Home / Archivi etichette: New York Times

Archivi etichette: New York Times

Il Russiagate è in realtà un Hillarygate?

DI PAUL RODERICK GREGORY forbes.com Secondo un insider , lo staff della Clinton ha messo su la balla dell’interferenza russa nelle elezioni meno di 24 ore dopo la sconfitta. Il dossier anti-Trump, preparato da una società di Londra di nome Orbis e pagato da finanziatori democratici non ben identificati, ha costituito una parte fondamentale della narrazione di Hillary: le scappatelle, sia erotiche che d’affari, di Trump in Russia lo hanno reso ostaggio del Cremlino. Questo è stato il modo per …

Leggi tutto »

La menzogna diventa verità e passa alla storia

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org Il New York Times sta preparando un futuro  di «democrazia» sempre più orwelliana, con la prospettiva di  algoritmi sapienti, in grado di eliminare rapidamente quelle che i network tradizionali definiscono «fake news», ecco perché ha proposto  in una sua ultima edizione un elogio appassionato  alla produzione di un’intelligenza artificiale in grado di dare la caccia alle presunte fake. Insieme al Washington Post, Google, le reti televisive,  praticamente tutti i network dell’informazione, hanno unito le forze al …

Leggi tutto »

Colpire Julian Assange: la storia sottaciuta

DI JOHN PILGER johnpilger.com Julian Assange è stato scagionato perché il caso svedese contro di lui era corrotto. Il procuratore, Marianne Ny, ha ostacolato la giustizia e dovrebbe essere processata. La sua ossessione con Assange non solo ha imbarazzato i suoi colleghi e la magistratura, ma ha svelato la collusione dello stato svedese con gli Stati Uniti nei suoi crimini di guerra e di “rendition”. Se Assange non avesse cercato rifugio nell’ambasciata ecuadoriana a Londra, sarebbe stato estradato verso quel …

Leggi tutto »

Soros a Roma: salvate l’operazione migranti ! – Siria, Non Nord Corea, delenda est

DI FULVIO GRIMALDI Mondo Cane L’arma di migrazione di massa La preoccupazione deve essere tanto forte, rasentando il panico, quanto è sporca l’operazione, se George Soros, da mezzo secolo grande stragista sociale, si è precipitato da colui che falsamente presume nostro presidente del consiglio (ma avrà incontrato anche quello effettivo). In ballo era l’urgenza di applicare una sutura veloce e conclusiva allo squarcio aperto nel corpo del reato dal benemerito procuratore di Catania,  Zuccaro, dai suoi emuli a Trapani e …

Leggi tutto »

DI ROBERTO QUAGLIA roberto.info Per il pubblico occidentale la guerra è un grande spettacolo. A parte i più anziani, che hanno assaporato la seconda guerra mondiale, l’esperienza che noi abbiamo della guerra è esclusivamente audiovisiva, prevalentemente bidimensionale e soprattutto, è artefatta, completamente artefatta, non c’è proprio nulla di vero. Le autentiche immagini delle guerre, guerre – detto fra parentesi – quasi tutte iniziate dall’Occidente, ci vengono nascoste. Non le abbiamo mai viste. I telegiornali mostrano altro. In cambio, però, ci …

Leggi tutto »

La vera eredità di David Rockefeller

FONTE: MINTPRESS NEWS DESK Spesso ricordato per la sua filantropia, l’ultimo nipote superstite del primo miliardario americano è morto oggi, lasciando dietro di sé un’oscura eredità, indicativa di come la nobiltà americana spesso manipola la politica da dietro le quinte. Nessuna persona incarna la figura dei “baroni ladri” dell’epoca industriale come David Rockefeller. Rockefeller, morto questa settimana a 101 anni, è stato l’ultimo nipote sopravvissuto di John D. Rockefeller, il magnate del petrolio che divenne il primo miliardario americano e …

Leggi tutto »

Gli psichiatri di spicco seguono il Manuale per Fare Carriera dei pezzi grossi della finanza

DI BRUCE E LEVINE counterpunch.org Non dovrebbe sorprenderci che il cinismo sia sempre di più il passatempo nazionale negli Stati Uniti, dal momento che vediamo continuamente i pezzi grossi a capo delle grandi banche che sfuggono ai processi per i crimini commessi e professionisti affermati – tra cui anche psichiatri – che vengono premiati con avanzamenti di carriera a seguito di azioni deplorevoli. Iniziamo con il ripercorrere brevemente la recente parabola nella carriera di Jamie Dimon, CEO di JPMorgan. Solo …

Leggi tutto »

La Presidenza Trump: RIP. Adesso rimane solo la rivoluzione

  DI PAUL CRAIG ROBERTS paulcraigroberts.org Donald Trump ha sovrastimato il suo potere presidenziale? La risposta è si. Steve Bannon, il principale consigliere di Trump, è politicamente inesperto? La risposta è si. Possiamo concludere dalle risposte a queste due domande che Trump affronta uno sforzo al di la delle sue capacità e pagherà un prezzo alto. Quanto alto? Il New York Times riporta che “le agenzie di intelligence americane… hanno cercato di capire se la campagna elettorale Trump era collusa …

Leggi tutto »

L’establishment americano ha optato per una guerra termo-nucleare?

DI PAUL CRAIG ROBERTS informationclearinghouse.info Se si vuole essere un opinionista televisivo americano od un giornalista occidentale venduto, bisogna essere privi di cervello ed integrità, come lo sono Bill O’Reilly, CNN, MSNBC, e il New York Times , Washington Post, Wall Street Journal e via dicendo. In un’intervista con il presidente Donald Trump, O’Reilly ha detto: “Putin è un assassino”. O’Reilly è indifferente al fatto che una guerra termo-nucleare distruggerebbe il pianeta Terra. Per O’Reilly, il desiderio di Trump di …

Leggi tutto »

Dal “PipìGate” verrà il crollo di Casa CIA ? Certo di CNN

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it “James Clapper condanna la fuga di notizie ed assicura Trump della sua lealtà: la intelligence community è pronta a servire questa amministrazione”.  Così Politico.com   rende nota la capitolazione. http://www.politico.com/story/2017/01/clapper-trump-233517 James Clapper è il direttore della National Intelligence  (l’organo unificatore dei numerosi servizi quando parlano alla Casa Bianca)  che qualche giorno fa aveva confermato l’influenza di Mosca nell’elezione di Trump. E l’altro ieri aveva fatto sapere ai media che “l’intelligence” (ossia lui) aveva avvisato discretamente Trump che …

Leggi tutto »

La tristezza dello Stato profondo

DI JAMES HOWARD KUNSTLER kunstler.com Perché non vi stupiate, non solo non ho votato per Trump (o Hillary), ma mi sono divertito a rimproverarlo durante la campagna elettorale. Giusto perché voi lo sappiate, non mi preoccupa il suo avvocato, ma sono allarmato dallo Stato profondo (Casa bianca + la gang delle agenzie di informazione) che sembra voler ribaltare il risultato elettorale a suo sfavore. I titoli diffusi ovunque la settimana scorsa, «La Russia ha piratato le elezioni», sono stati messi …

Leggi tutto »