Categoria

Medio Oriente

Fermiamo il genocidio, l’appello degli intellettuali. (Continua la sottoscrizione)

Introduzione a cura della redazione In questo cruciale momento storico, in cui il buio della ragione sembra scatenare gli istinti più bassi dell’uomo, Comedonchischiotte ha deciso di dare voce a quegli intellettuali che credono ancora nella ricerca della verità, nel valore della parola, nell’indipendenza del pensiero rispetto a tutti i poteri costituiti, nel coraggio di difendere le proprie idee anche quando sono disallineate. Se la cultura non serve a trasmettere i valori superiori…

Sei tu il mio terrorista, papà?

Julian Macfarlane - News Forensics - 28 ottobre 2023 Chi è il vostro terrorista? La prima ondata di conquistatori uccise circa 80-100 arabi, uomini, donne e bambini. I bambini li uccisero rompendo loro la testa con dei bastoni. Non c'era una casa senza morti... Un comandante ordinò a un geniere di mettere due donne anziane in una certa casa... e di farle saltare in aria. Il geniere si rifiutò... Il comandante ordinò allora ai suoi uomini di mettere le donne anziane e il…

In Palestina l’Iran e la Russia hanno teso una trappola all’Occidente

Pepe Escobar thecradle.co Il partenariato strategico Russia-Iran - con la Cina sullo sfondo - sta preparando un'elaborata trappola alla Sun Tzu per l'egemone in Asia occidentale. A parte Israele, non c'è nessun'altra  entità sul pianeta in grado di distogliere l'attenzione, in un attimo, dalla spettacolare debacle dell'Occidente in Ucraina. I guerrafondai a capo della politica estera statunitense, non esattamente dei fedelissimi di Bismarck, ritengono che, se il Progetto Ucraina è…

Il Pentagono è appena caduto in una trappola esistenziale

John Helmer – Dances with the bears - 22 ottobre 2023 L'improvviso cambiamento dei piani di guerra degli Stati Uniti in difesa di Israele, reso noto sabato dal Segretario alla Difesa degli Stati Uniti, generale Lloyd Austin, rivela la trappola che Russia, Cina e Iran hanno aperto e le misure disperate che gli Stati Uniti hanno adottato per evitare di caderci dentro. Austin ha annunciato di aver "reindirizzato lo spostamento del gruppo d'assalto della portaerei USS…

La corsa dell’UE a difendere Israele “mina la sua autorità morale”

Elis Gjevori – Middle East Eye – 24 ottobre 2023 Il sostegno dell'Unione Europea alla guerra di Israele contro Gaza ha visto emergere spaccature, confusione e, apparentemente, la definizione di una politica in movimento. Dopo l'attacco a sorpresa di Hamas del 7 ottobre contro il sud di Israele dalla Striscia di Gaza - che ha causato la morte di circa 1.400 israeliani - Oliver Varhelyi, commissario europeo per l'allargamento e la politica di vicinato , ha dichiarato che…

Il futuro è di Hamas?

Di Stefano Vespo per ComeDonChisciotte.org Sull’altare del sacrificio La natura degli estremismi è quella di generare o di aggravare un conflitto. Perchè è grazie al conflitto che gli estremismi possono raggiungere il loro vero scopo, cioè affermare il proprio potere, il potere della fazione politica che rappresentano, eliminando ogni altro gruppo, ogni alternativa. Per far questo, applicano un metodo infallibile: quello di infiltrarsi nella condizione di miseria, nel disagio, nella rabbia di…

Signore e signori accomodatevi: il genocidio sta per iniziare

Chris Hedges scheerpost.com Ho partecipato a battaglie urbane in El Salvador, Iraq, Gaza, Bosnia e Kosovo. Quando si combatte strada per strada, casa per casa, c'è solo una regola: uccidere tutto ciò che si muove. I discorsi sulle zone sicure, le rassicurazioni sulla protezione dei civili, le promesse di attacchi aerei "chirurgici" e "mirati", la creazione di vie di evacuazione "sicure", la fatua spiegazione che i civili morti sono stati "colpiti dal fuoco incrociato", l'affermazione che le…

La geopolitica dell’Operazione Al-Aqsa Flood

Pepe Escobar thecradle.co L'operazione Al-Aqsa Flood di Hamas è stata pianificata meticolosamente. La data di inizio scelta sulla base di due fattori scatenanti. Il primo era stato l'intervento del Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite di settembre, quando aveva presentato la sua mappa del "Nuovo Medio Oriente", in cui aveva completamente cancellato la Palestina e si era fatto beffe di ogni singola risoluzione ONU sull'argomento. In…

L’ALTRA GUERRA: L’ECONOMIA E UNA MONETA INCATENANO LA PALESTINA AD ISRAELE

Introduzione di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani), Gruppo redazionale Economia e Lavoro di ComeDonChisciotte.org Dopo un periodo di calma apparente è tornato ad accendersi l'eterno conflitto tra israeliani e palestinesi. L'escalation di questi giorni è talmente forte e cruda che i due paesi sono piombati in un vero e proprio status di guerra che, più o meno direttamente, coinvolge anche il resto del mondo, da sempre diviso tra i due contendenti ma che ben poco ha fatto per porre fine…

Hezbollah attacca dal Libano. Israele presa tra due fuochi

di Fabrizio Bertolami per ComeDonChisciotte.org Il vaso di Pandora sta per aprirsi: scontri fra Hezbollah e l'IDF, l'esercito israeliano, stanno già avvenendo al confine sud del Libano. Parte di quell'area è presidiata dalla missione UNIFIL dell'ONU, a cui partecipano diversi paesi e che attualmente è a guida spagnola, dopo essere stata italiana nell'ultimo anno (1). La missione nacque proprio per dividere le due fazioni al termine della guerra del 2006 , ma ora non basta più ed…

Gaza come Bakhmut. Il modello ucraino della guerra si diffonde

L'attacco portato da Hamas verso Israele è stato improvviso, rapido, cadenzato nei tempi , da più direzioni e con copertura di artiglieria. Non è certo una fiammata quella vista nei giorni scorsi tra Gaza e Tel Aviv, sfiorando Gerusalemme, e a sud il Negev. L'operazione è frutto di un piano studiato da tempo, premeditato e con una piena organizzazione militare.

Pioggia di missili da Gaza. La risposta di Israele: “E’ guerra” – In aggiornamento

di Fabrizio Bertolami per comedonchisciotte.org Alle 5,30 di stamattina è cominciata un'operazione militare palestinese in territorio israeliano. Un fitto lancio di razzi è iniziato verso le città a nord della striscia di Gaza, in direzione di Ashqelon. Già in mattinata , commandos palestinesi si sono riversati oltre la barriera di sicurezza entrando nei centri abitati e raggiungendo le basi militari dell'IDF. L’esercito israeliano ha affermato che Hamas è autore di un “attacco…

Mosse audaci sulla scacchiera dell’Asia Occidentale

Pepe Escobar – The Cradle.co – 9 maggio 2023 L'Asia occidentale è una regione che sta vivendo una grande attività geopolitica. I recenti sforzi diplomatici, avviati dalla Russia e supervisionati dalla Cina, hanno garantito un riavvicinamento tra l'Iran e l'Arabia Saudita, a lungo latitante, mentre il ritorno della Siria nella Lega Araba è stato accolto con grande clamore. Questa ondata diplomatica segna un allontanamento dalle tattiche imperiali del "divide et impera",…

Iran 1953, Operazione Ajax. La prima “rivoluzione colorata” compie 70 anni

Di Giacomo Gabellini lantidiplomatico.it Una massa di documenti desecretati nel giugno 2017 comprova ciò che gli storici e gli studiosi vanno sostenendo ormai da decenni, vale a dire il ruolo cruciale svolto dall’intelligence statunitense nel rovesciamento del governo iraniano guidato da Mohammad Mossadeq nell’agosto del 1953. Si tratta di uno dei primi golpe messi a segno dalla Cia e fu condotto in base a uno schema operativo che sarebbe stato impiegato anche negli anni…

Il Medio Oriente si svincola dall’Occidente

Di Thierry Meyssan, voltairenet.org La riconciliazione tra l’Arabia Saudita, leader del mondo mussulmano sunnita, e l’Iran, leader del mondo mussulmano sciita, schiude finalmente la possibilità di un’èra di pace in Medio Oriente. Il riavvicinamento è stato reso possibile dalla mediazione della Russia, alleata di entrambi i Paesi, fratelli e nemici; inizialmente negoziato in Iraq e Oman, l’accordo è stato infine concluso dalla Cina – alleata millenaria dell’Iran – che tuttavia ha agito con…

Vittorio Arrigoni, l’estremo sacrificio per gli ultimi. Intervista alla madre Egidia: ” A Gaza aveva trovato il senso della vita”

BULCIAGO (LECCO) - Egidia Beretta Arrigoni, madre di Vittorio Arrigoni. Ucciso a Gaza nell'aprile 2011. Egidia ha accettato di incontrare ComeDonChisciotte.org per aiutarci a ricostruire quei tragici fatti che hanno spezzato la vita di suo figlio. Un giornalista, un uomo libero che lottava per la giustizia e per la pace. Siamo qui per coltivare e alimentare la memoria di un giusto. In tempi di guerra, soprattutto in quei territori dove la guerra non finisce mai. -- …

Il gas del Qatar e degli Stati Uniti non salverà l’Europa

Vladimir Danilov journal-neo.org Gli esperti stimano che per evitare un crollo catastrofico del PIL e il rischio di una depressione economica prolungata, la spesa pubblica complessiva dei Paesi europei destinata a mitigare il collasso energetico scatenato da Washington dovrà superare i mille miliardi di euro! Una crisi di questa portata provocherebbe altri fallimenti e un effetto domino nel settore finanziario, il ridimensionamento dei programmi di investimento delle imprese e un calo della…

Disordini in Iran: un altro tentativo di colpo di stato della CIA?

Kevin Barrett – substack.com - 11 ottobre 2022 Il professor Stephen Zunes, una voce di relativa ragionevolezza e moderazione su alcune questioni mediorientali, ultimamente sta funzionando come propagandista de facto della CIA, twittando immagini made-in-Langley che descrivono l'attuale sforzo di destabilizzazione degli Stati Uniti in Iran come una protesta interna di povere donne oppresse che odiano il codice di abbigliamento della loro cultura. In realtà, le…

I 150 anni di lotta dell’Iran: una scia di sangue e petrolio

Riprendiamo un vecchio articolo della bella e brava Cynthia Chung che ci fa una brillante lezione di storia recente; in effetti parla di eventi e persone di cui ho sentito i nomi e conosciuto i visi (uno l'ho anche incontrato vis-a-vis per un paio di minuti, ai miei 12 o 13 anni, ma non vi dirò chi, era molto noto nelle cronache anche mondane della prima metà degli anni '60). Mi ha dato piacere tradurlo perché mi ha aiutato a rimettere nella giusta prospettiva fatti che, comunque, avevo già…

I droni di Hezbollah: i cieli non sono più sicuri per Israele

Firas Al-Shoufi thecradle.co La democratizzazione e lo sviluppo della guerra con i droni tra i gruppi della resistenza dell'Asia occidentale rappresentano una grave minaccia per la sicurezza dello spazio aereo dei loro avversari regionali, in particolare Israele, nei confronti della resistenza libanese e palestinese. In questo senso, non sono solo i missili convenzionali, terra terra, balistici o di precisione a minacciare Israele, lo Stato che un tempo godeva di una superiorità militare…