Home / ComeDonChisciotte / QUELLO CHE GLI STATUNITENSI NON SANNO

QUELLO CHE GLI STATUNITENSI NON SANNO

DI IBRAHIM EBEID
Al-Moharer

L’aggressione ai Palestinesi si sta estendendo e gli Stati Uniti d’America vi prendono un ruolo attivo. Il paese della “Giustizia per tutti” ed i suoi alleati mantiene un blocco micidiale contro il popolo della Palestina. Medicine, cibo ed acqua non sono disponibili e ne soffrono soprattutto i bambini palestinesi, come i loro giovani fratelli in Iraq. Gli ospedali ed i centri medici non operano secondo standard accettabili a causa della mancanza di medicinali, acqua ed elettricità. Un mio amico è morto ad una barriera, era gravemente ammalato e non gli è stato permesso di attraversarla per andare in ospedale, lontano un paio di miglia. Non è stato né il primo né l’ultimo a morire in punti di traversata e barriere. Il denaro dei contribuente Usa viene fornito ai terroristi sionisti per mantenere questa entità razzista e per costruire insediamenti in terre palestinesi confiscate. Le armi e le bombe statunitensi uccidono Palestinesi tutti i giorni ed in tutti i luoghi della Palestina occupata.

“Israele” è responsabile di una carneficina ma il presidente Bush ed i nostri partiti politici, Repubblicani e Democratici, sono sordi e ciechi con i Palestinesi, ignorano la tragedia e danno forte appoggio, protezione ed immunità allo stato razzista sionista.

Gli Stati Uniti non hanno mai biasimato lo stato razzista per le atrocità che commette contro i Palestinesi ed i Libanesi. Ogni volta che viene presentata una bozza di risoluzione ONU per condannare i perpetratori sionisti e le loro atrocità, Washington pone il veto, non importa quale amministrazione abbiamo.

Le forze di occupazione americane in Iraq prendono parte attiva nel terrorizzare i Palestinesi. Le forze di occupazione Usa hanno preso d’assalto il complesso residenziale dei profughi palestinesi di Hay al Baladiyat a Baghdad. Le persone sono state percosse, i loro appartamenti saccheggiati e distrutti, i loro mobili ed i loro effetti personali fracassati ed i loro gioielli e denaro sono stati rubati. Molti uomini e donne sono stati arrestati illegalmente. Hanno sparato con le mitragliatrici contro i muri dei complessi e delle case, mentre tutto attorno esplodevano le bombe. I bambini e le donne erano terrorizzati.

Questa campagna di terrore è arrivata poche ore dopo il veto Usa ad una bozza di risoluzione che condanna lo “stato” sionista per il massacro di Beit Hanoun, nel quale un’ intera famiglia di 18 persone è bombardata ed annientata all’alba, mentre la gente dormiva.

I residenti del complesso erano infuriati per il modo umiliante nel quale i barbari soldati statunitensi hanno trattato le donne che sono state spinte nei veicoli militari sotto il fuoco ed usando un linguaggio blasfemo. Tale trattamento delle donne riflette l’odio che viene inculcato ai soldati dai loro superiori.

Lo scorso mese gli “squadroni della morte” del regime settario, alleato degli Stati Uniti, attaccarono lo stesso complesso sotto gli occhi delle forze di occupazione e non venne fatto nessun tentativo di fermare il terrore ed i terroristi settari.

Nemmeno i Palestinesi di al Jadidah a Baghdad sono stati risparmiati, anche loro sono stati attaccati, alcuni sono stati percossi ed hanno sofferto di ossa rotte e contusioni e sono stati tutti spogliati dei loro abiti ed arrestati. Ad ognuno è stato chiesto se fosse sunnita o sciita, un interrogatorio provocatoriamente razzista inteso ad infiammare il settarismo.

L’Esercito del Mahdi di Moqtada Al Sadr e le Brigate Badr sono impegnate in una sistematica campagna contro i Palestinesi per sfrattarli dalle loro case e cacciarli dall’Iraq verso una terra di nessuno. Questi eserciti settari razzisti, sostenuti e finanziati dell’Iran, hanno minacciato i Palestinesi di Al Dorah e Hay Al Sihhah nella Baghdad meridionale. Ai residenti è stato ordinato di lasciare le loro case e non gli è stato permesso di portare con loro nessun effetto personale. I membri di questi famigerati eserciti sparavano a caso sui Palestinesi e contro le loro case. Finestre e porte sono state frantumate e la gente era terrorizzata da coloro che affermano di essere per i Palestinesi. Il loro sostenitore Mahmoud Ahmadinijad, presidente dell’Iran, assorda le nostre orecchie con i suoi discorsi contro il nemico sionista mentre la sua gente in Iraq uccide e terrorizza i Palestinesi. Fa un lavoro che “Israele” non è riuscito a fare ai Palestinesi in Iraq sostenendo simili bande, che contraddizione! Le milizie settarie filo-iraniane hanno dispiegato le loro forze in molte aree dove vivono i Palestinesi. Battevano alla loro porta e chiedevano loro di partire immediatamente o avrebbero affrontato la morte. Molte famiglie sono partite, alcune sono in difficoltà ai confini giordano e siriano, alcune sono andate in altre zone a stare con amici e parenti ed alcune vivono nelle tende senza qualsiasi servizio.

Questa è la nuova democrazia che gli Stati Uniti ed i loro alleati vogliono affermare sui Palestinesi e gli Iracheni. E’ morte e soppressione, è orrore ed è terrore. Questo tipo di democrazia significa creare in Iraq degli stati fascisti settari, la “Repubblica della Zona Verde” a Baghdad ed il rafforzamento dello stato sionista razzista in Palestina.

Questi sono alcuni dei fatti che i nostri funzionari ed i nostri media ci nascondono per mantenerci inconsapevoli, ignoranti e nel buio.

I palestinesi hanno una Patria dove andare; è la Palestina storica che si stende dal Mar Mediterraneo al Fiume di Giordania. Aiutateli ad andare alle loro case dalle quali sono stati cacciati con la forza.

L’autore è un veterano dell’era del Vietnam, attivista contro la guerra e co-direttore di Al-Moharer.

La Palestina è araba dal fiume al mare
http://www.al-moharer.net
Una nazione araba unita e libera

Versione originale:

Ibrahim Ebeid
Fonte: http://www.al-moharer.net/
Link: http://www.al-moharer.net/mohhtm/iebeid251.htm
20.11.2006

Versione italiana:

Fonte: http://freebooter.da.ru/
Link: http://freebooter.interfree.it/ankit.htm

Pubblicato da God