River Plate: Trombosi al piede per De La Cruz, ipotesi reazione al vaccino

Il centrocampista Nicolás De la Cruz è stato colpito da una trombosi venosa al piede sinistro e la società è preoccupata per i tempi di recupero.

River Plate ha confermato l’infortunio del suo giocatore 24enne, trombosi.

In attesa della partita contro Talleres, della Professional League, River ha subito una perdita significativa.

Una delle ipotesi utilizzate dagli specialisti del Millionaire è che questo possa essere stato prodotto dal vaccino contro il coronavirus.

Pertanto, si è indagato sul quando è stato immunizzato contro il Covid 19.

Un’altra opzione presa in esame è che sia stata causata da una cicatrizzazione dovuta ad un colpo.

Nella zona si forma un coagulo che finisce per depositarsi in un vaso sanguigno e provoca un dolore lancinante. Mentre i medici valutano, dallo staff tecnico del River pregano che l’infortunio non sia grave.

Un trombo è un coagulo di sangue che non si dissolve e rimane all’interno del vaso sanguigno in cui si è formato. E tra le altre cause, può originarsi per riparare dei danni, come un colpo avvenuto alla zona. Questo tipo di condizione genera gonfiore nel luogo in cui si genera e può causare dolore ai muscoli circostanti, che spesso vengono anche confusi.

Sebbene la parte medica non chiarisca se la trombosi venosa è profonda o superficiale, non è normale per un paziente giovane sportivo presentare una trombosi.

Roberto Peidró , un cardiologo che nel suo curriculum afferma di lavorare nello staff medico della nazionale argentina nel 1994, ha definito la trombosi “un coagulo”, ed ha spiegato alcune differenze.

Se la trombosi venosa è profonda, impiega più tempo a svilupparsi perché ha il rischio di embolie nel polmone, ad esempio, allora devi anticoagulare. Una volta anticoagulato, devi aspettare che si sgonfi ed inizia il recupero. Il problema è che il trombo deve dissolversi e per questo è necessaria l’anticoagulazione. In quel momento non si può giocare a calcio. A volte l’anticoagulante può richiedere un paio di mesi o più, dipende da come è la trombosi“, ha detto il medico in generale termini.

Se si tratta di una trombosi del sistema superficiale, è meno grave . In ogni caso va sciolta, si somministra l’anticoagulante. Richiede un tempo di riposo più breve e un tempo di recupero più breve”, ha aggiunto Peidró a proposito dell’altra variante della trombosi che può verificarsi.

Fonte articolo: https://www.detoxed.info/river-plate-trombosi-al-piede-per-de-la-cruz-tra-le-possibili-ipotesi-levento-avverso-da-vaccino-covid/

 

Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x