Worker-Union 72.500 $
Lavoratori delle Comunicazioni d’America 68.000 $
Sindacato degli Operai 64.000 $
Unione Carpentieri e falegnami 62.000 $
Assn Nazionale dei postini 61.000 $
American Assn. for Justice 60.500 $
American Fed. St / Cnty 58.198 $
Intl. Brotherhood working class 53.100 $
United Transportation-Union 48.500 $
Sheet Metal Workers-Union 47.000 $
Workers & engineers 46.100 $
Service Employees International-Union 44.014 $
UNITE QUI 42.875 $
United Steelworkers 41.750 $
American Union-postal workers 37.700 $
American Federation of Teachers 36.112 $

Un rapporto dal 1° ottobre mostra che Bernie Sanders ha quasi appaiato al 3 ° trimestre le donazioni di campagna di Hillary Clinton, ma senza utilizzare un solo super-PAC.

Bernie Sanders, totale dei fondi raccolti finora: $ 26.000.000

JOHN KASICH

In un normale turno elettorale, John Kasich, governatore dell’Ohio, potrebbe prender più del 5%. Egli è qualcosa di più di un candidato centrista che fa appello alla base, e poi ha effettiva esperienza di governo. Alcune voci insistono che possa essere usato come VicePres. sul carro dell’ eventuale candidato del Gran Vecchio Partito, ma finora Kasich sostiene che non è interessato. Aziendali e altri donatori interessati a lui sono:
Una lista di donatori definita una “Ribalta dei più importanti donatori politici dell’Ohio.” Questo elenco include:

“Abigail Wexner, filantropo e moglie di Les Wexner, fondatore di The Limited; John P. McConnell, l’amministratore delegato di Worthington Industries e proprietario di maggioranza dei Columbus Blue Jackets; John e Ann Wolfe, ex proprietari del Dispatch

Un altro interessante contributore per Kasich col PAC è una società denominata Montana MMWP12 LLC. Questa società ha contribuito $ 500.000 ed è collegata a Mark Kvamme, che ha guidato JobsOhio, il gruppo privato, senza scopo di lucro il cui obiettivo era quello di creare posti di lavoro nello stato governato da Kasich, l’Ohio.

Super PAC / “Dark Money”:

La sua super-PAC è chiamata Un Nuovo Giorno per l’America. Il gruppo ha tratto contributi da 166 donatori, per un totale di $ 11.000.000 finora, più della metà dei quali è dall’ Ohio.

Secondo Politico, i nomi più importanti su questa lista sono:

“Wendt Family Trust, Schottenstein Società di Gestione e Tom Rastin, un donatore repubblicano con base in Ohio che ha donato per l’allora governatore della Pennsylvania alla campagna per la rielezione di Tom Corbett nel 2014.

Floyd Kvamme (il padre di Mark Kvamme), il venture- capitalist in pensione, che ha donato $ 100.000

Filippo Geier Jr. del Gruppo Geier, che ha donato $ 500.000 ed è membro del New Day per l’ America

Jim Dicke, un grande protagonista nel partito repubblicano dell’Ohio e presidente emerito della Corona Equipment Corp. Dicke ha donato $ 250.000. “

Kasich ha anche una PAC separata chiamata New Day for independent America.

John Kasich, totale dei fondi raccolti: oltre $ 11.730.730

CARLY FIORINA

Con una ascesa inaspettata, la ex Presidente di Hewlett-Packard, Carly Fiorina come candidato GOP avente qualche possibilità è stata sostenuta da tre fattori principali: la sua ideologia neoconservatrice di falco da guerra; la sua posizione assai vocale contro Planned Parenthood (programmazione parentale), cosa che piace alla dominante base di destra del GOP; e la sua storia di successo in carriera personale passata da segretaria a CEO, Presidente esecutivo.

Donatori Corporate e altri di interesse speciale (top 5):

LISI Inc – $ 12,400
Renaissance Technologies – $ 10.800
Western Care Constr.- $ 10,800
Echo Pacific Constr. – $ 10,400
Wilson, Sonsini et al – 8,100 $

Super PAC / “Fondi neri”:

Forse per merito della sua storia come dirigente di HP, Carly Fiorina ha molti super-PAC, Carly for America, pieno di donatori dalla Silicon Valley dalle tasche ampie e generose. Inclusi:

Il capitalista d’assalto Tom Perkins – $ 25,000
L’ex CEO di Intel, Paul Otellini – 5.000 $
L’ex CEO di Univision, Jerry Perenchio, che ha donato un enorme $ 1.600.000
L’ex capo della World Wrestling Entertainment e candidato del senato del Connecticut Linda McMahon – $ 10,000
Il medico con sede a Palo Alto Charles Munger – $ 100,000
Robert Day, che ha fondato il Los Angeles Asset Management TCW – $ 100,000

La donazione più misteriosa, quella che è in realtà oggetto di indagine da parte del FEC, riguarda un 500.000 $ di contributo da uno dei super PAC di Ted Cruz, Mantenere la Promessa N 1. Non è noto il motivo per cui questa donazione è stata fatta.

Carly Fiorina, totale dei fondi raccolti finora: oltre $ 1.600000

MARCO RUBIO

Marco Rubio, fresco senatore federale dalla Florida, è un altro potenziale cavallo outsider in questa gara perché si appella alla destra della base repubblicana, riesumando toni reaganiani durante i dibattiti. In realtà, molti esperti hanno notato le similitudini inquietanti tra Rubio e il candidato del 2000 George W. Bush. Altri hanno sottolineato che i cubano- americani di Rubio potrebbero aiutare i repubblicani a vincere voti ispanici tanto necessari.

Donatori aziendali e altri di interesse speciale (top 5):

Goldman Sachs – $ 65,830
Steward Health Care – $ 49,400
Titan Farms – $ 23.200
Florida Cristalli – $ 21.700
Oracle Corp – $ 21,600

Super PAC / “fondi neri”:

Secondo le ultime stime, il super-PAC di Marco Rubio, Conservative Solutions PAC, ha attirato 16 milioni, raddoppiando i fondi guadagnati dai suoi donatori privati. Oltre il 75% di questo denaro proveniva da appena quattro donatori:

Norman Braman, un amico di lunga data di Rubio che rassomiglia a un commerciante di auto, miliardario ed ex proprietario dei Philadelphia Eagles. Braman è stato chiamato “arma segreta” di Rubio perché disprezza Jeb Bush e dice di spendere da 10 a 25 milioni nella campagna di Rubio.
Lawrence J. Ellison, presidente di Oracle Corp che ha donato $ 3.000.000
il Filantropo Laura Perlmutter (moglie di Isacco Perlmutter, CEO miliardario di Marvel Entertainment) ha donato $ 2.000.000
Besilu Stables, una società di corse di cavalli a Miami, ha donato $ 2.500000

La campagna gestita da Rubio è anche dotata di una notevole quantità di “denaro oscuro”. La fonte è una norma su fondi senza scopo di lucro denominata Soluzioni Progettuali Conservatrici, che ha raccolto un ulteriore $ 15.800.000. Il no-profit, che, naturalmente, non è tenuto a rivelare i suoi donatori, ha lanciato una massiccia campagna pubblicitaria per attaccare l’accordo coll’Iran del presidente Obama.

Marco Rubio, totale dei fondi raccolti finora: oltre $ 31.900.000

DONALD TRUMP

Donald Trump ha dichiarato più volte che sarà auto-finanziatore della sua campagna elettorale e non accetterà eventuali donazioni di interesse speciale. Il suo patrimonio netto è fortemente dibattuto, ma Forbes lo stima essere di circa 4,5 miliardi. Trump sostiene che spenderà fino a 100 milioni di tasca propria sulle elezioni presidenziali 2016.

Mentre l’eredità di Trump come titano finanziario fatto da sé lo ha catapultato allo status di icona, Alternet.org ha pubblicato un articolo atto a sfatare gran parte di questa fanfara fittizia. L’articolo ripercorre le radici di un patrimonio tra 40- e 200.000.000 che Trump avrebbe ricevuto da suo padre, soldi che sono stati sottratti da finanziamenti governativi durante la Grande Depressione; Trump avrebbe sfruttato quei soldi in una serie di imprese fallite, costeggiando sul filo le normative SEC e approfittando di ogni scappatoia fiscale a disposizione al fine di costruire il suo impero.

Donald Trump, totale dei fondi raccolti finora: $ 100 milioni (importo che si è impegnato a versare per la sua campagna)

TED CRUZ

Ted Cruz è un altro neo-Senatore degli Stati Uniti dal Texas che si è fatto una certa notorietà leggendo il libro di Seuss “Uova Verdi al Prosciutto” in pieno emiciclo del Senato come parte di un ostruzionismo simbolico alla legge di Obama per una Sanità pubblica alla portata di tutti. E ‘stato anche uno dei 47 firmatari di una lettera inviata in Iran affermante che il presidente Obama non aveva per nulla autorità per negoziare con l’Ayatollah Khamenei .

Più recentemente, ha guidato una coalizione di minoranza del Congresso che mira a chiudere il governo federale per la seconda volta in altrettanti anni. Il suo obiettivo – e una delle sue principali piattaforme di campagna, oltre ad abrogare Obamacare e l’ affare Iran – è quello di togliere fondi a Planned Parenthood, i pro-abortisti ufficiali.

Donatori aziendali e altri di interesse speciale(top 5):
Banca nazionale Woodforest 75.200 $
Morgan Lewis LLP 68.850 $
Gibson, Dunn & Crutcher 52.950 $
Pachulski, Stang et al $ 41,000
Jennmar Corp. 40.850 $

Super PAC / “fondi neri”:

La campagna di Ted Cruz ha in realtà quattro super PAC, tutti finanziati da Robert Mercer, un magnate da Long Island di fondi d’investimento e negazionista del cambiamento climatico. Insieme, essi hanno raccolto $ 31 milioni nelle prime quattro settimane della sua campagna. Hanno contribuito a questi super PAC:

Rete politica fratelli Koch, il 97% di cui proveniva da un contributo unico da Robert Mercer stesso
I Miliardari Farris e Dan Wilks, che han prodotto la maggior parte della loro ricchezza dal boom del fracking nel West del Texas – donato $ 15.000.000

Ted Cruz, totale dei fondi raccolti finora: oltre $ 31.000.000

BEN CARSON

Ben Carson, neurochirurgo in pensione della Johns Hopkins, era dichiarato affondato fino a un paio di settimane fa, ma i suoi numeri han visto un sussulto improbabile dopo il secondo dibattito. Benchè Carson si prese un granchio quando suggerì che i marines americani sono inadatti al combattimento, ha sorpreso tutti suggerendo che se George W. Bush avesse iniziato un abbandono del petrolio sulla scia del 9/11, prendendo l’iniziativa diplomatica piuttosto che quella degli attacchi militari, la nazione poteva essersi evitata una guerra incredibilmente costosa contro il terrore. Con i suoi numeri da sondaggio in aumento, molti esperti si chiedono ora se potesse essere sfruttato come VicePresidente, di Jeb ovviamente.

Donatori Corporate e altri speciali di interesse (top 5):
Coca-Cola Co $ 21.850
West Coast Venture Capital 21.600 $
Trailiner Corp 10.800 $
Ankom Tecnologia 10.400 $
Jea Senior Living 10.000 $

Super PAC / “Dark Money”:

Come Ted Cruz, Ben Carson ha più di un super-PAC. OneVote, un super PAC guidato dallo stratega repubblicano Andy Yates, e Run Ben Run. Anche prima che Carson avesse deciso di partecipare, il comitato nazionale per Ben Carson Presidente ha raccolto $ 13.500.000. sono emerse voci che c’è tumulto e discordia tra le due super-PAC primarie, ma fino a che il denaro continua a entrare in cassa, Carson non sembra soffrirne. Recentemente, ha raddoppiato la retorica anti-musulmana, che sembra aver portato le sue cifre raccolte ancora più in alto, portandolo a 20 milioni in questo trimestre.

Pochissime informazioni son state rilasciato circa le erogazioni maggiori derivanti da super PAC di Carson. Ma è interessante notare che, nonostante il grande afflusso di denaro versato, Carson è prosperato con i piccoli donatori. Infatti, “l’ottantaquattro per cento [dei donatori di Carson] ha scritto assegni per meno di $ 500.”

Ben Carson, totale dei fondi raccolti finora: oltre $ 20 milioni

MIKE HUCKABEE

L’ex governatore dell’​​Arkansas ha donazioni private che sono relativamente piccole e insignificanti. Il suo super-PAC, Continuiamo la grandezza dell’America, ha ricevuto solo due donazioni principali. Infatti, quasi tutti i soldi che hanno contribuito alla super-PAC son venuti da un sol uomo: Ronald Cameron di Little Rock, Arkansas, il magnate del pollame che ha donato 3 milioni. In particolare, Cameron, che gestisce il gigante dell’agroalimentare Mountaire Corporation, che ha guadagnato 1.220.000.000US$ nel 2009, è stato indicato come un importante contributore per la rete politica dei Koch Brothers.

Altri contributi sono: 500.000 $ da Sharon Herschend di Herschend Family Entertainment e $ 50.000 ciascuno dall’investitore immobiliare Jon K. Gibson e da Cary Maguire, presidente di Maguire Oil.

Mike Huckabee, totale dei fondi raccolti finora: oltre $ 3 milioni

RAND PAUL

Secondo quelli che se ne intendono, il candidato libertario indipendente con pochi voti a suo carico Rand Paul potrebbe presto essere pronto all’abbandono della gara. Super-PAC Americas Liberty ha ricevuto la maggior parte dei suoi soldi da due soli donatori:

George Macricostas, presidente di RagingWire, un operatore di data center – $ 1.100000
Il Donatore Libertario Jeffrey Yass, leader della società di trading Susquehanna International Group – $ 1.000000

Rand Paul, totale dei fondi raccolti finora: $ 3.100.000

Come potete vedere, le elezioni presidenziali 2016 sono, per la maggior parte, una guerra tra donatori aziendali a tutto campo. E ‘importante ricordare che molti di questi totali sono ora obsoleti, giacchè i team dei candidati possono strategicamente nascondere le quantità donate. Insomma noi non sappiamo la reale portata del “denaro oscuro” derivante dal non profit e da associazioni imprenditoriali. Quello che sappiamo è che questa sarà l’elezione più costosa della storia. I fratelli Koch da soli hanno un budget di $ 889.000.000. Una volta aggiunto alla spesa prevista dai democratici e repubblicani, stiamo parlando d’un ticket totale di circa 5 miliardi di dollari.

Jake Anderson

Fonte: http://theantimedia.org

Link: http://theantimedia.org/who-owns-your-candidate/

3.10.2015

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ROBERTO MARROCCHESI

NDT. DARK MONEY . Ho tradotto FONDI NERI (o super- PAC) – questo termine, fondamentale e ripetuto nel testo dell’articolo, qui letteralmente DENARO OSCURO, BUIO è usato per indicare una NUOVA fonte di denaro LEGALE donato da aziende, ricchi privati, compagnie multimiliardarie, ma per nuove leggi da poco istituite, possono essere accettati dal candidato SENZA l’obbligo di dichiararne la fonte come è stato in passato, cosa questa che rende il politico MOLTO Più comprabile e maneggiabile impunemente ma del tutto legalmente da parte delle grandi corporations. Quindi a differenza del caso italiano, detti nuovi FONDI NERI qui non sono affatto illegali, ma solo oscuri, per quanto l’autore, e pure noi, li giudichiamo alquanto immorali.


Pubblicato da Davide