Categoria

Francia

IL DECLINO DELL’IMPERIALISMO FRANCESE E LA FINE DEL FRANCO CFA

Di Domenico Moro per ComeDonChisciotte.org  Recentemente Macron, il presidente francese, ha dichiarato “Non escludo l’invio delle truppe in Ucraina, la Russia non può e non deve vincere”. Si tratta di una affermazione molto grave che, se messa in pratica, porterebbe all’allargamento della guerra in Europa. Per questa ragione, gli altri Paesi della Ue, a partire dalla Germania e dall’Italia, si sono affrettati a escludere l’intervento di truppe europee nel conflitto tra Ucraina e Russia.…

La nuova “legge anti-novax” appena approvata Francia è assai peggiore di come potrebbe sembrare

Kit Knightly off-guardian.org La scorsa settimana la Francia ha approvato una nuova legge "per rafforzare la lotta contro gli abusi settari e migliorare il sostegno alle vittime". Questa legge è stata ampiamente trattata dagli media alternativi come una "legge che criminalizza i discorsi contro i vaccini anti-mRNA", ma la cosa non è del tutto vera ed è stata quindi accuratamente sottoposta a "fact-check" dai soliti sospetti. (In realtà, l’equivoco originale è stato probabilmente…

Ma in Francia se la son dimenticata la Rivoluzione del 1789?

Versione italiana dell'intervista Di Tomaso Pascucci per ComeDonChisciotte.org Ricordate i Gilet gialli, quel movimento che ha messo in allarme i poteri di Francia? Frédéric Vuillaume e Andrée Cultut sono persone d'altri tempi, quando meno facilmente gli uomini si cullavano nell'illusione di una vita in sicurezza, preferendo, invece, spendersi per un'esistenza all'insegna della dignità. Frédéric lavora in un istituto professionale di Besançon (Franche-Comté), mentre Andrée, detta Dédée, è…

La democrazia e il mistero francese

ilsimplicissimus2.com Nell'ultimo mese chi non guarda la televisione e non legge i giornali mainstream sa che in Francia è in atto una vera e propria rivolta contro la legge che alza l’età pensionabile e introduce molte discriminazioni tra categorie di lavoratori penalizzando quelli più poveri e con attività più usuranti. Una legge tra  l’altro passata senza il voto del Parlamento, grazie a una bomba ad orologeria nascosta nella Costituzione francese (ricordiamo nata per propiziare l’arrivo…

Macron stordisce la Francia, ma non la inganna più come prima

Di Xavier Azalbert, France-Soir Senza offesa per gli adulatori di professione che lo paragonano a Luigi XIV per ottenere le sue grazie, Emmanuel Macron potrebbe pensare di essere il Re Sole, in realtà non è molto brillante. Il nostro ragazzo d'oro ha una scusa, però. Il suo tallone d'Achille è il suo ego. Pensa di essere un piccolo genio. E tutti i media agli ordini, esperti ed editorialisti, come tutti intorno a lui, gli mandano questa immagine. Divenuto il più giovane presidente di Francia…

Francesi, tutti a terra! L’aereo lo prenderanno presto solo i signori della guerra

Di Tomaso Pascucci per ComeDonChisciotte.org Negli ultimi tre anni, non sono pochi ad aver pensato che nel contesto europeo l’Italia sia stata scelta come principale laboratorio d’ingegneria sociale declinata in salsa pandemica, ma la crisi virologica non è che una manifestazione di una più vasta agenda di governo mondiale attraverso il caos che comprende anche lo spauracchio da CO2. Che la Francia sia stata designata come sommo incubatore di quest’altra crisi? A giudicare dall’articolo 145…

TRÈS BIEN, MADAME LE PEN

Di Cristofaro Sola, opinione.it Il ballottaggio per le Politiche in Francia dice molto a noi italiani. Il presidente da poco rieletto, Emmanuel Macron, non ha più la maggioranza assoluta nell’Assemblea nazionale. La coalizione macroniana – Ensemble! – ha raccolto soltanto 245 seggi. Ne sarebbero serviti 289 per assicurare una navigazione tranquilla all’inquilino dell’Eliseo. Ma se Atene piange, stavolta Sparta se la ride, e di gusto. Le due forze vincitrici del secondo turno sono le ali…

Dal Covid alla guerra: “L’Europa è ormai soltanto un vassallo degli USA”

"Lo spirito critico è come anestetizzato. La sottomissione all'autorità è totale." sono queste le parole che il dottor Mucchielli ha utilizzato in questa intervista per caratterizzare cosa è successo in Francia negli ultimi due anni. Partendo dall'analisi di come le autorità francesi hanno gestito la pandemia, comprenderemo infatti quanto la storia nostra e quella dei nostri cugini d'oltralpe abbia seguito la stessa traiettoria. Due anni in cui il destino dell'Europa è stato segnato da profondi…

Sospetti di frode si addensano sulle elezioni presidenziali francesi?

Di Tomaso Pascucci per ComeDonChisciotte.org  Si sa, siamo stati traghettati a marce forzate nell’era del digitale e del “in tempo reale”, per cui non c’è da sorprendersi se il 24 aprile 2022 il canale del servizio pubblico francese France 2 abbia proposto ai telespettatori una serata post-elettorale inedita. Da una parte, il classico studio televisivo dove si avvicendano politici ed opinionisti per commentare le Presidenziali e le prossime Legislative, dall’altra, un altro studio televisivo…

Aux armes, citoyens: sezionare le elezioni francesi gestite a tavolino

Di Pepe Escobar, ideeazione.com Alla fine, è avvenuto tutto esattamente come l’ha progettato l’establishment francese. L’ho chiamato lo scorso dicembre in una rubrica qui a La Culla. Questi sono gli elementi essenziali: l’arabofobo certificato Eric Zemmour, che è di origine algerina, è stato fabbricato da attori chiave dell’establishment del tipo Institut Montaigne per tagliare fuori la candidatura della destra populista di Marine Le Pen. Alla fine, la performance elettorale di Zemmour è…

La Sinistra non dovrebbe votare per Macron

Thomas Fazi unherd.com Il 6 maggio 2017, Emmanuel Macron, appena eletto presidente della Francia dopo la sconfitta di Marine Le Pen, aveva fatto una promessa al popolo francese: che il Paese non avrebbe mai più visto un candidato di "estrema destra" raggiungere il secondo turno delle elezioni presidenziali. Cinque anni dopo, però, Macron è di nuovo di fronte alla Le Pen. E, questa volta, il divario è ancora più ridotto, con l'attuale presidente al 55% contro il 45% della Le Pen. Per…

Marine Le Pen: una vittoria impossibile?

Di Tomaso Pascucci per ComeDonChisciotte.org - da Besançon (FRANCIA)  Lo Stato profondo e la macchina propagandistica nella Francia dell’“entre-deux-tours” lavorano a pieno regime e non ci vuole un navigato analista politico per immaginare verso quale direzione stiano spingendo. L’intercettazione del 22 % dell’elettorato mélenchoniste si rende tanto più necessario in quanto l’inganno del « front républicain » costruito nel 2002 per sbarrare la strada a Le Pen padre pare non aver più…

Come gli eventi in Ucraina hanno scosso la vita politica della Francia: intervista a Daria Platonova

Di Sergei Gagarin e Matvei Arkov, riafan.ru In Francia, il primo turno delle elezioni presidenziali si è concluso il 10 aprile. Secondo i risultati, il capo di stato in carica Emmanuel Macron ha ottenuto il 27,84% dei voti, mentre la sua rivale, la leader del partito di destra Rassemblement Nationale, Marine Le Pen, ha ottenuto il 23,15%. I candidati si affronteranno nel secondo turno, che avrà luogo il 24 aprile. Leggete le posizioni dei rivali e come gli eventi in Ucraina stanno…

Francia, la somma non fa il totale

di Roberto Pecchioli ereticamente.net Il primo turno delle elezioni presidenziali francesi evoca una battuta di Totò: è la somma che fa il totale. Nella fattispecie, in negativo; la somma non fa il totale, poiché si è manifestata una volta di più un’anomalia delle sedicenti democrazie liberali: la maggioranza dei cittadini ha votato contro il sistema, ma il sistema ha vinto. Il 24 aprile questa verità sarà confermata dal ballottaggio tra Emmanuel Macron, il presidente in carica, giovin…

L’involuzione francese

La maestra mi chiese di Massimiliano Robespierre Le risposi che i Giacobini avevano ragione e che Terrore o no La Rivoluzione Francese era stata una cosa giusta La maestra non ritenne di fare altre domande (Offlaga Disco Pax, Robespierre) Le molle del governo del popolo in regime rivoluzionario sono la virtù e il terrore. Il terrore senza virtù è assassinio, la virtù senza terrore è impotente. (Massimiliano Robespierre) Sono almeno 250 anni che si sente echeggiare nelle…

I francesi: cittadini o semplici elettori?

Thierry Meyssan non s’interessa alla competizione fra partiti politici, fa invece un’analisi della confusione che regna nel dibattito sulle idee e che impedisce di dedicarsi ai problemi del Paese. Secondo Meyssan, sebbene le difficoltà siano identiche a quelle di quasi tutto l’Occidente, la Francia deve affrontare gl’intrecci mai chiariti dell’èra Mitterrand. Per andare avanti il Paese non deve soltanto precisare il proprio lessico e ridefinire la propria identità, deve soprattutto ripristinare…