Home / Archivi etichette: Bilderberg

Archivi etichette: Bilderberg

Bilderberg finito, i partecipanti evitano la stampa

DI CHARLIE SKELTON La maggior parte dei presenti ha evitato a tutti i costi i giornalisti, ma il CEO di Ryanair dice che la riunione è stata “molto utile” Michael O’Leary è uscito dalla sua limousine, mi ha visto dirigermi verso di lui con la mia macchina fotografica, ed è scappato. Gli sono corso dietro. Sembrava stanco. L’amministratore delegato di Ryanair è tornato a casa da Washington dopo il suo terzo  Bilderberg, tre giorni estenuanti di discussioni geopolitiche, passate tentando …

Leggi tutto »

CORBYN TALLONA MAY? URGE ATTENTATO – Trump, clima e l’Arcadia degli ipocriti

DI FULVIO GRIMALDI fulviogrimaldi.blogspot.it Finiti i botti, si può anche sospendere la campagna elettorale Se lo devono essere detti l’MI5, l’MI6, la loro dependance Scotland Yard, i fratelloni Mossad, CIA e i suoi 14 nipotini in Usa, i cugini delle varie marche imperiali europee, alla vista di uno che s’impegnava per un apocalittico cambio “dalla politica per i pochi alla  politica per i tanti” (Jeremy Corbyn). Roba mai vista da quando l’UE è entrata in funzione su mandato Rothschild, Rockefeller, …

Leggi tutto »

Il Bilderberg è fuori della realtà, come al solito

DI CHARLIE SKELTON theguardian.com Dite quel che vi pare del Bilderberg, ma hanno un senso dell’umorismo incredibile. Basta leggere come si  descrivono: “un gruppo diversificato di leader ed esperti di politica”. Meno di un quarto dei partecipanti è donna, e ci sono meno neri che dirigenti di Goldman. Forse per “diversità” intendono che alcuni detengono hedge fund mentre altri possiedono enormi conglomerati industriali. Alcuni sono nel board di HSBC, altri in quello di BP. Alcuni sono lobbisti, altri lobbizzati. Questo …

Leggi tutto »

Bilderberg 2017: si parlerà di Trump

DI ARJUN WALIA collective-evolution.com “Siamo grati a Washington Post, New York Times, Time Magazine: i loro direttori hanno partecipato alle nostre riunioni ed hanno rispettato le loro promesse di discrezione per quasi quarant’anni. Sarebbe stato impossibile per noi sviluppare il nostro piano mondiale se fosse stato soggetto alle luci della pubblicità in quegli anni. Ma il mondo ora è più sofisticato ed è pronto a marciare verso un governo mondiale… La sovranità sovranazionale di un’élite intellettuale e di banchieri mondiali …

Leggi tutto »

Chi c’è dietro Emmanuel Macron ? Kadima ! En Marche! Avanti, March!

DI THIERRY MEYSSAN  megachip.globalist.it Dopo aver eletto come Presidente della Repubblica in successione un agente della CIA e un impiegato degli emiri del Golfo, i francesi si son fatti truffare una terza volta, ora da un prodotto israeliano. Credono di avere allontanato lo spettro del fascismo votando per un candidato sostenuto dalla NATO, dai Rothschild, da tutte le società quotate dell’indice CAC40 e dalla stampa unanime. Lungi dal misurare il loro errore, sono ancora sotto ipnosi e non dovrebbero svegliarsi …

Leggi tutto »

E’ NATO IL PARTITO UNICO DELL’EUROPA POST-NAZIONALE

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it Macron e Jacques Attali alla riunione del Bilderberg a Copenhagen, giugno 2014 (nella foto).  Lì Attali ha presentato il suo giovane protetto a quelli che contano. E lì probabilmente è  stata architettata la  strategia per fare del giovanotto il candidato sintetico al silicone,   visto che il loro Hollande stava rovinando nei sondaggi e diventava impresentabile alle elezioni il  partito detto “socialista”. Dovrà diventare “il campione del pop-futurismo, trasformare i francesi nei nomadi ideali alla Attali: una …

Leggi tutto »

Può finire il Pd, non il romanzo criminale che sabota l’Italia

FONTE: LIBREIDEE.ORG In “Romanzo criminale”, la saga della Banda della Magliana ripercorsa da Giancarlo De Cataldo, nessuno riesce mai neppure a sfiorare il supremo potere del Grande Vecchio, il burattinaio che agisce nell’ombra e, dal Palazzo, manovra i fili che tengono insieme una sceneggiatura anche atroce, in cui si muovono guardie e ladri, terroristi e affaristi, servizi segreti e malavita imprenditrice. Nel saggio “Il più grande crimine”, il giornalista Paolo Barnard ricostruisce in chiave criminologica quello che chiama “economicidio” dell’Italia, …

Leggi tutto »