L’OMS ha appena modificato la definizione di immunità di gregge. Adesso si acquisisce solo con la vaccinazione

Jeffrey A. Tucker
aier.org

Non avete a volte la sensazione che stia succedendo qualcosa di sospetto? Sullo stesso argomento, voglio dire. Se non è una cosa è un’altra.

Il coronavirus sopravviveva sulle superfici e poi no. Le mascherine prima non funzionavano, poi funzionavano di nuovo e poi hanno smesso di funzionare. C’è una trasmissione asintomatica, solo che non c’è. I lockdown sono efficaci per controllare il virus, solo che non lo sono. Tutti i positivi sono malati asintomatici ma, ops, i test PCR sono assolutamente inattendibili perché non erano mai stati intesi come strumenti diagnostici. Tutti sono in pericolo per il virus, ma non lo sono. Si diffonde nelle scuole, ma anche no.

Si diffonde. Ogni giorno. Non c’è da stupirsi che così tanta gente abbia smesso di credere a ciò che dicono le “autorità sanitarie pubbliche.” Insieme ai governatori e agli autocrati che eseguono i loro ordini, queste stesse autorità hanno deciso di toglierci la libertà e i diritti umani e si aspettano che noi le ringraziamo per averci salvato la vita. Ad un certo punto, quest’anno, (per me era stato il 12 marzo) la vita ha iniziato a sembrarmi come un qualunque romanzo distopico di vostra scelta.

Bene, ora ho un’altra prova da aggiungere al mucchio delle cose che puzzano. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, per ragioni sconosciute, ha improvvisamente cambiato la sua definizione di un concetto fondamentale dell’immunologia: quello dell’immunità di gregge. Questa scoperta era stata una delle maggiori conquiste della scienza del XX secolo: la teoria era gradualmente emersa negli anni ’20, per poi farsi sempre più raffinata nel corso del XX secolo.

L’immunità di gregge è un fenomeno affascinante che si può analizzare in termini strettamente biologici o statistici, a seconda dell’approccio preferito. (Non è certamente una “strategia,” quindi ignorate qualsiasi fonte mediatica che la descrive come tale). La prima cosa che, sulla base delle osservazioni empiriche, ci insegna l’immunità di gregge è che i virus respiratori sono o diffusi e per lo più lievi (quello del comune raffreddore) o molto gravi e di breve durata (Ebola).

Come mai? Perchè quando un virus uccide il proprio ospite, quando cioè un virus sovraccarica la capacità dell’organismo di integrarlo, il virus muore con l’ospite e perde la capacità di replicarsi. Più questo accade, meno il virus si diffonde. Se il virus non uccide il suo ospite, può infettarne altri con tutti i mezzi consueti. Quando si viene infettati da un virus l’organismo reagisce e il sistema immunitario codifica l’informazione in modo da creare immunità nei suoi confronti. Quando questo succede in un numero sufficiente di persone (e ogni caso è diverso, per cui non è possibile dare delle percentuali precise, soprattutto visto il grandissimo numero di immunità crociate) il virus perde la sua caratteristica pandemica e diventa endemico, cioè prevedibile e gestibile. Ogni nuova generazione incorpora questa informazione attraverso una continua esposizione.

Questo è ciò che si potrebbe chiamare una lezione introduttiva alla Virologia/Immunologia. È ciò che si legge in ogni libro di testo. È un concetto che viene insegnato da almeno ottant’anni nelle ore di biologia delle medie superiori. Osservare il funzionamento di questo fenomeno evolutivo è una cosa meravigliosa perché ci fa toccare con mano come l’organismo umano si sia adattato alla presenza di agenti patogeni, in modo efficace e senza razioni spropositate.

La scoperta di questa affascinante dinamica della biologia cellulare è uno dei motivi principali per cui la medicina è diventata così efficiente nel XX secolo. Abbiamo mantenuto la calma. Abbiamo gestito i virus con  un approccio professionale medico-paziente. Abbiamo evitato la tendenza medievale a farsi prendere dal panico e abbiamo usato razionalità e intelligenza. Anche il New York Times riconosce che l’immunità naturale è una potente difesa nei confronti del Covid-19, il che non è per nulla sorprendente.

Finché, un giorno, quella strana istituzione chiamata Organizzazione Mondiale della Sanità (un tempo gloriosa per il suo ruolo nell’eradicazione del vaiolo) ha improvvisamente deciso di cancellare una nozione riportata da tutti i testi di virologia. Ha letteralmente cambiato la scienza con un approccio tipicamente sovietico. Con il tasto “Canc” ha eliminato dal proprio sito web ogni riferimento all’immunità naturale. Come se non bastasse, ha anche descritto in modo errato la struttura e il funzionamento dei vaccini.

Per chiarezza, cercherò di essere il più preciso possibile. Ecco il sito web dell’OMS come si presentava il 9 giugno 2020. Potete vederlo qui su Archive.org. Dovete spostarvi in fondo alla pagina e cliccare sulla domanda riguardante l’mmunità di gregge. Vedrete quanto segue.

L’immunità di gregge è la protezione indiretta da una malattia infettiva, si verifica quando una popolazione diventa immune tramite vaccinazione o immunità acqusita da previa infezione. Questo significa che anche persone non infette o in cui l’infezione non ha indotto una risposta immunitaria sono comunque protette, perchè le persone immuni intorno a loro possono fare da tampone fra loro e gli infetti. La soglia per l’instaurazione dell’immunità di gregge per il Covid-19 non è ancora chiara.

Nel complesso, è una descrizione piuttosto accurata. Anche l’affermazione che la soglia “non è ancora chiara” è corretta. Ci sono immunità crociate fra il Covid e gli altri coronavirus e c’è la memoria delle cellule T che contribuisce all’immunità naturale.

Alcune stime della soglia sono basse, anche meno del 10%, il che è ben lontano dalla stima prevista del 70% di popolazione immune ai virus, che è lo standard in campo farmaceutico. La vita reale è molto più complicata dei modelli, economici o epidemiologici. La vecchia definizione dell’OMS è abbastanza precisa, anche se “popolare.”

Tuttavia, in uno screenshot del 13 novembre 2020, leggiamo la seguente nota, che farebbe presumere che gli esseri umani non abbiano affatto un sistema immunitario, ma che si debbano interamente affidare a Big Pharma e farsi iniettare nel sangue i suoi intrugli.

L’immunità di gregge, conosciuta anche come immunità di popolazione è un concetto usato nelle vaccinazioni, secondo cui una popolazione può essere protetta da un certo virus se viene raggiunta una determinata soglia di vaccinazione. L’immunità di gregge si consegue proteggendo la gente da un virus, non esponendola ad esso.

In pratica, questa nota dell’Organizzazione Mondiale della Sanità cancella di colpo migliaia di anni di coesistenza fra esseri umani e agenti patogeni. Da questo si può solo dedurre che tutti noi non siamo altro che  tabule rase senza alcuna possibilità di miglioramento, su cui l’industria farmaceutica appone la propria firma.

In effetti, questo cambiamento dell’OMS ignora e addirittura spazza via 100 anni di progressi medici in virologia, immunologia ed epidemiologia. È un passo assolutamente non scientifico, un vero e proprio regalo all’industria dei vaccini, esattamente quello che, secondo i teorici della cospirazione, l’OMS ha fatto fin dall’inizio di questa pandemia.

Ancora più strana è l’affermazione che un vaccino proteggerebbe le persone da un virus, piuttosto che esporle ad esso. In realtà un vaccino funziona proprio stimolando il sistema immunitario attraverso l’esposizione [al virus o a parti di esso]. Le motivazioni di un’affermazione del genere non riesco francamente a comprenderle. Questo concetto è noto da secoli. Semplicemente, non c’è modo per la scienza medica di sostituire completamente il sistema immunitario umano. Si può solo cercare di stimolarlo, attraverso quella che una volta si chiamava inoculazione.

Traete voi le votre conclusioni. È un segno dei tempi. Da quasi un intero anno, i media ci dicono che la “scienza” ci impone di rispettare i suoi dettami, che vanno contro ogni principio del liberalismo e contro ogni aspettativa di poter vivere in mondo moderno liberamente e con la certezza dei propri diritti. Poi la “scienza” ha preso il sopravvento e i nostri diritti vengono soppressi. E ora la “scienza” sta di fatto cancellando la sua stessa storia, passando un tratto di penna sopra le sue stesse scoperte scientifiche per sostituirle con qualcosa di fuorviante, nel migliore dei casi, o di palesemente falso nel peggiore.

Non so dire perché l’OMS abbia fatto questo. Dati gli eventi degli ultimi nove o dieci mesi, è comunque ragionevole supporre che la decisione sia stata politica. Fin dall’inizio della pandemia, quelli che patrocinavano il lockdown e soffiavano sul fuoco dell’isteria da coronavirus si erano opposti all’idea dell’immunità di gregge, insistendo invece sul fatto che avremmo dovuto vivere in isolamento fino allo sviluppo di un vaccino.

Ecco perché la Grande Dichiarazione di Barrington, scritta da tre dei più autorevoli epidemiologi del mondo, che sosteneva l’opportunità di abbracciare il fenomeno dell’immunità di gregge come modo per proteggere i più vulnerabili e ridurre al minimo i danni alla società era stata accolta con tanto astio. Ora vediamo anche l’OMS soccombere alle pressioni politiche. Questa è l’unica spiegazione razionale per la modifica della definizione di immunità di gregge, così com’era nota fin dal secolo scorso.

La scienza non è cambiata, solo la politica. Ed è proprio per questo che è pericoloso e mortale delegare la gestione dei virus alle forze della politica. Alla fine, anche la scienza si piega alla doppiezza di una politica asservita a Big Pharma.

Quando gli attuali libri di testo, quelli che gli studenti usano all’università, contraddicono le ultime dichiarazioni ufficiali delle autorità politiche, nel bel mezzo di una crisi in cui la classe dirigente sta chiaramente tentando di assumere un potere permanente, allora abbiamo un problema.

Jeffrey A. Tucker

fonte: aier.org
Link: https://www.aier.org/article/who-deletes-naturally-acquired-immunity-from-its-website/
23.12.2020
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

18 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Roberto Rey
Roberto Rey
31 Dicembre 2020 15:43

Anche alla Fattoria degli Animali i maiali (autorità politiche) nottetempo modificavano i “comandamenti”.

clausneghe
clausneghe
31 Dicembre 2020 15:47

Le mie conclusioni sono che non ci si può fidare.
l’OMS è una organizzazione suo malgrado criminale, guidata da un ex terrorista nemmeno medico, l’Etiope Tigrato… .pesantemente nutrito e protetto dai suoi “mentori” Cinesi.

PietroGE
PietroGE
31 Dicembre 2020 16:07

https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/dietro-vaccini-guerra-indecente-50-miliardi-dollari-256951.htm
1. Dietro i vaccini una indecente guerra da 50 miliardi di dollari sulla nostra pelle.

2. Dagoreport. L’antidoto inglese di Astra Zeneca, pronto ad Ottobre, fu “congelato” : chi avrebbe comprato il vaccino tedesco americano di Pfiser-Biontech a 20 euro a dose (con trasporto a -80 gradi) mentre una dose di Oxford costa 2.80 euro e può essere conservato anche in frigorifero?……..

WM
Risposta al commento di  PietroGE
31 Dicembre 2020 20:12

@comedonchisciotte-0b3f44d9054402de39441e165a4bdfe0:disqus Mi spiace ma, anche se Dagospia scrive tutto in maiuscolo, qui non si può fare.
Inoltre devi inserire il link all’articolo, non alla home page.
Modifica il commento o lo devo cancellare.
Grazie.

PietroGE
PietroGE
Risposta al commento di  WM
31 Dicembre 2020 21:54

Fatto

Maurizio
Maurizio
31 Dicembre 2020 16:15

L’oms che soccombe alle pressioni politiche questa sì che è bella

giorgio peruffo
giorgio peruffo
31 Dicembre 2020 16:32

OMS: immunità di gregge solo con la vaccinazione. Ah, ah, ah, ah, ah,
ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah, ah !!!!!!

Holodoc
Holodoc
31 Dicembre 2020 16:34

Ci vogliono inculcare la culture secondo la quale l’opera del pensiero umano è superiore in tutto e per tutto all’opera della Natura.

AlbertoConti
AlbertoConti
31 Dicembre 2020 17:20

La privatizzazione delle istituzioni pubbliche consiste nel trasformarle in agenzie di marketing. L’OMS ne è il paradigma, e a cascata tutte le istituzioni sanitarie nazionali. Anche il nostro medico della mutua è stato trasformato in un agente del marketing strategico di bigpharma. L’aggettivo “strategico” significa in rapporto sinergico con gli altri oligopoli che “soddisfano” la domanda umana, più spintanea che spontanea, grazie al marketing. Complotto? No, stato di fatto.

E’ inutile girarci intorno, il problema è tutto qui: dimmi di chi sei, a chi appartieni, e ti dirò cosa sei. Bene pubblico o bene dell’elite privata? Questo è il dilemma. Ai bambini piccoli raccontano ancora le fiabe:
C’era una volta un rè …….. e vissero felici e contenti per altri 100 anni.
Ma il re non è più quello di una volta, è nudo e schifoso da un pezzo, si nasconde e manda avanti i suoi scagnozzi, per questo fa di tutto per infantilirci e rimbecillirci. Perchè sa che la risposta al dilemma è univoca, anche se non di facile applicazione. Ma implica comunque la sua fine. Anche gli incantesimi e i malefici prima o poi si spezzano, magari con un bacio.

Elric
Elric
31 Dicembre 2020 17:21

Hanno capito che il gregge non ricorda niente di niente… Da quando è cominciata questa follia e ogni volta che sono state cambiate regole, divieti, ordinanze e ora pure le teorie scientifiche, tutte senza alcuna logica, anzi, in totale contraddizione tra di loro, come l’articolo ricorda, la massa (volevo scrivere popolo ma non merita tale titolo) ha subito urlato: ottimo e abbondante signor colonello!!
Se fosse uno spettacolo, sarebbe da sedersi, prendere il popcorn e rilassarsi. Ci aspetta un anno a dir poco incredibile…

lady Dodi
lady Dodi
31 Dicembre 2020 17:26

Prossima delibera dell’OMS: condanna a morte per chi non si vaccina. Ovviamente con Pfhifer.
Omaggio una foto di Michelle Pfeiffer da giovane.

GFRANZ BERT
GFRANZ BERT
31 Dicembre 2020 17:58

L’intera vicenda covid-19 non puzza, asfissia. Nel nostro bel paese la vicenda è addirittura putrescente. Dopo aver spianto la sanità e reso inefficaci i medici di base, tagliandoli letteralmente fuori, abbiamo ottenuto questi brillanti risultati: 1° al mondo per decessi, 39° per contagi.; c’è qualcosa che non torna, anche per uno scemo. Pensavo, i giapponesi devono essere di un’altra stirpe, 3.243 decessi, su oltre 120 milioni d’abitanti. Fortunatamente abbiamo salvato l’economia, quella Cinese, e di coloro che gravitano nel busines pandemico, per il resto sono macerie e cenere. Premesso che non sono un no vax, una cosa su tutte, fuori dal mondo, non esistono i protocolli di cura, per questo virus, ma esistono dei miracolosi vaccini. Del resto gli affari sono affari e se il vaccino, miracoloso, della Pfizer non dovesse funzionare, o creare problemi, c’è già pronta la giustificazione: è la catena del freddo della logistica che non ha funzionato, facendo degradare il “miracoloso vaccino” Forse pochi si rendono conto cosa voglia dire stoccare e gestire la logistica di prodotti che dovrebbero viaggiare a -80 C°.

lady Dodi
lady Dodi
Risposta al commento di  GFRANZ BERT
31 Dicembre 2020 18:02

È semplicemente impossible.
Del resto il vaccino non è una bufala?

GFRANZ BERT
GFRANZ BERT
Risposta al commento di  lady Dodi
31 Dicembre 2020 18:16

No, è un bell’affare per i produttori di non si sa che cosa.

merolone
merolone
31 Dicembre 2020 18:38

Ormai i media mainstream non fanno che urlare che stiamo morendo a milioni per il covid mentre noi sappiamo bene che attorno a noi nessuno cade stecchito per strada, mentre magari ci sono persone che si beccano bronchiti croniche o infezioni alla bocca a causa della mascherina.
I casi sono due, o vogliono ammazzarci tutti con vaccini avvelenati oppure stanno cercando di arrivare ad un regime totalitario per via sanitaria.

Diogene
Diogene
31 Dicembre 2020 21:07

Come saprete pochi giorni fa wikileaks ha pubblicato un po’ di roba nuova. Vi invito caldamente a leggere il documento pandemic-vaccine-options-2009.pdf (vediamo se va il link https://file.wikileaks.org/file/pandemic-vaccine-options-2009.pdf ). Datato 2009 a prima vista si direbbe un piccolo compendio, un bignami, delle tecnologie vaccinali attualmente in circolazione e di quelle in sviluppo: interessante a prescindere ma, dopo le presentazioni di rito, le cose cominciano a farsi interessanti. Si legge di come ogni compagnia farmaceutica possieda e sviluppi tecnologie proprietarie relative ogni aspetto dei loro vaccini, compresa la questione degli adiuvanti e si comprende il lavoro di “marketing” che svolgono sottobanco relativamente la possibilità (guarda un po’) che a breve potrebbe esserci una nuova e terribile “influenza” (usano proprio il termine “pandemic”) e di come “non potrebbero esserci vaccini per tutti”. Si cerca di dare a intendere che mancheranno le materie prime: sapete quali ? Le uova, mica di struzzo, di gallina. Il problema sembra legato anche ai paesi “poveri” i quali evidentemente stanno crescendo abbastanza da potersi produrre i loro vaccini basati su queste tecnologie “datate” (oltre che liberate dai brevetti). Per questa ragione si sono lanciate nello sviluppo di tecnologie genetiche. Dopo un po’ che si metabolizza quanto letto, si… Leggi tutto »

Simsim
Simsim
31 Dicembre 2020 21:22

Va benissimo tutto. Sarà dura probabilmente, ma si stanno scavando la fossa da soli. Perché saranno anche maligni, ma sono fondamentalmente stupidi. E per un momento, con la pancia soddisfatta, un paio di bicchieri di vino ad annaffiare, e la gaiezza inaspettata di un capodanno in coprifuoco fuori dall’ordinario, arrivo anche a dirvi che non hanno speranza di vincere. Avremo delle perdite, perché è una guerra. Ma li vedremo a l’Aia uno per uno, almeno quello che riusciranno ad arrivarci interi.

Tipheus
Tipheus
31 Dicembre 2020 21:56

L’OMS è quella che tanti anni fa ha derubricato l’omosessualità dalle aberrazioni sessuali per motivi politici. Io non dimentico