Se vogliamo sopravvivere dobbiamo imparare a fare le domande giuste

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

di Paul Craig Roberts, paulcraigroberts.org

Leggendo “Scales of Justice” di Ngaio Marsh mi sono reso conto che la parola “impertinenza” è passata di moda. Infatti, ciò che una volta era un oltraggio è ora così comune che nessuno lo riconosce come impertinenza. L’impertinenza è diventata un comportamento di routine accettato e non viene più riconosciuta quando si verifica.

Il fenomeno dell’impertinenza richiede una società educata e in qualche modo formale, in cui la privacy, l’autocontrollo e il rispetto per gli altri sono requisiti fondamentali. I gentiluomini non leggono la posta degli altri gentiluomini. Ditelo alla NSA, alla CIA, all’FBI, a Google e a tutte le società che spiano l’uso di Internet. In Inghilterra, prima del 1950, era impertinente per un uomo spingersi troppo oltre nei complimenti a una donna. Quando ero studente all’Università di Oxford negli anni ’60, era un’impertinenza telefonare a una persona a cui non si era stati presentati. Oggi viviamo con continue intrusioni telefoniche da parte di operatori di telemarketing, robot e artisti della truffa. Una società in cui l’impertinenza è compresa non esiste più.

Di conseguenza, la vita civile ha assunto un significato puramente tecnologico. I nerd insensibili della Silicon Valley costruiscono altri strumenti da stato di polizia per il Grande Fratello di 1984 di Orwell e vedono in questo il progresso della civiltà.

Un altro concetto che è scomparso dall’uso è quello di signore e signori. Questo termine implica distinzioni tra le persone e non può sopravvivere in un’epoca in cui si negano persino le differenze di genere. Il massimo dell’impertinenza sarebbe stato un maschio che si dichiarava donna e gareggiava in sport femminili.

Vediamo lo sterminio della civiltà occidentale [avverarsi] nella sua politica. In America la lotta tra Democratici e Repubblicani si risolve in base alle menzogne più convincenti per gli elettori. La vergogna ha perso il suo significato. Una recente raccolta fondi repubblicana ci chiede se “crediamo che i Democratici al Congresso siano abbastanza duri da opporsi alla Cina e alla Russia?”. Come è possibile questa domanda con il regime Biden che minaccia la guerra con la Cina, dichiara il suo impegno per la sconfitta della Russia in Ucraina, versa in Ucraina 40 miliardi di dollari, armi pesanti, sostegno diplomatico, sanzioni alla Russia? I Democratici si oppongono ai diritti dei genitori e sostengono la perversione sessuale e sono in grado di fare appello agli elettori su questa base. I democratici della Florida si stanno schierando contro il governatore DeSantis perché sostiene i diritti dei genitori. Questo è vero. I democratici si aspettano di essere eletti perché sono contrari ai diritti dei genitori e al 1°, 2° e 14° emendamento della Costituzione. La censura della libertà di parola (contraria al 1° Emendamento) e l’imposizione di regimi di quote discriminatorie (contraria al 14° Emendamento) sono i pilastri del programma dei Democratici.

Come ho sottolineato nei miei scritti, gli Stati Uniti sono la Costituzione. In assenza della Costituzione, gli Stati Uniti non esistono più. Un’altra entità ha preso il suo posto. La mancanza di rispetto per la Costituzione è bi-partisan. È stato il regime di George W. Bush a dichiarare il potere di sospendere l’habeas corpus e di detenere i cittadini a tempo indeterminato senza un giusto processo. È stato il regime di Obama a dichiarare la capacità del Presidente di giustiziare i cittadini sulla base di soli sospetti senza un giusto processo. Sono i Democratici che discriminano i maschi bianchi, dichiarano i bianchi “razzisti”, impongono la censura e attaccano il 2° emendamento. Le scuole di legge trasformano la Costituzione in un “documento vivente” in continua evoluzione, modificato a piacimento da giudici e professori di diritto.

La civiltà occidentale è stata sostituita da una torre di babele senza radici, una struttura senza forza.

La domanda che repubblicani e democratici dovrebbero porsi è: come può una civiltà così debole come quella occidentale entrare in guerra contro Russia e Cina?

********************************************

Articolo originale di Paul Craig Roberts:

https://www.paulcraigroberts.org/2022/05/31/if-we-are-to-survive-we-must-learn-to-ask-the-right-questions/

Traduzione di Costantino Ceoldo

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
13 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
13
0
È il momento di condividere le tue opinionix