ComeDonChisciotte

Categoria generica

IL RACCONTO DI DUE NARRAZIONI

DI CHARLIE BROWN goofynomics.blogspot.it Alberto Bagnai: … una cosa sbagliata NON PUO’ finire nel modo giusto. Da Charlie Brown ricevo e volentieri pubblico … [1] Questa settimana si sono sfidate due narrazioni riguardo il mercato: quella di Draghi, che vuole sempre sopraffarlo con delle mosse politiche, e quella della Yellen, che vuole restare ‘ben allacciata’ e sempre pronta al decollo dei tassi. Draghi si è assoggettato al ’sopraffatto’ mercato (e l’Euro è decollato) e la Yellen ha cominciato a parlare …

Leggi tutto »

IL NEMICO PRINCIPALE

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it “Il Nemico Principale”, titola Libération, esterrefatta che i francesi abbiano votato il Front. E’ pur sempre divertente vedere che il giornale “di sinistra” si smascheri così a nome del suo padrone (Rotschild). Ma ricordiamoci: c’è il secondo turno. E nel secondo turno, come è sempre successo da 50 anni, la “sinistra” socialista e la “destra” gaullista (povero De Gaulle) si uniscono in un meccanismo di desistenza per non far vincere mai il Front National.

Leggi tutto »

NESSUNA SCOSSA. TUTTO PREVEDIBILE

DI PEPE ESCOBAR facebook.com Nessuna scossa. Prevedibile. Una strategia politica molto intelligente . L’intera campagna di FN si è basata sull’ Alterofobia – la paura dell’Altro. La disoccupazione, l’insicurezza, il terrorismo: è sempre errore dell’Altro. Nella foto: Marion Le Pen, nipote di Marine, festeggia la sua vittoria in Provenza-Alpi-Costa Azzurra

Leggi tutto »

GLI ATTACCHI DI PARIGI NON SONO MAI ACCADUTI

DI HAMID DABASHI aljazeera.com Quello a cui stiamo assistendo oggi è secondo Baudrillard un simulacro globale di eventi che in realtà non sono mai accaduti. Tra l’inizio di gennaio e la fine di marzo del 1991, il distinto filosofo francese Jean Baudrillard pubblicò tre saggi nel quotidiano francese Liberation, che nell’ordine intitolò “La guerra del Golfo non avrà luogo”, “La guerra del Golfo: E’ davvero in atto?” e “La Guerra del Golfo non è mai avvenuta”. Successivamente pubblicò i tre …

Leggi tutto »

CHI LAVA PIU' BIANCO ? La Gran Bretagna un centro di riciclaggio del denaro sporco

DI VLADIMIR PLATOV journal-neo.org Come risulta nel recente rapporto pubblicato dalla Banca d’Inghilterra, metà delle banconote inglesi vengono usate per il riciclaggio di denaro da organizzazioni criminali o circolano all’estero. L’economia ombra inglese riguarda soprattutto attività criminali che includono, in aggiunta ai traffici di droga e prostituzione, considerevoli pagamenti per beni e servizi come, per esempio, lavori edili che permettono di evitare le tasse. Secondo il rapporto, l’economia ombra ammonta al 10% circa del prodotto interno lordo della Gran Bretagna.

Leggi tutto »

ALBANIA: LA NUOVA UCRAINA ALLE PORTE DELL'ITALIA ?

DI VIKTOR VERITOV politrussia.com L’Ucraina e la Siria sono saltate in aria. L’Albania sarà il prossimo paese sulla linea di tiro di Usa e Turchia ? I rischi, l’incertezza politica e l’instabilità economica stanno crescendo in tutto il mondo. I tanti ‘cercatori di fortuna’, nel tentativo di afferrare il successo nelle acque sempre più torbide dei processi politici globali, stanno svelando il loro gioco. Nessuno è più interessato alle canne da pesca. L’esperienza ha dimostrato che gli esplosivi sono un …

Leggi tutto »

ABOLIRE LA GUERRA

DI GINO STRADA emergency.it Il testo integrale del discorso pronunciato da Gino Strada, fondatore di EMERGENCY, nel corso della cerimonia di consegna del Right Livelihood Award 2015, il “premio Nobel alternativo” Onorevoli Membri del Parlamento, onorevoli membri del Governo svedese, membri della Fondazione RLA, colleghi vincitori del Premio, Eccellenze, amici, signore e signori. È per me un grande onore ricevere questo prestigioso riconoscimento, che considero un segno di apprezzamento per l’eccezionale lavoro svolto dall’organizzazione umanitaria Emergency in questi 21 anni, …

Leggi tutto »

IL NO DANESE ALL'EUROPA

DI JACQUES SAPIR russeurope.hypotheses.org Mercoledì 3 dicembre nel più totale silenzio della stampa francese si è svolto un referendum in Danimarca per una maggiore integrazione nell’Unione Europea. Il voto è stato senza appello: il “no” ha vinto con il 53% dei votanti[1]. Va sottolineato anche il dato della partecipazione: ha votato circa il 72% degli elettori, dato che fa di questo referendum il più importante nella storia delle votazioni tenutesi in Danimarca in merito all’Unione Europea. Va rilevato il silenzio …

Leggi tutto »

GLI SPONSOR DELL'ISIS OSCURANO LA TV AL MANAR

DI PINO CABRAS megachip.globalist.it La televisione di Hezbollah viene espulsa dal satellite controllato dai sauditi, mentre la Turchia incarcera i giornalisti. La cosa riguarda la nostra libertà [Pino Cabras] Redazione sabato 5 dicembre 2015 11:53 megachip.globalist.it Commenta Ora tocca alla TV libanese Al Manar, subire un durissimo colpo che viene da chi protegge l’ISIS-Daesh. L’emittente di Hezbollah, il movimento di resistenza sciita che negli ultimi mesi ha inflitto numerose sconfitte sul campo ai miliziani di Daesh e di Al-Nusra, è …

Leggi tutto »

MA QUALE GUERRA MONDIALE ! DATEVI UNA CALMATA !

DI GIANNI PETROSILLO conflittiestrategie.it Improvvide cassandre autoreferenziali, munite di una grande considerazione per se stesse, annunciano l’imminente approssimarsi di una Terza guerra mondiale per impressionare il loro sparuto pubblico di lettori adoranti e poco riflessivi. Addirittura, qualche filosofo la cui lingua corre più del pensiero e batte lì dove l’editoria vuole parla già di IV guerra mondiale, ma sono fantasie di cialtroni che offrono merce scadente per incrociare la domanda di rincoglionimento generale. Il Papa invece, esce fuori dalla grazia …

Leggi tutto »

IL PIU' IMPORTANTE DISCORSO DI PUTIN IN ASSOLUTO

DI GIULIETTO CHIESA it.sputniknews.com Forse questo discorso di Putin di fronte all’Assemblea Federale è stato il più importante in assoluto. La Russia è impegnata in un confronto con l’Occidente la cui asprezza e pericolosità è senza precedenti. E il leader russo, intenzionalmente, ha voluto rimarcare, piuttosto che i successi delle sue presidenze, le difficoltà che il popolo, la gente, dovrà incontrare nei tempi che verranno. È stato un discorso forte, duro, a tratti spavaldo, di chi è sicuro di disporre …

Leggi tutto »

DAVID ZUCKERBERG: LA CARITA' IN COMODE RATE

DI TED RALL counterpunch.org Una falsa Generosità: Un Self-Service, la Carità di Mark Zuckerberg Mark Zuckerberg promette di dare in beneficenza il 99% delle sue azioni Facebook — un pò per volta però. L’interpretazione esatta è: Il suo stock di azioni, che attualmente vale US$ 45.000.000.000, sarà donato “Nel corso delle vite [sua e di sua moglie]”. Lui ha 31 anni e lei 30, quindi se i parametri attuali non cambiano, parliamo all’incirca del 2065. Sempre che Facebook o Internet …

Leggi tutto »

COSA SUCCEDEREBBE SE L'ISIS RIVENDICASSE L'ATTACCO DI SAN BERNARDINO ?

FONTE: MOON OF ALABAMA Non sapremo mai perché Syed Rizwan Farook e sua moglie Tashfeen Malik si siamo arrabbiati tanto da uccidere 14 persone a San Bernardino. Potrebbero aver lasciato scritto qualcosa o forse se troverà nei loro PC qualche traccia sui motivi che li hanno spinti a quella strage, oppure no. In ogni caso non ci sarebbe assolutamente niente di strano se lo Stato Islamico dovesse rivendicare questo attentato affermando che i due hanno agito in suo nome. Alcuni …

Leggi tutto »

DELL'ABBATTIMENTO DELL'AEREO RUSSO SU-24: UN'ANALISI NON ORDINARIA

DI ISRAEL SHAMIR lesakerfrancophone.net Novità interessanti sui tre grandi eventi recenti: l’aereo di linea russo abbattuto, gli attentati di Parigi e l’attacco al bombardiere russo. Tre eventi importanti hanno influenzato il corso della guerra in Siria nell’ultimo mese: l’incidente del volo 9268 dell’airbus Metrojet nel Sinai, il 31 ottobre; gli attentati di Parigi di venerdì 13 novembre; l’attentato contro un Sukhoi 24, il 24 novembre scorso.

Leggi tutto »

PERCHE’ LA TURCHIA HA PUGNALATO ALLA SCHIENA LA RUSSIA

DI PEPE ESCOBAR russia-insider.com Gli obiettivi di Russia e Turchia nella lotta all’IS sono diametralmente opposti È assolutamente impossibile comprendere perchè il governo turco avrebbe voluto percorrere la strategia suicida di abbattere un Su-24 russo in territorio siriano – tecnicamente una dichiarazione di guerra alla Russia da parte della NATO – senza considerare nel contesto il gioco di potere turco nella Siria settentrionale. Il Presidente Putin ha affermato che abbattere l’Su-24 è stata “Una pugnalata nella schiena”. Analizziamo come la …

Leggi tutto »

GUERRA E PRECARIATO, LE COMUNI VERITA' DI LUTTWAK E POLETTI

DI GIORGIO CREMASCHI huffingtonpost.it Chissà perché in questi giorni ho finito per associare Edward Luttwak a Giuliano Poletti. Sono due persone diversissime per storia cultura e esperienze, l’uno intellettuale militante dell’imperialismo USA, l’altro burocrate un poco rozzo del pentitismo comunista. Sono persone normalmente lontanissime eppure le loro uscite di questi giorni sui mass media italiani me li hanno fatti sembrare assai vicini.

Leggi tutto »

ALLA GUERRA A PASSI DA GIGANTE: GIGANTE DEMENTE

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it “Sia chiaro: la Turchia è membro della NATO e nostro alleato”, ha detto Obama a Parigi a margine del vertice sul clima. Le prove (schiaccianti) portate da Mosca che Erdogan e famiglia trafficano il petrolio di DAESH? “Totalmente assurde”, ha risposto Steve Warren, portavoce del Pentagono. Ha deciso di posizionare batterie di Patriot al confine tra Turchia e Siria, come voleva Erdogan (e non aveva finora ottenuto). Contemporaneamente, la NATO – su raccomandazione del comando americano …

Leggi tutto »

KISSINGER IL BOMBARDIERE

DI GREG GRANDIN tomdispatch.com Come la diplomazia delle forze aeree divenne una tradizione genuinamente americana Nell’Aprile del 2014, la ESPN ha pubblicato la foto (vedi sopra) di un duo improbabile: l’ambasciatore USA alle Nazioni Unite Samantha Power e l’ex consigliere per la sicurezza nazionale e Segretario di Stato Henry Kissinger, insieme alla prima di campionato Yankee-Red Sox. In una frizzante giornata primaverile, in giacca di lana, e godendo visibilmente della compagnia reciproca, sembravano agli occhi di tutto il mondo la …

Leggi tutto »

HO IN MENTE UNA CURA MEDIEVALE PER TUTTI I VOSTRI CULI

DI PEPE ESCOBAR facebook.com Al Cremlino e al Ministro della Difesa non importa se il Sultano vuole scusarsi o meno. Attaccheranno alla giugulare – sugli agganci di Daesh per il contrabbando del petrolio, ovvero il business “di famiglia” (link), e bombardando sul campo tutte le colonne di ratti avvistabili, Turkmene o no, e anche quelli che sostengono l’YPG.

Leggi tutto »

COME UN’LITE SEGRETA CREO’ L’ UNIONE EUROPEA PER COSTRUIRE UN GOVERNO MONDIALE

DI ALAN SKED telegraph.co.uk I votanti al referendum inglese devono sapere che fin dal primo giorno l’Unione Europea intendeva costruire un superstato federale. Mentre ferve il dibattito sul prossimo referendum UE, è utile ricordare in primo luogo in che modo la Gran Bretagna sia giunta all’adesione. Mi sembra, infatti, che la maggior parte della gente non capisca il motivo per cui uno dei vincitori della seconda guerra mondiale debba struggersi così tanto per entrare a far parte di questo “club”. …

Leggi tutto »

COME E PERCHE' SI METTERA' FINE AL DENARO IN CONTANTI

FONTE: ZEROHEDGE Ex collaboratore di primo piano di quattro presidenti spiega come e perché le Elites vogliono metter fine all’uso del denaro in contanti: La Guerra al Cash sta prendendo velocità. Negli ultimi mesi: 1) La SEC e altri enti regolatori hanno messo in campo una serie di norme che consentono ai fondi del mercato monetario di tenere bloccato il denaro fino ad un massimo di 10 giorni se dovesse verificarsi una prossima crisi finanziaria (cioè non si potrebbero ritirare …

Leggi tutto »

“L’IS E’ IN LIBIA, MINACCIA L’ITALIA”. TUTTO VERO, LO DICE L’US

DI MAURIZIO BLONDET maurizioblondet.it La notizia-bomba l’ha data il Wall Street Journal (di Rupert Murdoch), quindi c’è da preoccuparsi davvero: “Lo Stato Islamico ha rafforzato la sua presa nella sua roccaforte di Sirte in Libia”. I guerriglieri del Califfo sono cresciuti “da 200 a circa 5 mila”, sono “volonterosi combattenti”, e lo hanno assicurato al giornale (di Murdoch) persone “dell’intelligence libica”. Anzi, il “capo dell’intelligence militare per la regione che include la Sirte. Il quale risponde al nome di Ismail …

Leggi tutto »

IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE ‘BENEDICE’ LO YUAN CINESE, MA IL DOLLARO HA ANCORA UN PERICOLOSO PREDOMINIO

DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD telegraph.co.uk ‘Il mondo finanziario dollaro-centrico ha creato delle potenti e sinistre distorsioni’, ha dichiarato la ‘SLJ Macro’. Il mondo sarà più sicuro quando lo yuan cinese sarà diventato maggiorenne. Lo yuan cinese sarà aggiunto al ‘paniere delle valute elitarie’ del Fondo Monetario Internazionale, aprendo la strada ad un aumento dei flussi d’investimento che potrebbe scuotere il sistema finanziario globale. Questa svolta segna la fine di un’epoca caratterizzata dal malsano dominio del dollaro, che non è stato in …

Leggi tutto »

MISSILE CONTRO IL GASDOTTO

DI MANLIO DINUCCI ilmanifesto.info Il missile Aim-120 Amraam lanciato dall’F-16 turco (ambedue made in Usa) non era diretto solo al caccia russo impegnato in Siria contro l’Isis, ma a un obiettivo ben più importante: il Turkish Stream, il progettato gasdotto che porterebbe il gas russo in Turchia e, da qui, in Grecia e altri paesi della Ue. Il Turkish Stream è la risposta di Mosca al siluramento, da parte di Washington, del South Stream, il gasdotto che, aggirando l’Ucraina, avrebbe …

Leggi tutto »

LA MANO DESTRA SI SPARA SUL PIEDE, MA ALMENO FA QUALCOSA

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Ho trovato in rete un video che racconta il comizio di Salvini a Bologna alcune settimane fa, facendo vedere sia i leghisti che i loro contestatori. Proviamo a guardarlo come se fossimo una squadra di antropologi marziani; prescindendo quindi per un momento dalla “politica” e da tutti i temi in ballo. Guardiamo semplicemente due tipi umani a confronto.

Leggi tutto »

VIAGGIO NEL CALIFFATO – LA GIUSTIZIA OPPRESSIVA DELL'ISIS

DI OMAR AL-WARDI joshualandis.com Molti credono che sotto il controllo dello Stato Islamico (ISIS) si viva in un clima di terrore costante e alcuni pensano addirittura che in queste aree non esista nulla di simile alla vita normale. Io stesso ho scritto molto riguardo ai crimini e alle azioni disumane compiute da questo gruppo nell’est della Siria, in particolare a Raqqa e a Deir el-Zor ed in effetti la maggior parte di ciò che è stato scritto su questo argomento …

Leggi tutto »

RICORDATE BERNARD MARIS ? (UN'ORAZIONE FUNEBRE)

DI JACQUES SAPIR russeurope.hypotheses.org Bernard Maris è morto, assassinato da fanatici e da vigliacchi, con i suoi colleghi del Charlie Hebdo all’inizio del mese di gennaio 2015. Bernard è l’unico economista, fino a questo momento, ad avere pagato con la vita per quello che scriveva. Un libro in sua memoria sarà pubblicato a gennaio 2016 e mi è stato chiesto di scrivere il capitolo sull’economista, che conoscevo bene. Tuttavia, il testo che ho scritto per questo Tombeau (come si diceva …

Leggi tutto »

GUARDATE QUESTA FOTO

DI PEPE ESCOBAR facebook.com No comment. Ovviamente. È tutto nella foto. Questo è un tweet di Michel Onfray – l’unico filosofo francese figo degli ultimi anni. Ai bei vecchi tempi in cui parlavo di cultura post-moderna negli anni ’80 mi sarei divertito distruggendo i neoliberali del partito “socialista” francese, i quali odiano Onfray. Il Normanno filosofeggia a tweet – il remix postumo della filosofia a martellate di Nietzsche – e questi sono “oltraggiati”. Cazzate.

Leggi tutto »

UN COLONNELLO ISRAELIANO COLTO IN FLAGRANTE CON L'ISIS

DI F. WILLIAM ENGDHAL Journal-neo.org Questo non era assolutamente previsto che accadesse. Un militare israeliano, col grado di colonnello, è stato catturato a “brache calate assieme all’Isis”. Con questo voglio dire che è stato catturato da soldati dell’esercito iracheno, assieme ad una banda di terroristi dello Stato Islamico o Isis o Daesh, come preferite. Sotto interrogatorio da parte dell’intelligence irachena, pare abbia riferito parecchie cose sul ruolo dell’IDF (esercito israeliano ndr) nell’appoggiare l’Isis.

Leggi tutto »