Il Tribunale di Pisa dichiara l’illegittimità dello Stato di emergenza sanitaria.

Depositate le motivazioni della Sentenza n.419 del 17 marzo 2021 inerente ai provvedimenti adottati per la gestione della 'pandemia' da Covid-19.

Con una nuova Sentenza, la Magistratura Italiana torna sul tema dell’illegittimità dei D.P.C.M. emanati dal Governo per far fronte alla ‘pandemia’ da Covid-19.
Il Tribunale Penale di Pisa in composizione monocratica – Dott.ssa Lina Manuali – ha depositato le motivazioni della Sentenza n.419/21 emessa in data 17 marzo 2021.
Con un’argomentazione che si dilunga in ben 18 pagine, il Giudice ha dichiarato, in adesione all’orientamento già espresso da altri Magistrati, l’illegittimità dei Decreti Presidenziali, rilevandone il contrasto con i diritti fondamentali di cui agli artt. 13, 16, 17, 18 e 19 della Costituzione Italiana.
Come se non bastasse, il Tribunale di Pisa si è concentrato, altresì, sull’illegittimità dello Stato di emergenza ‘sanitario’ deliberato dal Consiglio dei Ministri in data 31 gennaio 2020.

Il Giudice, infatti, ha ravvisato:
– l’assenza dei presupposti per deliberare lo Stato di emergenza ai sensi e per gli effetti di cui al D.Lgs. 1/2018 (Codice della Protezione Civile);
– la violazione palese dell’art. 78 della Costituzione.

“In conclusione, la delibera dichiarativa dello Stato di emergenza adottata dal Consiglio dei Ministri il 31.1.2020 è illegittima per essere stata emanata in assenza dei presupposti legislativi, in quanto non è rinvenibile alcuna fonte avente forza di legge, ordinaria o costituzionale, che attribuisca al Consiglio dei Ministri il potere di dichiarare lo stato di emergenza per rischio sanitario. A fronte della illegittimità della delibera devono reputarsi illegittimi tutti i successivi provvedimenti emessi per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19”.

E ora, alle soglie di un’ennesima proroga dello Stato di emergenza, potranno le Istituzioni di questo Paese continuare ad ignorare con nonchalance una Sentenza dell’Autorità Giudiziaria di così lampante chiarezza?

Si allega la Sentenza del Tribunale di Pisa n.419 del 17 marzo 2021:

Sentenza Tribunale Pisa 419-2021.

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Cachafaz
Cachafaz(@cachafaz)
Utente CDC
30 Giugno 2021 11:56

Potranno, potranno, tanto chi di dovere e’ sul loro libro paga, e il popolo non capisce, non ha le risorse culturali…neanche se si parla di veleni e della loro vita in pericolo… su sadefenza un articolo che , tra l’altro, parla del tarassaco come capace di inibire l’attecchimento della proteina spike…l’ho spiegato alla mia negoziante di alimentari vaccinata pfizer, non ha capito nulla, come al solito fiato sprecato.

CptHook
CptHook(@cpthook)
Staff CDC
Risposta al commento di  Cachafaz
30 Giugno 2021 12:03

Lasciami perdere…, stamattina ho appreso che mio figlio, 42 anni, che riceve da me tutte le informazioni che pubblichiamo non solo noi di CDC, si è vaccinato…
Vorrei battere la testa nel muro…, lo avessi beccato prima gli avrei spezzato le braccia per fargliele ingessare…

Giovanni01
Giovanni01(@giovanni01)
Utente CDC
Risposta al commento di  CptHook
30 Giugno 2021 12:06

Mi passa per la mente un…. “anche tu, Bruto, figlio mio”..

Cachafaz
Cachafaz(@cachafaz)
Utente CDC
Risposta al commento di  CptHook
30 Giugno 2021 13:10

Tutti in famiglia abbiamo casi del genere. Se non ha avvertito niente, non ti abbattere! Al 99% gli hanno praticato una soluzione fisiologica. Credo che hanno rallentato l’inoculazione del vaccino vero, quindi invece che spararsi in testa un colpo della pistola con 5 a salve ed una vera, ora le persone probabilmente tirano il grilletto con una di 11 a salve e solo 1 vera.! Hanno una logistica che non e’ granche’, e quindi gioca a favore delle cavie: posti negli ospedali contati, agenzie funerarie sotto dimensionate, produzione di casse da morto che deve ancora entrare nel vivo. eccetera.

Primadellesabbie
Primadellesabbie(@primadellesabbie)
Utente CDC
30 Giugno 2021 14:09

…in composizione monocratica – Dott.essa…