Home / Attualità / “La mia speranza se n’è andata”: dopo la tragica morte della ragazza yemenita affamata, i genitori parlano in un’intervista

“La mia speranza se n’è andata”: dopo la tragica morte della ragazza yemenita affamata, i genitori parlano in un’intervista

FONTE: RT.COM

I dolenti genitori della giovane yemenita morta di malnutrizione la scorsa settimana hanno parlato in un’intervista straziante dopo che le immagini della loro bambina emaciata hanno attirato l’attenzione sul peggioramento del disastro umanitario della nazione.

Le foto strazianti della defunta di sette anni Amal Hussain pubblicate dal New York Times hanno posto l’accento umano sulla carestia dello Yemen e hanno messo in evidenza l’impatto della campagna di bombardamenti guidati dall’Arabia Saudita sui civili inermi del paese, milioni dei quali sono di fronte alla fame.

In un’intervista all’agenzia di video Ruptly di RT, la madre di Amal, Mariam Ali ha detto di aver perso ogni speranza dalla morte della sua giovane figlia. “La nostra situazione si sta deteriorando e soffriamo di malnutrizione. Non abbiamo un’alimentazione sana e sufficiente”, ha detto Ali, spiegando che è tornata a casa dall’ospedale con la figlia malata dopo aver ricevuto una telefonata nella quale le comunicavano che un altro dei suoi figli non stava bene.

Quando le condizioni di Amal peggiorarono, in preda alla disperazione sua madre lasciò i suoi due figli e iniziò a correre con la figlia all’ospedale sotto la pioggia – un viaggio di 30 minuti a piedi da dove vive la famiglia – ma era ormai troppo tardi.

“Ho corso con lei per metà della distanza [fino alla clinica] finché non è morta, alle cinque del pomeriggio. L’ho riportata a casa, ma lei era morta. “

“Suo padre è andato a prendere in prestito denaro per la sua sepoltura. L’hanno seppellita. La mia situazione è pessima; la mia speranza è andata dopo che Amal è morta “, ha detto.

Il padre di Amal, Hussain Mohammed, che è un pastore e fa pascolare i cammelli per provvedere alla sua famiglia, ha detto che a volte la sua famiglia è costretta a mangiare dagli alberi. Molte famiglie nel distretto di Aslam infatti hanno fatto ricorso a mangiare foglie cotte nel tentativo di sopravvivere. Mohammed ha affermato che semplicemente non aveva abbastanza soldi per mandare la figlia sofferente a Hajjah o Sanaa per i trattamenti necessari.

“Qualunque cosa di cui avesse avuto bisogno, avrei fatto del mio meglio per portarla a lei, ma non avevo soldi”, ha detto.

Il direttore del Centro di denutrizione nel distretto di Aslam, Makkia Alaslami, ha detto che Amal proviene da “una delle famiglie più povere” ed è stata trovata gravemente malnutrita e sottopeso quando è morta.

“La situazione è molto dolorosa, e non avevano fondi sufficienti per curarla, altrimenti l’avrebbero portata da qualche altra parte per le cure necessarie”, ha detto Alaslami, aggiungendo “ogni persona si deve gestire da sola, e questa è una delle tragedie dell’aggressione, una delle tragedie causate dalla guerra, che si aggrava giorno dopo giorno “.

Il ministero della sanità yemenita ha dichiarato che almeno 17.000 casi di malnutrizione grave sono stati segnalati nella provincia di Hajjah nei primi sei mesi del 2018.

L’Arabia Saudita ha iniziato il suo intervento militare nello Yemen nel 2015, sostenendo la parte del governo destituito di Abdrabbuh Mansur Hadi contro i ribelli Houthi.

Riyadh ha affrontato solo critiche minime e sterili per la sua campagna elettorale dai governi occidentali, nonostante le fortissime critiche di Medici Senza Frontiere che fa presente con continui appelli all’ONU che Riyadh sta conducendo bombardamenti indiscriminati sul paese e che oltre sette milioni di bambini yemeniti stanno affrontando una “seria” minaccia di carestia derivante dal blocco navale della coalizione guidata dai sauditi.

Alaslami ha detto che dozzine di bambini nella zona soffrono di malattie potenzialmente letali e complicazioni mediche dovute alla malnutrizione, ma che le famiglie non hanno “fondi per il trattamento” e non possono viaggiare “a causa del blocco di terra, mare e aria”.

 

Fonte: www.rt.com

Link: https://www.rt.com/news/443148-yemeni-starving-girl-parents-interview/

5.11.2018

 

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org da FABIONE

Pubblicato da Davide