navigazione Tag

Serbia

Tensioni tra Serbia e Kosovo

L’atmosfera si è riscaldata e i serbi non subiranno ulteriori atrocità. Così ha dichiarato Aleksandar Vucic, presidente della Serbia dal 2017. Come riporta l’emittente russa rt.com Vucic ha affermato che le “provocazioni” contro i serbi che vivono in Kosovo sono aumentate da quando Albin Kurti, un nazionalista che sostiene l’idea dell’unificazione albanese, è diventato primo ministro lo scorso anno. Il numero di tali incidenti, compresi gli attacchi degli albanesi ai cimiteri serbi e alle…

La NATO costringe Lavrov a cancellare la visita in Serbia

Oggi, lunedì 6 giugno, il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha criticato la NATO e l'UE per aver usato mezzi infimi per fare pressione su altri Paesi. La chiusura dello spazio aereo da parte di Sofia, Skopje e Podgorica equivale a "privare uno Stato sovrano del diritto di condurre la propria politica estera", ha sottolineato. La dichiarazione è arrivata dopo che Bulgaria, Macedonia del Nord e Montenegro -  tutti membri della NATO, con la Bulgaria che fa parte anche dell'Unione Europea…

Serbia: nuovo contratto per la fornitura di gas russo

Il presidente serbo Aleksandar Vucic ha dichiarato ieri, domenica 29 maggio, di aver concordato un nuovo contratto triennale per la fornitura di gas con Mosca durante i colloqui telefonici con il suo omologo russo Vladimir Putin. Il prezzo del gas sarà legato al prezzo del petrolio, ha spiegato Vucic, senza però fornire ulteriori dettagli, aggiungendo che questi devono ancora essere definiti con il gigante statale russo del gas Gazprom. "Non posso parlare del prezzo ora, tutti i dettagli…

Vucic – Orban: Alleanza contro la crisi alimentare

Quasi un quarto della popolazione mondiale potrebbe rimanere a corto di cibo se la guerra in Ucraina continuerà ancora a lungo, ha dichiarato il presidente serbo Vucic durante un discorso alla 89ª Fiera internazionale dell'agricoltura di Novi Sad ieri, sabato 21 maggio. "Se non cambia qualcosa nel conflitto in Europa orientale, quasi un quarto del mondo avrà bisogno di quantità di prodotti alimentari di base, il che creerà nuovi problemi", ha detto Vucic nel discorso di apertura dell'evento…

La Serbia ribadisce la sua contrarietà alle sanzioni

Nonostante abbia subito "danni enormi", Belgrado lotterà per mantenere la sua politica di non aderire alle drastiche sanzioni internazionali introdotte contro Mosca per il conflitto in Ucraina, ha dichiarato il presidente serbo Aleksandar Vucic. "Abbiamo resistito ottanta giorni" senza limitare la Russia e "il prezzo che paghiamo è enorme", ha dichiarato Vucic oggi, domenica 15 maggio, all'emittente locale Prva. La Serbia non ha accesso al mercato dei capitali e non può onorare i suoi…

L’Ungheria è pronta a pagare il gas russo in rubli

Ieri, mercoledì 6 aprile, il riconfermato Primo Ministro ungherese Viktor Orban ha annunciato durante una conferenza stampa che l'Ungheria è pronta a pagare in rubli il gas russo, rompendo così con i diktat europei che invece vanno verso la direzione di un braccio di ferro con la Russia. Già in precedenza il Ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto aveva affermato che le autorità dell'UE "non hanno alcun ruolo" da svolgere nel suo accordo di fornitura di gas con la Russia, che si basa…

Serbia: Vučić confermato Presidente dopo il primo turno

Insieme alla vittoria di Orbán in Ungheria, la conferma di Vučić come Presidente della Serbia è il secondo schiaffo subito dall'Occidente nella giornata di domenica 3 aprile. Già infatti nella tarda serata gli scrutini dei seggi parlavano chiaro: Aleksandar Vučić, in carica dal 2017, ha ottenuto fra il 59,9% e il 61%, pari a 2.250 mila voti, staccando così abbondantemente il suo principale avversario Zdravko Ponos, che ha ottenuto intorno al 18%. Riguardo alle parlamentari, tenutesi lo…

La Serbia non dimentica e dice no alle sanzioni alla Russia

Il presidente serbo Aleksandar Vucic ha affermato di aver subito pressioni nelle settimane precedenti dall'UE e dalla NATO affinchè anche la Serbia sostenesse le sanzioni contro la Russia. Ebbene, secondo Vucic, non solo le sanzioni sono sbagliate, ma a esserlo ancora di più sono le richieste Occidentali alla Serbia, dal momento che il paese è uno Stato sovrano, non fa parte dell'UE, ed è sopravvissuto all'aggressione della NATO nel 1999. Già precedentemente, il 2 marzo, il presidente serbo…

Punizioni per chi non sanziona la Russia

L'omologazione è una delle caratteristiche principali dell'occidente neoliberista, soprattutto quando si tratta dell'individuazione di un nemico che tutti devono riconoscere e affrontare. Dopo due anni di informazione mainstream a senso unico riguardo il Sars-CoV-2, adesso è il momento che tutti si schierino univocamente contro Putin e la Russia. Ecco allora spuntare tanti nuovi kapò che controllano in modo certosino tutti coloro che provano a mantenere un po' di spirito critico. Lo stiamo…

Serbia nega estrazione di litio al colosso Rio Tinto

A causa delle sempre crescenti proteste popolari, il premier serbo Vučić ha cancellato i permessi di estrazione al gigante minerario anglo-australiano Rio Tinto, che aveva ottenuto i permessi per sfruttare i ricchissimi giacimenti di Loznica, nella valle di Jadar. Un grosso problema per la cosiddetta "transizione ecologica" - il nome politicamente corretto dato al passaggio dal capitalismo fondato sul petrol-chimico all'altrettanto inquinante capitalismo tecnologico fondato su litio-cobalto.…

Novak Djokovic: ancora incerto il destino del campione serbo

Nel mondo dello sport, e non solo, continua a tenere banco la situazione di Novak Djokovic. Nuovi sviluppi, rispetto al precedente aggiornamento che vi avevamo dato, stanno complicando la situazione del campione. Il giocatore di tennis più amato della Serbia infatti, avrebbe tralasciato un particolare importante nelle sue dichiarazioni fatte nei giorni antecedenti. Secondo le ultime dichiarazioni, durante lo scorso dicembre Djokovic è stato positivo alla Covid, ma prima di dichiarare…

Djokovic ci sta mostrando il vero volto dell’Australia

Ancora in bilico il destino del campione di tennis Novak Djokovic, il quale in queste ore attende di sapere se potrà restare in Australia e giocare gli Open. Dopo aver vinto l'appello contro il provvediamento di espulsione, ora si attende la decisione definitiva del Ministro dell'Immigrazione Hawke, che sta considerando la cancellazione del visto di Djokovic in base alla sezione 133C(3) del Migration Act. A tenere banco infatti sarebbe una falsa dichiarazione fatta dal numero 1 al mondo in…

Disastro ambientale in Serbia: lago Potpecko invaso da una montagna di rifiuti, non si vede neanche l’acqua

greenme.it di Rosita Cipolla Sono immagini inquietanti quelle che arrivano dalla Serbia, per esattezza dal lago Potpecko che in questi giorni è stato invaso da una coltre di rifiuti, trasformandosi in una discarica galleggiante. Nelle acque, coperte da spazzatura, è stato trovato davvero di tutto: plastica, frammenti di metallo arrugginito, tronchi di albero e addirittura una bara. I cumuli di immondizia, che coprono circa 20.000 metri cubi del lago creato per scopri idroelettrici, sono…

Belgrado liberata!

Israel Shamir unz.com L'incessante avanzata del terrore da coronavirus è stata bloccata. I riottosi Serbi si sono ribellati al loro presidente dopo che quest’ultimo aveva minacciato di rimetterli agli arresti domiciliari. Dopo due giorni di battaglie nelle strade, con decine di poliziotti ricoverati in ospedale, gli indomiti manifestanti hanno avuto la meglio: le autorità si sono arrese ed hanno rinunciato ai loro piani di bloccare Belgrado. Negozi, pub e ristoranti di Belgrado saranno…

Putin prevede il crollo dell’UE entro 10 anni e lo paragona a quello dell’Unione Sovietica

Carly Read express.co.uk Il presidente Putin crede che l'UE si disintegrerà completamente in soli 10 anni, lo stesso tempo impiegato dall'URSS per dissolversi nel giorno di Santo Stefano 1991. Le sue osservazioni fanno capire che l'inizio della fine è già iniziato. Rendendo pubbliche le sue perplessità sul fatto o meno che l'UE sia in grado mantenersi nella sua forma attuale fino al 2028, ha citato la Brexit tra le principali cause del crollo di Bruxelles, aggiungendo che questo è il…

The making of Juan Guaidó – Il fantoccio creato in laboratorio per il colpo di Stato in Venezuela

DI DAN COHEN E MAX BLUMENTHAL consortiumnews.com Prima della data fatidica del 22 gennaio, meno di un venezuelano su 5 aveva mai sentito parlare di Juan Guaidó. Solo pochi mesi fa, il trentacinquenne era un personaggio oscuro in un gruppo di estrema destra di scarsa influenza politica, strettamente associato a macabri atti di violenza di strada. Anche nel suo stesso partito, Guaidó era una figura di medio livello nell’Assemblea Nazionale dominata dall’opposizione, che sta ora…

Pensate ancora sempre che la globalizzazione porterà la pace? Lo pensavano anche nel 1914. Tre ragioni di attualità per temere una nuova “Grande Guerra”

DI HAL BRAND bloomberg.com Il mese scorso sono andato a Vienna, che fu la sede dell'impero austro-ungarico ed è il luogo ideale per riflettere sul centesimo anniversario della fine della prima guerra mondiale. Questo conflitto è iniziato con la dichiarazione di guerra dell'impero austro-ungarico alla Serbia nel luglio 1914, in seguito all’assassinio dell'arciduca austro-ungarico Francesco Ferdinando. Questo ha poi portato a più di 15 milioni di morti, alla distruzione di quattro imperi,…

I barbari si scatenano nel cimitero-Europa

DI DMITRY ORLOV cluborlov.blogspot.com In tutto il mondo, sono in pochi a capirci qualcosa della reazione europea alla crisi dei rifugiati. Da parte dei migranti vediamo accanite dimostrazioni di barbarie, fanatismo e violenza, da parte degli Europei c’è la spregevole paura di apparire… intolleranti. In un contesto ormai fuori controllo, dove ci si aspetterebbe che la gente si organizzasse, protestasse, facesse blocchi stradali e votasse in massa per i partiti nazionalisti, dobbiamo invece…

Perché la NATO non sta bombardando Madrid da 78 giorni?

FONTE: RT.COM È un po' tardi perché l'Unione Europea ricordi la legge internazionale sul suo confine occidentale, quando l'ha ignorata su quello orientale. Così parla Marko Gasic, commentatore di affari internazionali. Il leader della Catalogna si è impegnato a dichiarare nei prossimi giorni l'indipendenza della regione dalla Spagna. Carles Puigdemont, presidente della regione scissionista, ha detto martedì alla BBC di esser pronto a dichiarare l'indipendenza "alla fine di…

Il totalitarismo dell’odio è anche nostro

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it Molti giornali hanno pubblicato in prima pagina la fotografia di Saffie Rose Roussos la più piccola delle vittime (8 anni) della strage di Manchester. Uccidere dei bambini è una cosa orribile, ma strumentalizzarli è qualcosa che sta solo un paio di gradini sotto. Nella prima guerra del Golfo furono uccisi dai bombardieri americani e della Nato 32.195 bambini, dati inoppugnabili perché forniti, sia pur involontariamente, dal Pentagono. Se dovessimo…