Dalla lettera di un’infermiera agli ipocondriaci: fate schifo!

www.miglioverde.eu

di Tiziana Visaglio

Conosco bene i fanatici del vaccino. Sono gli stessi che riempivano i pronto soccorso per paura di aver aspirato l’antrace aprendo una lettera e non esitavano un secondo a innescare costosissime ed inutili procedure.

Ho trascorso turni di otto ore vestita da astronauta nel mese di agosto per stare dietro a questi.

Sono gli stessi che correvano con la bava alla bocca a far controllare una minuscola puntura di insetto con la pretesa di farsi dire se era o no di zanzara tigre. Sono quelli che alle tre di notte venivano a chiedere una lastra del torace perché erano inavvertitamente passati davanti ad un ventilatore e temevano di poter sviluppare una polmonite. Sono quelle che volevano sapere se la molecola di detersivo per i piatti avesse attraversato la barriera placentare dal momento che il bicchiere forse non era stato risciacquato perfettamente. Sono quelli che svenivano per un taglio da pagina di libro su un polpastrello.

Vi conosco cari signori…Conosco la vostra pavidità, la vostra mancanza di buon senso, la vostra assurda vigliaccheria, la vostra assoluta mancanza di palle e dignità. Avete riempito per anni i pronto soccorso di tutta Italia sottraendo tempo e personale alle persone malate veramente. E quando è scoppiata la pandemia vi siete barricati in casa, non avete prestato aiuto a nessuno, avete abbandonato i vostri anziani lasciandoli al loro destino, vi siete preoccupati solo per voi stessi lasciando che altri, cavoli loro, continuassero a lavorare per voi.

Poi, quando è stato introdotto il vaccino, siete corsi a farvelo sgomitando, cercando di saltare la fila, calpestando gli altri pur di essere sicuri di avere per primi la dose, mettendo in difficoltà persino le guardie preposte al controllo degli accessi agli ambulatori. Ma ora, ora vi sentite degli eroi.

Da vaccinati vi vantate del vostro senso civico, del rispetto dimostrato per il prossimo perchè è per gli altri che dite di averlo fatto, non per voi stessi. C’è solo un piccolo particolare che vi disturba e che si frappone tra voi e il vostro desiderio di non morire mai: Qualcuno non se l’è fatto e il vaccino non immunizza. Allora vi agitate, strillate, non riuscite a darvi pace. Incovacte pene esemplari per chi non tiene conto della vostra nevrotica paura della malattia e della morte.

La tua libertà finisce deve comincia la mia ipocondria etc etc…Non siete mai stati preoccupati per la vita degli altri, di quella, lo avete sempre dimostrato, non ve ne è mai fregato niente. È sempre e solo per voi stessi che temete e vi agitate, ma vi fa comodo farvi scudo con il presunto amore per il prossimo, il rispetto per le scelte degli altri, quello, neppure vi sfiora.

Sappiatelo, mi fate schifo da sempre. Ora l’ho detto.

*12 novembre ore 16:02

Fonte: https://www.miglioverde.eu/dalla-lettera-di-uninfermiera-agli-ipocondriaci-fate-schifo/

Pubblicato il 17.11.2021

Notifica di
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
JA
JA(@ja)
Utente CDC
18 Novembre 2021 12:28

Gli eterni cacasotto di tutte le disfatte belliche.

Ultimo aggiornamento 19 giorni fa effettuato da JA
Mark.Twain
Mark.Twain(@mark-twain)
Utente CDC
18 Novembre 2021 12:40

C’è voluta una pandemia per vedere finalmente in Italia, quello che avviene in ogni paese di questo pianeta: mettersi in coda e aspettare il proprio turno.
Senso civico e “italiano medio” sono un ossimoro…

BrunoWald
BrunoWald(@brunowald)
Utente CDC
18 Novembre 2021 15:27

Gentile Sig.ra Tiziana Visaglio, lei è GRANDE!
Articolo che merita un’ovazione.

arbaman
arbaman(@arbaman)
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
19 Novembre 2021 1:13

Assolutamente d’accordo, standing ovation, grazie di cuore 🙂

4
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x