Home / Anti-Empire Report / L’America si ritrova incastrasta con un caccia invisibile da 400 miliardi di dollari che non è in grado di combattere

L’America si ritrova incastrasta con un caccia invisibile da 400 miliardi di dollari che non è in grado di combattere

DAVID AXE
thedailybeast.com

Questi velivoli hanno diversi difetti, precedentemente non dichiarati, “di categoria 1,” termine che, in gergo tecnico militare, indica l’esistenza problemi che possono impedire ad un pilota di portare a termine la propria missione.

Ecco una cosa che il pubblico non conosceva fino ad oggi: se uno dei nuovi caccia stealth F-35 americani dovesse impegnarsi in un elevato angolo di cabrata per evitare un attacco nemico, a causa di alcuni difetti di progettazione, l’aereo potrebbe improvvisamente andare fuori controllo e precipitare.

Inoltre, alcune versioni dell’F-35 non possono accelerare a velocità supersonica senza fondere i propri piani di coda o danneggiare il costoso rivestimento che contribuisce a fornire ai velivoli la capacità di sfuggire ai radar.

Il programma Joint Strike Fighter da 400 miliardi di dollari del Pentagono, uno dei più grandi e costosi programmi di armamento della storia, è sotto accusa da oltre un decennio per ritardi, costi alle stelle, problemi di progettazione e inconvenienti tecnici.

Ma le notizie sorprendenti di mercoledi scorso, riportate dalla pubblicazione commerciale Defense News, rivelano difetti che in precedenza erano noti solo al costruttore Lockheed Martin, ai militari e agli acquirenti stranieri dell’aereo.

I problemi appena emersi sottolineano la potenziale fragilità della potenza aerea americana, dal momento che i vari servizi della difesa sono impegnati sostituire un numero sempre maggiore degli aerei da combattimento più datati con ben 2.300 F-35, sperando in questo modo di essere in grado di affrontare le sempre più letali forze aeree cinesi e russe.

Questi problemi potrebbero anche aiutare a spiegare il perché il Segretario alla Difesa Patrick Shanahan avrebbe descritto il programma F-35 definendolofottuto.”

Defense News ha ottenuto documenti militari che descrivono in dettaglio una vasta gamma di problemi seri che interessano due delle tre versioni dell’F-35. L’F-35A dell’Air Force sembra essere esente da questi ultimi difetti, ma l’F-35B ad atterraggio verticale del Corpo dei Marines e l’F-35C abilitato alle portaerei della Marina sono entrambi afflitti da quelli che i militari definiscono carenze di “categoria 1.” (Nel gergo militare, un difetto di categoria 1 potrebbe impedire al pilota di portare a termine la propria missione).

I responsabili del programma F-35 e l’ufficio del Segretario della Difesa non hanno risposto alle richieste di commenti.

Un problema, secondo la documentazione militare in possesso di Defense News, era emerso durante i voli di prova nel 2011. Nei test del 2011, un F-35B e un F-35C erano stati fatti volare a Mach 1.3 e Mach 1.4. Un’ispezione post-volo nel novembre 2011 aveva rivelato che l’F-35B aveva riportato “bolle e abrasioni” sul rivestimento stealth.

Ulteriori test supersonici nel dicembre 2011 avevano rivelato danni strutturali su un F-35C, derivanti dalle altissime temperature generate dall’unico motore Pratt & Whitney dell’aereo, uno dei motori per caccia più potenti mai realizzati.

Per evitare danni del genere, l’esercito ha ordinato ai piloti dell’F-35B e dell’F-35C di non volare a velocità supersonica per più di un minuto alla volta.

Ma ciò potrebbe rendere impossibile ai piloti raggiungere, o evitare, aerei da combattimento russi e cinesi che possono volare senza restrizioni oltre la velocità del suono. “E’ impossibile, con simili limitazioni, per la Marina o il Corpo dei Marines utilizzare l’F-35 contro una pari minaccia,” ha asserito Defense News, riportando le conclusioni dei documenti in suo possesso.

I risultati dei test ottenuti da Defense News hanno rivelato anche una seconda carenza di categoria 1, poco nota in precedenza, nei tipi F-35B e F-35C. Se, durante una cabrata ripida, l’angolo d’attacco (l’angolo fra il piano alare e il flusso dell’aria) del caccia supera i 20 gradi il velivolo potrebbe diventare instabile e potenzialmente incontrollabile.

Per prevenire un possibile incidente, i piloti dovrebbero evitare cabrate ad alto angolo d’attacco ed altre difficili manovre. “I piloti degli F-35 hanno concordato che, in tali circostanze, è molto difficile ottenere le massime prestazioni dal velivolo,” ha riferito Defence News, citando i documenti in suo possesso.

Le implicazioni sono agghiaccianti. In un combattimento ravvicinato con un jet russo o cinese che può superare un angolo di attacco di 20 gradi, il pilota di un F-35 potrebbe trovarsi in serio svantaggio.

La rivelazione dei due difetti di prestazioni arriva in un momento critico per il programma F-35, vecchio ormai di 18 anni.

I funzionari del Pentagono hanno in progetto di terminare la fase di collaudo e sviluppo dell’F-35 verso la fine del 2019 e dare subito dopo il via libera alla produzione di massa dell’aereo.

Il caccia stealth gode di un forte sostegno da parte del Congresso, dovuto in parte alle migliaia di posti di lavoro sostenuti dal programma JSF, anche se al costo di circa 10 miliardi di dollari l’anno per i contribuenti americani. In previsione al via libera per la produzione di massa, il Pentagono e la Lockheed hanno raggiunto, agli inizi di giugno, un accordo informale su un contratto da 34 miliardi di dollari per 470 F-35.

L’Air Force ha dichiarato a The Daily Beast di essere fiduciosa riguardo alla sua versione dell’F-35. “I piani di dispiego e schieramento dell’F-35 non sono cambiati,” ha dichiarato il Comando del Combattimento Aereo dell’Aeronautica. “L’F-35 gioca un ruolo essenziale per il predominio americano nel combattimento aereo e siamo molto fiduciosi nelle sue capacità e prestazioni.

I militari e la Lockheed hanno identificato alcune possibili soluzioni ai problemi rivelati da Defence News. Un nuovo rivestimento potrebbe minimizzare il danno da calore. Un miglior software di controllo del volo potrebbe ridurre il rischio di un incidente durante le manovre difficili. “Ci aspettiamo che questo problema venga risolto o minimizzato,” ha detto Greg Ulmer, vicepresidente della Lockheed, riferendosi al rischio di incidenti.

Ma se il programma non applica le correzioni prima dell’avvio della produzione di massa dell’F-35, è possibile che questi difetti vengano replicati pari-pari su decine o addiritturaa centinaia di F-35. Ripristinare in un secondo tempo i jet carenti potrebbe costare miliardi di dollari.

In larga misura, il danno è ormai fatto. A causa della controversa decisione del Pentagono di produrre gli F-35 mentre erano ancora in fase di valutazione, Lockheed ha già consegnato circa 400 F-35 di prima serie all’Aviazione degli Stati Uniti, alla Marina, al corpo dei Marines e agli alleati statunitensi, come il Regno Unito e Israele.

L’Air Force, i Marines e Israele hanno già schierato i loro F-35 in combattimento contro gruppi di militanti armati di armi leggere.

Più di 100 di quei primi F-35 sono modelli B, che non possono volare in sicurezza oltre il muro del suono o cabrare troppo bruscamente. Avranno bisogno di essere sistemati. Non sarà a buon prezzo. I militari stanno già spendendo miliardi di dollari per modificare gli F-35 più vecchi. Il conto potrebbe diventare ulteriormente più salato, per rimediare ai difetti rivelati da Defence News.

Gli aggiornamenti richiederanno  tempo. “I vari servizi dovranno aspettare cinque anni o più per ottenere un velivolo perfettamente funzionante, se mai lo otterranno,” ha dichiarato a The Daily Beast Dan Grazier, analista del Project on Government Oversight [POGO] a Washington, DC.

Nel frattempo, i servizi della difesa possiedono decine di F-35 che non possono essere schierati in sicurezza in un combattimento ad alta tecnologia, secondo Grazier. “Il programma non è sicuramente pronto per il servizio attivo.”

David Axe

Fonte: thedailybeast.com
Link: https://www.thedailybeast.com/america-is-stuck-with-a-dollar400-billion-stealth-fighter-that-cant-fight?source=twitter&via=desktop
13.06.2019
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Pubblicato da Markus

Un biologo, appassionato di montagna e di fotografia, che cerca, come può, di combattere contro i mulini a vento.

20 Commenti

  1. L’F35 non è un aereo da combattimento, è un programma pensionistico…

  2. l’ f35 un progetto troppo complicato e troppo ambizioso, (deve sostituire f16,f18,f15,a10), e questi sono i risultati , il problema grande per gli americani è che se questo aereo risulterà mediocre, non hanno nessuna alternativa in campo

  3. Vincenzo Siesto da Pomigliano

    Ah! Ecco perché li vogliono “appioppare” a noi….

  4. Quanti soldi e energie sprecate per dei pezzi di ferro,se pur volanti…
    Spero che un giorno finiscano tutti abbrustoliti questi deficienti volanti..
    Impegnati sempre a fare il male, con le loro bombe e le loro schifezze che ci spruzzano sulla testa, come deiezioni mortifere,mentre i poveracci sotto muoiono di fame, o quasi.
    All’Inferno.

    • I poveracci che sotto muoiono di fame, sono gli stessi, almeno fra noi, che si disinteressano di tutto, che se gli parli di geopolitica ti mandano a quel paese. Gli stessi che qui si deplora che “non si muovono”. E allora delle due l’una: o continuano a dormire pensando solo ai fatti loro, o poi non si lamentino se altri si danno da fare nel bene e nel male.

  5. L’F35, nasce come sostituto del solo F-16 ,( come l’ F-22 lo sarebbe dell’ F-15 ,che però resta ancora in servizio) . Ma l’occasione era ghiotta , e quindi si è pensato ad un aereo multiruolo, con i risultati disastrosi di oggi. L’unico aereo americano, riuscito ,nel multiruolo, risale agli anni 60. Era il McDonnell Douglas F-4 Phantom II

    • F4 era un aereo bello imponente.
      Tanti anni fa, quando se ne vedeva qualcuno vicino alle basi americane in italia, i piloti italiani avevano F 104 e Fiat G 91.
      Me li ricordo perchè li vedevo spesso.
      Gli F4 erano impressionanti.

  6. Li possono impiegare ad Hollywood, visto che nella tecnologia della finzione sono insuperabili.

  7. Un perfetto ” caccia invisibile” infatti non decolla e se decollasse verrebbe giù!! F104 remake??????? Altra fabbrica di vedove!!! Repellente e ripugnante! Peccato, però, che non ci sia più il ronzino renzi!!! Li avrebbe acquistati tutti lui a nostre spese e, subito dopo, terribili sanzioni da parte della mafia decomposta detta e nota alle cronache nere come CE a causa di ”debito pubblico” incrementato!!!!

  8. Sono anni e anni che si sanno queste cose.

  9. F35 rispecchia l’occidente …….non funziona

  10. Quando metti responsabili marketing al posto di ingegneri al comando delle aziende cosa altro puoi aspettarti?

  11. Evito considerazioni tecniche per le quali non sono all’altezza. Veniamo all’Italia.
    É evidente che, essendo noi un protettorato USA, gli F35 dobbiamo sorbirceli. Che siano utili o meno.
    Spero che si riesca, almeno, a ridurne il numero ed il danno conseguente.

    Sfortunatamente, questo governo, ha bisogno dell’aiuto USA in funzione anti-tedesca;
    quindi, temo sicuramente, il programma F35 non si potrá sospendere.
    Pagare il mafioso per ottenere protezione contro il bulletto.

    Resta una opzione, giá citata da altri, su CDC.
    Smettere di pagare “questo” mafioso ed affidarsi a quello di un’altra banda; che parrebbe prevalere.
    Sarebbe pericoloso, duro, difficile eccetera; mi chiedo: potrebbe essere utile/conveniente?

  12. Soldi per fare le guerre ce ne sono sempre,ma gli ameriCANI e i loro compagni di merende,di questo passo,si autodistruggeranno da soli.

  13. E se …….. Gli F35 fossero carenti di progettazione rispetto agli aerei Russi o Cinesi a causa di un abbassamento del livello dell’intelligenza da parte dei progettisti occidentali ???
    (idiocrazia in occidente ormai e palese a livello diplomatico)

  14. siete una massa di INGENUI che abbocca a tutto ciò che dicono le lingue biforcute alias yankee. Se fosse veramente un bidone, tutto sarebbe censurato, altrimenti non potrebbero venderlo. I “difetti” che vengono sputtanati sono abile disinformazione in modo che eventuali nemici ne sottovalutino le capacità operative.

  15. Il programma F35 è sicuramente un errore di portata storica, ma al solito lo si critica su aspetti secondari, e con risibili considerazioni pseudotecniche.
    1) Tutti gli aerei hanno limitazioni nel volo supersonico, che è sempre limitato nel tempo come opzione, anche per aerei che nascono per velocità elevatissime
    2) L’F35B imbarcato per l’Italia è un aereo che ha potenzialità di due ordini almeno di grandezza superiori ad ogni altro aereo che potremmo impiegare, anche utilizzato a metà delle sue opzioni rimane sempre un assetto ineguagliabile, come moltiplicatore di potenza, è un aereo che forse serve piu a noi che ai marines, anche in piccolo numero, non si puo paragonare ad aerei imbarcati senza radar o con radaruzzi da uav di fascia bassa.
    3) Le potenzialità elettroniche di un F35 lo rendono capace di integrare i sistemi a terra ed in mare in una rete di consapevolezza di ampia gittata, cosa che oggi su puo ottenere solo utilizzando almeno 4 o 5 aerei divesi per garantire gli stessi risultati operativi, quando si parla di costi …
    Detto questo l’errore strategico storico è duplice
    A) Aver puntato in modo autistico sulla potenzialità di evadere i radar e
    B) Aver deciso che un solo modello poteva adattarsi ai vari ruoli,
    sono due pilastri sballati, nel primo caso le tecnologie di rilevazione sono in continuo fermento, cosi come l’abbattimento delle barriere tecnologiche, pertanto poichè l’aereo si muove comunque in un ambito fisico ci sarà sempre modo di rilevarlo, e quindi l’enfasi sulla scarsa visibilità ed i costi ed i sacrifici che comporta sul piano tecnico verranno erosi rapidamente.
    La decisione di utilizzare un solo modello di base per compiti cosi diversi costringe a degli aggiustamenti hardware e sofware molto piu costosi e pericolosi che avere piu modelli in linea.
    Tornando a noi, è ovvio che all’Italia servisse solo il modello F35B, in quanto con l’eurofighter abbiamo una piattaforma in grado di svolgere il ruolo di difesa aerea egregiamente, specie portando il motore a stadi piu avanzati (spinta vettoriale in primis), ma il programma F35 non è una acquisizione, come sappiamo, è un pegno e pertanto sarebbe opportuno, invece che ridurne il numero ed aumentare il costo, paradossalmente è meglio comprarne in numero adeguato e sviluppare la base di Cameri adeguatamente come hub principale in europa e medio oriente per l’aereo, almeno sfruttiamo l’investimento in termini occupazionali e di ricaduta tecnologica. Ci sarebbe molto altro da dire ma rimandiamo alle prossime.

  16. Un ciaffo da buttare nella spazzatura e lo sapevano da ben 10 anni, la diffida è il minimo.

  17. sicuramente e’ un aereo costruito in “tempi di pace” per questo se la sono presa comoda su certi difetti noti da anni. se avessero bisogno a livello software qui in italia potremmo largamente aiutarli a trovare i problemi e risolverli. la maggior parte degli aeromobili necessita continui aggiustamenti elettronici per cabrare ecc. anche per i problemi al rivestimento si può dire lo stesso ed aggiungere che comunque è un aereo velocissimo e in grado di annichilire grazie alle armi di bordo quasi ogni target da distanze mai viste prima.
    L idea del multipiattaforma non è stata brillante e forse in passato questo errore veniva evitato con maggiore lungimiranza, ma con il senno di poi ogni errore è lampante.
    resta un macchina che ispirerà anche le prossime generazioni di aerei e quindi se il progetto è un totale fallimento è tutto da vedere. Certo che l industria americana si regge su cifre enormi e quindi una volta avuto l appalto hanno spremuto tutto il possibile in termini di aggiornamenti e modifiche. Sinceramente a me piace e incuriosisce seguirne la storia travagliata. e poi questo c è e bisogna farlo funzionare.