Una drag queen protagonista di uno show per bambini

neovitruvian.com

Lo show della PBS “Let’s Learn” ha avuto come protagonista la drag queen Lil Hot Mess che ha intonato canzoni sul fatto di “sculettare” dicendo che “forse c’erano alcune drag queen tra gli spettatori”. Perché continuano a focalizzarsi sui bambini?

Let’s Learn è uno spettacolo PBS per bambini dai tre agli otto anni. Creato per aiutare i bambini con l’apprendimento a distanza, lo spettacolo è prodotto in collaborazione con la società di media pubblici The WNET Group e il New York City Department of Education.

Il 31 marzo, lo show ha mostrato un segmento di 12 minuti con la drag queen e l’autrice Lil Miss Hot Mess che ha letto dal suo libro The Hips on the Drag Queen Go Swish, Swish, Swish, mentre cantava e ballava per il giovane pubblico. Il segmento si è concluso con Hot Mess che diceva “Forse abbiamo delle future drag queen tra gli spettatori”.

Ecco una parte del segmento.

Durante l’episodio, Hot Mess ha detto al suo pubblico: “Essere una drag queen significa essere audace, brillante e mostrare un po ‘ di coraggio, nell’essere disposti a uscire dagli schemi e ballare al nostro ritmo a volte”.

A proposito del libro, Hot Mess ha detto: “Ho scritto questo libro perché volevo che tutti sperimentassero la magia del mondo drag e facessero un po ‘ di pratica scuotendo i fianchi o muovendo le spalle per sapere come possiamo sentirci favolosi all’interno del nostro corpo.”

La copertina del libro presenta varie drag queen, tra cui una chiamata Cinderfella, che porta dei baffi blu e lunghi capelli blu. Altri personaggi inclusi sono Frida Bea Mee, Jaclyn Jill, Stinkerbelle, Rita Booke, Mother Lucy Goosey, Pina Buttah-Gelee e Rosie Ringarounda ed Ella Menopipi. Ti piacciono le suggestive allusioni in alcuni di questi nomi?

Critiche

La messa in onda di questo segmento su una rete pubblica ha causato qualche critica poiché alcuni hanno affermato che non si e’ trattato di “apprendimento” ma più di “indottrinamento”.

Non molto tempo fa, la cultura drag era una cosa per soli adulti. Ed era comprensibile perché si svolgeva principalmente nei club e combinava l’uso pesante di droghe con la sessualità estrema. Tuttavia, come parte dell’agenda di sfocatura di genere che è stata discussa su questo sito per anni, questa cultura è diventata mainstream. Non solo, c’è un chiaro sforzo per indottrinare i bambini: piu’ piccoli sono, meglio e’. Perché qui siamo di fronte ad un altro ordine del giorno: la sessualizzazione dei bambini.

Di fronte alle critiche, Lindsey Horvitz di WNET ha dichiarato:

“I libri di fiabe Let’s Learn sono selezionati dagli esperti alfabetizzazione presso il New York City Department of Education. Il programma si sforza di incorporare temi che esplorano la diversità e promuovono l’inclusività, che sono rilevanti per l’istruzione e la società. Il mondo drag è un’arte performativa che può ispirare il pensiero creativo e mettere in discussione gli stereotipi. Lil Miss Hot Mess è l’autore del libro, The Hips on the Drag Queen Go Swish, Swish, Swish. Fa parte del team di leadership globale di Drag Queen Story Hour e ha tenuto letture in numerose biblioteche, musei per bambini e scuole in tutto il paese “.

Horvitz ha confermato che il primo episodio è andato in onda il 31 marzo. “Le stazioni mettono in onda il programma a loro discrezione, quindi non abbiamo un resoconto di quante volte è andato in onda”, ha detto.

Prendere di mira i bambini

Lil Miss Hot Mess non è solo una drag queen qualunque. La performer fa parte del team di leadership globale di Drag Queen Story Hour (DQSH) che ha presentato letture in numerose biblioteche, musei per bambini e scuole in tutto il paese.

Fatto inquietante: poche settimane prima della messa in onda del segmento PBS, l’ex presidente della Cream City Foundation, un’organizzazione LGBTQ che sponsorizzava gli eventi di Drag Queen Story Hour è stato arrestato con diverse accuse legate ai bambini.

Brett Blomme

Brett Blomme, 38 anni, è stato arrestato e accusato di sette capi di imputazione per possesso di pornografia infantile. Secondo il Milwaukee Journal Sentinel, è accusato di aver caricato 27 video e immagini di abusi sui minori sull’app di messaggistica Kik con il nome “DomMasterBB”.

Blomme era anche un ex presidente della Cream City Foundation, un gruppo di difesa LGBTQ nel Wisconsin che pubblicizzava eventi Drag QSH sponsorizzati, nonché marito e padre adottivo di due bambini. Blomme ha elencato la sua presidenza con la Cream City Foundation sul suo profilo LinkedIn.

Poco dopo, Blomme è stato accusato di altre accuse.

Un giudice del tribunale dei bambini della contea di Milwaukee, già accusato di possedere pornografia infantile, è stato incriminato per reati correlati in tribunale federale.

Brett Blomme, 38 anni, è stato accusato a marzo di sette capi per il possesso di pedopornografia che mostravano l’abuso di giovani bambini.

Mercoledì, un gran giurì federale a Madison ha accusato Blomme di aver distribuito una rappresentazione visiva di un minore impegnato in una condotta sessualmente esplicita, un reato che comporta una pena minima obbligatoria di cinque anni di carcere.

I pubblici ministeri affermano che Blomme ha caricato immagini dalla sua casa di Cottage Grove lo scorso autunno utilizzando l’app di messaggistica Kik.

Blomme e suo marito hanno due figli e case a Cottage Grove e Milwaukee.

I documenti del tribunale non suggeriscono che i figli della coppia facciano parte di nessuna delle immagini illegali.

Nell’indagine che ha portato alle accuse statali, gli investigatori hanno potuto avvalersi di mandati di perquisizione per la casa di Blomme a Cottage Grove, la casa di un amico a Milwaukee e le stanze di Blomme alla Children’s Court.

Sia le accuse statali che quelle federali affermano che ha utilizzato l’app di messaggistica Kik per scambiare immagini e video illegali.

Due anni fa, ho scritto di “Desmond is Amazing”, una drag queen bambina (che all’epoca aveva 11 anni) e dello sfruttamento che subiva da parte dei genitori, dalla cultura drag e persino dai media mainstream.

the-exploitation-of--drag-kid--desmond-is-amazing

Concludendo

L’unico motivo per cui i bambini sono presi di mira da questo programma è perché coloro che stanno dietro di esso sanno molto bene che l’indottrinamento deve iniziare in tenera età per essere efficace. Questo è il motivo per cui la cultura drag (e l’intera agenda di sfocatura di genere) è fortemente spinta nei media destinati ai bambini. Non solo, l’agenda si è fatta strada nelle istituzioni pubbliche come scuole, musei, biblioteche e televisione finanziata dal governo.

Non si tratta di “inclusione” né di “diversità”. Si tratta di esporre i bambini a una sessualità appena velata, di manipolarli lentamente ma costantemente, piantando i semi della confusione di genere.

Fonte: https://neovitruvian.com/2021/05/29/una-drag-queen-protagonista-di-uno-show-per-bambini/

Fonte originale: https://vigilantcitizen.com/latestnews/pbs-airs-drag-queen-reading-to-children/

Pubblicato il 29.05.2021

1.5 2 voti
Valuta l'articolo
Sottoscrivi
Notifica di
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Holodoc
Trusted Member
2 Giugno 2021 , 13:21 13:21

Educazione al rispetto e alla libertà non coincide promozione di certi comportamenti.

C’è anche chi spinge i bambini a mettere vestiti dell’altro sesso perché capiscano se la cosa fa per loro o meno. Il fatto è che per la maggioranza, cioè gli etero, questa è una violenza.
Ed è assurdo fare violenza ad una maggioranza per tutelare una minoranza, così come è assurdo vaccinare i bambini per proteggere i vecchi. Ma si sa, il mondo polcor di oggi si basa sempre e comunque sulla sottomissione dei molti per difendere gli interessi di pochi

1
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x