Dalla Germania: “Il Gasdotto Nord Stream deve essere riparato”

Riparare i gasdotti sabotati e riprendere le importazioni dalla Russia sarebbe più economico che acquistare GNL, ha dichiarato il governatore della Sassonia Kretschmer.

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

rt.com

Il governatore dello Stato tedesco della Sassonia, Michael Kretschmer, ha chiesto la riparazione dei gasdotti Nord Stream sabotati, sostenendo che gli operatori stanno esaurendo il tempo a disposizione prima che il collegamento vitale del gas diventi inutilizzabile.

In un’intervista rilasciata sabato al gruppo tedesco Funke Media Group, Kretschmer ha affermato che, sebbene “la questione del gas russo non sia sul tavolo” finché il conflitto in Ucraina è in corso, la Germania deve conservare l’opzione di “acquistare qualcosa di diverso dal costoso gas naturale liquefatto dopo la guerra“.

Pertanto, il consorzio russo-tedesco responsabile del Nord Stream “deve garantire che il gasdotto possa essere riparato“.

Non c’è più tempo. Se il danno non viene riparato, Nord Stream diventerà inutilizzabile per molto tempo“.

La Germania ha iniziato a importare gas russo attraverso il gasdotto Nord Stream 1 nel 2011, fino a quando le consegne sono state interrotte dalla Gazprom russa a settembre, dopo aver dichiarato che le sanzioni dell’UE impedivano una manutenzione fondamentale. Il gasdotto gemello, il Nord Stream 2, avrebbe dovuto entrare in funzione quest’anno, ma la certificazione è stata sospesa a tempo indeterminato da Berlino a febbraio, pochi giorni prima che la Russia lanciasse la sua operazione militare in Ucraina.

Entrambe le linee sono state scosse da esplosioni a fine settembre. L’Ucraina ha attribuito le esplosioni alla Russia e diversi leader occidentali hanno suggerito che dietro il sabotaggio ci fosse Mosca.

Il Cremlino ha liquidato come “stupida” l’idea che avrebbe sabotato i propri gasdotti, fonti di guadagno e di influenza sull’Europa. Il Presidente Vladimir Putin ha dato la colpa delle esplosioni agli “anglosassoni”, un termine colloquiale russo per indicare l’alleanza transatlantica USA-Regno Unito, sostenendo che gli Stati Uniti in particolare hanno beneficiato dell’attacco a causa della loro posizione di fornitori di GNL all’Europa.

Secondo recenti studi, i funzionari occidentali riconoscono che è improbabile che la Russia sia responsabile del sabotaggio.

La posizione di Kretschmer sul Nord Stream non è nuova. Già a ottobre scorso aveva dichiarato che, mentre la Germania dovrebbe perseguire contratti di GNL a lungo termine “dagli Stati Uniti, dal Qatar e da altri Paesi arabi“, in futuro dovrebbe anche “utilizzare nuovamente il gas proveniente dalla Russia“.

Il governatore è un membro del partito CDU dell’ex cancelliere Angela Merkel. Entrambe le linee Nord Stream sono state costruite sotto la guida della Merkel, ma l’attuale coalizione di governo tedesca, composta da socialdemocratici e verdi, ha escluso un ritorno al gas russo, nonostante l’impennata dei prezzi dell’energia e la prospettiva incombente della “deindustrializzazione”.

rt.com

14.01.2023

fonte – https://www.rt.com/news/569877-germany-repair-nord-stream/

Traduzione – Redazione CDC

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
5 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
5
0
È il momento di condividere le tue opinionix