navigazione Tag

glicemia

Diabete dopo il vaccino, alcuni dati su cui riflettere

La vaccinazione anti COVID-19 è consigliata esplicitamente da tutte le società scientifiche che si occupano di diabete; tuttavia, ci sono segnalazioni di insorgenza di diabete dopo il vaccino. Ad esempio, questo è il link di un articolo apparso su una importante rivista scientifica che riporta il caso di una signora giapponese di 51 anni che ha sviluppato il diabete di tipo 1 ad esordio acuto con chetoacidosi diabetica sei settimane dopo aver ricevuto la prima dose di un vaccino mRNA COVID-19.…

Proprietà benefiche del karkadè sulla pressione (e non solo)

I calici commestibili di Hibiscus Sabdariffa (pianta originaria dell’India e della Malesia conosciuta anche come karkadè) sono da tempo usati nella medicina popolare per curare molti disturbi ed esistono tanti studi, sia in vitro che in vivo, che ne hanno evidenziato i benefici per la salute umana. Gli effetti terapeutici sono stati associati alla presenza di molti componenti bioattivi, tra cui acidi fenolici, flavonoidi, antociani, acidi organici e sono riassunti da un’interessante revisione…

Un metabolita del dolcificante sucralosio provoca danni al DNA

Ricercatori della North Carolina State University hanno evidenziato che una sostanza chimica presente in uno dei dolcificanti artificiali più utilizzati al mondo può rompere il nostro DNA. Il dolcificante in questione è il sucralosio, un edulcorante a zero calorie che è utilizzato in sostituzione dello zucchero in tantissimi alimenti, bevande e anche prodotti farmaceutici. Si può trovare anche nelle gomme da masticare, nelle gelatine, nelle caramelle e nei prodotti da forno (là dove si legge…

Cinque minuti ogni mezz’ora: la “pausa cammino” che migliora pressione e glicemia

È notorio che muoversi fa bene, praticare regolarmente attività fisica, camminare almeno una mezz'oretta quotidianamente. Quello che non tutti sanno è che anche una camminata di cinque minuti ogni mezz'ora serve a combattere i nefasti effetti della sedentarietà sul nostro organismo, l’ha evidenziato uno studio della Columbia University pubblicato su Medicine & Science In Sport & Exercise, la rivista dell'American College of Sports Medicine. La ricerca evidenzia che muoversi dalla…

Efficacia dei semi di lino nella glicemia postprandiale

Uno studio brasiliano ha evidenziato che il consumo di semi di lino macinati crudi prima di colazione, diminuisce la risposta glicemica postprandiale negli uomini con diabete mellito di tipo 2. Si è trattato di uno studio clinico crossover randomizzato, 19 uomini con diabete mellito di tipo 2 sono stati reclutati per completare due sessioni sperimentali: ogni partecipante ha mangiato a casa sia la colazione senza semi di lino che, in un momento diverso, con l'aggiunta di semi di lino (15 grammi…

Meta-analisi evidenzia utilità dell’agopuntura per evitare il diabete di tipo 2

Un lavoro scientifico da poco uscito, risultato di una revisione sistematica e meta-analisi di studi controllati randomizzati, evidenzia che l'agopuntura è una potenziale strategia che può contribuire a un migliore controllo glicemico nella gestione del prediabete. Ricercatori della Edith Cowan University, analizzando 34 studi sugli effetti dell'agopuntura su 3620 partecipanti con prediabete, hanno potuto riscontrare che l'agopuntura è in grado di migliorare significativamente i marcatori…

Efficacia del Ginseng sul prediabete e sul diabete mellito di tipo 2

Il Panax Ginseng comunemente noto come 'ginseng asiatico', pianta utilizzata da tempi immemorabili nella medicina tradizionale cinese, è conosciuto soprattutto come tonico generale perché migliora le performance fisiche e mentali e aumenta la capacità dell'organismo nelle situazioni di carico riuscendo a renderlo più resistente. Ha dimostrato di avere effetti protettivi anche contro l’aterosclerosi e ciò ha fatto ipotizzare che possa essere impiegato nella gestione di alcuni disturbi del…

Mirtilli per il controllo del diabete, uscita la prima metanalisi che mostra risultati significativi

Recentemente, grazie a un gruppo di scienziati dell'Università di Pelotas nel sud-est brasiliano, è uscito uno studio che ha effettuato una revisione della letteratura internazionale sugli effetti del consumo dei mirtilli neri e rossi sui parametri del diabete di tipo 2 in individui con o senza questa patologia. La ricerca degli articoli, comprese le pubblicazioni fino a maggio 2021, è stata effettuata sui principali database (PubMed, LILACS, Scielo, Scopus, Web of Science, Cochrane ed…