Cara America, per favore, basta con queste stupidaggini. Con affetto, il resto del mondo.

Caitlin Johnstone
medium.com

Ehi America. Qui è il resto del mondo. Come va? Come stanno i bambini? Stai ancora facendo quei film della Marvel? Sono divertenti.

Lo so, lo so che non ti piace quando veniamo a romperti le scatole durante un anno elettorale, ma la gente in tutti gli altri paesi del mondo ne sta parlando e ci sarebbe giusto solo un problemino piccolo piccolo di cui vorremmo discutere con te, se non ti dispiace.

Ummmm … quindi, ragazzi, state facendo sul serio con Joe Biden? Veramente?

Perché, vedete, lungi da noi l’idea interferire nel vostro processo elettorale, Dio non voglia e, per favore, non sanzionateci. Però non abbiamo potuto fare a meno di notare che state per mettere in campo una vera e propria vittima della demenza senile contro l’attuale occupante della Casa Bianca, che, in ogni caso, sembra abbastanza deliziato dalla cosa.

Sono completamente d’accordo con Joe! https://t.co/h84mD7jVPW
— Donald J. Trump (@realDonaldTrump) March 8, 2020

Ora, ovviamente, tutti noi sosteniamo e adoriamo dal profondo del cuore il vostro meraviglioso presidente da reality TV. Certamente rende le cose … interessanti. Ma abbiamo pensato che forse potrebbe anche essere, non so, una sorta di intermezzo? Non qualcosa che avete programmato per far durare altri quattro anni, vero?

Perché, vedete come sta già continuamente prendendo in giro gli inciampi neurologici del signor Biden? Volevamo solo darvi un suggerimento amichevole sul fatto che ci sono esattamente zero possibilità che la cosa possa migliorare e la certezza al 100% che andrà molto, molto peggio.

Se permetterete al Partito Democratico di nominare Biden come candidato, il vostro adorabile presidente si assicurerà che i suoi innegabili segni di declino cognitivo rimangano in prima pagina, ogni singolo giorno fino a novembre. E questa è una certezza.

Gli attacchi di Trump al deterioramento mentale di Biden sono destinati a peggiorare e, probabilmente, anche la sua demenza. Nuovi filmati dei suo ultimi episodi di amnesia, confusione o comportamento inappropriato emergono ora quasi quotidianamente e la cosa non è sicuramente destinata a migliorare. Un giorno parla di “Super Thursday” e dimentica il nome di Obama, domani, chi lo sa? Forse, nel suo prossimo moncone di discorso lo accuseranno di aver letto un miscuglio di lettere sul fondo di un piatto di minestrina a forma di alfabeto.

Trump userà la sua posizione di potere come ha sempre fatto: per manipolare gli iperreattivi mass media ed indurli a parlare di tutto ciò di cui lui vuole che essi parlino. E ciò di cui lui vorrà che essi parlino sarà l’evanescente materia grigia del suo avversario.

Lo farà in continuazione. Lo farà fino a quando gli Americani avranno tante probabilità di votare per Biden quante ne avrebbero per qualcuno che urla all’angolo della strada di aver visto gli UFO.

Per favore, non farci questo, America. Vogliamo solo un mondo che non venga distrutto dal caos climatico, dalla Terza Guerra Mondiale o dal crollo totale della civiltà. Vogliamo solo vivere, dannazione! Vogliamo solo vivere.

Cosa c’è che non va in quell’altro candidato alla presidenza? Quel vecchietto che sta solo cercando di darvi le stesse reti di sicurezza sociale di cui tutti godiamo da generazioni? Sembra un tipo a posto e, come bonus aggiuntivo, il suo cervello non sta facendo karakiri dentro il cranio.

Possiamo vedere che la brillante soluzione dei vostri media alla più ovvia e palese delle debolezze di Biden come candidato è stata quella di ignorare completamente la storia o di dire alla gente che sono i loro occhi e le loro orecchie a mentire su quello che vedono e ascoltano. Questo articolo del Washington Monthly che viene fatto girare molto dai gestori della narrativa imperiale, ad esempio, la definisce già dal titolo “La campagna di disinformazione lanciata contro Biden,” dicendo cose come “non ci sono dati a supporto dell’accusa [che Biden] sia in declino cognitivo” e “il suo medico ha dichiarato che si tratta di un 77enne ‘sano, vigoroso’ e pienamente in grado di assumere il ruolo di presidente.”

Insultare ed imprecare contro gli elettori solo perché hanno visto in Biden una cosa che è completamente visibile ad occhio nudo, e poi finire con l’accusarli di bigottismo, è sicuramente una strategia vincente contro Trump.
L’unica cosa che manca è chiamare “deplorevole” chiunque lo noti.👍 https://t.co/7TgV2YWVtd
— Glenn Greenwald (@ggreenwald) March 7, 2020

L’articolo cerca di far passare i naturali commenti della gente che aveva visto i filmati inediti di Joe Biden che lotta per mantenere una coerenza verbale e comportamentale come una sorta di complotto coordinato, invece di reazioni di  persone normali che parlano di ciò che hanno udito con le prorie orecchie uscire dalla bocca del candidato consacrato dalla dirigenza del Partito Democratico. L’articolo cita presunti esperti, che però non affrontano direttamente nessuna delle specifiche e recenti carenze mentali di Biden, né danno alcuna indicazione di esserne in qualche modo a conoscenza. Contiene inoltre un paragrafo abbastanza controverso:

L’unico test che non è stato eseguito è il test del funzionamento cognitivo,” ha aggiunto Olshansky. “Ma il fatto che [Biden] sia in corsa par la campagna elettorale e che rispetti un rigoroso programma di viaggio sarebbe già probabilmente un sostitutivo del test formale per il funzionamento cognitivo.

Ha affermato che i test cognitivi in genere non sono necessari, a meno che non vengano rilevati problemi.

Solo per essere chiari, questo articolo afferma che il fatto che le funzioni cognitive di Biden non siano state testate viene utilizzato per rassicurare la gente che Biden non ha problemi alle funzioni cognitive. E questo solo perché Biden riesce ad espletare così bene gli impegni della propria campagna elettorale.

Questo non funzionerà, America. Non sarai in grado di sconfiggere Donald Trump dicendo alla gente che sta immaginando dei segni e dei sintomi di demenza che, chiaramente ed indiscutibilmente esistono, non importa quanti articoli o editoriali farai uscire, dicendo alle persone che sono degli orribili mostri, capaci solo di discriminare gli anziani, solo perchè vedono ciò che vedono e sentono ciò che sentono.

Per favore, fa’ tutto il possibile per fermare questa assurdità e assicurati che Donald Trump finisca per scontrarsi con qualcuno che possa, come minimo, mettere insieme delle frasi che abbiano un senso compiuto.

Grazie e per favore non bombardarci, il resto del mondo.

Caitlin Johnstone

Fonte: medium.com
Link: https://medium.com/@caityjohnstone/dear-america-please-stop-this-nonsense-immediately-love-the-rest-of-the-world-ed3d22a389f8
08.03.2020

Pubblicato da Markus

Un biologo, appassionato di montagna e di fotografia, che cerca, come può, di combattere contro i mulini a vento.
Precedente Cultura della Guerra
Prossimo L’economia politica del Coronavirus