Categoria

Geopolitica

Taiwan si considera praticamente “la prossima Ucraina” e sembra stranamente indifferente

Di Andrew Korybko, ideeazione.com La persona media non discuterebbe così tranquillamente uno scenario che potrebbe portare alla terza guerra mondiale, ma i rappresentanti taiwanesi, americani e giapponesi sembrano indifferenti a questo a causa di quanto sono stati indottrinati a credere che la loro causa politica radicale di cercare di invertire la transizione sistemica globale verso la multipolarità vale la pena rischiare il futuro dell’umanità. La canaglia cinese di Taiwan ha spiegato…

L’idea di Draghi di far entrare subito l’Ucraina in UE. Tra ipocrisia e rischio letale per la nazione

Di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani), ComeDonChisciotte.org Lo avevo già accennato in un recente articolo (DRAGHI LIQUIDA LA PACE E IL SUPERBONUS 110: MEGLIO LE ELEMOSINE DI STATO DA 200 EURO) - che Mario Draghi, nel suo ultimo discorso al Parlamento Europeo, si era fatto primo ed unico promotore di un immediato ingresso dell'Ucraina nell'Unione Europea. Questo auspicio veniva addirittura caldeggiato, dal nostro premier, in nome di un processo di allargamento accelerato dei confini…

La politica degli Stati Uniti verso la Cina è pericolosa

Di Fabio Massimo Parenti, ideeazione.com Sembra che la politica degli Stati Uniti verso la Cina stia diventando molto pericolosa in quanto frutto di una grande confusione strategica. Non sono in pochi a sostenerlo e non da ieri. Per molti autorevoli osservatori come K. Mahbubani e J. Nye, adottare una logica da guerra fredda nel XXI secolo è totalmente errato e rischioso. Non solo il panorama economico mondiale è cambiato radicalmente, più multipolare ed interdipendente, ma anche quello…

Il Presidente della Duma Volodin consiglia ai paesi membri di uscire dalla UE

Di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani), Come DonChisciotte.org Il Presidente della Duma Viacheslav Volodin, dal suo profilo Telegram, ha tuonato parole grosse e più che significative nei confronti dell'Unione Europea. Parole, che come potremo leggere qui sotto per poi analizzarle, esprimono chiaramente il giudizio - del tutto negativo - che al Cremlino hanno verso questa unione monetaria che tiene uniti 23 paesi diversi tra loro, esclusivamente tramite una moneta senza Stato. Ecco la…

Geopoliticamente corretto

di Nestor Halak ComeDonChisciotte.org Sembra oramai piuttosto chiaro che il potere attualmente al comando negli Stati Uniti e in Europa, non sia principalmente espressione dei meccanismi politico istituzionali che storicamente avevano portato al governo determinate fazioni politiche che, seppure molto indirettamente, rispondevano alle popolazioni attraverso i sistemi elettorali, ma sempre più espressione di poteri economico finanziari che non hanno più alcun collegamento con la gente e…

Giorgio Bianchi – Ucraina: l’orso, l’agnello e gli sciacalli

Marco Di Mauro per ComeDonChisciotte Appena tornato dal Donbass, da dove ci ha fatti immergere nel dramma della guerra d'Ucraina essendo presidio di verità e spirito critico contro la propaganda atlantista, abbiamo incontrato ancora Giorgio Bianchi, stavolta dal vivo a Napoli. Gli sciacalli della NATO hanno utilizzato l'Ucraina come agnello sacrificale per far uscire allo scoperto l'orso russo. A poco più di due mesi dallo scoppio, questa guerra non ha intaccato i due colossi a confronto, ma…

Georgia: un paese sospeso

Di Alessandro Fanetti per ComeDonChisciotte.org  TBILISI - La Georgia è una Repubblica sorta, nella sua forma attuale, con la dissoluzione dell’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche. Nei tempi precedenti, infatti, questo Paese è stato sia territorio dell’Impero Russo (dal 1801) che, dal 1921-22, parte dell’URSS (con una brevissima fase di “completa” indipendenza fra il 1918 e il 1921). Parte dell’Unione Sovietica prima con il nome di Repubblica Socialista Sovietica Georgiana, poi…

Xi Jinping alla Davos d’Oriente : “Dobbiamo promuovere insieme l’unità asiatica”

Introduzione di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani) per ComeDonChisciotte.org E' singolare che, a meno di due settimane dalla conferenza dello Schiller Institute su “Una nuova architettura di sicurezza e sviluppo per tutte le nazioni”, il Presidente cinese Xi Jinping abbia presentato una proposta straordinariamente simile per una “Iniziativa di Sicurezza Globale” proprio in apertura del Boao Forum per l’Asia (la Davos asiatica per intenderci), il 21 aprile scorso. Il concetto è quello…

Palestina terra viva – DIRETTA VIDEO

Questa sera giovedì 28 aprile alle ore 21,30 in diretta video vi proponiamo un dibattito sulla Palestina; questa terra martoriata continua a vivere l'oppressione della "più grande democrazia del mondo", in un conflitto geopolitico e culturale che è cruciale per le sorti del globo, ma volutamente taciuto dal mainstream. Raccontiamo il coraggio di un popolo che non si arrende con la partecipazione speciale di Khalil al-Hayya, membro del Parlamento palestinese, il giornalista e analista Ouday…

La guerra ibrida del denaro

Di Roberto Pecchioli, ereticamente.net La guerra in Ucraina è un disastro. Occorre rispetto per le sofferenze delle popolazioni e il sacrificio dei militari delle due parti. Tuttavia, bisogna fuoriuscire da una narrazione bellica sbilanciata, manichea, propagandistica che ha generato una forma di iperrealtà nella quale l’opinione pubblica viene immersa in un clima di menzogna, alterazione, tensione permanente il cui scopo è far accettare nuovi sacrifici, ulteriori privazioni di libertà. Un…

La fine del dominio occidentale

Di Thierry Meyssan, voltairenet.org Gli Stati Uniti, che parteciparono tardivamente alle due guerre mondiali e non subirono perdite sul proprio territorio, ne uscirono comunque vincitori. Eredi degli imperi europei, hanno elaborato un sistema di dominio attribuendosi il ruolo di “gendarmi del mondo”. Tuttavia la loro fragile egemonia non poteva resistere all’espansione delle grandi nazioni. Dal 2012 alcuni politologi cominciarono a parlare di «trappola di Tucidide», in analogia con la…

L’aquila contro il drago

di Redazione di Katehon.com ideeazione.com Negli ultimi decenni, la sfera dell’informazione è diventata uno dei principali “campi di battaglia” delle grandi potenze. Il fatto è che nel mondo moderno le risorse informative sono forse il tipo più efficace di arma non militare, poiché la guerra nel suo senso classico ha in qualche modo perso il suo significato nel contesto del confronto tra le grandi potenze. Pertanto, Stati come gli Stati Uniti e la Cina, ad esempio, non possono…

Il governo spagnolo consegna il Sahara occidentale al regime marocchino

Il 18 marzo dovrebbe passare alla storia come il "giorno della vergogna" nella politica estera dell'imperialismo spagnolo. Quel giorno, il regime marocchino ha reso pubblica la lettera indirizzata da Pedro Sánchez a Mohamed VI, datata 14 marzo, in cui il presidente spagnolo cede alle pressioni alawite: Riconosco l'importanza della questione del Sahara occidentale per il Marocco e gli sforzi seri e credibili, nel quadro delle Nazioni Unite, per trovare una soluzione reciprocamente accettabile. A…

Riequilibrare? Meglio Isolare per Disgregare

Di Guido Salerno Aletta (Editorialista dell'Agenzia Teleborsa), teleborsa.it Con lo slogan MAGA, acronimo di "Make America Great Again", la Presidenza americana di Donald Trump aveva preso atto di un errore strategico: la New Economy basata sulle tecnologie informatiche e di telecomunicazioni su cui gli Usa avevano puntato a partire dagli Anni Ottanta non era stata in grado di sostituire né in termini di occupazione, né di valore della produzione, le importazioni dall'estero delle merci…

Ecco perché la Russia deve combattere contro il “Nuovo Ordine Mondiale”

Robert Bridge strategic-culture.org Per molti decenni, il termine “Nuovo Ordine Mondiale” è stato discusso ossessivamente negli Stati Uniti, ma pochi hanno idea di come abbia avuto origine il concetto e dove gli individui che promuovono questa grande visione desiderano guidare l'umanità. Ma una cosa è certa, la Russia non ne prenderà parte. Questa settimana, il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha osservato che uno degli obiettivi dell'operazione militare di Mosca in Ucraina è…

L’eredità multipolare di Imran Khan non potrà mai essere completamente smantellata

Di Andrew Korybko, oneworld.press È difficile prevedere cosa accadrà in Pakistan, un paese che è sempre stato caratterizzato da intrighi politici e improvvisi cambiamenti radicali che spesso prendono molti alla sprovvista, ma è chiaro che l’eredità multipolare di Imran Khan non potrà mai essere completamente smantellata. Per quanto imperfetta sia stata la sua premiership, non si può negare che abbia avuto un impatto immenso in termini di rimodellamento delle percezioni in patria e all’estero,…

La situazione in Ucraina e ciò che gli ruota attorno

Di Alessandro Fanetti per ComeDonChisciotte.org La data del 24 febbraio 2022 rimarrà per sempre nei libri di storia come quella del definitivo e chiaro inizio dello scontro frontale fra mondo unipolare e mondo multipolare, anche se ciò che era accaduto in Siria solamente pochi anni fa lasciava già presagire dove si sarebbe andati a cadere. Inizio dello scontro frontale, è sempre bene sottolineare, che lascia aperte le strade della vittoria all’una o all’altra parte. Battaglia…

La guerra totale per cancellare la Russia

Di Pepe Escobar, strategic-culture.org Vaste fasce del NATOstan sono state costrette a comportarsi come in un linciaggio russofobo. Nessun dissenso è tollerato. Ormai è ampiamente evidente che la campagna russofoba neo-orwelliana “Due Minuti d’Odio” lanciata dall'Impero delle Menzogne dopo l'inizio dell'operazione Z è in realtà “Odio 24/7”. L'intera psyops ha di fatto aggiornato l'Impero delle Menzogne allo stato di Impero dell'Odio in una guerra totale - ibrida e altro - per cancellare la…

È stata persa l’ultima possibilità per evitare l’Armageddon nucleare?

di Paul Craig Roberts paulcraigroberts.org L'intervento in Ucraina della Russia a favore dell'ex parte russa conosciuta come la regione del Donbass e composta da due repubbliche indipendenti riconosciute da Mosca, Donetsk e Luhansk, avrebbe potuto servire da avvertimento all'Occidente e mettere fine alle provocazioni di Washington nei confronti della Russia, provocazioni che stanno portando all'Armageddon nucleare. Ma il Cremlino ha lasciato cadere la palla. I russi avrebbero potuto…

Con il pretesto della guerra si prepara il Nuovo Ordine Mondiale

Di Thierry Meyssan, voltairenet.org Il conflitto in Ucraina non è stato aperto dalla Russia il 24 febbraio, ma dall’Ucraina una settimana prima. Lo testimonia l’OSCE. Un conflitto periferico pianificato da Washington per imporre un nuovo ordine mondiale da cui escludere prima la Russia, poi la Cina. Non fatevi abbindolare! Le operazioni militari della Russia in Ucraina proseguono da oltre un mese; le operazioni di propaganda della Nato da un mese e mezzo. Come sempre, la propaganda di…