Home / Anti-Empire Report / Alle volte mi chiedo se Hillary Clinton non soffra di stitichezza

Alle volte mi chiedo se Hillary Clinton non soffra di stitichezza

 

Andrei Martyanov
smoothiex12.blogspot.com

Una volta ogni tanto dovrebbe prenderlo. Dopotutto, il Metamucil è stato studiato sopratutto per le persone in età abbastanza avanzata, quando il rallentamento dei processi digestivi rende difficile andare di corpo. Hillary è in questa categoria di età, dove si trova anche la maggior parte dei consumatori di questo integratore a base di fibre. Con il Metamucil si ingeriscono fibre che aiutano, lo sapete, ad andare. Il punto qui, tuttavia, non è la costipazione cronica o occasionale che tutti abbiamo sperimentato nella nostra vita, ma il fatto che la colpa di questa costipazione possa o meno essere data alla di Russia e a Putin. Il motivo per cui questo problema digestivo è importante, allo stesso modo dell’interferenza russa nelle ultime elezioni presidenziali perse da Hillary Clinton, è che può avere un certo numero di effetti collaterali (perché le interferenze russe, nel mondo di Hillary sono molteplici e, molto probabilmente, le avevano causato una costipazione tale da indurla a collaborare all’eliminazione del pedofilo miglior amico di suo marito, l’appena suicidato sig. Epstein). Se i fenomeni che vanno dalla costipazione alla perdita al gioco in un casinò di Las Vegas possono essere spiegati dall’interferenza russa, allora tutto si può spiegare così. Ricordate l’uragano Katrina e la devastazione che aveva portato? Russi. Ricordate Hitler? Era russo, infatti Putin è Hitler 2.0. Ricordate suo marito Bill, che non aveva resistito alla tentazione di un pompino nello Studio Ovale? Tutto organizzato dai Russi. Forse anche personalmente da Putin. E Hillary, oltre a ad aver inventato questo metodo per rintracciare i colpevoli, lo usa sicuramente in una vasta gamma di occasioni.

Abbiamo appena saputo che:

L’ex segretario di Stato Hillary Clinton ha detto che i Russi stanno tentando di interferire nelle elezioni del 2020 sostenendo la congressista Tulsi Gabbard (D., Hawaii) come candidato indipendente, affermando che [la Gabbard] “è la favorita dei Russi.” Nella sua partecipazione al podcast dell’ex-direttore della campagna elettorale di Obama, David Plouffe, la Clinton ha fatto una serie di affermazioni in merito alle interferenze russe nelle elezioni statunitensi, incluso il fatto che il sostanziale supporto da parte dei social media alla Gabbard sarebbe dovuto all’attività dei troll russi. Gabbard è stato il nome più cliccato in rete dopo il primo e il secondo dibattito del Partito Democratico. “Penso che [i Russi] siano interessati a qualcuno che è attualmente nelle primarie democratiche e che la stiano preparando per diventare un candidato indipendente,” ha detto la Clinton durante il podcast. “È la preferita dei Russi. Hanno un sacco di siti, moltissimi troll ed altri modi, con cui finora l’hanno sostenuta.”

Come vedete, i Russi e Putin sono onnipotenti. Possono letteralmente gestire la politica degli Stati Uniti e minare la democrazia americana a loro piacimento. Ovviamente, Tulsi Gabbard, l’unico candidato democratico con un cervello, sembra proprio il bersaglio ideale dell’interferenza russa. Credo però che Hillary Clinton abbia sottovalutato il potere dell’interferenza russa sulla democrazia americana. Penso che questa influenza sia molto più antica, molto più insidiosa e profonda di quella che i Russi potrebbero esercitare su Tulsi Gabbard alle prossime elezioni, o del controllo russo sull’attuale POTUS. Penso che questo malvagio piano russo vada molto più indietro nel tempo, che risalga addirittura all’ingresso alla Casa Bianca dello stesso marito di Hillary. Era stato allora che i Russi avevano lanciato il loro macabro piano per trasformare l’élite politica statunitense in una congrega di psicopatici affetti da costipazione mentale, patologia per cui nessun Metamucil psichiatrico è stato ancora inventato. Questo, inevitabilmente, ha portato gli Stati Uniti a diventare ingovernabili e incapaci di tener fede agli accordi. La cosa ha causato anche l’attuale implosione di molte istituzioni americane, alcune delle quali erano amate a livello globale, come Hollywood, quando produceva film e non comunicazioni di servizio di seconda categoria come fa oggi, o come la da sempre tanto decancata libertà di parola, che oggi è soppressa dai monopoli di Internet e dagli stessi media statunitensi, troppo impegnati a costruire narrative, invece di cercare le notizie vere. Sulla reale economia americana stenderò un velo pietoso.

A differenza della costipazione tradizionale, che potrebbe consentire ad una persona di godere, prima o poi, di un liberatorio movimento intestinale, quella mentale non può essere trattata con integratori dietetici a base di fibre. Anche un’enorme quantità di frutta e verdura non avrebbe l’effetto desiderato. Per curare il proprio cervello dalla costipazione mentale bisogna lavorare sodo, intellettualmente ma anche emotivamente, cercando di diventare non solo una persona istruita, di ampi orizzonti e dotata di pensiero critico, ma anche un essere umano integro, onesto e autoconsapevole. Ma questo è esattamente ciò che quei dannati Russi hanno negato al Partito Democratico degli Stati Uniti e al suo vertice, in un’operazione che è stata un capolavore di interferenza. Dovete credere ad Hillary, lei sa di cosa sta parlando, dopo tutto è una Clinton. Inoltre, penso che lei stessa sia un’operazione russa e, possibilmente, un agente dormiente della SVR. Pensateci: se i Russi volessero distruggere gli Stati Uniti dall’interno, come potrebbero pensare di attuare il loro piano? Non potrebbero esistere strumenti migliori per questa operazione del Comitato Nazionale Democratico (DNC), dei principali media statunitensi e della decrepita “educazione” umanistica degli Stati Uniti. Hillary è l’incarnazione perfetta di questo sistema, in effetti potrebbe essere il suo manifesto. E lo aveva dimostrato oltre ogni ragionevole dubbio quando, sfuggendo al fuoco nemico, lei, come Segretario di Stato, aveva promosso, insieme al suo POTUS (un mediocre avvocato di Chicago) una politica estera aggressiva e insensata che ha portato oggi gli Stati Uniti ad uno stato di impotenza geopolitica e di ritirata globale, tanto per descrivere in modo educato il crollo della Pax Americana. In effetti, Hillary è uno dei responsabili di questa politica, che, alla fine, ha anche contribuito a mobilitare la Russia. Ha fatto esattamente come volevano i Russi! Oddio!

Quindi, Hillary è un agente russo? Valutiamo la cosa dal modo in cui l’economia russa cresce (in russo) come reazione alla politica estera di Hillary (che è ancora in atto), dal modo in cui le forze armate russe hanno reagito a questa politica riportando a casa la Crimea, giocando un ruolo decisivo nella liberazione della Siria dagli Jihadisti (supportati da Hillary) e ridefinendo la guerra moderna a seguito dell’instancabile attività di Hillary come istigattrice di tutti i tipi di cambiamenti di regime, come questo:

C’è poi da tener conto della reazione generale dei Russi (e anche di molti Americani, in realtà) nel vedere che un candidato alla presidenza degli Stati Uniti non è altro che un sociopatico sadico e squilibrato; per questo motivo, gli Stati Uniti sono oggi in una posizione fortemente compromessa e Hillary ha avuto un ruolo cruciale in questa situazione piuttosto triste per la Beltway. Pertanto, la conclusione è inevitabile: è una risorsa russa, perché nessuna spia o operazione di influenza russa avrebbe potuto arrecare agli Stati Uniti più danni di quanto abbiano mai fatto Hillary e i suoi … gestori russi (occhiolino, occhiolino). Penso che Tulsi Gabbard dovrebbe fare sua questa narrativa, che quelli del DNC sono agenti russi. In effetti, penso che la CIA sia una copertura per il SVR e l’NSA una sottodivisione del GRU. E perchè no? Nel mondo delle persone con costipazione mentale tutto è possibile, ed è possibile quando al posto del cervello si ha un mucchio di merda stagnante. Per tutto il resto c’è il Metamucil.

Andrei Martyanov

Fonte: smoothiex12.blogspot.com
Link: http://smoothiex12.blogspot.com/2019/10/i-wonder-if-hillary-clinton-experiences.html
18.10.2019
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Pubblicato da Markus

Un biologo, appassionato di montagna e di fotografia, che cerca, come può, di combattere contro i mulini a vento.

Lascia un commento