Come Big Pharma ha pervertito la sanità – 4a parte

Prima parte

Seconda parte

Terza parte

Rachel M. – The Intelligence of Healing – 25 aprile 2021

 

Errori chirurgici, interventi chirurgici non necessari, radiografie, prescrizioni a vita, antidepressivi, antibiotici prescritti in eccesso o in modo errato, trattamenti con farmaci tossici, contraccettivi dannosi e prevenzioni mediche indeterminabili sono il microcosmo del sistema inutile, poco redditizio e carente che osiamo chiamare sanità.

Mentre i professionisti della salute che favoriscono le prescrizioni e non riescono ad affrontare la causa della cattiva salute, semplicemente non ottengono il risultato.

La soppressione immediata dei sintomi indotta da certi farmaci non può più prevalere sul sostegno della nostra immunità innata e sulla guarigione finale.

I fallimenti e gli effetti collaterali dei farmaci favoriti da questo sistema corrotto e criminale non possono più essere ignorati.

I professionisti della medicina olistica trattano l’individuo come un tutto unico e comprendono l’impatto della dieta, dell’esercizio fisico, delle tossine ambientali, dello stile di vita e dello stress sulla salute e sul sistema immunitario. Ne consegue che non è più possibile considerare come alternativi i metodi e le modalità che contribuiscono alla salute. L’efficacia dei loro rimedi è stata dimostrata nel corso di migliaia di anni e la scienza che può verificarla, anche se costantemente soppressa, esiste per essere trovata da coloro che la cercano.

Eppure è chiaro che abbiamo raggiunto una fase in cui l’infiltrazione delle “cupole” farmaceutiche nella coscienza pubblica, per molti è diventata indifendibile. La loro influenza si estende oltre le riviste mediche fino agli schermi televisivi ed alle prime pagine dei giornali di tutto il mondo.

Patients over pharma, ha pubblicato informazioni sul “lobbying” che rivelano come durante il primo trimestre del 2020, le principali aziende farmaceutiche e i loro gruppi commerciali abbiano sborsato oltre 47,7 milioni di dollari. 39

A quale scopo?

I nostri notiziari ed i nostri media sono infiltrati quotidianamente da queste stesse aziende. Ciò che pensiamo sia una notizia è spesso poco più che pubblicità.

Nel 2009 la GlaxoSmithKline è stata multata di 3 miliardi di dollari per patteggiare le responsabilità civili e penali relative ai suoi farmaci dopo aver omesso di riportare i dati sulla sicurezza.

Nel 2009 la Pfizer è stata multata di 2,3 miliardi di dollari dopo essere stata sorpresa in pratiche di marketing illegali. All’epoca è stato il più grande patteggiamento sanitario e la più grande multa penale mai imposta negli Stati Uniti.

Nel 2010 AstraZeneca è stata costretta a pagare 520 milioni di dollari di multa dal governo federale dopo essere stata scoperta a commercializzare illegalmente il farmaco Seroquel.

Nel 2011 la Merck si è dichiarata colpevole di accuse penali ed è stata multata per 950 milioni di dollari per la sua parte nella commercializzazione dell’antidolorifico Vioxx.

Nel 2013 Johnson & Johnson ha accettato di pagare una multa di 2,2 miliardi di dollari per risolvere le accuse penali e civili relative ai farmaci da prescrizione Risperdal, Invega e Natrecor. Il governo ha sostenuto che J&J ha promosso questi farmaci per usi non approvati dalla FDA, destinandoli a pazienti anziani affetti da demenza nelle case di cura, e che ha pagato tangenti ai medici. 40

Crimini e multe rappresentano solo un altro giorno di lavoro per Big Pharma. Anche le multe colossali non riescono a intaccare i profitti che accumulano ogni anno. Alla fine del 2019 il mercato farmaceutico globale è stato valutato a 1,25 trilioni di dollari. 41

 

E mentre Big Pharma si arricchisce, noi ci ammaliamo di più. Ma non preoccupatevi gente, hanno pillole per tutte le malattie e sono pronti a fornirle. La domanda è: siete disposti a mandarle giù?

Oggi viviamo in un’epoca in cui Big Pharma non ha nemmeno bisogno di preoccuparsi di completare i corretti studi clinici prima buttare sul mercato la propria particolare marca di veleno per il pubblico e raccogliere frutti dei suoi disonesti guadagni. I produttori dei vaccini Sars-Cov-2, approvati da funzionari governativi, sono stati autorizzati a somministrare impunemente i loro prodotti a un pubblico troppo fiducioso. Ci viene detto di arrotolarci la manica e di pensare alla nostra comunità e ai nostri cari.

Molti, incapaci di comprendere la propria inconsapevole partecipazione a questa sperimentazione clinica e senza un presidente che si opponga a tutto ciò, si preparano ad affrontare il loro destino. L’efficacia del prodotto è SCONOSCIUTA. La sicurezza del prodotto è SCONOSCIUTA. Gli effetti collaterali a breve termine aumentano di numero ogni giorno che passa e quelli a lungo termine devono ancora essere scoperti. Mentre i criminali che incoraggiano la partecipazione al più grande esperimento umano mai tentato, minacciando di cancellare le libertà intrinseche, il diritto a guadagnarsi da vivere o all’istruzione se non si forma una coda ordinata di cavie pubbliche. Come piano d’affari è impressionante; per un essere umano, fin troppo consapevole della lunga lista di crimini perpetrati dalle aziende coinvolte, è a dir poco orribile.

Di questi tempi la nostra salute è presumibilmente una questione politica. I leader che abbiamo eletti ed i soliti sospetti ci suggeriscono di smettere di cercare di vivere, di allontanarci dai nostri cari, di annullare le celebrazioni e gli eventi culturali, di chiudere le nostre attività, e di nasconderci in casa nel caso in cui ci ammalassimo.

Queste azioni perpetuano una completa mancanza di rispetto per la salute e la vita stessa.

Una mancanza di rispetto e di comprensione che esiste nel regno farmaceutico da molto tempo e che oggi sta raggiungendo l’apice.

Chiaramente, la salute non può essere soltanto l’assenza della malattia.

La salute è uno stato in cui le nostre condizioni fisiche, mentali, nutrizionali, ambientali e spirituali prosperano. Scartare l’intero spettro della salute quando si cerca di porre rimedio alla malattia significa garantire il fallimento.

Il dizionario Merriam-Webster descrive la medicina come la scienza e l’arte che si occupa di mantenere la salute e prevenire, alleviare o curare le malattie.

Mentre i componenti dei rimedi naturali sono stati isolati e utilizzati da Big Pharma, la velocità con cui questi principi vengono isolati ed accoppiati con i componenti tossici nei vaccini e nei farmaci, è spesso niente meno che un assalto al sistema immunitario.

Pur sostenendo di averci provato, il modello farmacologico non è riuscito ad eliminare le malattie. In effetti, se la storia ci ha insegnato qualcosa, non è evidente che i prodotti farmaceutici stanno introducendo la malattia nell’organismo o estendendo la durata della cattiva salute al fine di creare clienti a vita?

È rimasta qualche persona informata sulla terra che possa onestamente dire di credere che l’obiettivo delle compagnie farmaceutiche sia quello della nostra salute?

Abbiamo a disposizione opzioni reali e non così alternative.

Viviamo nella grande era dell’informazione. Ma per utilizzarla dobbiamo essere sicuri della provenienza di quell’informazione e del fine per cui viene fornita.

Nonostante quelli che hanno un interesse acquisito a sostenere i prodotti farmaceutici, addirittura con la forza bruta, altri sistemi medicinali sono sopravvissuti, in gran parte grazie alla domanda pubblica.

I rimedi erboristici sono la prima scelta di trattamento per milioni di persone in tutto il mondo.

La medicina ayurvedica e quella cinese hanno guadagnato popolarità in Occidente.

I milioni di pazienti che scelgono l’omeopatia come prima linea di difesa nel trattamento di malattie sia acute che croniche possono avere torto?

I sistemi di medicina olistica non sostengono le prescrizioni a vita, il mascheramento dei sintomi o il trattamento di parti separate del corpo come se agissero in modo solitario. Il trattamento olistico non segue il modello a taglia unica favorito da Big Pharma, ma tratta invece l’intera persona, prendendo in considerazione le circostanze individuali.

La guarigione quantistica prevede inoltre la possibilità di un’esistenza senza farmaci.

I terapeuti che comprendono veramente la natura della malattia sanno che il paziente stesso possiede già gli strumenti necessari per guarire. I rimedi della natura o le modalità olistiche della medicina possono solo facilitare il processo di guarigione rimuovendo ciò che impedisce al paziente di guarire.

Un sistema immunitario sano lavora in armonia con il resto del corpo per mantenere uno stato di benessere. La nostra condizione più naturale.

Aiutare il funzionamento di un sistema immunitario sano dovrebbe essere una priorità quando consideriamo sia la salute generale che il trattamento delle malattie. Consideriamo regolarmente la nutrizione e lo stile di vita, ma spesso trascuriamo la connessione mente-corpo quando cerchiamo di capire la funzione del sistema immunitario. Eppure la maggior parte di noi è consapevole che lo stress ci rende suscettibili alle malattie. Disturbi alla mente, emozioni e inquinamento elettromagnetico possono innescare malattie, irregolarità nel campo energetico del corpo e scarsa risposta immunitaria.

Molto prima dell’introduzione della medicina moderna, i guaritori incoraggiavano la comprensione della capacità di una persona di correggere la propria salute prendendo il controllo della propria mente e delle proprie emozioni.

Oggi siamo incoraggiati a vivere nella paura della malattia in ogni momento. Ci viene detto di indossare maschere quando usciamo in pubblico, di igienizzare costantemente i nostri corpi e l’ambiente, di sottoporci spesso a test per una malattia che ovviamente non abbiamo e di evitare il contatto umano, anche quando siamo completamente sani. I rappresentanti da noi eletti ci dicono che questa è la “nuova normalità”, almeno fino a quando la maggioranza della popolazione non si sarà sottoposta al vaccino più recente. Come si può, con qualsiasi sforzo di immaginazione, descrivere questo comportamento come normale?

L’abbandono e il degrado sistematico della nostra salute sono stati accertati da tempo. Il risultato è il modo in cui la nostra salute o la sua mancanza è stata manipolata e usata come arma contro di noi oggi. Questo non è normale. Questo comportamento rappresenta di per sé un tipo di malattia. Un tipo di malattia di cui soffriamo come un tutto quando dimentichiamo che il corpo ha una propensione alla salute, che è lo stato normale. Il più delle volte aiutare la propria immunità portando il corpo, la mente e lo spirito in equilibrio è la migliore azione che possiamo fare per mantenere la salute. Non c’è profitto in questo. Chiamatemi all’antica se volete, ma io credo che la salute sia ricchezza.

Come disse una volta Ippocrate: “La più grande medicina di tutte è insegnare alla gente come non averne bisogno“.

 

Link: https://theintelligenceofhealing.wordpress.com/2021/04/26/the-hijacking-of-healthcare-and-the-real-new-normal/

Traduzione di Arrigo de Angeli e Cinthia Nardelli per ComeDonChisciotte

Notifica di
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
LuxIgnis
Utente CDC
14 Maggio 2021 19:15

Per espandere l’argomento delle case farmaceutiche e le sanzioni ad esse comminate, c’è qui un link in inglese con l’elenco delle sanzioni dal 2000:
https://violationtracker.goodjobsfirst.org/prog.php?agency_sum=FDA
Da un articolo dell’antidiplomatico che ha riportato un tweet del prof. Raoult

Ultimo aggiornamento 2 mesi fa effettuato da LuxIgnis
1
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x