navigazione Tag

Sanzioni

La Cina sanziona Nancy Pelosi: Pechino e Washington sempre piu’ lontane

In risposta alla sua visita a Taiwan, Nancy Pelosi ed i suoi familiari più stretti sono stati sanzionati da Pechino (1) per questa "eclatante provocazione”, visto che considera Taiwan come parte del suo territorio. Le esercitazioni militari e le esercitazioni a fuoco vivo in sei aree marittime intorno all'isola sono iniziate giovedì e continueranno fino a domenica. Inoltre, la Cina ha interrotto parte dei legami diplomatici con gli Stati Uniti (2), come annunciato dal Ministero degli Esteri.…

Mobilitazione generale

Nel lontanissimo 6 Aprile 2022, il Documento di Economia e Finanza “Analisi e tendenze della finanza pubblica” (1), presentato dal presidente del consiglio Mario Draghi insieme al ministro dell’economia e delle finanze Daniele Franco: il quadro economico si è deteriorato, non solo per l‘impennata dei contagi da Covid-19 causata dalla diffusione della variante Omicron, ma anche per l’eccezionale aumento del prezzo del gas naturale, che ha trainato al rialzo le tariffe elettriche e i corsi dei…

Gas inerti e microchip: la Russia limita le esportazioni

Da fine maggio la Russia ha deciso di limitare l'esportazione di gas inerti, tra cui il neon, in risposta alle sanzioni imposte dall'UE ad aprile, che hanno colpito soprattutto il settore delle tecnologie. Il decreto governativo, pubblicato martedì 31 maggio, stabilisce infatti che fino al 31 dicembre 2022 l'esportazione di gas inerti sarà soggetta all'approvazione del governo, sulla base della raccomandazione del Ministero dell'Industria e del Commercio. I gas nobili o inerti, come neon,…

Russia: Cosa c’è nel sesto pacchetto di sanzioni dell’UE?

Il Consiglio dell'Unione Europea ha pubblicato ieri, venerdì 3 giugno, sul suo sito ufficiale, l'elenco delle nuove sanzioni previste all'interno del cd. 6° Pacchetto, accompagnato da una dichiarazione Josep Borrel - Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza. Con il pacchetto di oggi, stiamo aumentando le limitazioni alla capacità del Cremlino di finanziare la guerra imponendo ulteriori sanzioni economiche. Stiamo vietando l'importazione di petrolio russo…

Cina e Russia bloccano le sanzioni ONU alla Corea del Nord

In seguito all'ultimo test missilistico di Pyongyang di questa settimana, avvenuto sulla scia del tour in Asia del Presidente degli Stati Uniti Joe Biden, Washington ha proposto al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite nuove sanzioni contro la Corea del Nord. Ieri, giovedì 26 maggio, però, i 15 membri del Consiglio non sono giunti a un accordo a causa dell'opposizione di Cina e Russia. La votazione ha avuto luogo, come detto, appena un giorno dopo che la Corea del Nord è stata accusata…

L’Italia non ha capito come pagare il gas russo

Dopo settimane di discussioni e approfondimenti sul nuovo pacchetto di sanzioni, con addirittura l'ipotesi di un embargo alle importazioni di petrolio e gas dalla Russia, a quanto pare i Paesi europei non hanno ancora capito se posso pagare il gas come chiesto da Putin oppure no. Nonostante infatti è passato più di un mese dal quando il Cremlino ha posto le nuove condizioni per il pagamento delle forniture di gas, che prevedono per gli "Stati ostili" l'apertura di un conto presso GazpromBank,…

Argentina: Le sanzioni non porteranno alla pace

Le sanzioni non aiuteranno a raggiungere la pace e a favorire il dialogo sul conflitto in Ucraina, ha detto sabato 23 aprile il Ministro degli Esteri argentino Santiago Cafiero all'agenzia di stampa Telam. "Quello che l'Argentina cerca e propone è un ritorno al dialogo", ha affermato il Ministro, giunto a Roma per incontrare il suo omologo italiano, Luigi Di Maio. Cafiero ha anche specificato che Buenos Aires non ha nemmeno un quadro normativo che le permetterebbe di imporre delle sanzioni…

Dopo 30 anni, una nuova miniera di carbone nel Regno Unito

Secondo quanto afferma un rapporto del Daily Telegraph di sabato 23 aprile, il governo britannico sta valutando la fattibilità di aprire una nuova miniera di carbone per ridurre la dipendenza dall'energia russa. Secondo le fonti riportate dal quotidiano, Michael Gove, Segretario di Stato per le comunità e i governi locali del Regno Unito, sarebbe incline ad approvare la costruzione di una nuova miniera di carbone nella città di Whitehaven, Cumbria, nel nord-ovest dell'Inghilterra. Il progetto…

Anche Zuckerberg nella lista nera di Mosca

In risposta alle sanzioni statunitensi contro i funzionari del governo russo e i loro familiari, Mosca ha sanzionato 29 cittadini statunitensi, vietando loro di entrare in Russia a tempo indeterminato. Nella lista, il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg e il vicepresidente Kamala Harris. I "dirigenti, uomini d'affari, esperti e giornalisti che danno forma all'agenda russofoba, così come i coniugi di un certo numero di alti funzionari" sono stati banditi dal territorio russo in risposta alle…

La Polonia vieta il carbone russo

Attraverso la Cancelleria di Stato, il Presidente polacco Andrzej Duda ha dichiarato questa mattina, venerdì 15 aprile, di aver firmato un disegno di legge che consente il congelamento dei beni delle entità commerciali che sostengono la Russia. Il documento, inoltre, prevede il divieto di importazione di carbone russo, nonchè il semplice transito attraverso il Paese del carbone proveniente da Russia e Bielorussia. Nonostante il documento affermi che "la legge sulle misure speciali" è stata…

L’india aumenta le importazioni di carbone dalla Russia

Settimane dopo l'acquisto del greggio russo scontato, l'India si prepara a un forte aumento degli acquisti di carbone dal paese, nonostante le pressioni Occidentali chiedano il contrario. La sesta economia mondiale sta infatti spingendo fortemente sulla sicurezza energetica in questo momento di riassetto degli equilibri geopolitici, conscia della dipendenza strategica dalle importazioni russe. Come riportato nell'articolo della CNBC, le importazioni di carbone sono aumentate già nel mese di…

L’UE mette in guardia i membri sui pagamenti del gas russo

Come riferito da una fonte anonima a Bloomberg, la Commissione Europea ha comunicato agli Stati membri che ritiene che un nuovo schema, che la Russia vuole che gli acquirenti stranieri usino per pagare il gas naturale, violerebbe le sanzioni del blocco. Mosca infatti vuole che tutti i pagamenti passino attraverso una banca e siano convertiti in rubli. In particolare la Russia ha ordinato agli acquirenti del suo carburante che operano in "nazioni ostili" di aprire due conti nella Gazprombank…

Saldi esteri da brivido

Di Guido Salerno Aletta (Editorialista dell'Agenzia Teleborsa), teleborsa.it Bisogna essere chiari su un punto: le Banche centrali non hanno poteri di intervento nell'attuale contesto di inflazione dei prezzi dell'energia e delle materie prime, tutti prodotti che l'Italia importa sia per i propri consumi interni sia per la sua caratteristica di economia di trasformazione che rivende all'estero con valore aggiunto quanto ha acquista dall'estero. A maggior ragione vale la questione della…

Le sanzioni spingono gli Stati BRICS verso legami più stretti

Mentre le sanzioni alla Russia stanno affossando le economie europee, soprattutto quelle dei Paesi più fragili, già da due anni in grande difficoltà, c'è chi "dall'altro lato della barricata" guarda il bicchiere mezzo pieno e trova nelle difficoltà delle opportunità. Come affermato infatti sabato 9 aprile, dal Ministro delle Finanze russo Anton Siluanov, durante la prima riunione dei Ministri delle Finanze e dei Governatori delle Banche Centrali dei paesi BRICS, le sanzioni occidentali legate…

L’Ungheria è pronta a pagare il gas russo in rubli

Ieri, mercoledì 6 aprile, il riconfermato Primo Ministro ungherese Viktor Orban ha annunciato durante una conferenza stampa che l'Ungheria è pronta a pagare in rubli il gas russo, rompendo così con i diktat europei che invece vanno verso la direzione di un braccio di ferro con la Russia. Già in precedenza il Ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto aveva affermato che le autorità dell'UE "non hanno alcun ruolo" da svolgere nel suo accordo di fornitura di gas con la Russia, che si basa…

Varsavia accusa Berlino di essere troppo vicino a Mosca

In un' intervista pubblicata oggi sul quotidiano tedesco Welt, il vice capo del governo polacco Jaroslaw Kaczynski ha criticato fortemente le posizioni di Berlino rispetto alle politiche russe, arrivando addirittura a imputare alla coalizione semaforo di governo una sudditanza nei confronti di Mosca. "La Germania, come la Francia, ha un forte pregiudizio a favore di Mosca. Nel corso degli anni, il governo tedesco non ha voluto vedere ciò che la Russia stava facendo sotto la guida del…

I consigli dell’Iran alla Russia per superare le sanzioni

Ci sono Stati che da anni fronteggiano il bullismo occidentale, rispondendo colpo su colpo alle sanzioni e garantendo la sopravvivenza, tra alti e bassi, del proprio popolo. Tra questi rientra sicuramente l'Iran, da più di 40 anni soggetto alle restrizioni economiche a causa della sua ferrea volontà di non sottomettersi al potere globalizzante americano. Saper sopravvivere nonostante le avversità è un'arte e adesso anche alla Russia tocca impararla. Per questo motivo, come riporta RIA…

UK: nuove sanzioni contro i media “pro Putin”

Con una nota pubblicata sul sito ufficiale del governo britannico, la Ministra degli Esteri Liz Truss ha annunciato 14 nuove sanzioni contro i propagandisti e i media statali della Russia. L'accusa mossa dal governo inglese infatti è quella di diffondere bugie e inganni sull'invasione dell'Ucraina da parte di Putin. Prese di mira quindi le organizzazioni di media statali, in particolare la TV-Novosti, finanziata dal Cremlino, che possiede RT (ex Russia Today) e Rossiya Segodnya che controlla…

Russia fuori dal G20? La Cina dice No!

Questa mattina, durante una conferenza stampa, il portavoce del Ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha dichiarato la ferma opposizione del governo cinese ad espellere la Russia dal G20, che si terrà in Indonesia alla fine del 2022. Da quando ha invaso l'Ucraina, non è la prima volta che l'ipotesi di escludere la Russia viene valutata dai governi occidentali. D'altronde ci hanno dimostrato che stanno mettendo in campo tutte le strategie possibili, anche le più infide e contrarie alla…

Punizioni per chi non sanziona la Russia

L'omologazione è una delle caratteristiche principali dell'occidente neoliberista, soprattutto quando si tratta dell'individuazione di un nemico che tutti devono riconoscere e affrontare. Dopo due anni di informazione mainstream a senso unico riguardo il Sars-CoV-2, adesso è il momento che tutti si schierino univocamente contro Putin e la Russia. Ecco allora spuntare tanti nuovi kapò che controllano in modo certosino tutti coloro che provano a mantenere un po' di spirito critico. Lo stiamo…