Archivi etichette: popolo

Terra di salvatori, tecnici e commissari

di Alfredo Mosca Eravamo la terra dei santi dei poeti e dei navigatori, siamo diventati la terra dei tecnici dei professori e soprattutto dei commissari. S’affaccia un problema, et voilà, la politica abdica. Si tratta di un fenomeno che, iniziato in sordina dopo Tangentopoli, è diventato negli anni una costante ad ogni passaggio difficile, una testimonianza dello scivolamento della politica nel disorientamento. Perché sia chiaro è alla politica che spetterebbe il primato della guida del Paese, della strategia, della rotta da seguire per il governo della società, dell’economia, per l’indirizzo generale della …

Leggi tutto »

Sardine e pesci rossi

DI MAURO POGGI mauropoggi.wordpress.com La lettura del “Manifesto delle sardine”, disponibile qui, è imbarazzante per la pochezza politica che palesa. Ognuna delle “tesi” (?) sostenute potrebbe essere presa a esempio dell’orientamento culturale espresso, ma un paragrafo in particolare mi è sembrato rappresentativo, laddove si afferma: “Siamo un popolo di persone normali, di tutte le età: amiamo le nostre case e le nostre famiglie, cerchiamo di impegnarci nel nostro lavoro, nel volontariato, nello sport, nel tempo libero. Mettiamo passione nell’aiutare gli …

Leggi tutto »

Classe rivoluzionaria cercasi

DI MARCO DELLA LUNA marcodellaluna.info “Dateci una classe rivoluzionaria prima che sia troppo tardi!“: il grido di dolore sale da genti di tutto il globo, afflitte dai vari effetti antisociali e antiumani del nuovo ordine liberale: precarizzazione, neocolonialismo, recessione, impoverimento, megatruffe, sostituzioni etniche, guerre per le risorse: il sangue spiccia da cento piaghe e le lacrime scorrono in mille rivoli attraverso il Villaggio Globale. Ma la classe rivoluzionaria ancora non si vede –ossia quella classe sociale capace, per consapevolezza, intelligenza …

Leggi tutto »

Con la vittoria di Mahmood le élite si prendono la prima grande rivincita dopo il 4 marzo 2018

DI ROBERTO ARDITTI huffingtonpost.it Era difficile congegnare un regalo meno efficace alla vulgata sovranista e populista di quello venuto fuori nell’ultima serata del Festival. Vince Mahmood (nato 26 anni fa a Milano da madre italiana e padre egiziano), ma questa potrebbe essere di per sé anche una buona notizia. In fondo in questa vittoria c’è tutta la vitalità di una nuova generazione di italiani che mescolano abitudini, suoni e colori di ogni parte del mondo: italiani di nuovo conio che …

Leggi tutto »

Il popolo coglione

DI MINCUO comedonchisciotte.org Il popolo è fatto di coglioni. Il suo ruolo da sempre è di essere un coglione. E’ allevato ed educato per essere un coglione. In migliaia di anni quello è sempre stato il suo ruolo. E’ un coglione anche perché non può essere altro. – La cultura e l’informazione che ha sono completamente fasulle, ma non se ne rende conto, perché è un coglione e la cultura e gli strumenti che ha sono appositamente fatti perché non …

Leggi tutto »

Attenti, i popoli faranno tabula rasa

DI MICHEL ONFRAY espresso.repubblica.it Il liberalismo si è imposto in modo autoritario. Portando con sé impoverimento generalizzato, precarietà, disoccupazione  di massa e concorrenza forzata per il lavoro. Un sistema economico che  ha promesso tutto ma non ha mantenuto niente. Una plebe  che vuole fare piazza pulita,  ma senza progetti. E’ l’Occidente nel 2017. Il j’accuse del filosofo franceseDopo la caduta del Muro di Berlino nel 1989, seguita nel 1991 dal crollo dell’Unione Sovietica e del blocco dell’Est (riguardo al quale …

Leggi tutto »