Ormai è “DITTATURA”, ma c’è chi la chiama “INFLAZIONE”

Cosa c'è dietro l'annunciato aumento della bolletta elettrica del 40%?

Di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani)

Faccio subito una premessa: astenersi da commenti tecnici sul tema energetico, l’articolo non ha l’intento ne di spiegare ne di promuovere alcuno degli svariati sistemi con cui si può produrre energia.

E’ notizia freschissima, annunciata dal ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, che il prossimo trimestre le bollette elettriche aumenteranno del 40%.

“Lo scorso trimestre la bolletta elettrica è aumentata del 20%, il prossimo trimestre aumenta del 40%, queste cose vanno dette, abbiamo il dovere di affrontarle“, ci sbatte in faccia il ministro.

Nemmeno ripresi dallo shock che subito, a calici alzati e pregustando una fantasiosa rivincita, si sono scatenati i maghi del blog: ECCO L’INFLAZIONE!!!!! 

Sulle dinamiche dell’argomento inflazione mi sono già ampiamente espresso e dilungato in una articolo di poche settimane fa (La paura dell’inflazione: da sempre usata per imporre le politiche economiche a vantaggio dell’èlite – Come Don Chisciotte) e quindi non vale la pena ripetere gli stessi concetti. Basta guardare i dati attuali dell’occupazione per capire che tutti questi aumenti si scaricheranno sulla diminuzione dei fatturati degli altri settori e che le nostre compagnie elettriche, se da qui in avanti non seguiranno l’esempio greco, rateizzando a vita gli importi dovuti dai loro clienti insolventi, molti rimarranno al buio con le romantiche candele.

Ormai è “DITTATURA”, ma c’è chi la chiama “INFLAZIONE"

Il ministro prova a dare anche una spiegazione del perché di tali aumenti: “Succede perché il prezzo del gas a livello internazionale aumenta, succede perché aumenta anche il prezzo della CO2 prodotta“.

In pratica, il rincaro senza precedenti, ha una serie di ragioni, sia finanziarie che geopolitiche. La prima è legata alla corsa al rialzo delle materie prime: la ripresa economica dopo il lockdown ha creato una richiesta tale che la domanda è di gran lunga superiore all’offerta (ed ecco la speculazione). 

Ma, a giustificazione del rincaro, il Ministro fidato di Grillo che va a fare le conferenze per Renzi, ha anche chiamato in causa la transizione energetica auspicando una riforma a trecento sessanta gradi del sistema. Ecco che, chi ha ancora un pò di sale in zucca comincia a sospettare qualcosa!!!!

Questo perché un’altra causa del rialzo record delle bollette è, invece, legata ai cosiddetti permessi per inquinare, che si pagano in base alla quantità di CO2 emessa. Sono certificati che i produttori di energia sono costretti a comprare per compensare le emissioni, ma il cui prezzo aumenta costantemente in nome della decarbonizzazione e viene poi scaricato in bolletta.

Ma ecco il diavolo che, pur di prenderti l’anima, ti presenta l’inferno con aria condizionata e bicchieri di coca-cola con ghiaccio e limone. In questo caso l’anima è il raggiungimento dell’obbiettivo dei soli noti, che comandano e decidono per tutti.

Ormai è “DITTATURA”, ma c’è chi la chiama “INFLAZIONE"

Ebbene si, Bill Gates ha già investito abbastanza tempo e troppe risorse sul nucleare, che certamente non può tornare indietro, come non può tirarsi indietro dall’eseguire i suoi ordini un ministro del governo di Mario Draghi.

I grillini si mettono di traverso al nucleare!!! (per ora… non penserete mica che Grillo non riesca a fargli bere anche questo calice), bene e noi gli muoviamo le folle con una bella mazzata sulle bollette,  facendo poi credere loro, che con il nucleare non solo gli togliamo gli aumenti, ma gli paghiamo anche la cena (a lume di candela naturalmente). In sintesi questo è il ragionamento-ricatto che sta avvenendo alle spalle del popolo italiano e che per qualcuno si identificherebbe nell’arrivo dell’inflazione. Verrebbe da ridere se non ci fosse da piangere.

Ma ecco le parole degne di un “son of …..”«Nessuno mette in discussione che la transizione ecologica vada fatta il prima possibile, senza indugi e con sacrifici enormi. Ci credo eccome alla transizione ecologica, ma non può essere fatta a spese delle categorie vulnerabili. Queste cose vanno dette, abbiamo il dovere di affrontarle» ha detto Cingolani (1)

«Un aumento di tale portata, se fosse davvero confermato, sarebbe letale per famiglie e imprese. Per una famiglia tipo sarebbe equivalente a 247 euro su base annua», spiega Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori chiedendo un intervento di governo e Parlamento. «Un rincaro così astronomico sarebbe un serio freno alla ripresa economica, governo e Parlamento devono comunque porre subito rimedio, decidendo di destinare i proventi delle aste di mercato dei permessi di emissione di CO2 all’abbassamento delle bollette, eliminando gli oneri di sistema oramai superati, come quelli per la messa in sicurezza del nucleare o le agevolazioni tariffarie riconosciute per il settore ferroviario, spostando sulla fiscalità generale gli altri, come gli incentivi alle fonti rinnovabili, che ora invece finiscono in fattura».

Su questa ipotesi a cui si starebbe lavorando con una sorta di decreto tampone anche se Cingolani ha auspicato un intervento che sia «di tipo strutturale, anche a livello fiscale».

Le ipotesi più accreditate riguardano, al momento, la possibilità che nel Dl Concorrenza si decida per uno spostamento degli oneri generali di sistema, che valgono quasi 15 miliardi all’anno, sulla fiscalità generale. Una voce che comprende un mare magnum: bonus elettrico, copertura delle agevolazioni per le imprese a forte consumo, incentivi alle rinnovabili, costi per lo smantellamento delle centrali nucleari, agevolazioni tariffarie per il sistema ferroviario.

Tanto per rendervi l’idea del significato della frase “spostare tali oneri generali di sistema sulla fiscalità generale”, significa esattamente: “guardate come siamo bravi ve li togliamo dalle bollette e ve li mettiamo sull’IRPEF, o sull’IVA, oppure sull’IMU”. In pratica una partita di giro all’interno della folle regola del “pareggio di bilancio”.

Ma al di là dei vari tentativi del “gioco delle tre carte” sui possibili interventi in bolletta, il vero obiettivo del Ministro e di chi lo comanda è un altro. Basta ricordarsi le parole con cui due settimane fa lo stesso Cingolani aveva rilanciato la necessità di guardare anche al nuovo nucleare e proseguire nella ricerca legata alla fusione come strada alternativa per la decarbonizzazione.

Ormai è “DITTATURA”, ma c’è chi la chiama “INFLAZIONE"

Ormai è “DITTATURA”, ma c’è chi la chiama “INFLAZIONE"

Potete immaginare la reazione dei grillini, che ancora una volta hanno visto di fronte alle loro facce (ormai perse per i ripetuti tradimenti), lo spettro di essere di nuovo costretti ad ingoiare l’ennesimo rospo.

Ormai è “DITTATURA”, ma c’è chi la chiama “INFLAZIONE"

Tanto per ricordare, visto che la politica ha la memoria più corta delle gambe di un amputato, Beppe Grillo il fondatore e garante del M5S, nel 2011 pronunciava le seguenti parole in merito al nucleare:

CLICCATE QUI ed ascoltatele (2).

Ormai è “DITTATURA”, ma c’è chi la chiama “INFLAZIONE"

Ma come, proprio l’uomo scelto da Grillo per il ministero della transazione ecologica, oggi segue Bill Gates sul nucleare e Grillo cosa dice: NIENTE!!!! – allora vogliamo ricordare quando a sorpresa il comico genovese si connette su Zoom, durante l’assemblea dei parlamentari infastiditi dai temporeggiamenti di Giuseppe Conte, mettendo in piedi un piccolo-show. Parla dell’innalzamento dei mari. Esorta i parlamentari: “Dovete metterci passione quando comunicate”. Invoca un reset della comunicazione. “Dovete studiare”, dice. Poi andrete in Tv. Sfotte bonariamente gli eletti: “miracolati”Cerca di far digerire alla platea Cingolani, sospettato di renzismo. “Io sono l’Elevato, lui il supremo”, scherza citando la battuta fatta dopo le consultazioni con Draghi. E ancora, la Transizione ecologica “entri nei licei”, il reddito di cittadinanza sia “universale”, “la regola dei due mandati è un pilastro”, “con Rousseau troveremo un accordo”. Parole al miele per Draghi: “Non è un banchiere senza sentimenti, ha mantenuto la parola su transizione ecologica e reddito di cittadinanza”.

Chissà cosa avrà pensato Angelo Bonelli, presidente della Federazione Nazionale dei Verdi, di fronte a questa scelta sul nucleare da parte del ministro, immagino sarà saltato sulla sedia. “Rimaniamo stupiti di fonte alla scelta di Roberto Cingolani come nuovo ministro per la Transizione ecologica – per il bene dell’Italia, auspichiamo che Cingolani possa avere le giuste competenze per guidare la necessaria transizione ecologica. Avevamo immaginato, in questo ruolo, una figura come quella del professor Enrico Giovannini ma siamo pronti comunque a cooperare con il nuovo ministro Cingolani” (3) queste furono le parole di Bonelli non appena seppe che Grillo puntava sull’ex Direttore del dipartimento di tecnologia dell’azienda Leonardo di Finmeccanica, leader nella produzione ed esportazione di armi.

E tanto per non fare torto a nessuno e per par-condicio, in questo eterno teatrino dove i nostri politici completamente asserviti al potere, in barba al popolo che dovrebbe democraticamente eleggerli, non poteva mancare l’opinione sul tema nucleare, del futuro genero del pluricondannato Denis Verdini, al secolo Matteo Salvini, che con i calzini sfoggiati ultimamente sul suo profilo instagram si è giocato l’ultimo briciolo di credibilità rimasta.

Ormai è “DITTATURA”, ma c’è chi la chiama “INFLAZIONE"

“Una centrale nucleare in Lombardia? Che problema c’è? Ci sono centrali nucleari nei centri storici di tante città” (4). Il leader della Lega, Matteo Salvini, non ci vede nulla di male sulla possibilità per l’Italia di puntare sull’atomo dopo il referendum di ormai trent’anni fa. Intervenendo a “Radio Anch’io” su Radio1 il leader della Lega ha parlato anche della possibilità di ripetere una consultazione popolare sul tema.

Qualcuno gli ha anche ricordato che questa sua idea magari la dovrebbe anche comunicare ai lombardi, forse è la volta buona che lo rincorrono fino a Firenze.

Quindi in conclusione eccoci qua, ad ogni desiderio dei lor Signori che ci comandano, sia che si parli di moneta, di “pandemia” o di Bill Gates che oggi vuole il nucleare, la politica italiana come suo solito, inizia a commediare ed inizia il circo del paese Italia,  dove abbiamo chi si schiera a favore e chi fa finta di schierarsi contro, con in mezzo il ricatto mascherato al popolo italiano.

Poi come in ogni circo che si rispetti, abbiamo anche i pagliacci, ovvero quelli che gridano all’inflazione mentre in realtà siamo di fronte ad una dittatura.

Di Megas Alexandros (alias Fabio Bonciani)

NOTE

(1) Cingolani fulmina gli italiani. “Bollette più care del 40%” – ilGiornale.it

(2) (7) BEPPE GRILLO E IL NUCLEARE – ANNOZERO 2011 – 17/03/2011 – YouTube

(3) Verdi stupiti dalla nomina di Cingolani: “Grillo ha preferito riconfermare Di Maio agli Esteri” | Italiaambiente

(4) Nucleare, Salvini: “Una centrale in Lombardia: che problema c’è?” – Affaritaliani.it

Pubblicato da Jacopo Brogi per ComeDonChisciotte.org

17.09.2021

Notifica di
39 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
LuxIgnis
Utente CDC
18 Settembre 2021 12:23

Grillo ormai è altamente compromesso. Penso sia sotto forti ricatti. Una volta era una persona che diceva anche delle cose giuste e con delle idee interessanti. Oggi si è venduto al miglior offerente.
Comunque, io sarei anche d’accordo al nucleare a patto che tutti i fautori si impegnano a pagare di tasca propria ogni eventuale incidente, e si devono anche tenere a casa qualche fusto di scorie per l’eternità.
Detto questo si può anche fare.
Responsabilità, questa sconosciuta.

Astronauta
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
18 Settembre 2021 14:43

Facciamo un terzo referendum sul nucleare? Ma se la mettano via Salvini compreso che in Italia il nucleare non si fara. E poi,visto che il duomo non serve a nulla a Milano, farne una centrale nucleare gotica è un azzardo a meno che non si mettano di mezzo i cinesi che si sono presi la città duomo compreso.
Ma anche una centrale atomica al posto del parlamento e del cupolone a Roma non sarebbero male.Sempreche i cinghiali siano d accordo.

LuxIgnis
Utente CDC
Risposta al commento di  Astronauta
18 Settembre 2021 16:06

Bisognerebbe fare un referendum tra i cinghiali!
La mia, se non si era capito, era una battuta.
Il nucleare è perdente in ogni modo che lo si vede. Anche economicamente. A fronte di un risparmio energetico all’inizio, che effettivamente c’è, poi pagano le generazioni future lo smaltimento che è molto ma molto oneroso. Oltre ad essere oltremodo pericoloso. Non esiste una cosa sicura al 100%. Sono sistemi complessi ed i sistemi complessi sono soggetti ad enormi imprevisti.
Comunque al posto del parlamento la vedrei bene. Lì è già pieno di scorie di mer*a

Quasar
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
18 Settembre 2021 21:17

il nucleare di oggi non e’ piu’ quello dei tempi di Cernobyl

la scienzah ha fatto progressi enormi anche in questo campo

Gio
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
19 Settembre 2021 7:03

…io sarei anche d’accordo al nucleare a patto che tutti i fautori si impegnano a pagare di tasca propria ogni eventuale incidente…

Perdonami ma sono sorpreso dal fatto che tu partecipando a questo gruppo non abbia ancora le idee chiare sul concetto di respondabilità così come è inteso da questa banda di ma**li…

LuxIgnis
Utente CDC
Risposta al commento di  Gio
19 Settembre 2021 9:20

E l’ho pure detto che era una battuta…

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
19 Settembre 2021 9:41

Guarda Grillo sicuramente ora sarà ancora più ricattabile per il fatto del figlio. Ma ti assicuro che anche 10 anni fa lui non aveva la minima intenzione di uscire dall’euro. Ricordo un episodio particolare, dove in uno dei suoi comizietti gli parlai di MMT, lui tirò dritto pur di fronte alla gente interessata alla MMT. E’ sempre stato strumento del potere…. ha avuto il ruolo di convogliare le proteste delle masse per arrivare al governo e poi tradirle.

PietroGE
Utente CDC
18 Settembre 2021 12:37

Gli errori che fa il governo e i partiti sono due. Il primo è di separare la politica energetica dall’economia. Non si può seguire l’ideologia climatica : transizione verso le rinnovabili o morte, con assurdi target e date prefissate, senza considerare le necessità energetiche dell’economia e della società in generale e secondo, è ipocrita far credere all’opinione pubblica che i sacrifici fatti dall’Italia e dall’Europa possano influenzare il riscaldamento globale quando le emissioni di CO2 europee non arrivano al 10% del totale e chi inquina di più (Cina e India tra i primi) ha già deciso che intende sviluppare le centrali a carbone nei prossimi anni. Attenzione perché l’aumento sulla bolletta unito a quello che si intravede sulla riforma fiscale, cioè stangata sugli immobili, rischia di riportare il Paese in recessione, come fu per Monti. Poi c’è il problema della competitività delle aziende alle quali si chiede di pagare la tassa sulle emissioni confronto a quelle asiatiche che non pagano nulla e mettere i dazi va contro l’ideologia liberista. Così l’Europa si spara sugli attributi, sempre che li abbia, cosa alquanto dubbia.

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  PietroGE
18 Settembre 2021 12:55

Entro solo sull’aspetto riguardante l’economia, ti faccio presente solo che dalla recessione provocata da Monti non siamo mai usciti, quindi il tuo giusto ragionamento aggraverebbe ancora di più la situazione

Giovanni01
Utente CDC
18 Settembre 2021 12:38

Ottima idea quella di Salvini, recupero dei centri storici con la variazione di destinazione d’uso da abitativo (per risorse) a produttivo!
Spero gli venga immediatamente conferita laurea per merito in più discipline, quali fisica, architettura ed ingegneria.

Più seriamente, se vuoi il ristorante ed il lavoro, bucati; se vuoi energia, irraggiati.

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  Giovanni01
18 Settembre 2021 12:56

Tanto lui ha già pronto il posto all’estero insieme al suocero

Megas Alexandros
Utente CDC
18 Settembre 2021 12:51

Apprezzo il tuo commento ma non sono esperto a livello tecnico ci potresti dare una mano a capire grazie

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  Megas Alexandros
18 Settembre 2021 13:14

Ok ne teniamo in redazione per un eventuale articolo

nicolass
Utente CDC
18 Settembre 2021 13:00

Per l’idea che mi sono fatto io non c’è nessun reale motivo tale da giustificare un aumento così spropositato del prezzo dell’energia elettrica e del gas se non quello di forzare il travaso del mondo contemporaneo verso la transizione ecologica. Una transizione ecologica che parte monca perché le energie rinnovabili non saranno mai in grado di soddisfare il fabbisogno energetico delle società industrializzate ecco perché si parla insistentemente di un ritorno al nucleare. Il combustile fossile ancora a buon mercato e ampiamente disponibile è ingiustamente demonizzato come responsabile dell’eccessivo rilascio di CO2 nell’atmosfera quando in verità quest’ultima col riscaldamento del pianeta non c’entra proprio nulla. Fortuna che paesi come la Cina lo sanno fin troppo bene e hanno annunciato che si metteranno di traverso alla tanto
decantata transizione ecologica tanto cara agli invasati governi occidentali.

Ultimo aggiornamento 29 giorni fa effettuato da nicolass
Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
18 Settembre 2021 13:07

Commenti esperti come i tuoi aiutano a capire…. Di fatto ci viene imposto tutto a suon di mazzate, ti tolgono la moneta, ti tolgono la libertà e poi ti tolgono anche la luce….. tutto per piegarti ed inginocchiarti

Quasar
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
18 Settembre 2021 21:18

la ragione e’ quella dei certificati co2 (una farsa) che i produttori, loro malgrado, devono comprare

basta guardarsi le quotazioni

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  Quasar
19 Settembre 2021 9:48

Bravo, ancher questo è un aspetto cvhe andrebbe approfondito nel dettaglio

natascia
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
19 Settembre 2021 6:31

Risulta inspiegabile il protagonismo ecologista europeo, in quanto si tratta di un problema globale, come la sovra-popolazione , come la Covid. Giusto che ognuno torni a pensare a se’ . Se il progetto globalizzazione parte dallEuropa perché al suo interno,vi sono le solite mire imperiali angloamericane, è evidente che.1 questa Europa distrugge e depotenzia dal suo interno. 2 l’Italia è il Vaticano sono responsabile dello sfacelo Europeo.

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  natascia
19 Settembre 2021 9:49

Concordo soprattutto su Italia e Vaticano

JA
Utente CDC
18 Settembre 2021 13:14

Dal gesuitico millantatore del ‘costi quel che costi’ ci si può solo aspettare bollette salate.
Ed anche qui come lì un sinistro giudeo ci cova:
“Il progetto è contenuto esplicitamente nella Stern Review, il rapporto sul Clima preparato da Nicholas Stern, economista e fanatico ecologista, preparò per Tony Blair nel 2006.
Rapporto Stern: i punti chiave
https://www.maurizioblondet.it/cosa-fara-ilcomunismo-ecologista/

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
18 Settembre 2021 13:19

Non l’ho letto….. conferma la tesi???

JA
Utente CDC
Risposta al commento di  Megas Alexandros
18 Settembre 2021 13:26

Conferma solo chi sia dietro tutte queste paraculate moderne:
“Secondo Ding Zhongli, il principale climatologo cinese e vicepresidente dell’Accademia cinese delle scienze, non ci sono prove scientifiche affidabili di un’interdipendenza tra l’aumento delle temperature e la concentrazione di CO2.
[ma] In Italia, 2 milioni di giovani senza studio né lavoro …” sono un dato di fatto che a Draghi nun glie ne pò fregà de meno facendo parte del Grande Reset neocomunista della plutocrazia globalizzata fuori controllo
https://www.maurizioblondet.it/cina-labolizione-del-co2-non-ha-basi-scientifiche/

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
19 Settembre 2021 9:51

Sono daccordo…. del problema occuapzione non gliene frega niente, anzi più sciavi ci sono e meglio è per loro. E’ stato il punto centrale di ieri nel meeting con Warren Mosler

uomospeciale
Utente CDC
18 Settembre 2021 13:23

Siamo semplicemente in troppi sulla terra e lo siamo almeno da quando abbiamo superato i 2 miliardi di esseri umani. Ma non lo dice mai nessuno, e nessuno fa niente per evitare la catastrofe che si intravede chiarissima all’orrizonte. Per questo aumentano sia le materie prime che l’energia per lavorarle, e aumenteranno ancora, e sempre di più. Tra un pò arriverrano anche gli aumenti peggiori, quelli dovuti alla scarsità di cibo e di terre fertili per coltivarlo per non parlare dell’ulteriore disastro direttamente collegato alla sovrappopolazione mondiale, quello del cambiamento climatico e dell’inquinamento. Tra l’altro in un sistema globale di tipo capitalista come quello in cui viviamo le merci, le tecnologie, i prodotti, i beni e i servizi, vanno sempre e solo da chi ha denaro per comprarli e i soldi sia adesso che in futuro li avranno quasi solo gli asiatici perchè chiaccherano poco e lavorano moltissimo correndo come pazzi. Qui invece le priorità sono il femminismo, l’assistenzialismo, gli immigrati, e i diritti degli LGBT+ Ragion per cui, nel breve periodo ( 20/25 anni ) l’Italia e l’occidente faranno la fine di merda che si meritano di fare diventando come la Bolivia o il Venezuela ( ma senza le… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 29 giorni fa effettuato da uomospeciale
Fedeledellacroce
Utente CDC
Risposta al commento di  uomospeciale
18 Settembre 2021 19:40

Mi dispiace sentire questi toni nei commenti.
Manca solo l’invito al suicidio…..
La voglia dell’autore dell’articolo di colpire l’immaginario con catastrofi imminenti, é positiva perché puó accendere la scintilla della ragione, ma allo stesso tempo puó far sprofondare nella depressa disperazione.
Penso sia uno strumento da usare con cautela.
Vi assicuro che il mondo é un posto fantastico e la vita é un regalo dal valore incommensurabile.

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  Fedeledellacroce
19 Settembre 2021 10:04

L’autore che sono io, non ha assolutamente l’intenzione di colpire l’immaginario con catastrofi. Forse il tuo commento è condizionato dall’aver letto il commento di “uomospeciale” (commento che non condivido ed al quale ho risposto ora… e ti invito a leggerlo).
L’articolo, cerca di far aprire gli occhi per capire quali sono i relai motivi che ci sono sotto a questo aumento delle bollette. Mi sembra giusto che la gente sappia. Far sapere la verità non è essere catastrofici, anzi è un modo per evitare la catastrofe.

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  uomospeciale
19 Settembre 2021 9:59

Ti faccio un appunto su questa tua affermazione e ti invito a riflettere: “i soldi sia adesso che in futuro li avranno quasi solo gli asiatici perché chiaccherano poco e lavorano moltissimo correndo come pazzi”
Anche gli schiavi lavoravano e correvano come pazzi…… ma soldi ne avevano ben pochi.
Quindi il tuo assioma non regge….. e te lo dico io perché non regge, perché i soldi non crescono sugli alberi o si estraggono dalla terra…. i soldi non sono un bene scarso, i soldi sono pezzi di carta e/o numeri sui computer e vengono creati dal nulla. Quindi la cosa sbagliata è il modo come vengono distribuiti. La realtà ci fa vedere che c’è gente che corre e si fa un mazzo ogni giorno per non arrivare a fine mese, mentre altra gente seduta sul divano possiede risparmi superiori perfino ad alcuni Stati……. questa è la realtà amico mio… se non capiamo questo, continuiamo a fare discorsi qualunquistici e catastrofici, senza cogliere il punto reale del problema.
La catastrofe oggi è che questi pochi seduti sul divano si sono divorati la democrazia, ovvero comandano il mondo in barba ai tanti…..

Bertozzi
Utente CDC
18 Settembre 2021 13:37

Oh, ieri è tornato anche il buco dell’ozono, più grande dell’Antartide dicevano, era un pò che il buon buco non si faceva vedere, beh per l’assalto alla diligenza è giusto operare in forze.

nicolass
Utente CDC
Risposta al commento di  Bertozzi
18 Settembre 2021 13:45

non ci facciamo mancare proprio nulla…

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
19 Settembre 2021 10:06

pur di ottenere quello che vogliono

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  Bertozzi
19 Settembre 2021 10:06

Vero il buco dell’ozono e come diceva Benigni (prima di vendersi al potere anche lui)…. ed il “finocchio a mezz’aria”

ton1957
Utente CDC
18 Settembre 2021 15:18

”la ripresa economica dopo il lockdown ha creato una richiesta tale che la domanda è di gran lunga superiore all’offerta (ed ecco la speculazione). ”

Avrei qualche dubbio sulla ripresa post lockdown e di riflesso sulla speculazione scritto in grassetto per intimorire. (da qui non si vede)
Trattasi di inflazione dovuta allo stampaggio a gogo di moneta che inevitabilmente influisce sui prezzi delle materie prime, ed i prezzi alti delle materie prime influiscono sulla produzione e sulla reperibiltá delle merci. Le aziende bloccano le commesse/contratti perché non ci stanno piú dentro con i prezzi.(i contratti spesso sono annuali)
Spiegato semplice qui:
“Manca la Farina per fare la Pasta”. E ancora: chip, alluminio, edilizia e altro ancora. – YouTube

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  ton1957
19 Settembre 2021 10:21

Allora parliamo di inflazione. Premesso che nell’articolo ho riportato il link di un mio precedente articolo che spiega in modo ampio il fenomeno inflattivo (e ti invito a leggerlo…. altrimenti si rischia di fare una confusione tremenda ed un cattivo servizio a chi ci legge). La scienza economica nel descrivere il fenomeno inflattivo classico (quello da eccesso di domanda), usa due aggettivi fondamentali all’interno della definizione, ovvero: “aumento generalizzato dei prezzi” – “prolungato nel tempo”. Quindi affinché si possa parlare di inflazione ed essere confermata dai numeri occorre che l’aumento sia generalizzato (cioè che coinvolga la maggior parte dei prodotti e quindi dei settori) – inoltre deve essere prolungato nel tempo (ovvero il legno che aumenta vertiginosamente e dopo due settima crolla non è inflazione… è speculazione). Ora ti faccio un esempio pratico in riferimento all’aumento delle bollette: se io ho uno stipendio di euro 1000 e pago 100 euro al mese di luce, se mi portano la bolletta ad euro 200 al mese, io avrò meno 100 euro al mese da spendere per altre cose (cibo, divertimento, cure, abbigliamento, ecc.). Quindi casa succede!!! succede che gli aumenti avuti sulla luce, vanno a scaricarsi sui fatturati degli altri settori, quindi… Leggi tutto »

Mark.Twain
Utente CDC
18 Settembre 2021 15:36

Sono sempre stato favorevole al nucleare. Fin dal primo referendum. L’Italia ha bisogno di diversificare le fonti energetiche e il nucleare è sempre stato una di queste. Lo so che sono pericolose, ci sono le scorie etc etc ma, in Slovenia ne stanno per costruire una e a non molti km dal nostro confine c’è il Superphenix, bestione nucleare che farebbe tabula rasa anche di noi, se volesse imitare Chernobyl.
Ciò detto, è incredibile e quasi divertente vedere queste giravolte da parte dei 5s. Credevo che quello del ponte di Messina fosse una boutade ma, qui ci si è superati con un triplo salto con carpiatura arrotata. A cosa serve una centrale nucleare per una paese che, per usare un eufemismo, è industrialmente un morto che cammina?
A parte questo mi piacerebbe vedere come convincono il gregge che è beeee-ne realizzarne 2 o 3, dopo anni e anni di propaganda martellante contro il nucleare (ma tu guarda quante analogie con il covid…).

E’ proprio vero che il covid è la grande scusa con cui potranno fare TUTTO, anche questo, ovvero l’inimmaginabile.

p.s. a parte il rialzo delle tasse che è banale definire: ineluttabile.

Megas Alexandros
Utente CDC
Risposta al commento di  Mark.Twain
19 Settembre 2021 10:23

Uso una frase dell’amico Paolo Barnard: “hanno reso plausibile l’inimmaginabile”

Eugiorso
Utente CDC
18 Settembre 2021 15:58

So da molto tempo cosa sia l’ecologia … un altro grande affare per l’élite occidentaoide assassina.
Per questo hannocreato, prima di ordinare l’impiego dell’arma biologica covid ai loro servi, greta, la supponente benestante disturbata psicologicamente, che frignava per clima e inquinamento …
Oggi in Italia si chiama “transizione ecologica” e i grilloidi bast**i l’hanno subito sposata propagnadistiamente, vendendo il c**o una volta di più all’élite.
Un modo per rastrellare risorse a danno della pauper class che è costretta a vivere in “occidente” sotto il loro tallone.
Quando sento parlare di ecologia, verdi, “transizione ecologica”, greta e simili inganni elitisti, se l’avessi con me tirerei fuori la pistola, mirando al bersaglio grosso …

Cari saluti

Quasar
Utente CDC
18 Settembre 2021 21:15

Nessuno mette in discussione che la transizione ecologica vada fatta il prima possibile, senza indugi e con sacrifici enormi

io lo metto in dubbio eccome’ perche’ voglio continuare a girare con la mia bella macchinetta 3.000 turbo diesel che, con un motore 3 volte piu’ grande, consuma meno di uno di quei “cosi” hybrid da 1.000 di cilindrata

non parliamo poi della m*******a del senza indugi e con sacrifici enormi non se ne parla nemmeno

antsr
Utente CDC
18 Settembre 2021 22:17

L’ignoranza dei nostri politici è immensa. Intanto da studi effettuati anni fa negli Usa il costruire, concentrazione dell’uranio, trasportare, demolire, manutenzionare, ecc. porta a una emissione di CO2 maggiore dell’intero esercizio della centrale. La centrale a fusione nucleare (H2) ancora è in alto mare e sarà commercialmente disponibile non prima di 30/40 anni. Quello darà un salto nella richiesta d’energia, perchè le rinnovabili non arrivano a livelli elevate e neppure fra 30 anni riusciranno tecnologicamente.

sbregaverse
Utente CDC
19 Settembre 2021 13:22

Anche in questa circostanza,come sempre del resto,le* lupae italicae* si distinguono per zelo eccessivo.

39
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x