navigazione Tag

Macron

Eurodeputato croato: le vaccinazioni obbligatorie significano morte

Mislav Kolakušić, ex giudice croato ed europarlamentare dal 2019, in un discorso tenuto la settimana scorsa al Parlamento europeo ha espresso parole molto dure nei confronti delle posizioni che alcuni capi di Stato stanno prendendo sulla vaccinazione obbligatoria. In particolare ex giudice del tribunale commerciale di Zagabria ha accusato il presidente francese Emmanuel Macron di “aver ucciso i suoi cittadini per mezzo delle vaccinazioni obbligatorie” Ecco il suo discorso: Considerando le…

Repressione e violenze. Ma in Francia (Ue) non fa notizia

lantidiplomatico.it Siccome non erano proteste che riguardavano la Russia, l'eco mediatica è stata scarsa, siccome la repressione è stata fatta in Francia tutto cambia per i nostri media. I manifestanti diventano da "democratici" per una mutazione divina "facinorosi", "autonomi" o per esterofili "black Block". Passiamo ai fatti, questo sabato si sono verificati scontri tra manifestanti e Polizia a Parigi durante le proteste contro il Global Security Bill, proposto dal governo di…

L’accordo sulla brexit è un successo per il Regno Unito

In questo articolo, scritto originariamente da “Musso” per AtlanticoQuotidiano due giorni prima dell’annuncio ufficiale dell’accordo commerciale tra Regno Unito e Ue raggiunto in seguito alla “brexit”, l’autore aveva correttamente previsto quale tipo di conclusione avrebbe avuto la trattativa. Infatti, l'accordo è stato poi siglato davvero. Si tratta di un successo rilevante per la diplomazia britannica. Da oggi si stabilisce un precedente importante per qualsiasi nazione voglia uscire…

Boris Johnson: una scelta obbligata?

DI DEBORA BILLI facebook.com A differenza dei nostri nonni, e di tutti i nostri avi nei secoli, non abbiamo mai vissuto situazioni di drammatica emergenza: guerre, pestilenze, carestie. Lo sappiamo benissimo e, qualora ci sfuggisse, in questi giorni ci viene continuamente ripetuto. C’è anche un’altra enorme differenza con il passato, però: neppure ai governi dei nostri Paesi viene ormai più richiesto di prendere decisioni drammatiche di vita o di morte. Noi siamo da tempo abituati ad…

La decadenza della stampa italiana

DI PAOLO DESOGUS facebook.com La stampa italiana ha raggiunto un livello di bassezza e servilismo che nemmeno in epoca berlusconiana avevamo conosciuto. Soprattutto nelle sezioni dedicate alla politica estera è sempre più evidente la manipolazione generalizzata o addirittura la censura, come nel caso dei fatti cileni o del vergognoso colpo di stato in Bolivia. Anche per le elezioni inglesi la stampa è riuscita a dare il peggio di sé, prima raccontando per mesi la favola di un ravvedimento…

“La cretinizzazione progressiva della gente rappresenta un vero problema” (Intervista a Michel Onfray)

DI SIMON BRUNFAUT Lecho.be Nel suo libro "Teoria della dittatura", Michel Onfray presenta il lavoro di George Orwell come una grande prefigurazione del mondo contemporaneo. Il filosofo, che non teme polemiche, descrive la nuova forma di dittatura a che stiamo vivendo oggi ... Intervista con Michel Onfray: Secondo lei, George Orwell fu un pensatore politico ad alto livello.  Fu uno che prese le  misure a quelli che poi sono stati i totalitarismi del ventesimo secolo e anticipò i…

Mettere al sicuro il petrolio

DI MICHEL ONFRAY michelonfray.com Il vantaggio con Donald Trump è che é primordiale... Tra ciò che dice e ciò che pensa non c'è neanche il velo di una cartina da sigarette. E ciò che pensa è ciò che concepirebbe un bambino o un adulto non ben cresciuto... Perché può pensare molte cose nello stesso tempo o anche fare delle affermazioni contraddittorie l’una appresso all’altra, sentendosi comunque il meno imbarazzato del mondo. È il chiacchiericcio caratteristico del re bambino: "Lo dico io,…

Sandro Gozi Vice Ministro (Sottosegretario) agli Affari Europei del Governo italiano prima con Renzi e poi con Gentiloni adesso sarà sempre nello stesso ruolo nel Governo…della Francia!

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Sorpresi? Io no, infatti proprio dalle colonne di questo quotidiano sono mesi che mi domando (e sospetto) che il PD sia una succursale della Francia e che non curi l’interesse italiano ma quello d’oltralpe. Ragazzi se non è giornalismo di inchiesta questo... Adesso leggo (oltre a quotidiani tardivi come Il Fatto con Gianni Rosini) di Pino Cabras per il 5s, di Giorgia Meloni per FdI, addirittura Salvini, emettere dei ruggiti ma pur sempre contro il…

Il 6 giugno, giorno del Vassallaggio

DI MICHEL ONFRAY michelonfray.com Il 6 giugno 2019, la città di Caen è morta - finalmente questo è stato un bel modo  per commemorare il 75° anniversario del D-Day, visto che l'esercito americano lasciò questa città sotto un tappeto di bombe, effetto di una strategia militare della quale qualche storico comincia a sussurrare che forse non fu la migliore. In effetti! Un patrimonio storico incommensurabile, importanti musei, opere d'arte inestimabili, archivi di un valore unico, edifici…

Le finte “destabilizzazioni” che passano da gilet gialli e M5s

DI MAURO BOTTARELLI ilsussidiario.net I gilet gialli sono serviti alla fine ad aiutare Macron. E anche in Italia le forze anti-sistema sembrano poi finire per sorreggerlo Quale piazza farà più rumore oggi? Quella di Milano, dove il ministro Salvini ha chiamato a raccolta i militanti per la chiusura pubblica della campagna elettorale in vista delle europee o quella di Parigi, simbolo di ogni città francese che scenderà in strada per il 27mo sabato di protesta contro il Governo? Non è una…

Sfrattato Quasimodo

DI  CARLO BERTANI carlobertani.blogspot.com Se fossimo degli ingenui, diremmo che un restauratore poco attento ha dimenticato di tappare la boccetta dell’essenza di trementina, mentre un suo amico un po’ sbadato fumava nell’attesa che terminasse l’orario di lavoro. Ecco, adesso suona: ehi! Aspetta! Butta la cicca e corre a cambiarsi. Se fossimo dei creduloni. Invece Macron attende anche lui la chiamata – ancora un po’ di fondo tinta, monsieur le Président? Un ricciolo fuori posto? –…

L’esercito francese è stato autorizzato a sparare ai “gilet gialli”

DI ALEX LANTIER wsws.org Il governatore del distretto militare di Parigi ha dichiarato ieri a France Info che i soldati della missione antiterrorismo dell'Operazione Sentinella sono stati autorizzati a sparare ai "gilet gialli". Alla domanda se fossero in grado di svolgere compiti di polizia, il Generale Bruno Le Ray ha risposto: "I nostri ordini sono talmente chiari che non ne siamo affatto preoccupati. Le regole di ingaggio verranno fissate in modo molto rigoroso". "Avranno plurimi mezzi…

L’antisionismo non è antisemitismo

DI MONI OVADIA ilfattoquotidiano.it I vecchi tabù di carattere sessuale e morale, nelle società occidentali, sono caduti e ne sono sorti di nuovi, il più inviolabile dei quali riguarda la questione israelo-palestinese. Il solo chiedere di parlarne, viene visto dai grandi media come una provocazione e quelli che conducono programmi di informazione politica, alla proposta di affrontarlo, reagiscono con un misto di timore e di costernazione di fronte a una richiesta tanto osé, similmente a…

Parigi Brucia?

DI MICHEL ONFRAY  michelonfray.com Ormai l'avrà capito bene che in questa crisi dei gilet-gialli - GJ- Macron si sta giocando la faccia .... ed è sicuro che questo sia un affare veramente pericoloso. Quella che vediamo oggi è una città  in cui il principe è un bambino ... E  potrà sembrare conveniente a questo re-bambino che sa che,  nella logica binaria instaurata dai suoi grandi predecessori, tutto è stato organizzato perché alle presidenziali la scelta finale opponga un candidato di…

GLOBALIZZAZIONE E LIBERALISMO SONO SULL’ORLO DEL COLLASSO – MA DOPO CHI E COSA VERRÀ

DI ALEXANDER DUGIN fort-russ.com Il liberalismo e la globalizzazione hanno decisamente fallito. La situazione mi ricorda gli ultimi anni dell’URSS. Allora, il vero potere era ancora totalmente nelle mani del Partito Comunista che controllava quasi tutto, ma allo stesso tempo l’intero sistema era finito. E chiunque avrebbe potuto accorgersene. Attualmente, per il dominio globale delle élite liberali ci troviamo nella stessa identica situazione. Esse controllano ancora tutto, ma…

Di Maio, Macron o il PD? Chi fa l’europeo col c..o degli altri?

DI MARCO GIANNINI comedonchisciotte.org Marcucci (PD) imputa il recente smottamento dell’industria italiana al Reddito di Cittadinanza che ancora deve entrare in vigore. Allo stesso tempo, come fanno anche molti altri del monopartito PD-FI, afferma che a causa dello spread gli italiani dilapidano soldi pubblici. In realtà se la BCE svolgesse il suo lavoro in modo efficace e non nazionalista (Aquisgrana) ma onesto lo spread non dovrebbe proprio esistere, ma questo ai poveri cittadini…

L’unità nazionale è in pericolo? E se sì, perché?

DI FEDERICO DEZZANI federicodezzani.altervista.org L’Italia vive uno dei momenti più difficili dal secondo dopoguerra: una nuova recessione trova il Paese ancora sotto i livelli di produzione del 2009, appesantito da un debito pubblico in costante crescita e isolato sul piano internazionale. Parallelamente, continua l’iter per l’autonomia delle regioni del Nord, avviato con i referendum dell’autunno 2017: sebbene nessun governatore parli esplicitamente di secessione, non c’è alcun dubbio…

Diciamo che i GILET-GIALLI VOTEREBBERO HITLER?

DI MICHEL ONFRAY Michelonfray.com Se Hitler non fosse mai esistito, è probabile che BHL (Bernard-Henri Lévy)  se lo sarebbe inventato - lui insieme a tutti gli altri europeisti che man mano risalgono in sella, ovunque, continuamente, costantemente, ad nauseam, in tutto quello che fanno pur di screditare gli avversari ... Per questo tipo di propagandisti, il mondo è diviso tra chi sta dalla loro parte e difende loro e loro stessi pregiudizi - cioè la crema dell'umanità -  e gli altri, tutti…

UNA POLIZIA IN GIALLO

DI  MICHEL ONFRAY michelonfray.com Non sono mai stato uno di quegli irenisti ( NdT. : pacifisti snob) di sinistra che, eccitati e turbati dal pensiero del 68, sono arrivati a invocare l'apertura delle prigioni, l'odio per la polizia, lo scioglimento dell'esercito, il rifiuto dei servizi segreti, il veto per le carte d'identità biometriche. Senza considerare però che per farsi un'idea della natura umana che escluda i fatti - secondo il desiderio e il metodo di Rousseau che è il padre…

Alain de Benoist: perché il governo francese non comprende la rivolta dei Gilet Gialli

FONTE: GEOPOLITICA.RU Pensi che si possa già dare un giudizio sulle loro azioni? È troppo presto per trarne uno. Il movimento è in corso e sembra che addirittura ci sia una seconda ondata. Per quasi tre mesi hanno sùbito di tutto: feriti, freddo e brutalità della polizia (emorragie cerebrali, mani a pezzi, mascelle strappate, occhi perforati, piedi pestati). Il mainstream ha tentato di dipingerli come alcolizzati cavernicoli, nazisti (la "peste marrone") e teppisti, colpevoli di aver…