Home / Archivi etichette: Londra

Archivi etichette: Londra

L’arresto di Julian Assange

DI GIORGIO AGAMBEN quodlibet.it Ho incontrato Assange due anni fa nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra e ripensando a quanto mi ha raccontato durante il nostro incontro credo che si possa capire perché oggi è stato arrestato. Assange mi ha riferito che stava indagando sull’uso che Google si preparava a fare dell’immensa quantità di informazione di cui dispone. Si trattava, secondo Assange, di vendere a società di assicurazione e ai Servizi segreti dati sugli interessi, i desideri, i consumi, lo stato di …

Leggi tutto »

ATTENTI. Ecco come gli USA stanno fregando Assange, i suoi legali la Gran Bretagna e tutti noi giornalisti. Sono stati furbi.

DI PAOLO BARNARD twitter.com ATTENTI. Ecco come gli USA stanno fregando Assange, i suoi legali la Gran Bretagna e tutti noi giornalisti. Sono stati furbi. Ecco come gli USA stanna fregando clamorosamente Julian Assange e tutti i suoi legali…bastava smettere di guardare i media, di leggere i giornali e… ATTENTI. Ecco come gli USA stanno fregando Assange, i suoi legali la Gran Bretagna e tutti noi giornalisti. Sono stati furbi. pic.twitter.com/EabeBVHhKn — Paolo Barnard (@Barnard2018) April 12, 2019 Paolo Barnard …

Leggi tutto »

Una grande occasione per la musica

DI CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com L’11 Giugno 1988, in un clima euforico ma fermo, deciso sulle motivazioni di quel gesto, i migliori artisti dell’epoca si diedero convegno, allo stadio di Wembley, a Londra, per chiedere la fine dell’ingiusta ed iniqua detenzione del leader che lottava da decenni contro l’apartheid sudafricana, Nelson Mandela. Oggi, in un momento tristissimo per la democrazia dei popoli, che hanno avuto accesso ad informazioni vere ed allucinanti sotto il profilo dell’immagine internazionale degli Stati Uniti e dei …

Leggi tutto »

AIUTARE JULIAN ASSANGE? PROVATECI…

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Eravamo rimasti a un mio primo post del 27 dicembre. Poi tutto è cambiato… Ecco la storia completa. (Per chi non lo sa: Julian Assange è direttore della testata Wikileaks e gli USA da anni lo vogliono processare per aver pubblicato documenti segreti. Assange da 6 anni è rifugiato nell’ambasciata londinese dell’Equador per evitare l’estradizione in America). Dopo 107 giorni, cioè da inizio ottobre, di avvisi mandati ai maggiori giornalisti, intellettuali, avvocati, associazioni che sostengono la …

Leggi tutto »

Uno Sguardo alla Concentrazione della Ricchezza nel Mondo

DI NICK ROUTLEY Visualcapitalist.com Negli ultimi decenni, la povertà mondiale estrema è diminuita in modo considerevole e molti milioni di persone, particolarmente in Cina, sono entrate in quella che viene definita “la classe media”. Però, mentre dobbiamo constatare che questi cambiamenti nell’economia sono dati assolutamente positivi, la nostra attenzione viene attratta dall’altra estremità dello spettro delle ricchezza globale, dove troviamo un alto grado di l’accumulazione di ricchezza da parte di chi già si trova al vertice della piramide economica. LO …

Leggi tutto »

@Ecuadorian Embassy ? Assange ?

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info L’intellettuale che rispetto più al mondo, Noam Chomsky, da 70 anni ripete alla società civile una sola cosa: “Organize”, cioè agite nella vita reale per l’interesse comune. Lo conosco bene, siamo sempre in contatto, e da quando avevo 28 anni io non ho fatto altro: Organize. Oggi ho sessant’anni, sono parecchio stanco, ma non smetto, ed eccomi sotto l’Ambasciata dell’Equador a manifestare contro la neo-rivelata incriminazione di Julian Assange da parte degli USA. Non c’è un …

Leggi tutto »

A LONDRA PER JULIAN ASSANGE, PER IL GIORNALISMO

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Dal 27 dicembre al 6 gennaio sarò tutte le mattine per 3 ore davanti all’Ambasciata dell’Ecuador a Londra a manifestare per la libertà del giornalismo di usufruire dei whistleblowers senza rischiare la pena di morte o la galera a vita. Significa la vita stessa del vero giornalismo. Ciò significa di conseguenza la libertà di Julian Assange. Porterò al collo il cartello qui sotto, che recita: IL MIO LAVORO E’ TENUTO PRIGIONIERO QUI, LIBERATE ASSANGE, LIBERATE IL …

Leggi tutto »

IL VERO GOLDFINGER: quel banchiere londinese che ha spezzato l’ordine finanziario mondiale

DI OLIVER BULLOUGH theguardian.com La vera storia del modo in cui la City ha inventato la banca “offshore”. Ogni anno in Gennaio, in occasione del forum economico mondiale di Davos, Oxfam (1) ci spiega come le persone più ricche del mondo diventano ancora più ricche. Nel 2016, il loro rapporto indicava che le 62 persone più ricche al mondo possedevano la stessa ricchezza della metà inferiore della popolazione mondiale. Quest’anno, il numero era sceso a 42, ovvero tre dozzine e …

Leggi tutto »

Il finto omicidio di Arkady Babchenko: domande che necessitano risposta

DI LUKE HARDING E CHRISTOPHER MILLER theguardian.com Il giorno successivo alla rivelazione che il giornalista russo non era morto, rimane molto da chiarire Come un giornalista russo ha ordito con l’Ucraina il suo “omicidio” L'”omicidio” di Arkady Babchenko ha fatto precipitare i suoi amici e colleghi nel lutto, fino a quando non è emerso che dopo tutto il reporter russo non era stato ucciso, ma che in realtà aveva svolto un ruolo attivo in una sparatoria sceneggiata, orchestrata dalle autorità ucraine. …

Leggi tutto »

Soldi sporchi o politica sporca? L’ipocrisia del Regno Unito sugli “oligarchi russi”

DI NEIL CLARK rt.com Secondo il procuratore generale della Russia, 61 criminali, colpevoli di aver indebitamente accumulato in Russia almeno 10 miliardi di dollari, stanno facendo la bella vita nel Regno Unito. La Gran Bretagna asserisce di essere preoccupata per i “soldi sporchi”, ma ha rigettato le richieste di estradizione da parte di Mosca. Era stata la truffa finanziaria del secolo. Il saccheggio delle ricchezze della Russia sovietica da parte di un gruppo di oligarchi molto ben ammanigliati aveva, nei …

Leggi tutto »

Putin. Perchè fa il gioco della NATO ?

DI PAOLO BARNARD paolobarnard.info Sono le 05:59 del mattino del 12 marzo a Londra. Parte un ordine di acquistare in massa Titoli di Stato di un Paese straniero da parte di Xxxx Global Assets Associates, tizi con 807 miliardi nel Portafoglio clienti. Sono le 23:59 a New York, parte un ordine da Xxxxx Investment Management, gente con 1.230 miliardi nel Portafoglio clienti, di acquistare in massa gli stessi Titoli di cui sopra. E alla stessa ora, su differenti time-zones, partono …

Leggi tutto »

Grenfell Tower: i demoni del neoliberismo

DI ROSANNA SPADINI comedonchisciotte.org I demoni del neoliberismo ci perseguitano, ma non evaporano facilmente, anche perché la loro origine attinge agli stessi elementi costitutivi della società capitalistica. Vestono di nebbia e giocano ad un gioco mortale con le nostre vite, immemori di pietà e compassione. Uno dei peggiori disastri urbani nella storia recente ha colpito Londra, il rogo che ha bruciato il  grattacielo della Grenfell Tower, grattacielo di edilizia popolare della zona di Hammersmith. Almeno 100 morti nel rogo, la …

Leggi tutto »

London is burning: un rogo di classe

FONTE: IDIAVOLI.COM Londra è una città rigidamente divisa in classi sociali e bantustan etnici, compartimenti stagni tanto sovrapponibili quanto impossibili da esondare. Mentre l’inchiesta giudiziaria stabilirà quale è stata la scintilla che ha materialmente scatenato le fiamme alla Grenfell Tower, i motivi dell’incendio già li conosciamo. Il rivestimento, usato per rendere digestibile la visione di questo palazzone agli abitanti dei quartieri ricchi ha preso fuoco in meno di cinque minuti. “London’s burning! London’s burning! All across the town, all across …

Leggi tutto »

Torino: Q&A

FONTE: ROSSLAND Pare che a generare il caos a Piazza San Carlo a Torino, che ha procurato 1527 feriti, 2 dei quali gravi, siano stati due ragazzi per “fare una bravata”. La notizia mi disturba più di quella dell’ultimo attentato di Londra. Continuo a chiedermi cosa non mi torna di questa Piazza devastata peggio che se fosse passata una mandria di bisonti infuriati. Non mi tornano le bottiglie di birra in vetro che circolavano e si sono puntualmente rivelate micidiali …

Leggi tutto »

CORBYN TALLONA MAY? URGE ATTENTATO – Trump, clima e l’Arcadia degli ipocriti

DI FULVIO GRIMALDI fulviogrimaldi.blogspot.it Finiti i botti, si può anche sospendere la campagna elettorale Se lo devono essere detti l’MI5, l’MI6, la loro dependance Scotland Yard, i fratelloni Mossad, CIA e i suoi 14 nipotini in Usa, i cugini delle varie marche imperiali europee, alla vista di uno che s’impegnava per un apocalittico cambio “dalla politica per i pochi alla  politica per i tanti” (Jeremy Corbyn). Roba mai vista da quando l’UE è entrata in funzione su mandato Rothschild, Rockefeller, …

Leggi tutto »

Dal Nürburgring a Londra, passando per Torino: prove tecniche di paura permanente. E di regime

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it C’è un filo rosso che unisce quanto accaduto a Londra l’altra notte con gli avvenimenti di Piazza San Carlo a Torino: la paura. Uno stato mentale, prima che un allarme concreto. Se infatti nella capitale britannica la paura aveva il volto reale di un furgone bianco sulla folla del London Bridge e di tre uomini vestiti di nero – “Sembravano drogati, colpivano a caso e dicevano che era per Allah”, racconta un superstite – che menavano …

Leggi tutto »

Colpire Julian Assange: la storia sottaciuta

DI JOHN PILGER johnpilger.com Julian Assange è stato scagionato perché il caso svedese contro di lui era corrotto. Il procuratore, Marianne Ny, ha ostacolato la giustizia e dovrebbe essere processata. La sua ossessione con Assange non solo ha imbarazzato i suoi colleghi e la magistratura, ma ha svelato la collusione dello stato svedese con gli Stati Uniti nei suoi crimini di guerra e di “rendition”. Se Assange non avesse cercato rifugio nell’ambasciata ecuadoriana a Londra, sarebbe stato estradato verso quel …

Leggi tutto »

Gli anglo-americani faranno guerra alla Germania col pretesto del debito greco?

FONTE: FAILED REVOLUTION La Grecia potrebbe avvantaggiarsi dalla guerra Come riporta il quotidiano finanziario tedesco Handelsblatt, studiosi americani e britannici hanno concluso che la Germania deve il proprio miracolo economico all’haircut del debito. Gli storici dell’economia sono convinti che il taglio ha contribuito affinché una Germania economicamente in ginocchio abbia poi superato gli altri paesi europei, nonostante questi ultimi abbiano beneficiato del Piano Marshall. Albrecht Ritschl della London School of Economics ha rilevato che la Germania deve il miracolo economico, …

Leggi tutto »

L’attacco terrorista a Londra? Tutta colpa di WhatsApp!

DI ROBERTO QUAGLIA roberto.info Il movente dell’atto di terrorismo sul ponte di Westminster a Londra vi sfugge? Per fortuna a fare chiarezza ci ha subito pensato il ministro britannico degli interni, Amber Rudd, che ora pretende che WhatsApp fornisca loro le chiavi di accesso ai messaggi dei loro utenti, poiché. “il terrorista avrebbe usato WhatsApp”. Improvvisamente ci è adesso chiaro l’esatto movente di questa specifica operazione psicologica false flag. Ennesimo episodio della saga della strategia della tensione che ricalca un …

Leggi tutto »

Eurocrati a Roma, Isis a Londra: tutto in famiglia

DI FULVIO GRIMALDI fulviogrimaldi.blogspot.it “La gente in Occidente deve capire che se l’informazione che riceve tocca gli interessi del complesso militar-securitario, quell’informazione è dettata dalla Cia. La Cia serve quegli interessi, non gli interessi del popolo o della pace”. (Paul Craig Roberts, già sottosegretario al Tesoro Usa) E’ snervante scrivere per anni le stesse cose. Rimanendo solo nell’arco di mia vita mortale e non fossi stato troppo piccolo, avrei incominciato con Pearl Harbour, dove Roosevelt sollecitò i giapponesi a bombardare …

Leggi tutto »

C’è poco da fare, a Londra come Parigi, il mercato adora gli attentati. Anzi, ne adora le conseguenze

DI MAURO BOTTARELLI rischiocalcolato.it Mentre scrivo, ho un’unica certezza rispetto a quanto accaduto a Londra: il mercato adora gli attentati terroristici. Anzi, con quasi certezza, posso dire che adora le conseguenze politico-sociali che spesso e volentieri portano con sè. Il computo dei morti, per ora, è di due persone: un poliziotto ucciso mentre tentava di fermare l’assalitore e una donna investita dal suv lanciatosi sulla folla lungo Westminster Bridge. Un medico dell’ospedale St. Thomas, raggiunto dalla BBC, ha parlato di …

Leggi tutto »

Occhionero, Occhio-Piramide, Occhio a Ravasi. Ma è ancora presto

 DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it Mi hanno telefonato in cento: il mio parere sui fratelli spioni Occhionero, che hanno infiltrato le mail di Mario Draghi, Ravasi, Monti, massoni sciolti e a pacchetti. Cosa ne penso. Cosa volete ne pensi. E’ troppo presto per capire i media riempiono il vuoto con fuffa e polvere negli occhi, interviste a  Genchi e altri depassés,   il consueto rumore di fondo utilissimo. Io dico: aspettiamo. La sola cosa che sembra certa è che i due Occhionero …

Leggi tutto »