Florida: pass vaccinali nelle scuole “vietati per legge”

Il governatore della Florida firma una legge che vieta alle scuole di richiedere i vaccini COVID

Norme morali impongono che le vaccinazioni siano volontarie; gli studenti possono “ragionevolmente giudicare se rischiano di più dal vaccino o dal coronavirus”.

 

Victoria Gisondi – LifeSiteNews – 4 maggio 2021

 

Tallahassee, Florida – Giovedì scorso l’assemblea legislativa della Florida ha approvato una legge che regola i poteri straordinari dello Stato in caso di future emergenze sanitarie. Tra le altre cose, la legge vieta che i vaccini COVID-19 per gli studenti siano resi obbligatori.

Sono entusiasta di firmare la legislazione che proibisce il passaporto vaccinale per Covid-19 in Florida. Né il governo, né le imprese private, potranno condizionare la vostra partecipazione alla vita quotidiana obbligandovi a comunicare informazioni sanitarie private“, ha twittato il governatore Ron DeSantis (R).

All’inizio di marzo, DeSantis aveva già firmato un ordine esecutivo che vietava sia agli enti governativi che alle imprese di richiedere la prova delle vaccinazioni. Ora, l’assemblea legislativa ha contribuito a trasformare questo ordine approvando la legge dello stato SB 2006, che rinforza il divieto e include le scuole.

In Florida le scuole già richiedono alcune vaccinazioni. Tuttavia, il deputato Tom Leek (R), intervistato dal Miami Herald, ha dichiarato che iniettare una terapia genica Covid in fase di sperimentazione può avere “dati storici di sicurezza validati al livello dei vaccini che richiediamo ai nostri studenti. Dobbiamo riconoscere che l’esitazione sul vaccino è reale e comprensibile“.

La legge proibisce alle scuole, alle imprese ed agli enti governativi di richiederlo. I trasgressori rischiano multe fino a 5.000 dollari.

In Florida, la vostra scelta personale riguardo alle vaccinazioni sarà protetta e nessuna azienda o entità governativa potrà negarvi i servizi in base alla vostra decisione“, ha detto il governatore DeSantis.

DeSantis è il primo funzionario eletto nel paese a prendere una posizione dura contro i passaporti vaccinali. “Hai il diritto di partecipare alla società senza che ti chiedano di divulgare questo tipo di informazioni sanitarie come queste solo per andare al cinema, solo per andare a una partita“, ha detto al Miami Herald. “La nostra legislatura ha approvato ciò che ho chiesto, e lo firmerò molto presto“.

Inoltre, la legge vieta ai governi statali e locali di chiudere le imprese “o di privare dell’istruzione gli studenti nelle scuole della Florida, tranne che per emergenze quali gli uragani, e limita tutte le emergenze locali a periodi di sette giorni”, ha riportato un comunicato stampa.

Il governatore è ora nella posizione di “annullare un ordine di emergenza locale se limita inutilmente i diritti individuali o le libertà”.

 

Link: https://www.lifesitenews.com/news/florida-gov-signs-bill-banning-schools-from-requiring-covid-vaccines

Scelto e tradotto da Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

 

0 0 voti
Valuta l'articolo
Sottoscrivi
Notifica di
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Tipheus
Tipheus
5 Maggio 2021 , 13:38 13:38

Santo subito!

Quasar
Quasar
5 Maggio 2021 , 14:06 14:06

Hai il diritto di partecipare alla società senza che ti chiedano di divulgare questo tipo di informazioni sanitarie

in realta’ abbiamo lo stesso diritto anche in Italia

comunque onore ad un uomo coraggioso

uparishutrachoal
uparishutrachoal
6 Maggio 2021 , 9:42 9:42

Santo..Papa .. Presidente…e anche Messia..
La Florida è la nuova nazione guida..la Russia è il passato..!
E’ bello sentirsi popolo plaudente..sensazione dimenticata..o mai avuta..

merolone
merolone
6 Maggio 2021 , 14:00 14:00

Ron de Santis è un giovane governatore conservatore molto bravo e molto coraggioso, che da un lato può essere un buon candidato per le prossime presidenziali, ma dall’altro dimostra come ormai gli USA somiglino sempre più all’America Latina all’indomani dell’indipendenza da Spagna e Portogallo, forse per il fatto che i latinos ormai sono un quarto della popolazione, oppure all’URSS nel 1989.
Venuto meno il collante, che in questo caso era il diritto costituzionale basato sulla common law anglosassone (la stessa indipendenza degli USA si basò sul principio costituzionale della Magna Charta No taxation without representation, gli americani non volevano pagare tasse votate dal Parlamento di Londra, si fecero il loro Congresso Continentale e dichiararono l’indipendenza), i singoli stati, soprattutto quelli con grandi popolazioni latine (come il Quebec in Canada) si muovono in modo sempre più indipendente dal debole potere centrale.

4
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x