Browsing Tag

Curdi

Trump e il suo ‘riposizionamento’ delle truppe: abbiate almeno il coraggio di chiamarla ‘ritirata’

Robert Fisk independent.co.uk Pochi riescono dimenticare le parole di una collaboratrice laburista di Tony Blair, poche ore dopo la distruzione del World Trade Center l'11 settembre. "Oggi è il giorno buono per liberarci di tutto ciò che vogliamo seppellire", aveva scritto Jo Moore. Donald Trump, ovviamente, la pensa allo stesso modo. Mentre la pandemia di coronavirus imperversa in lungo e in largo per l'America, ha ordinato alle truppe statunitensi di abbandonare tre importanti basi…

La fine del Califfo: ‘E’ morto come un cane’

Pepe Escobar asiatimes.com "È morto come un cane." Il presidente Trump non avrebbe potuto scrivere una battuta migliore, mentre si preparava per annunciare di persona la notizia, proprio come Obama con bin Laden, di fronte al mondo intero. Abu Bakr al-Baghdadi, il falso Califfo, il leader dell'ISIS/Daesh, l'uomo più ricercato del pianeta, è stato "assicurato alla giustizia" durante il mandato di Trump. Il califfo defunto come un cane è ora diventato l'ultimo, vittorioso trofeo della sua…

Le truppe americane continuano a rimanere in Siria per ‘tenersi il petrolio’ e per questo hanno già ucciso centinaia di persone

Ben Norton thegrayzone.com Centinaia di soldati americani rimangono in Siria per occupare le sue riserve di petrolio e privare il governo siriano dalle entrate necessarie per la ricostruzione. Trump lo ha ammesso apertamente: "Vogliamo tenerci il petrolio." Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha rassicurato i suoi sostenitori che sta "riportando a casa i soldati" dalla "infinita" guerra in Siria. Ma non è esattamente così. Anche se Trump ha ordinato un ritiro…

Cos’è la verità? La questione curda

DI ANONIMO comedonchisciotte.org Riceviamo e volentieri pubblichiamo Premessa doverosa: non sono un articolista, né un giornalista. Ma un semplice scrittore, forse più addentrato di altri, su tale attualità. Non fosse altro solo per il fatto che vivo la Turchia da 20 anni, frequento i turchi, i curdi e quindi assorbo le notizie, ma anche l’humus, le sensazioni, decodificando interazioni personali, e quindi filtrando ciò che i media vogliono farci sapere e cosa non sapere, per veicolare…

L’arte del tradimento

Dmitry Orlov cluborlov.blogspot.com La recente vicenda dei Curdi siriani ha dimostrato che gli Stati Uniti sono in grado tradire assolutamente chiunque, indipendentemente da rapporti personali o da promesse e garanzie ufficiali. Non c’è nulla di personale, sapete, solo business ... Ad esempio, che cosa hanno in comune gli Ucraini con i Curdi siriani? A prima vista, le persone, la geografia e la storia sono completamente differenti. Ma poi, che dire dei tweet spaventati dell'ex…

Turchi e Curdi: un cauto ottimismo

Israel Shamir unz.com (Aggiornamento al fondo) Tra le solite urla isteriche di "imminente genocidio" e "brutale tradimento," la da tempo attesa operazione turca nella Siria nord-orientale sta procedendo e le truppe turche, accompagnate dai ribelli siriani loro alleati, avanzano rapidamente nell'ex zona di occupazione degli Stati Uniti ad est del fiume Eufrate, respingendo le milizie nazionaliste curde lontano dal confine. I soldati americani si erano ritirati dalla zona su…

Certo, Trump sta ‘tradendo i Curdi,’ ma dov’è la novità?

Dave Lindorff counterpunch.org Il leader della maggioranza al Senato, Mitch McConnell, sta attaccando il presidente Trump per la sua volontà di ritirare le truppe statunitensi dalla Siria, dove sono impegnate da almeno cinque anni in una guerra illegale e sanguinosa contro il governo siriano e il suo esercito (senza contare i tre anni precedenti, in cui gli Stati Uniti avevano fornito armi e addestramento ai ribelli siriani, compresi i gruppi associati ad Al Qaeda). McConnell ed…

La versione di Erdogan

DI MASSIMO BORDIN micidial.it Ci sono approfondimenti talmente contrari al comune sentire che scontentano tutti: destra, sinistra, moderati, massimalisti, patrioti, nazionalisti, sovranisti ed iperliberisti. Ebbene, l’approfondimento che segue appartiene proprio alla categoria degli “inaccettabili”. Tuttavia, come diceva Franz Kafka, bisogna anche sforzarsi di leggere testi che sono un pugno nello stomaco. Se vi siete abituati a leggere solo le informazioni che vengono dai media…

La trappola

DI ANTONIO DE MARTINI facebook.com Erdogan è in trappola. Sotto il manto di una vittoria diplomatica di cela un cavallo di Troia. La Turchia mira da quando è iniziata la guerra di Siria, ad impossessarsi della riva sinistra dell’Eufrate fino a Mossul: una striscia di 500km larga una trentina, in cui sistemare i circa due milioni di profughi siriani che hanno invaso il territorio turco. Gli americani volevano che le truppe turche attaccassero l’esercito siriano e liquidassero Assad.…

Non date retta alla propaganda, l’Isis non è ancora stato sconfitto – Ecco perchè

ROBERT FISK independent.co.uk Dopo tutti i titoli sulla presunta sconfitta dell'Isis, chiunque non ne creda anche una sola parola potrebbe fare la figura del guastafeste. Ma, ogni volta che leggo che si è cantato vittoria, che si tratti della "missione compiuta" di Bush o delle fantasie sull’"ultima roccaforte dell'Isis in procinto di cadere," io tiro un bel respiro. Perché, e potete tranquillamente scommetterci, non è vero. Non solo perché i combattimenti attorno a Baghouz, di…

Lorenzo Orsetti e Luca Casarini: due eroi del tempo non nostro

DI FULVIO GRIMALDI Mondocane Di Lorenzo Orsetti, in qualche misura, mi sento compagno per avere anch’io, quasi cinquant’anni fa, combattuto insieme a un popolo in armi. L’analogia, però, è del tutto fuorviante. Lui, con chi fa a pezzi un paese, io, con chi il suo paese se l’era visto fare a pezzi. Lorenzo viene glorificato da media e politica, mentre io dovetti, e dovrei tuttora, guardarmi dalle rappresaglie dei nemici di allora (qui niente prescrizione) e dagli anatemi di chi insiste a…

Trump si ritira dalla Siria nel disperato tentativo di salvare la presidenza, causando un terremoto geopolitico

FEDERICO PIERACCINI strategic-culture.org Il 19 dicembre, Donald Trump aveva annunciato in un messaggio su Twitter: "I nostri ragazzi, le nostre giovani donne, i nostri uomini, stanno tornando tutti e stanno tornando adesso. Abbiamo vinto."  Poco dopo, la portavoce del Pentagono, Dana White, aveva dichiarato: "Abbiamo avviato il processo di rimpatrio dalla Siria delle truppe statunitensi e passiamo alla fase successiva della campagna." Le ragioni della mossa di Donald Trump sono…

SALOMON ON THE POTOMAC. IL PERICOLO SI AVVICINA

DI ANTONIO DE MARTINI italiaeilmondo.com Gli USA in Siria erano alleati coi turchi ( NATO) contro il governo siriano; coi curdi contro il daesch e con gli insorti siriani contro Assad. Problema: i turchi sparavano ai curdi ; i curdi del PKK ai curdi YPG ( Peshmerga) e ai turchi; gli USA contro il daesch che però rifornivano e i siriani sparavano a tutti tranne che agli iraniani che sparavano a chiunque, ma venivano bombardati dagli israeliani. La Turchia la scorsa settimana ha…

L’Occidente odia la pace in Siria: dalla de-escalation a sfiorare la Terza Guerra Mondiale in appena due ore

FEDERICO PIERACCINI strategic-culture.org Il 17 settembre, a Sochi c’è stato un importante incontro fra Erdogan e Putin, che ha avuto come argomento la Siria, in modo particolare Idlib. Dopo poche ore dal raggiungimento di un accordo fra i due leaders, si è verificato un attacco franco-israeliano nella zona costiera siriana di Latakia, che ha causato la perdita di un IL-20 dell’aviazione russa e ha portato il mondo sull’orlo di una guerra termonucleare. L’accordo fra Erdogan e Putin…

Siria – Gli USA svelano il loro “Piano Mutande” per un’occupazione a tempo indefinito

MOON OF ALABAMA moonofalabama.org Oggi gli Stati Uniti hanno ufficialmente reso pubblica la loro nuova politica sulla guerra in Siria. E’ in pratica l’equivalente del piano commerciale in tre punti (video) degli Gnomi delle Mutande. Il nuovo piano americano consiste in: 1) Mantenere a tempo indefinito l’occupazione del nord-est della Siria. 2) ??? 3) L’Iran abbandona la Siria e il regime di Damasco crolla. Il Presidente Trump, che solo cinque mesi fa aveva detto di voler…

Armageddon ad Idlib

GORDON DUFF journal-neo.org In Siria sta per avvenire uno scontro fra Stati Uniti e Russia. Le nostre fonti all’interno della Siria ci dicono che la Russia aveva iniziato a potenziare le capacità belliche dell’esercito siriano, in previsione della riconquista della provincia di Idlib, fin dal giugno 2018. Insieme ai nuovi carri T90 e ai lanciarazzi multipli sono presenti anche i sistemi di difesa antiaerea, con i relativi apparati per le contromisure elettroniche. La Russia sta…

I Curdi hanno perso la possibilità di decidere il proprio destino: solo Damasco può salvarli

DI ELIJAH MAGNIER ejmagnier.com La decisione di Donald Trump di ritirarsi dalla Siria “molto presto” e di consegnare la città di Manbij alla Turchia è stata un vero shock per i Curdi siriani che si trovano nella zona nord del paese. Questi Curdi che, giorno dopo giorno fanno da scudo per le forze americane, erano stati deliberatamente manipolati dal governo degli Stati Uniti affinché coprissero e proteggessero le sue forze di occupazione nel nord-est del Levante. Trump sembra sia pronto a…

Gaza, Siria, curdi, media e Gino Bartali

DI FULVIO GRIMALDI fulviogrimaldi.blogspot.it Sincronismi e sintonie L’angolazione a cui dovrebbe interessare particolarmente guardare non è solo la natura delle azioni condotte dalle potenze uccidentali, dai loro protagonisti e dai gruppi di potere che li sostengono. Non è neanche in prima istanza il giudizio da dare sulla classe politica italiana, sulle forze economiche che ne determinano il comportamento e sui media che ne sostengono la linea. E’ la sostanziale omologazione che…

Assad, Hersh e Sherlock Holmes

DI URI AVENRY dedensa.org Uri Avnery è un giornalista, un autore e un ex-membro della Knesset. Ed è anche, specie molto rara, un attivista pacifista che si oppone costantemente alla sistematica politica massimalista del Governo israeliano; non è certo, parlando con rispetto, un amico del primo ministro Netanyahu. Non è neanche un amico del siriano Assad che considera un dittatore. Gli riconosce tuttavia, in quel tornado che è il sanguinoso disordine della Siria e dei suoi dintorni, un…