Indimostrabile il nesso causale tra Covid-19 ed evento fatale

Destinato all'archiviazione il Procedimento Penale aperto dalla Procura Torinese per la morte di nove pazienti di una R.S.A. di Grugliasco

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Vincenzo Pacileo, procuratore aggiunto di Torino, ha formulato richiesta di archiviazione nell’ambito del Procedimento Penale concernente la morte di nove pazienti della R.S.A. San Giuseppe di Grugliasco.

Nove donne ospiti della struttura erano decedute durante la primavera 2020 ed erano state annoverate fra le vittime da Covid-19. Conseguentemente, la Procura di Torino aveva aperto un’indagine per il reato di epidemia colposa ex art.452 c.p. a carico di tre suore della Congregazione Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli, mettendo così in discussione l’adeguatezza delle misure di sicurezza e prevenzione adottate dalla struttura.

Secondo il Pubblico Ministero, ad oggi, non vi sono elementi per compovare il nesso causale fra la contrazione della malattia e l’evento fatale.

Nella richiesta di archiviazione si legge: “La morte da covid è da intendere come un decesso che ha come causa o concausa l’infezione da covid ed è diversa dalla morte con covid, con cui si intende un decesso che è avvenuto per altre cause e con la persona che era sì affetta da covid, ma su cui il virus non ha avuto alcun effetto causale o concausale”.

Impossibile, pertanto, operare un giudizio controfattuale idoneo a dimostrare, nel caso al valgio degli inquirenti, che l’adozione di specifiche misure di sicurezza e prevenzione avrebbe impedito il verificarsi dell’evento.

 

Fonte: TorinoToday del 14.6.2022

https://www.torinotoday.it/cronaca/archiviazione-morte-covid-casa-riposo-san-giuseppe-grugliasco.html 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix