Archivi etichette: scuola

GLI INVISIBILI

DI ALESSANDRO GUARDAMAGNA  comedonchisciotte.org Da pochi giorni sono state vinte le riserve del M5S sull’iniziativa fortemente voluta dal ministro dell’Agricoltura Bellanova per regolarizzare i braccianti agricoli clandestini. Si tratterebbe di un’iniziativa all’insegna della civiltà, dovuta ad altri esseri umani e voluta per combattere la piaga del caporalato nel Mezzogiorno. Da oggi in poi questi esseri umani non saranno più “invisibili”. Il ministro minacciava di stracciarsi le vesti e di abbandonare la carica se questa iniziativa non fosse stata accolta; lo …

Leggi tutto »

A scuola di dinastia

DI ALESSANDRO GILIOLI Piovono rane Qualche tempo fa, grazie a un paio di sveglie collaboratrici che vivono in America, scoprii il fenomeno nascente delle Whittle Schools (foto sopra), di cui sono già state inaugurate due sedi (Usa e Cina); altre 36 ne apriranno in tutto il mondo entro sei anni. Costo a studente sui 40 mila euro all’anno, esclusi gli extra. In cambio, la garanzia di un’educazione e di skill che consentiranno a quei futuri adulti di restare solidamente dove …

Leggi tutto »

Il capolavoro della manipolazione

DI GIORGIO PASSARDI facebook.com Il fatto della scuola di Roma, che rimarcava le differenze sociali degli studenti, tra un plesso e l’altro, mi ha fatto venire in mente che oggi, parlare di classi sociali, è diventato sconveniente. La cultura “mainstream”, quella che Clint Eastwood definisce “pussies generation”, porta avanti la mistificazione che siano diventati tutti borghesi, che la classe lavoratrice non esiste più. È il capolavoro della manipolazione. I lavoratori non possono più lottare per ottenere un equa ripartizione dei …

Leggi tutto »

Il ministro dell’Istruzione Fioramonti ha dato le dimissioni

DI ANDREA ZHOK facebok.com Il ministro dell’Istruzione Fioramonti ha dato le dimissioni. Pur avendolo criticato più volte devo dire che questa volta ha agito con dignità e correttezza, mantenendo la parola data. Il problema del mancato miliardo di ripristino dei finanziamenti precedenti, che è la ragione addotta per le dimissioni, è naturalmente un aspetto simbolico. Il punto non è che un miliardo supplementare avrebbe rovesciato le sorti della formazione pubblica nel nostro paese. Il punto è che una volta di …

Leggi tutto »

Scuola: un disastro che viene da lontano

DI MASSIMO FINI ilfattoquotidiano.it Da un bell’articolo di Silvia Truzzi sul Fatto (10.10) apprendiamo che in Italia il 7% dei diplomati conclude il ciclo di studi “con un livello di competenze così basso che è come se non avessero mai messo piede in classe”. Ma le cose non vanno meglio, anzi peggio, per gli adulti, da una rilevazione Ocse si ricava che “il 70% degli adulti italiani risulta non in grado di comprendere adeguatamente testi lunghi e complessi”. La storia …

Leggi tutto »

Greta la scienziata

DI  MICHAEL ONFRAY michelonfray.com Francois de Rugy che si è fatto catturare quest’estate da alcune aragoste impazzite, forse perché erano imbevute di Yquem (1), ha lasciato il suo posto di Ministro dell’Ecologia. Mi sarebbe piaciuto che fosse sostituito da Greta Thunberg la quale è vegana e non avrebbe mai potuto causare la morte di quei poveri crostacei giganti. Vegana e probabilmente bevitrice di acqua, non esce mai senza la sua borraccia rossa eco-responsabile come una volta il comandante Cousteau con …

Leggi tutto »

Occhio alla Scuola (ed all’Autonomia delle Regioni): Appello al Movimento 5 Stelle

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org La Riforma del Titolo V della Costituzione attuata nel 2001 dal Governo D’Alema, con Giuliano Amato Ministro per le Riforme, aprì una autostrada verso l’attribuzione di poteri legislativi dallo Stato alle Regioni e verso l’attribuzione di funzioni amministrative ulteriori ai Comuni: in altre parole per conferire alle Regioni richiedenti maggiore Autonomia. Con diverse “tinte”, al momento, si sono fatte avanti in modo convinto Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna poggiando sull’Articolo 116 della Costituzione. Prima di addentrarmi …

Leggi tutto »

Sciopero per il clima

DI MIGUEL MARTINEZ kelebeklerblog.com Venerdì nelle scuole ci sarà uno sciopero per il clima. Dico subito che a livello estetico, queste cose mi piacciono poco. Se volete convincere uno come me a inquinare e magari riprendere pure la patente, presentatemi la foto di una sedicenne con 250.000 follower su Twitter, che presumo non ci capisca molto di più di climatologia di me. Metteteci il neo-eletto capo del PD che la elogia e aggiungeteci uno sciopero che consiste nel non andare …

Leggi tutto »

Perché serve una gita scolastica al Mattatoio

DI CHAS NEWKEY-BURDEN TheGuardian.com Tom Heap, presentatore del programma televisivo della BBC Countryfile, ha ragione a chiedere che vengano fatte delle visite scolastiche ai macelli. È tempo che i bambini imparino a conoscere la verità su come si produce il cibo. Se le pareti dei macelli fossero trasparenti, quanti ancora comprerebbero la carne? Da vegano, appoggio in pieno Countryfile e la richiesta di Tom Heap di portare i bambini delle scuole in visita ai macelli. Perché non farlo? – vogliamo …

Leggi tutto »

Vivere in una bolla

DI DANIELE SCALEA facebook.com La paura è essenziale nella formazione del carattere di un giovane. La paura di fallire, la paura di deludere, la paura di essere punito, sono potenti spinte a migliorarsi. La tendenza nella nostra società, invece, è di far crescere i ragazzi in bolle ovattate al riparo da ogni turbativa. Non possono essere bocciati a scuola, redarguiti dall’insegnante, tenuti in panchina dall’allenatore, rimproverati da un adulto, puniti da un genitore, privati di un vizio o di un …

Leggi tutto »

JOHN DEWEY E LA SCUOLA ITALIANA

Una catena di montaggio o un laboratorio di democrazia? John Dewey e la scuola italiana DI DOMENICO CORTESE filosofiadeldebito.it   Il rituale mediatico annuale degli esami di maturità, delle notizie sulle tracce scelte dal Ministero, sul rincorrersi di consigli paternalistici imposti agli studenti impone, perlomeno, di riflettere sull’unico dato sensibilmente originale che il tema ci offre quest’anno: la notizia per cui pare che questo sia il penultimo anno in cui l’alternanza Scuola-Lavoro non faccia parte attivamente del colloquio finale. Dall’anno …

Leggi tutto »

We Don’t Need No Education

DI EMANUELA LORENZI comedonchisciotte.org L’ultimo neurone (assalto epigenetico) Il nostro Zeitgeist è dominato dalla perdita dei contorni. C’è una miopia che annebbia e liquefa i perimetri di tutte le cose che si guardano (senza vederle), che si sentono (senza ascoltarle), che si fanno (senza agirle) e che si comprendono (nella morfosintassi ma non nella semantica, figuriamoci la pragmatica, e si torna sempre all’analfabetismo funzionale di De Mauro). La nebulizzazione è voluta dai nuovi ordini (uno e trino, visto che sono …

Leggi tutto »

Nessuna canaglia sarà abbandonata

DI KATHERINE KERSTEN kunstler.com Ossessionate dall’ uguaglianza razziale le scuole di Saint Paul hanno abbandonato  la disciplina e danno il via al caos. Negli anni di Obama il sistema americano di istruzione pubblica si è lanciato in un grande esperimento sociale che minacciava di trasformare le scuole in campi di addestramento al tiro al bersaglio. La campagna condotta in nome della uguaglianza razziale ha cercato di ridurre in modo spettacolare il tasso di sospensione degli studenti neri, che sono espulsi …

Leggi tutto »

QUATTRO RAGIONI PER CAMBIARE IL MODO IN CUI PENSIAMO LA SCUOLA

DI MARY HICKCOX Dissident Voice Il modo in cui vediamo l’educazione ha molto a che fare con il nostro passato: le influenze di questa società, come siamo cresciuti e come ci siamo fatti scuola da soli. L’educazione è il testimone che passiamo ai nostri bambini. Tragicamente, per come è attualmente concepito il sistema educativo, sembra che i bambini siano destinati all’insuccesso. Viviamo in tempi dove le scuole sono un fallimento, i bambini infelici ed oberati dal troppo lavoro, ed il …

Leggi tutto »

L’INSEGNANTE DI SETTE LEZIONI

DI JOHN TAYLOR GATTO Chiamatemi professor Gatto, per favore. Ventisei anni fa, non avendo in quel momento niente di meglio da fare, provai a fare il professore di scuola. La mia licenza certifica che sono un insegnante di lingua e letteratura inglese, ma non è affatto ciò di cui mi occupo. Non insegno l’inglese, insegno la scuola – e facendolo vinco anche dei premi. La parola “Insegnare” ha significati diversi in luoghi diversi, ma sette lezioni sono universalmente impartite da …

Leggi tutto »

UNA GENERAZIONE DI SMEMORATI CREATA DA INSEGNANTI E PEDAGOGISTI

DI FRANCO CARDINI Ebbene, sì: parliamo di nuovo di scuola. E, sia chiaro, non m’importa niente se queste righe saranno prese per un elogio di Madame Moratti o per un attacco alla sua riforma. Il discorso è più ampio: e, ohimè, ben più drammatico. Una confessione, anzitutto. Dopo oltre un quarantennio di onorato servizio nell’insegnamento pubblico, di cui ben trentasette anni passati nell’Università, mi trovo a non esser più in grado di fare il mio lavoro di professore di storia: …

Leggi tutto »