Home / ComeDonChisciotte / DARWIN E IL LIBERISMO

DARWIN E IL LIBERISMO

DI LINO ROSSI
Soldi Online

L’origine della specie resta un mistero, e forse anche i modi della sua evoluzione. Ma in economia qualcuno di Darwin ne approfitta lo stesso. Per giustificare di tutto

Per chi ama la Scienza è sicuramente positivo che i bambini si abituino a convivere con essa. Ben venga quindi l’insegnamento dell’evoluzione fin dalle scuole medie, con tanto di appello degli intellettuali italiani (1).

L’equazione è: l’evoluzione è una verità quasi certa ed irrinunciabile e quindi prima si insegna meglio è.

La Moratti, allora ministro competente, ha rincarato la dose: “Darwin si studierà fin dalle scuole elementari” (2).

Il Consiglio d’Europa non ha dubbi sulla “scientificità” dell’evoluzione (3).

In realtà le cose non sono così chiare. C’è la macro-evoluzione (4), quella di Darwin, e c’è la micro-evoluzione, quella che nessuno nega, quella ampiamente sfruttata in agricoltura, zootecnia, ecc…Mentre è ovvio che usando più o meno alcuni organi si possono più o meno sviluppare, atrofizzare, ecc. non è altrettanto ovvio che provando e riprovando ad un pesce nascano i polmoni, oppure che ad un rettile spuntino le piume.

Incuriosito dal fatto che mia figlia di 9 anni è venuta a casa da scuola dicendomi che discendo dalla scimmia, ho cercato di capirci qualcosa. Ho preso un bel libretto e me lo sono letto (5).

Risultato: non so se l’intelligent design è corretto o qual è l’origine della vita, dell’uomo, ecc.; quel che è certo è che la macro-evoluzione è una mega-bufala che di scientifico non ha proprio nulla se non l’irrinunciabilità, che in tutti i modi può essere definita tranne che scientifica. Lo scienziato che non sa spiegarsi qualcosa dice semplicemente che non sa spiegarselo. Lo scienziato che, di fronte alla stessa circostanza, per chiudere il cerchio si inventa un qualcosa supportato da nulla di scientifico, non è uno scienziato, ma un filosofo.

Poi, essendo appassionato di ricerca, quella vera, ho trovato altre conferme della fallacia della “teoria” (si fa per dire) del Darwin (6).

La “teoria” ha trovato spazio anche in economia. E qui veniamo al punto.
I redditi da lavoro calano da decenni e quelli delle rendite crescono di pari passo? Pedala tranquillo! Trattasi della selezione darwiniana.
Larghi strati della popolazione sono sempre più in difficoltà? Va tutto che è una meraviglia! È l’evoluzione che sta lavorando.
I monopolisti ed i cartelli fanno il bello ed il cattivo tempo? Sono i necessari tributi da pagare all’irrinunciabile progresso! L’importante è che lo Stato non ci metta becco.
Il liberismo sacrosanto di von Hayek è diventato il liberismo del più forte di fare ciò che gli pare? Figliolo … all’evoluzione non ci si può opporre.
Il liberismo si può fare solo se ci sono regole, controllori, sanzioni e concorrenza. Niente concorrenza? Niente liberismo, checché i darwinisti ne dicano.
La storia ha cancellato Marx. È ora che cancelli anche Darwin, nel nome del quale si compiono le più efferate nefandezze. Non a caso Marx fu un protagonista dell’affermazione del darwinismo. Il passaggio da “teoria” a verità incontestabile è stato breve, viste le forze che ne traevano e ne traggono giovamento (sia ben chiaro che non erano e non sono i lavoratori, né gli operai).

Per rappresaglia ho detto a mia figlia che se lei vuol credere che discende dalla scimmia è libera di farlo, ma io discendo da Dio. Questa frase datata non è dimostrata scientificamente ma è molto meno ridicola dell’evoluzione di Darwin; l’anno prossimo ricorre il bicentenario della nascita e bisogna preparare un bel po’ di tapiri di ghisa.

Nel frattempo gran parte della società si è profondamente convinta che la “teoria” è diventata verità assoluta (7). Siamo messi proprio male in quanto a cultura.

  1. L’appello: “Un danno per la cultura delle nuove generazioni”
  2. La Moratti: “Darwin si studierà fin dalle scuole elementari”
  3. Il Consiglio d’Europa in soccorso all’evoluzione
  4. La Macroevoluzione
  5. Evoluzione, un trattato critico: presentazione del libro
  6. L’errore di Darwin e la medicina dei tumori
  7. “La scuola è in mano all’Anticristo”

Lino Rossi
Fonte: http://www.soldionline.it/
Link: http://www.soldionline.it/a.pic1?EID=22297
14.05.2008

Pubblicato da God

  • LonanHista

    propongo a lino rossi questa mia libera traduzione a ciò che ha scritto tremonti.(non la propongo come topic dato che in questo sito, questi servi di giudei oltre a non considerarmi, si permettono anche di sbeffeggiarmi cancellandomi messaggi privati contenuti nello spazio privato!)

    premessa:per disperazione non rileggerò quello che scrivo!
    perché non so voi, ma a me farmi prendere per il culo da un commercialista di cuneo, non mi sta bene!

    ma cerchiamo di capire cosa effettivamente succederà

    scrive Tremonti.
    Scrive sul sole 24 ore un lungo articolo per dirci cosa ha intenzione di fare.
    Ci fa capire che ha carta bianca per ciò che concerne la politica economica.
    E soprattutto mette sull’avviso chi di dovere che in Italia si potranno fare buoni affari.
    Infatti chiude il suo articolo con parole come:liberalizzazioni,semplificazioni privatizzazioni.
    Guarda caso anche il finanziere Buffett è pronto a fare affari in Italia, si dice pronto ad investire in aziende famigliari.
    Si dice di Buffett che sia uno che prima di spendere un cent deve essere sicuro al 100% che questo gli abbia reso almeno 10 volte.
    In Italia di affari lucrosi, di quelli che fanno guadagnare ce ne sono pochi.
    Uno è relativo al cosiddetto crimine organizzato, cioè il traffico di droga su tutto.
    Un altro riguarda la spesa pubblica, cioè appalti o dismissioni del patrimonio pubblico..
    Escluso un coinvolgimento di Buffett nel malaffare, ed escluso un suo interesse per appalti di opere pubbliche non rimane altro che il piano di dismissioni di quello che resta del patrimonio pubblico.
    Patrimonio soprattutto immobiliare, che senza una revisione degli estimi catastali diventa una vera manna per chi ha da spendere.
    E gli squali della finanza, come Buffett si mettono in lista di attesa, dato che l’attuale governo, da come scrive Tremonti non ha altri margini di manovra per non andare in default che quello di svendere ciò che resta del patrimonio pubblico.

    Forse si è gioito troppo in fretta sulle aspettative del nuovo governo.
    Gli unici interventi per favorire la domanda sembrano che sono e resteranno quelli relativi al taglio dell’ici e la detassazione degli straordinari.
    Taglio dell’ici che influisce mediamente per 100 euro all’anno, e sugli straordinari solo una parte dei lavoratori usufruiranno di qualche decine di euro in più in busta paga.

    Taglio dell’ici, che era l’unica tassa federale poiché erano i comuni a riscuotere direttamente, ed il cui corrispettivo verrebbe finanziato con non meglio specificate risorse da reperire tagliando spese programmate nell’ultima finanziaria.
    (PREVEDO CHE SARANNO MOLTI I COMUNI CHE SI AGGIUNGERANNO ALLE CENTINAIA CHE SONO DOVUTI RICORRERE AI DERIVATI PER FINANZIARSI)..

    E sugli straordinari, molte Pmi, già pagavano i dipendenti con straordinari già detassati.

    Avevo preparato una quindicina di cartelle, relative alla valutazione ed alle prospettive.

    ANCHE SE SONO SNOBBATO CONTINUO LO STESSO PER LA MIA STRADA..purtroppo io capisco gli altri, ma gli altri non capiscono me….forse ha ragione quel vecchio maestro elementare:ti capiranno, vedrai ti capiranno quando ti studieranno.
    La vecchiaia a volte può comportare saggezza, altre volte magari entusiasmi simili a quelli dei bambini.

    Resta il fatto comunque che mi da fastidio quando mi si dice che le mie siano opinioni:CERCO SOLO DI DESCRIVERE DATI DI FATTO.

    E un dato di fatto è l’articolo di Tremonti che ora VIVISEZIONO:

    Inizia con logiche premesse, ovvero che la politica economica è incentrata sul patto di stabilità e quanto convenuto con le autorità dell’Ue, e naturalmente con il programma che il cdx ha proposto agli elettori nell’ultima tornata elettorale-

    L’azione del governo sarebbe cominciata con questi 2 provvedimenti-taglio ici-per favorire la domanda, detassazione sperimentale straordinari e premi produzione-per favorire la produttività.

    Ambiguo il passaggio relativo alle risorse necessarie da destinare ai comuni per coprire il mancato introito dell’ici :

    “la copertura di bilancio sarà operata con la corrispondente riduzione di voci di incremento discrezionale, e non particolarmente produttivo della spesa pubblica operati durante la campagna elettorale con il “decreto milleproroghe”e appena prima con la legge finanziaria 2008”

    Traduzione:è come se dovessi riscuotere una somma da un mio debitore, il quale mi dice che non deve essere più lui a pagarmi, ma un suo amico che tramite il cognato ha fatto un lavoro ad un parente che gli deve molti soldi, per cui quindi se aspetto avrò anche gli interessi, anche perché il parente ha fatto un terno al lotto e quindi ora se la passa bene.
    SE POTESSI ATTRAVERSO L’ANCI, AVVISEREI TUTTI I COMUNI D’ITALIA DI EVITARE SPESE FUORI BILANCIO,NEL SENSO DI NON CONSIDERARE ASSOLUTAMENTE LE CIFRE RELATIVE ALL’ICI..PERCHé I COMUNI SI SCORDERANNO QUESTO INTROITO.

    L’articolo prosegue ripetendo ciò che era nella premessa, ovvero ribadendo gli impegni con L’UE del nostro paese nel rispettare l’obiettivo di pareggio di bilancio entro il 2011 e che per questo scopo occorreranno 20-30 miliardi di euro.(questa “vaghezza”, 20-30, come se si accennasse a bruscolini, testimonia il fatto di come in Italia manchi chiarezza e serietà!..forse perché chi è così vago fa il frocio con il culo degli altri:tanto è il pecorume a pagare, 20 o 30 che differenza fa?)

    MA ORA VIENE IL BELLO:

    In sostanza il commercialista di cuneo, ci anticipa che rispetto agli anni passati non si perderà tempo in chiacchiere, ma si andrà subito al sodo.
    Negli anni passati, il DPEF che veniva presentato in luglio era solo un esercizio sintattico, un modo per far fare qualcosa alle centinaia di PARASSITI E FANNULLONI impiegati presso i vari ministeri, i quali si sbizzarrivano a scrivere in genere un trentina di pagine di cazzate, che avrebbero dovuto costituire la struttura della politica economica del paese.
    ====================================================================

    RILEGGERE TUTTI I DPEF DEL PASSATO PER RENDERSI CONTO DELLA CAZZATE CHE CI SONO SCRITTE…addirittura spesso è successo che anche la finanziaria scritta in genere alla fine di settembre fossero solo stronzate, che solo in dicembre in fase di approvazione si dimostravano tali, cioè quando essa viene stravolta da migliaia di emendamenti, che in termini poveri significa;ogni PARLAMENTARE PORTA IL Più POSSIBILE AL SUO ORTICELLO, allo stesso modo delle lobby e di chi ha influenza nelle istituzioni.

    Un governo serio che ha a cuore gli interessi del paese come prima cose DOVREBBE PROPORRE DI CAMBIARE L’ITER DELLA LEGGE DI BILANCIO.Perché è inutile fare progetti e programmi quando poi in dicembre si stravolge tutto.
    (si veda l’ultima finanziaria, che aveva un progetto di spesa di11 miliardi di euro, ed alla fine sono diventati 16 miliardi di euro…NESSUN PENNIVENDOLO è ANDATO A CERCARE I MOTIVI DI Ciò…NESSUNO HA SPIEGATO AL PAESE DOVE FINISCONO QUESTI SOLDI).
    In sostanza la legge finanziaria 2009, sarà attuata già con il DPEF,dove per ciò che concerne gli impegni con l’Ue(pareggio di bilancio)
    “sarà basato sulla integrale convergenza tra parte programmatica e parte attuativa così da dare fin da subito piena organica e responsabile attuazione agli impegni UE”

    Traduzione:
    :pecorume tenete a portata di mano la vasellina perché la suppostona è pronta già da luglio..vi abbiamo dato 100 euro con l’ici che abbiamo tolto ai comuni, ma sappiate che quella cifra la dovrete tirare fuori, perché gli impegni con l’ue significano che dobbiamo pagare almeno 10 miliardi di euro all’anno aldifuori di tutte le altre spese.
    Ed è inutile che protestate, o che vi fate strumentalizzare dai sindacati, anche senza l’udc abbiamo una maggioranza a prova di ribaltone, quindi zitti e mettetevi a 90°.

    E il commercialista di cuneo facendosi scudo sulla maggioranza del suo governo arriva addirittura a minacciare:
    ”pur esistendo margini tanto per una imposizione aggiuntiva sui cosiddetti “guadagni di congiuntura”(eiunaudi)quanto per una riduzione di eccessivi e negativamente simbolici meccanismi premiali”

    Tremonti è un ministro della repubblica, è il ministro delle finanze e quindi date le multe non pagate potrebbe anche mettermi in galera..però lo stato ci rimetterebbe, perché i soldi non li avrebbe lo stesso e dovrebbe passarmi vitto ed alloggio..ma COME FACCIO A RISPETTARE UNA PERSONA CHE DICE COSE DEL GENERE IN QUESTO MODO?
    In sostanza minaccia (scomodando Eiunaudi) di tassare le rendite finanziarie o quelle rendite dovute alle speculazioni, alle truffe legali delle banche, ai petrolieri e addirittura “minaccia” di tassare gli stipendi dei manager, anzi dei magnager …ma lo dice tanto per dire:
    PUR ESISTENDO MARGINI…etc etc..
    (non è che tocca rimpiangere padoa schioppa?)
    ===================================================================
    E tremonti continua sull’evasione fiscale, dove afferma che questa anomalia si può risolvere attraverso una fiscalità federale, cioè solo gli enti locali possono accertare quello che a livello centrale può sfuggire.
    Poi sulle cause storiche non specifica cosa vuole intendere.
    Forse che l’Italia è un paese di furbi?
    Allora omette di dire che ci sono troppi commercialisti come lui che aiutano questi furbi.
    Per ciò che concerne l’asimmetria tra un “economia largamente diffusa sul territorio ed una macchina fiscale totalmente centrale” non esiste una normativa in materia per cui gli studi di settore, i controlli dell gdf hanno ambito territoriale?
    (e sarebbe un infamia, ma l’evasione fiscale sarebbe debellata in pochi mesi se ai delatori di dessero dei premi, cioè creare la figura del “cacciatore di evasori”, il quale però non deve essere coperto dall’anonimato, e che nel caso di ingiusta accusa deve subire conseguenze legali).

    E prosegue il nostro commercialista:
    “fermo tutto quanto sopra,e ribadito in aggiunta che, essendo impossibile ingiusto e controproducente aumentare ulteriormente la già eccessiva pressione fiscale generale”

    E continua con ultimo punto:

    “si ha che l’attuazione del citato piano triennale di stabilizzazione della finanza pubblica potrà e dovrà essere operata soprattutto dal lato della riduzione della spesa pubblica”

    TRADUZIONE:
    ho riportato anche i passaggi che si potevano riassumere in 2 parole perché in sostanza Tremonti e questo governo non sanno a che santo votarsi.
    Minacciano banche ed alta finanza e manager di far pagare loro le tasse, ma poi alla fine è come se dicesse: ci siete cascati? Scherzavo(per voi ho pronto qualcosaltro).
    La lotta all’evasione fiscale la si deve fare a livello locale, io certo non posso farla, perché dovrei essere il primo ad andare in galera, viste tutte le tasse che ho aiutato ad evadre.
    Se i comuni sono bravi a riscuotere le tasse va bene per tutti.
    Mettere altre tasse è impossibile, oramai siamo arrivati a togliere anche le suole delle scarpe.

    NON RIMANE QUINDI CHE TAGLIARE LA SPESA PUBBLICA.
    MA DOVE TAGLIARE PER ORA è MEGLIO NON DIRLO.
    Abbiamo guadagnato qualche punto di fiducia per l’abolizione dell’ici la detassazione degli straordinari, e non possiamo perderlo subito dicendo che dovremo tagliare spese sanitarie servizi scolastici, assistenza, sgravi.
    Il pecorume non sa che governo prodi o governo berlusconi, le direttive superiori non mutano, sono le stesse. Tuttalpiù la differenza tra noi e il governo prodi è su chi si piglia la fetta più grossa della torta.Per il resto la cinesizzazione è un programma che investe tutto l’occidente e deciso dai grandi grembiulini, rispetto ai quali noi parrocchiette di provincia siamo come chierichetti al cospetto di un cardinale.

    (però è forte il commercialista di cuneo!…ritiene di essere un genio, ma in fondo non è stupido!
    Nel 2003 aveva proposto di fare come negli Usa:cioè far ipotecare le case di proprietà ai cittadini per ottenere prestiti e quindi soldi da spendere per sostenere il PIL,SALVO CHE SE SI SAREBBE FATTA UNA COSA DEL GENERE OGGI MOLTI CITTADINI STAVANO A VIVERE SOTTO I PONTI!..
    Addirittura arriva a minacciare questi grembiulini del vero potere, le banche, ma vedremo più avanti).

    E lo afferma in un certo senso della volontà di tagliare le spese :
    “riduzione (della spesa)che non solo è in linea con l’idea liberale del limite del peso dello stato sull’economia” e prosegue con la tiritera degli impegni assunti per pareggiare il bilancio, insistendo sul fatto che la somma è stata stabilita dal governo prodi(20-30miliardi di euro) e che dovrà essere reperita attraverso il taglio della spesa pubblica.
    Taglio della spesa pubblica che ovviamente non potrà concernere i parassiti della PA, ma appunto il welfare. Però sul Welfare , secondo il commercialista di cuneo,si può recuperare compensando i tagli con l’attuazione del federalismo fiscale. Quindi gli enti locali dovranno reperire le risorse necessarie e compensare i tagli che verranno fatti dallo stato centrale.
    Quindi attraverso il federalismo fiscale si reperiranno quelle risorse necessarie per la sanità i servizi ed i diritti dei cittadini.

    PERò SE IL FEDERALISMO FISCALE NON FUNZIONASSE? SE I CITTADINI NON POTRANNO ESSERE SPREMUTI Più DI TANTO? SE POI MOLTE REGIONI ED ENTI LOCALI NON DISPORANNO DELLE RISORSE NECESSARIE?
    SE POI SI CREASSERO DELLE DISPARITà?
    SE SUCCEDERà CHE AVREMO REGIONI BENGODI E REGIONI PURGATORIO?
    Poi che si farà? A parte il fatto che il reato di immigrazione clandestina verrebbe esteso da regione a regione(se nel veneto si vivrà da nababbi rispetto alle marche correrò a stabilirmi in veneto) .

    D’accordo il suppostone al pecorume, MA PER Ciò CHE CONCERNE I PROGRAMMI FUTURI, SPECIE QUELLI FATTI INSIEME ALL’OPPOSIZIONE, SI EVITI DI FARE LE COSE A CAZZO DI CANE!(per chi non sa come è fatto il cazzo di un cane, si informi…ed approfondisca del perché nel rapporto sessuale tra cane e cagna c’è il rischio che faccia “mappa” appunto a causa del cazzo del cane)..

    Per ciò che concerne le disparità fra le varie regioni che potranno crearsi attraverso il federalismo fiscale, in un altro articolo avevo letto che si terrebbe conto appunto delle differenze fra le varie regioni. TRemonti accenna in questo articolo alle differenze nord sud.
    Dopo una sorta di accorato appello affinché anche l’opposizione e tutte le parti sociali optino per il federalismo fiscale, Tremonti per molte righe vuole dare atto che è ben conscio della situazione economica attuale generale e dei rischi a cui andiamo incontro.
    Una crescita zero significa ovviamente meno entrate e quindi difficoltà per il sistema paese nel suo insieme.
    Ovvio che ad un economia sana e forte corrisponde vantaggi per tutti, mentre in un economia in difficoltà chi ne subisce gli effetti sono le fasce più deboli della popolazione.

    Non incollo questi passaggi perché si riassumono con nitidezza.

    E Tremonti proverà in sede di Ue, di ottenere qualche proroga rispetto agli impegni assunti, poiché se la crescita sarà vicina allo zero, (senza polemiche) occorrerà quindi ridiscutere i termini di rientro, dato che quando i patti furono stabiliti questi erano stati formulati attraverso parametri che indicavano una crescita dell’1%.
    Oltre naturalmente in sede UE fare chiarezza sulle incertezze giuridiche riguardo all’irap ed altri cavilli burocratici inerenti la fiscalità societaria..si allude forse all’iva sulle auto aziendali?.

    Poi c’è uno sguardo all’attuale situazione globale, all’inflazione galoppante relativa ai prezzi dei beni alimentari ed energetici, a cui l’europa non riesce a far fronte assistendo passivamente all’erosione della ricchezza, all’impoverimento di fasce sempre più ampie.

    Ed in questo caso lo stato dovrebbe intervenire, sia per aiutare le fasce più deboli e sia per evitare che avvengano distorsioni.(cioè, crisi economica comporta crisi sociale, crisi sociale uguale protesta, disordine diffuso, disordine diffuso si blocca con autorità).

    E scrive Tremonti.(e per queste cose si è meritato l’appellativo di filosofo da parte di bersani):

    “Sappiamo anche che nel tempo presente ed in europa-non in altri paesi del mondo-i governi non hanno più il potere necessario per modellare la società o fare parti importanti dell’economia”

    EBBENE QUESTA è UNA STOCCATA ALLA BCE, AL FATTO CHE I GOVERNI NAZIONALI NON AVENDO Più SOVRANITà MONETARIA, non possono più attuare decisioni importanti relative al proprio paese.
    Cioè solo in europa succede che le varie economie debbono adattarsi all’euro.
    Mentre in tutti gli altri paesi del mondo le monete vengono adeguate ai parametri dell’economia reale.

    In sostanza in europa il vero potere decisionale economico e quindi politico e quindi sociale è pertinenza della Bce. Essendo la bce controllata per la maggior parte dalle più grandi banche europee e globali, di fatto l’europa è fondata ed INDIRIZZATA DALLA DITTATURA DEI BANCHIERI.

    E continua Tremonti:
    “Ma sappiamo che pur dentro questo limite i governi hanno ancora il potere-dovere di attenuare alcune distorsioni che emergono nella società e di concorrere a costruire la piattaforma materiale ed immateriale istituzionale e funzionale su cui si fa l’economia.”

    In sostanza Tremonti dice che il pecorume alla fine vota a noi politici non a voi banchieri.

    Ed almeno TRA LE TANTE SUPPOSTE CHE GLI METTIAMO IN CULO cerchiamo di non mettere in grave crisi le pecore che si sono fidate di voi con i mutui variabili.
    Andategli incontro a queste pecore, abbassando la rata del mutuo, soldi che non perdete perché si fa qualche rata in più.

    Adesso se l’economia va male, bisogna venirsi incontro, perché quando va bene, poi il vantaggio è per tutti.

    IN OGNI MODO CARI BANCHIERI E GREMBIULONI, ANCHE SE HO FATTO LA VOCE GROSSA, HO MINACCIATO DI TASSARVI..scherzavo…mica voglio saltare in aria come un giudice qualsiasi? O come quel tedesco della Buba che negli anni 80 voleva fregarvi le ricchezze russe e lo avete fatto saltare in aria…ah pardon è stata la raf..mi sbagliavo con quell’olandese annegato in piscina che mi rimbrottò per la banconota di un euro..
    INSOMMA CARI PESCICANI PREPARATEVI E SOPRATTUTTO NON LITIGATE(avete visto anche quell’americano buffett si è fatto avanti) abbiamo pronto:

    “un piano di liberalizzazioni,di semplificazioni di privatizzazioni”.

    TRADUZIONE:
    IL PAESE è IN SVENDITA, A QUATTRO EURO è APERTA LA CACCIA AGLI ACQUISTI…
    ….il conto svizzero lo conoscete..mica solo prodi piglia le mazzette sulle svendite di stato.

    ….libera traduzione articolo apparso oggi 23maggio2008 sul sole 24 a firma giulio tremonti.

    Questo vuole essere solo un approccio demenziale.
    Ovviamente questo governo come il precedente agirà in conformità delle leggi e nell’interesse dello stato cioè di tutti i cittadini e del loro benessere.

  • Affus

    in italia , di persone : “so tutto io” già ce ne sono tante .
    che c’azzecca onanista con darwin?

  • dadda86

    Io consiglierei vivamente l’autore dell’articolo di non fermarsi (solo) alla lettura di chiari creazionisti visto che si ritiene un vero appassionato della ricerca.

    Mentre è ovvio che usando più o meno alcuni organi si possono più o meno sviluppare, atrofizzare, ecc. non è altrettanto ovvio che provando e riprovando ad un pesce nascano i polmoni, oppure che ad un rettile spuntino le piume.

    Sul fatto chi si interessi al tema debba leggere anche le tesi creazioniste sono assolutamente d’accordo, ma queste sopra non sono affermazioni di chi abbia letto un qualsiasi testo sull’evoluzione. Prima di leggere le critiche sarebbe il caso di capire con cura cosa si sta criticando. “La teoria dell’evoluzione” di Telmo Pievani è un ottimo inizio per esempio.

    La distinzione tra macro e micro evoluzione è poi un invenzione dei critici dell’evoluzionismo. E comunque anche prendendo per buona la sua sua definzione, anche la macroevoluzione è una teoria convalidata; nonostante le sottili ironie sulle piume che dovrebbero spuntare ai rettili.

    La teoria dell’evoluzione, come ogni altra teoria scientifica, per definizione non è una verità assoluta. Per questo può (deve) essere criticata, migliorata e corretta; come d’altronde è stato fatto (scientificamente però) negli ultimi 150 anni e sarà fatto certamente in futuro. Il creazionismo o il Disegno Intelligente non sono teorie, perchè non sono criticabili (ne verificabili); provate voi a dimostrare o smentire l’affermazione che esista un progetto divino che muove la storia naturale!

    Leibniz considerava le teorie di Newton eretiche; bisogna stare attenti a chi (in buona o cattiva fede) metta sullo stesso piano la sua fede creazionista e teorie scientifiche.

    Io di economia non sono esperto e sto zitto; sarebbe gradito anche il contrario.

  • Davide71

    Ciao a tutti:
    l’evoluzionismo, prima di essere una teoria scientifica, é una teoria sociale e, anche se nessuno lo vuole ammettere, costituisce l’essenza stessa del nazismo.
    Esso é quindi una teoria molto più antica, di almeno 100 anni prima, e Hitler non ha inventato un bel tubo di niente.
    Darwin é stato appoggiato da certi strati dell’intellighenzia inglese molto al di là dei suoi meriti scientifici (comunque notevoli) appunto perché forniva prove concrete in appoggio alla loro teoria.
    Ma qual’ era il punto che stava tanto a cuore ad una certa parte della classe politica inglese (quella legata alla Massoneria per intenderci)?
    In sostanza essi miravano a negare alcun ruolo alla Chiesa Anglicana!
    Essa si era già tagliata uno dei testicoli da sola aderendo al Protestantesimo.
    Esso nega l’utilità della pratica religiosa per la conquista del Paradiso in quanto “tutto é già stato scritto nel gran libro del destino” e perciò noi siamo già dannati o salvati prima ancora di venire al mondo.
    Qualcuno si sarà chiesto, a questo punto, che cosa servisse mai la Chiesa! Essa serve, per i Protestanti, a garantire la coesione sociale attraverso la proposizione dei valori del Cristianesimo, che costituiscono in effetti i cardini della società occidentale.
    Ma gli evoluzionisti affermano che l’uomo é un animale sociale, che esso si riunisce in aggregazioni sociali per convenienza, e che le società sono perciò strutture naturali! Nelle società l’uomo, ovviamente, si misura con gli altri uomini e i migliori salgono la scala sociale. La Chiesa, perciò, é semplicemente inutile! E così, alla Chiesa Anglicana hanno tagliato anche l’altro testicolo!
    Quando sono poi andati al potere i comunisti la teoria evoluzionista é servita a giustificare niente meno che il regime ateo e comunista, considerato l’evoluzione ultima della società umana.
    Su questa teoria si sono trovati d’accordo perciò i comunisti e i massoni, e questa é la ragione per cui a scuola ce la menano con la teoria dell’evoluzione che, nella parte della “macroevoluzione” é quasi completamente priva di applicazioni scientifiche!
    I Taoisti dicono che l’uomo é il mediatore tra il Cielo e la Terra; una sorta di divina (Cielo) scimmia (Terra) perciò lo é, perciò tua figlia non ha poi tutti i torti.
    Diciamo che se lei avesse detto “l’uomo trascende la scimmia” avrebbe detto la metà della verità. L’altra metà l’hai detta tu dicendo, correttamente: “L’uomo discende da Dio”
    Però il creazionismo é, se vogliamo, una palla ancora più grossa dell’evoluzionismo e foriera di altrettanti grossi guai; per esempio la maledetta teoria per la quale Dio ha creato la Terra 6 mila anni fa e poi si é completamente disinteressato ad essa (é l’anticamera dell’ateismo, se qualcuno se ne rendesse conto…).
    Io sto scrivendo un libro sul tema in cui spiego dove sbagliano gli evoluzionisti (la loro mentalità é sbagliata; le mutazioni genetiche non c’entrano quasi nulla con la macroevoluzione), dove sbagliano i creazionisti (la Genesi non c’entra niente con la paleontologia, ma proprio niente niente niente!) e propongo delle soluzioni; purtroppo mi accorgo che é un libro difficile, che richiede conoscenze in materia molto diverse tra loro (biologia e teologia per esempio) e non so quanta gente potrebbe essere interessata.

  • lino-rossi

    non sposo nè il creazionismo nè l’intelligent design, tant’è che l’ho scritto esplicitamente. attacco, con tolleranza zero, chi spaccia una teoria per verità assoluta, con tanto di atti coercitivi. con questa tecnica è stata messa la museruola allo staff di Giuliano Preparata sulla FF.
    http://www.rainews24.rai.it/ran24/inchieste/video/18102006_rapporto41.wmv

    ben vengano tutti gli approfondimenti, ma senza prenderci per i fondelli. la scienza alla piero angela lasciamola alla rai.

    il fatto che solo gli addetti ai lavori debbano parlare non mi convince completamente. sarebbe meglio se essi esponessero esaustivamente le loro conoscenze.

    se ritiene che Reinhard Junker e Siegfried Scherer abbiano sbagliato in qualcosa non c’è che da mettere mano alla tastiera.

  • lino-rossi

    chi ha avuto la fortuna di avere in braccio il figlio neonato sa benissimo che egli cerca di aggrapparsi ad un presunto “pelo” pettorale che ormai non c’è più del tutto nella mamma ed anche nel papà non ne è rimasto tanto. le tracce dell’evoluzione sono innegabili e penso che nessuno possa negarle. il problema viene fuori quando ci vogliono propinare delle LORO verità prendendo scorciatoie del tutto funzionali ad interessi LORO più o meno confessabili. spero di leggere presto il tuo libro.

  • LonanHista

    volevo solo porre all’attenzione di linorossi la vivisezione dell’articolo di tremonti.

    io non azzecco niente mi baso solo sui dati di fatto.

    e purtroppo i dati di fatto di questo governo sono che non ha assolutamente idea di cosa fare ed intanto dà il contentino del taglio ici e della detassazione degli straordinari, in pratica un aspirina per curare una broncopolmonite.

    ma la cosa più grave di quello che scrive e lascia intendere tremonti è che SI VENDERANNO A QUATTRO EURO QUELLO CHE RESTA DEL PATRIMONIO PUBBLICO.

    ed in pratica ha messo sull’avviso i grandi pescecani della finanza quelli che già negli anni 90 fecero buoni affari in Italia.

    e siccome il piatto è ricco e mi ci ficco, addirittura il finanziere WarrenBuffett tasta il terreno in Italia, comincia a prendere contatti per non lasciarsi sfuggire l’occasione

    AFFUS IO NON CAPISCO UN CAZZO, MI LIMITO SOLO A CERCARE DI CAPIRE LE INTENZIONI DEGLI ALTRI.

    e date le intenzioni di questo governo,prepariamoci al peggio!

    solo questo!

  • lino-rossi

    purtroppo ora non ho modo di leggere tutto.
    qualche flah.
    questo governo è partito malissimo. la fissione nucleare sarà per loro una debacle.
    il commercialista (di Belluno) finora ha deluso. se vuole essere coerente con ciò che ha scritto prima del voto deve cambiare registro andando nella direzione di una regolamentazione dei mercati a partire da quello monetario e degli strumenti finanziari, come raccomandato dalla stessa BCE (vedi articolo superBCE e la BCE si chiama fuori). bisogna marcarlo stretto e senza sconti.
    non sei tu che sei della mia città? non ti avevo dato la mail qualche tempo fa?
    mi rifarò vivo quando avrò letto tutto il tuo commento.

  • dadda86

    che gli scienziati non debbano cadere nello stesso errore dei creazionisti, ovvero di essere dogmatici e pregiudiziali è ovviamente una necessità. Ma quello che la stragrande maggioranza degli scienziati dice è semplicemente che la teoria dell’evoluzione è ancora assolutamente valida e nessuna delle critiche l’ha intaccata. Io non ho letto il libro di Junker, ma ho letto molto altro sia di scienziati sia di religiosi. Di critiche alla base della teoria ce ne sono poche (e non verificabili o palesemente sballate) e tutte le altre critiche, come ho detto sono benvenute, perchè non fanno che del bene alla teoria stessa.

    e quando parlo di approfondimenti non parlo certo di quark o vojager! il tema deve essere affrontato anche dai non addetti ai lavori, deve vista l’importanza, e deve con il senso critico proprio della scienza. ci sono libri di divulgazione ottimi dei migliori biologi del novecento, però prima di mettere tra virgolette la parola teoria, come se non fosse tale, andrebbero letti..

    ci sono anche altre idee cosiddette eretiche e non sto dicendo che non ci possa essere opposizione (vedi anche tutto il filone su cancro e chemioterapia); ma non vedo che interesse (che in altri casi potrebbe esserci) c’è nel fare una lobby degli evoluzionisti. li vedo piuttosto tra gli oppositori..

    sono contento di esporre le mie conoscenze se possono essere d’aiuto, basta che mi si dica su quale aspetto o dubbio..

  • Pausania

    Nel frattempo gran parte della società si è profondamente convinta che la “teoria” è diventata verità assoluta (7). Siamo messi proprio male in quanto a cultura.

    Posto che ciò sia vero, e non ho motivo di non crederlo, sarà il caso di interrogarsi su come mai i bambini che vanno a scuola non conoscano il significato italiano della parola “teoria”, e che quindi vengano a casa dicendo che l’uomo discende dalla scimmia come fosse una realtà dimostrata sperimentalmente.

    Non si può non notare infatti che i bambini, dopo anni di scuola di Stato, non hanno imparato nemmeno l’italiano, PERO’ hanno buttato anni di vita per studiare vaccate ecosostenibili e “teorie scientifiche”, imparandole come una volta si imparava l’infinito di Leopardi.

    Tuttavia ciò dimostra in toto le teorie di Darwin: sicuramente chi ha fatto scuola a quella bambina non può che essere l’anello di congiunzione tra l’uomo e la scimmia 😀

  • dadda86

    ok, sopra mi chiedevo che interesse mai ci potesse essere nel promuovere l’evoluzionismo, qui sopra c’è la risposta. Anch’io sarei curioso di questo libro e del perchè la macroevoluzione sia una bufala o non sia spiegata dalle mutazioni (e dal resto suppongo)..

    quello che mi chiedo è però che c’entra la correlazione massonica con le critiche all’evoluzionismo. per come è stato posto il discorso mi sembra, scusatemi se sbaglio, che si stiano facendo critiche per smontare una teoria perchè questa è “sfruttata” da massoni ecc.
    Come se questa teoria dovesse essere necessariamente sbagliata visto chi la usa (se è vero)..

  • lino-rossi

    Non ho affrontato il problema dal punto di vista religioso, perchè non mi interessa, nè voglio affrontarlo dal punto di vista filosofico, perchè parimenti non mi interessa; l’ho affrontato e vorrei affrontarlo esclusivamente dal punto di vista scientifico, inteso nel senso dell’applicazione del metodo galileiano. Vedo che negli evoluzionisti prevale la deriva “filosofica” (qui c’è un mirabile esempio proprio del filosofo Telmo Piovani – http://www.sissa.it/download/sissanews/sissanews-2005-10.pdf – pagina 7), tipica di chi non sa che pesci pigliare. Pazienza fra i filosofi, ma fra gli “scienziati” proprio è inaccettabile. vedremo. gli evoluzionisti finora non mi hanno convinto per niente, mentre Junker e altri, si.

    Circa gli interessi inconfessabili degli indefessi difensori dell’evoluzione di Darwin bisogna metterci proprio i produttori di rimedi chemioterapici e gli economisti iperliberisti dei monopolisti. Per me basta. Quando sento nominare Darwin mi viene voglia di stare a sentire dove si vuol andare a parare. Intanto Le consiglio di leggere approfonditamente Heinrich Kremer; chissà che un giorno queste letture non possano salvarLe la vita.

  • Egon

    scusami ma non capisco come uno che parla di economia possa venirmia d ire che la teoria dell’evoluzione è una buffonata, inoltre anche se ci sono svariate teorie antievoluzionistiche, quella evoluzionista è la più credibile dato che le antiteorie servono a smentire le teorie e non a formularne di nuove, sarebbe molto facile per me, se fossi uno pseudoscienziato con fama affermare che la terra in realtà non è tonda e che non c’è nessun modo per dimostrarlo se non andando nello spazio e ruotarci attorno, si può dimostrare che è leggermente curva, ma non che è completamente sferica.
    Se ti scandalizza il fatto che tuo figlio torni a casa dicendo che discendiamo dalle scimmie, 1) forse non hai mai visto delle scimmie o degli scimpanzè, 2) probabilmente credi che il mondo sia stato creato 6mila anni fa da un enorme uomo. ( dal quale noi siamo disevoluti? secondo la teoria della disevoluzione?)

    se c’è un reale problema in tutta questa storia dell’evoluzione è che probabilmente i 3/4 dei professori che la insegnano non l’hanno nemmeno capita, forse perchè bisognerebbe mettere i professori universitarei alle elementari e i maestri delle elementari all’università
    Sono del tutto aperto al fatto che una teoria possa essere sbagliata, ma credo che la selezione naturale sia un dato di fatto.
    Da quando l’uomo ha preso il mondo non necessità piu di una selezione fisica per sopravvivere ma di una selezione mentale, proprio per questo chi comand è piu intelligente e chi subisce piu stupido, ed è cosi a tanto di quel tempo.

  • lino-rossi

    si vorrebbe parlare di scienza.

  • lino-rossi

    caro LonanHista, hai ragione su parecchi punti. ritengo che tu mi interpelli perchè prima del voto ho scritto che Tremonti è meglio di quelli del PD. come sai non si vota il più bello ma il meno brutto. col PD avremmo ancora la litania dell’infallibilità della BCE con e senza ex cathedra. perlomeno questo strazio Tremonti ce lo risparmia. va sicuramente tenuta alta la guardia su tutto il fronte.
    sulla PM Tremonti ha perfettamente ragione. guarda cosa dice il Presidente della banca centrale svizzera al cospetto di quello della banca centrale israeliana.
    http://www.bis.org/review/r041202a.pdf
    More than national pride would be hurt by such an “euroization” of the Swiss economy. For one thing, such a development would entail the loss of seigniorage income. With a monetary base of about 40 billion francs (26 billion euros), that is about 5’700 francs (3’700 euros) per person, seigniorage in our case is far from trivial. But even more seriously, the loss of monetary autonomy caused by a displacement of the Swiss franc by the euro would prevent the SNB from creating liquidity in case of need.
    Roth qui usa in maniera impropria il termine signoraggio, ma dice chiaramente che la base monetaria elevetica non è proprio trascurabile. infatti è il doppio della nostra (procapite). Ma soprattutto dice che l’entrata del franco svizzero nell’eurozona impedirebbe alla banca centrale svizzera di creare la liquidità (BM) in caso di bisogno. Quindi gli svizzeri sono messi come noi prima del settembre 1979 data della perdita della nostra sovranità monetaria.
    L’espressione “signoraggio” è impropria perchè l’ha confusa con la base monetaria che è un’altra, cosa anche se equipollente.

  • lino-rossi

    quando una teoria è imposta con la coercizione e/o l’inganno è assai probabile che ci sia l’inghippo.

  • dadda86

    E io non ho parlato dell’aspetto filosofico. Ripeto quello che ho scritto sopra e che è il motivo per cui ho fatto il mio primo commento su questo sito..non è corretto dire di affrontare il problema dal punto di vista scientifico, dire che quella di Darwin non è una teoria, che è ridicola ecc. e poi affermare cose tipo

    Mentre è ovvio che usando più o meno alcuni organi si possono più o meno sviluppare, atrofizzare, ecc. non è altrettanto ovvio che provando e riprovando ad un pesce nascano i polmoni, oppure che ad un rettile spuntino le piume

    Dimostrando che di evoluzione non si ha una visione proprio completa.
    Provare e riprovare? Questo è lamarkismo.
    Io leggerò e ho letto volentieri testi di Kremer (mi riferivo a lui di fatti), ma sull’evoluzione le continuo a consigliare anche testi non “eretici”; il libro di Pievani, un articolo di Boncinelli sull’ultimo numero di Micromega, gli scritti di Lewontin e Gould. E lì di filosofico o astratto non proprio c’è nulla. Non le salveranno la vita ma le mostreranno come non è così strano dire di discendere da un progenitore in comune con la scimmia.

    Il resto dell’articolo, perdoni la presunzione, è fatto di pensieri personali non di discorsi scientifici. Che poi gli economisti iperliberisti usino questa teoria non lo so e non c’entra con l’approccio scientifico dell’argomento, con quello che diceva Darwin e che lei per associazione ritiene ridicolo.

    Come postilla, in realtà i tumori sono proprio una prova della selezione naturale e contemporaneamente una prova che le chemio e radioterapie hanno bassa efficacia, visto che tra le cellule tumorali saranno favorite per selezione naturale quelle resistenti a questi trattamenti. E comunque non mi sembra che per sostenere la chemioterapia ci vengano a convincere con l’evoluzione!

  • korn

    Caro LINO ROSSI, hai scritto un articolo veramente brutto!

    A te che piacciono le teorie scientifiche (quelle vere) perchè non te le vai a studiare? le fonti che citi sono parziali e non danno un quadro completo di cosa sia davvero l’evoluzione.
    E’ noto che la teoria evolutiva ha diversi problemi e non è stata ancora capita appieno, e probabilmente verrà rimpiazzata da un’altra teoria in futuro. Ma non è questo il punto. Il punto è che non puoi prendertela con Darwin se qualcuno applica le sue teorie (a torto o a ragione) all’economia o in altri ambiti.
    Sarebbe come dire che la teoria atomica è sbagliata perchè hanno costruito la bomba nucleare!

    Si potrebbe discutere di molte delle cose che hai scritto, ma il modo di presentarle è veramente pessimo

  • Cornelia

    A me queste storie secondo cui – o ci ha creato l’omone gigante sulla nuvola; – o discendiamo da scimmie che improvvisamente si sono messe a declamare poesie e a suonare la cetra; non mi convincono affatto nessuna delle due.
    Una terza opzione no, eh? ;.)

  • Davide71

    Ciao Lino, vorrà dire che appena l’avrò finito (sono nella fase di correzione e mi sono accorto di avere lasciato numerosi punti oscuri) te lo invio direttamente per posta elettronica.
    Diciamo che le “tracce” dell’evoluzione si vedono in cose molto più macroscopiche come il fatto che l’uomo é un mammifero come numerosi animali che alleva e caccia…; gli scienziati lo spiegano come una parentela fisica (l’uomo sarebbe stato un tempo una scimmia) perché in sostanza non hanno altro mezzo per spiegarlo.
    Essi hanno maturato una mentalità molto particolare, completamente orientata al mondo materiale; si potrebbe dire che essi hanno “reso la Terra piatta” molto più dei medievali, e questo spiega quanto sopra (nel libro sarò molto più analitico).
    La realtà, per quanto sorprendente possa essere, é che sono la scimmia e gli altri mammiferi ( e tutti gli altri esseri viventi) ad essere derivati dall’uomo! Aspetta a darmi del pazzo…

  • Davide71

    Ciao dadda86, spero che ti interessi una full immersion in questioni di scienza, logica, filosofia e teologia. In tal caso ti spedirò il libro per posta elettronica appena l’ho finito, se t’interessa.
    La correlazione massonica si spiega così: la Chiesa e la Massoneria sono cane e gatto, e la colpa é di entrambi. La prima ha più colpe della seconda, ma in sostanza é un conflitto fra autorità spirituale (che si esercita sulle anime degli uomini) e potere temporale (che si esercita sui corpi). Il discorso é lunghissimo. In ogni caso la Massoneria ha sfruttato la scienza per liberarsi della Chiesa. Tutto ciò per essere libera di esercitare il potere temporale senza le ingerenze di quest’ultima.
    Comunque sì, per quanto tu possa essere sorpreso, le critiche all’evoluzionismo sono dettate da ragioni politiche più che scientifiche e prova ne é che essi confutano la teoria evoluzionista proponendo quella creazionista, che é ridicola.
    Sarà anche vero che la verità non é alla portata di tutti in questo tema specifico, ma vista l’importanza del tema avrebbero anche potuto fare uno sforzo in quella direzione. Perché non l’hanno fatto? Perché ovviamente non la conoscono, ma soprattutto perché a loro non interessa! Ma se la verità non interessa alla Chiesa a chi mai può interessare? A me, per esempio, che infatti intendo proporre una teoria che sicuramente si avvicina di più alla verità di quelle proposte finora.

  • Davide71

    Ciao dadda: prova a dimostrare tu che l’evoluzione non sia frutto del caso! In realtà non c’é molto di scientifico neanche in essa…

  • LonanHista

    Lino-Rossi, bada che io non voglio aver ragione, nel momento in cui ho ragione o torto, significa che mando a puttane anni di studi fatti a modo mio.

    Ho cercato, come del resto da anni faccio, semplicemente di andare nelle intenzioni di tremonti e quindi di questo governo per ciò che concerne la politica economica.

    E a tremonti va dato atto che in un passaggio del suo articolo lascia intendere che in europa(SOLO IN EUROPA, e lo specifica)di fatto la politica economica deve sottostare alla Bce.
    In ogni modo aggiunge che però sono i governi ad avere legittimità perché votati dai cittadini e quindi la politica farà del tutto per affermare questo mandato e quindi operare, se occorre, anche in contrasto con i poteri sovrannazionale.

    Però al tempo stesso conclude il suo articolo con parole come privatizzazioni, liberalizzazioni…il cui significato in Italia lo conosciamo bene, visto quello che è successo negli anni 90 o nei primi anni del 2000 quando il patrimonio immobiliare fu svenduto.

    Almeno, dico almeno avrebbero potuto operare la rivalutazione degli estimi catastali ed evitare quindi che il meglio degli immobili fosse svenduto a quotazioni fissate secondo parametri di qualche decennio fa.
    Quegli stessi parametri che hanno consentito l’acquisto di immobili di prestigio ai parassiti(politici, sindacalisti, amici)a quotazioni inferiori anche di 4-5 volte i valori effettivi di mercato.

    Taglio Ici(del resto VERA UNICA TASSA FEDERALE ESISTENTE, insieme a quella sulla monnezza)e detassazione straordinari non servono a niente.

    Si deve agire sul cuneo fiscale.
    Prodi insieme ai parassiti della sx e dei sindacati ha perso e buttato all’aria una grande occassione quando nel giugno 2007 poteva utilizzare almeno la metà del tesoretto per venire incontro ai lavoratori dipendenti.
    Invece di regalare quegli oltre 10 miliardi di euro a banche, assicurazioni ed imprese, avrebbe potuto destinarne almeno la metà gli stipendi favorendo quindi le famiglie ed i consumi in generale.

    In ogni modo Tremonti nel suo articolo-leggilo Lino, e poi mi dici-dimostra di non avere assolutamente idea di come affrontare la situazione e risolvere i problemi.
    Non basta certo il federalismo fiscale, dove tra l’altro si taglia l’ici, unica tassa veramente federale.
    E oltretutto i comuni, che contavano per luglio sulle entrate certe dell’ici, quindi avevano progettato pagamenti ed iniziative con quel danaro(come ad esempio pagare i vari fornitori, finanziare servizi etc) si ritrovano oggi con vaghe promesse, dato che non è specificato dove lo stato centrale reperirà le somme necessarie per coprire il gettito dell’ici.

    Poi, riguardo alla sovranità monetaria, se addirittura si dice che Kennedy sia stato fatto fuori perché aveva in progetto di stampare dollari direttamente dal tesoro americano(scansando la fed e quindi la piovra bancaria)come si riuscirebbe a sfuggire dai tentacoli di questo potere mafioso, cui anche Tremonti sembra intimorito?

    A mio avviso in primo luogo si dovrebbe fare in modo di mettere da parte i camerieri e lacché di questi poteri.
    Ed è inutile scrivere i nomi.
    (basta solo dire che prodi il giorno prima della caduta del governo era presente in un hotel di roma ad una riunione ristrettissima e riservatissima fra i maggior manager e dirigenti della goldman sachs..a dimostrazione del fatto di quali siano i veri interessi dei nostri uomini politici).

  • LonanHista

    Lino-Rossi, bada che io non voglio aver ragione, nel momento in cui ho ragione o torto, significa che mando a puttane anni di studi fatti a modo mio.

    Ho cercato, come del resto da anni faccio, semplicemente di andare nelle intenzioni di tremonti e quindi di questo governo per ciò che concerne la politica economica.

    E a tremonti va dato atto che in un passaggio del suo articolo lascia intendere che in europa(SOLO IN EUROPA, e lo specifica)di fatto la politica economica deve sottostare alla Bce.
    In ogni modo aggiunge che però sono i governi ad avere legittimità perché votati dai cittadini e quindi la politica farà del tutto per affermare questo mandato e quindi operare, se occorre, anche in contrasto con i poteri sovrannazionale.

    Però al tempo stesso conclude il suo articolo con parole come privatizzazioni, liberalizzazioni…il cui significato in Italia lo conosciamo bene, visto quello che è successo negli anni 90 o nei primi anni del 2000 quando il patrimonio immobiliare fu svenduto.

    Almeno, dico almeno avrebbero potuto operare la rivalutazione degli estimi catastali ed evitare quindi che il meglio degli immobili fosse svenduto a quotazioni fissate secondo parametri di qualche decennio fa.
    Quegli stessi parametri che hanno consentito l’acquisto di immobili di prestigio ai parassiti(politici, sindacalisti, amici)a quotazioni inferiori anche di 4-5 volte i valori effettivi di mercato.

    Taglio Ici(del resto VERA UNICA TASSA FEDERALE ESISTENTE, insieme a quella sulla monnezza)e detassazione straordinari non servono a niente.

    Si deve agire sul cuneo fiscale.
    Prodi insieme ai parassiti della sx e dei sindacati ha perso e buttato all’aria una grande occassione quando nel giugno 2007 poteva utilizzare almeno la metà del tesoretto per venire incontro ai lavoratori dipendenti.
    Invece di regalare quegli oltre 10 miliardi di euro a banche, assicurazioni ed imprese, avrebbe potuto destinarne almeno la metà gli stipendi favorendo quindi le famiglie ed i consumi in generale.

    In ogni modo Tremonti nel suo articolo-leggilo Lino, e poi mi dici-dimostra di non avere assolutamente idea di come affrontare la situazione e risolvere i problemi.
    Non basta certo il federalismo fiscale, dove tra l’altro si taglia l’ici, unica tassa veramente federale.
    E oltretutto i comuni, che contavano per luglio sulle entrate certe dell’ici, quindi avevano progettato pagamenti ed iniziative con quel danaro(come ad esempio pagare i vari fornitori, finanziare servizi etc) si ritrovano oggi con vaghe promesse, dato che non è specificato dove lo stato centrale reperirà le somme necessarie per coprire il gettito dell’ici.

    Poi, riguardo alla sovranità monetaria, se addirittura si dice che Kennedy sia stato fatto fuori perché aveva in progetto di stampare dollari direttamente dal tesoro americano(scansando la fed e quindi la piovra bancaria)come si riuscirebbe a sfuggire dai tentacoli di questo potere mafioso, cui anche Tremonti sembra intimorito?

    A mio avviso in primo luogo si dovrebbe fare in modo di mettere da parte i camerieri e lacché di questi poteri.
    Ed è inutile scrivere i nomi.
    (basta solo dire che prodi il giorno prima della caduta del governo era presente in un hotel di roma ad una riunione ristrettissima e riservatissima fra i maggior manager e dirigenti della goldman sachs..a dimostrazione del fatto di quali siano i veri interessi dei nostri uomini politici).

  • LonanHista

    Lino-Rossi, bada che io non voglio aver ragione, nel momento in cui ho ragione o torto, significa che mando a puttane anni di studi fatti a modo mio.

    Ho cercato, come del resto da anni faccio, semplicemente di andare nelle intenzioni di tremonti e quindi di questo governo per ciò che concerne la politica economica.

    E a tremonti va dato atto che in un passaggio del suo articolo lascia intendere che in europa(SOLO IN EUROPA, e lo specifica)di fatto la politica economica deve sottostare alla Bce.
    In ogni modo aggiunge che però sono i governi ad avere legittimità perché votati dai cittadini e quindi la politica farà del tutto per affermare questo mandato e quindi operare, se occorre, anche in contrasto con i poteri sovrannazionale.

    Però al tempo stesso conclude il suo articolo con parole come privatizzazioni, liberalizzazioni…il cui significato in Italia lo conosciamo bene, visto quello che è successo negli anni 90 o nei primi anni del 2000 quando il patrimonio immobiliare fu svenduto.

    Almeno, dico almeno avrebbero potuto operare la rivalutazione degli estimi catastali ed evitare quindi che il meglio degli immobili fosse svenduto a quotazioni fissate secondo parametri di qualche decennio fa.
    Quegli stessi parametri che hanno consentito l’acquisto di immobili di prestigio ai parassiti(politici, sindacalisti, amici)a quotazioni inferiori anche di 4-5 volte i valori effettivi di mercato.

    Taglio Ici(del resto VERA UNICA TASSA FEDERALE ESISTENTE, insieme a quella sulla monnezza)e detassazione straordinari non servono a niente.

    Si deve agire sul cuneo fiscale.
    Prodi insieme ai parassiti della sx e dei sindacati ha perso e buttato all’aria una grande occassione quando nel giugno 2007 poteva utilizzare almeno la metà del tesoretto per venire incontro ai lavoratori dipendenti.
    Invece di regalare quegli oltre 10 miliardi di euro a banche, assicurazioni ed imprese, avrebbe potuto destinarne almeno la metà gli stipendi favorendo quindi le famiglie ed i consumi in generale.

    In ogni modo Tremonti nel suo articolo-leggilo Lino, e poi mi dici-dimostra di non avere assolutamente idea di come affrontare la situazione e risolvere i problemi.
    Non basta certo il federalismo fiscale, dove tra l’altro si taglia l’ici, unica tassa veramente federale.
    E oltretutto i comuni, che contavano per luglio sulle entrate certe dell’ici, quindi avevano progettato pagamenti ed iniziative con quel danaro(come ad esempio pagare i vari fornitori, finanziare servizi etc) si ritrovano oggi con vaghe promesse, dato che non è specificato dove lo stato centrale reperirà le somme necessarie per coprire il gettito dell’ici.

    Poi, riguardo alla sovranità monetaria, se addirittura si dice che Kennedy sia stato fatto fuori perché aveva in progetto di stampare dollari direttamente dal tesoro americano(scansando la fed e quindi la piovra bancaria)come si riuscirebbe a sfuggire dai tentacoli di questo potere mafioso, cui anche Tremonti sembra intimorito?

    A mio avviso in primo luogo si dovrebbe fare in modo di mettere da parte i camerieri e lacché di questi poteri.
    Ed è inutile scrivere i nomi.
    (basta solo dire che prodi il giorno prima della caduta del governo era presente in un hotel di roma ad una riunione ristrettissima e riservatissima fra i maggior manager e dirigenti della goldman sachs..a dimostrazione del fatto di quali siano i veri interessi dei nostri uomini politici).

  • Kartman

    Scusate lo sfogo ehh !!! Senza rancore, ma andate un po’ quasi tutti a cag*** …
    Un economista che scrive di Darwin e vabbè poi filosofeggia con la religione… Altri commentano e mischiano la destra e la sinistra … cosa vi è preso… leggevo migliori commenti tempo fa…

    E’ come se parlaste delle rose, del vento, o del [email protected]**o delle formiche…

    Ma come si fa non capire che il problema non è da dove veniamo…

    Anche se era un massone Darwin fu un grande scenziato… tutti discendiamo da un unico essere unicellulare… tutti facciamo parte del tutto, (teorie buddiste…) la vera domanda che non avrà mai risposta a parte qualche profeta (tipo Cristo che ci ha provato dicendo che “Io sono la via, la verità e la vita) convinto di sapere ha provato ad eguagliare DIO con l’amore assoluto, ma poche gli anno creduto, tantomeno la Chiesa cattolica, anzi quelli sono i peggiori…

    è soprattutto perchè!
    Allora sicome sappiamo tutto da pochi nanosecondi prima dell’inizio della storia del nostro (ma forse non unico) universo, ma non capiamo perchè è così… rompiamo i [email protected] a che ci ha dato l’idea di come sia successo tutto, ma non il perchè sia successo…

    Grazie dell’attenzione

  • uitko

    la teoria di darwin fu assolutamente geniale e senza precedenti.
    come tutte le teorie sccientifiche presenta lacune, alcune delle quali evidenziate già dai contemporanei.
    cmq il contributo dato da darwin fu grandioso per molti campi della scienza. E ricordatevi che darwin non sapeva che esistesse il DNA!
    in molti non lo hanno capito e l’hanno strumentalizzato, ma darwin non va cancellato al limite perfezioneto come molti studiosi stanno già facendo

  • lino-rossi

    dissento sull’esigenza di avere in ogni caso una risposta di tipo scientifico circa la nostra origine. sto benissimo anche senza averla.

    quando viceversa una teoria sgangherata viene usata ed imposta per sottomettere il prossimo ad interessi inconfessabili, proprio sereno non sono. c’è chi non vede queste cose e c’è chi le vede.
    posso affermarlo questo?
    sono libero di dire che darwin non mi convince per niente e che non ci vedo nulla di scientifico?
    oppure devo abiurare e dire che ho fede in darwin ed in veronesi?

    i darwinisti stanno facendo la stessa manovra dell’inquisizione (mia personalissima opinione).

    chi sostiene che non è sgangherata fa bene a rimanere della sua opinione.
    mi pare che Kremer abbia espresso con chiarezza la sua opinione circa l’influenza del darwinismo nell’attuale dottrina oncologica.

  • lino-rossi

    leggerò. ciao