Dove butti le lenti a contatto?

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale Telegram.

Non sono poche le persone che abitualmente gettano le lenti a contatto usate nel lavandino o nel WC. Un gesto ripetuto quotidianamente che impatta sull’ambiente e di conseguenza sulla salute di tutti.

Uno studio presentato qualche tempo fa durante il convegno annuale dell’American Chemical Society (una delle più importanti associazioni di ricerca in ambito chimico al mondo) ha dimostrato, infatti, che le lenti si degradano molto difficilmente. Una volta negli scarichi, vengono scomposte da parte dei microrganismi presenti negli impianti e trasformate in frammenti di microplastica che non vengono trattenuti dagli impianti di trattamento delle acque reflue terminando la loro corsa in fiumi, laghi, mari e oceani. Qui funzionano da spugne assorbendo altri inquinanti e successivamente, venendo ingerite dai pesci, rientrano nella catena alimentare.

Considerato che sono milioni al mondo le persone che utilizzano le lenti a contatto (solo in Italia sono circa 4 milioni), è facile capire come la questione del CORRETTO SMALTIMENTO sia delicata e urgente. Non solo delle lenti, ma anche della confezione e degli accessori collegati al loro uso.

Ecco come procedere: la confezione esterna è in genere di cartoncino (quindi va nella raccolta differenziata della carta); il blister è costituito da una parte inferiore di plastica (che va gettata nel bidone apposito del riciclo) mentre il film che lo ricopre è di solito fatto di alluminio (alcuni comuni lo smaltiscono insieme al vetro, altri invece insieme alla plastica, sarà quindi necessario rifarsi al regolamento della città in cui ti trovi); il liquido può essere versato nel lavandino senza alcun problema; infine le lenti a contatto vere e proprie si buttano nel bidone per i rifiuti indifferenziati.

Piccole accortezze che in realtà non costano tempo e nemmeno fatica, ma che possono fare la differenza.

P.S.
Il tema delle microplastiche è oggi più che mai importante e non rinviabile. È stato già toccato anche in precedenti post:

https://comedonchisciotte.org/cosa-ha-mangiato-il-pesce-che-mangi/

https://comedonchisciotte.org/sorsate-di-plastica-occhio-ai-filtri-di-the-e-tisane/

https://comedonchisciotte.org/trovate-microplastiche-nel-sangue-umano-lallarmante-studio-che-lo-prova/

https://comedonchisciotte.org/mascherine-crescono-le-preoccupazioni-per-la-salute/

__

VB

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x